- lezioniaudio

annuncio pubblicitario
Qual è la situazione politica alla fine dell’800?







Nel 1861 si costituisce il Regno d’Italia con il re Vittorio Emanuele II.
Nel 1861 in Russia lo zar Alessandro II abolisce la servitù della gleba ( i contadini non potevano
cambiare lavoro ma dovevano sempre lavorare la terra). Questa abolizione non cambiò molto la
situazione in Russia poiché rimanevano le disuguaglianze tra ricchi e poveri.
Nel 1866 gli Asburghi danno vita a un impero austroungarico con a capo l’imperatore Francesco
Giuseppe.
Nel 1871 avviene l’unità della Germania, nasce il secondo reich con l’imperatore Guglielmo I.
Nel 1870-71 in Francia cade il secondo impero di Napoleone e viene istituita la terza repubblica.
Nel 1875 la penisola Balcanica è stata oggetto di contese da diverse potenze europee. L’impero
Russo e l’impero ottomano (turco) si scontrarono nella penisola balcanica; vincono i Russi che
ottengono la Serbia, Montenegro, la Romania e la Bulgaria.
In Europa esistono 4 imperi: AUSTROUNGARICO, TEDESCO, TURCO (ottomano) RUSSO
Cosa è successo a livello politico in Europa nella fine del 1800?
Il popolo Francese voleva esercitare i propri diritti ma il re impediva ai cittadini di essere liberi; il re
deteneva il potere assoluto e impediva al popolo di partecipare attivamente al potere politico.
In Inghilterra vi era una monarchia costituzionale (re + parlamento).
Nello stato liberale vi era un suffragio censitario (esercizio del potere era sulla base del censo, cioè
delle ricchezze di cui si dispone).
In questo clima, tra il 1700 e il 1800 si diffondono i partiti politici, dove i cittadini si legavano
all’ideologia di un partito piuttosto di un altro.
A partire del 1700 i partiti di destra sono più conservatori, cioè contrari a cambiamenti radicali
(bruschi), più propensi a cambiamenti lenti nel tempo.
I partiti di sinistra invece esprimono idee più progressiste essendo propensi a cambiamenti bruschi,
rivoluzionari.
I partiti di destra che nascono in questo periodo si definiscono democratici, in quanto volevano che
l’istruzione diventasse obbligatoria, facendo in modo che le tasse venissero pagate in proporzione della
propria ricchezza.
Tra le forze di destra si trovavano anche le forze cattoliche cioè i partiti che si ispiravano a ideali del
cristianesimo.
I partiti di sinistra erano socialisti e volevano che le ricchezze venissero distribuite equamente tra i
cittadini (giustizia sociale); inoltre criticavano la proprietà privata (uguaglianza sociale).
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

emilia

2 Carte oauth2_google_f0da50e0-d873-4248-914c-e782ffe4831d

Materie scolastiche

5 Carte oauth2_google_895b90d3-243e-4864-a00b-983aa56e33c4

creare flashcard