scheda di dati di sicurezza

annuncio pubblicitario
 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo REACH (1907/2006/CE, come modificato da 453/2010/CE) Data di revisione: 4 gennaio 2013 Data di pubblicazione: 3 luglio 2007 SDS no. 207B­20 SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1. Identificatore del prodotto Nome del prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Nome della sostanza: No. EC: Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating» o Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» 265­149­8 o 265­150­3 Numero di registrazione REACH: No. CAS: Non disponibile 64742­47­8 o 64742­48­9 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Detergente a base di petrolio. 1.3. Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Società: A.W. CHESTERTON COMPANY 860 Salem Street Groveland, MA 01834­1507, USA Tel.: +1 978­469­6446 Fax: +1 978­469­6785 (Mon. ­ Fri. 8:30 ­ 5:00 PM EST) E­mail (Domande della SDS): [email protected] E­mail: [email protected] Richieste della SDS: www.chesterton.com Fornitore: 1.4. Numero telefonico di emergenza 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana Infotrac: +1 352­323­3500 (a carico del destinatario) Centro Nazionale di Informazione Tossicologica: 03 822 4444 SEZIONE 2: IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI 2.1. Classificazione della sostanza o della miscela 2.1.1. Classificazione secondo il Regolamento (CE) N. 1272/2008 [CLP] / GHS Asp. Tox. 1, H304 STOT SE 3, H336 EUH066 Aquatic Chronic 2, H411 2.1.2. Classificazione secondo la Direttiva 1999/45/CE Nocivo; Xn; R65 R66 Pericoloso per l'ambiente; N; R51/53 2.1.3. Ulteriori informazioni Per il testo completo dei consigli H e delle frasi R: cfr. SEZIONI 2.2 e 16. 2.2. Elementi dell’etichetta Etichettatura secondo il Regolamento (CE) N. 1272/2008 [CLP] / GHS Pittogrammi di pericolo: Avvertenza: Pericolo © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (IT) Pagina 1 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 Indicazioni di pericolo: SDS no. 207B­20 Consigli di prudenza: H304 H336 H411 Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie. Può provocare sonnolenza o vertigini. Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata. P301/310 IN CASO DI INGESTIONE: contattare immediatamente un CENTRO ANTIVELENI o un medico. NON provocare il vomito. Non respirare i vapori/gli aerosol. Utilizzare soltanto all’aperto o in luogo ben ventilato. Evitare il contatto con gli occhi, la pelle o gli indumenti. In caso di irritazione della pelle: consultare un medico. P331 P260C P271 P262 P332/313 Informazioni integrative: L'esposizione ripetuta può provocare secchezza o screpolature della pelle. 2.3. Altri pericoli Nessuno conosciuto. SEZIONE 3: COMPOSIZIONE/INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI 3.1. Sostanze Ingredienti pericolosi¹ % Peso 100 Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating» o Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating»* *Contiene benzene in percentuale inferiore allo 0,1 % di peso/peso. no. CAS no. EC 64742­47­8 o 64742­48­9 265­149­8 o 265­150­3 ¹Classificato secondo: 1272/2008/CE, 67/548/CEE, 99/45/CE, REACH SEZIONE 4: MISURE DI PRIMO SOCCORSO 4.1. Descrizione delle misure di primo soccorso Inalazione: Rimuovere all’aria aperta. In mancanza di respirazione, praticare la respirazione artificiale. Contattare un medico immediatamente. Contatto con la pelle: Lavare la pelle con acqua e sapone. Contattare un medico se l'irritazione persiste. Contatto con gli occhi: Risciacquare gli occhi per almeno 15 minuti con grandi quantità di acqua. Contattare un medico se l'irritazione persiste. Ingestione : Non provocare il vomito. Contattare un medico immediatamente. 4.2. Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati Il contatto diretto può provocare una leggera irritazione agli occhi. L'inalazione di vapori in concentrazioni superiori a 1000 ppm causa irritazioni agli occhi e all'apparato respiratorio, vertigini, mal di testa ed altri effetti nocivi al sistema nervoso. Contatti continui o prolungati con la pelle possono causare irritazioni e sgrassaggio cutaneo. 4.3. Indicazione dell’eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e trattamenti speciali Trattare i sintomi. SEZIONE 5: MISURE ANTINCENDIO 5.1. Mezzi di estinzione Mezzi di estinzione idonei: Diossido di carbonio, prodotto chimico secco, schiuma o spruzzo d’acqua Mezzi di estinzione non idonei: Getti d'acqua 5.2. Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela Nessuno 5.3. Raccomandazioni per gli addetti all’estinzione degli incendi Raffreddare i recipienti esposti con acqua. Autorespiratore antincendio consigliato. SEZIONE 6: MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE 6.1. Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza Evacuare la zona. Fornire adeguata ventilazione. Utilizzare controlli per l’esposizione e protezione personale come specificato alla sezione 8. © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 2 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 6.2. Precauzioni ambientali SDS no. 207B­20 Tenere lontano da fogne, correnti e corsi d'acqua. 6.3. Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica Contenere i gocciolamenti su una piccola area. Conservare lontano da fiamme e scintille ­ Non fumare. Se non è possibile eliminare le sorgenti di accensione, lavare via il materiale con acqua. Raccogliere con materiale assorbente (per esempio sabbia, segatura, argilla, ecc.) e mettere in un adatto contenitore per immondizie. 6.4. Riferimento ad altre sezioni Fare riferimento alla sezione 13 per i consigli relativi allo smaltimento. SEZIONE 7: MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO 7.1. Precauzioni per la manipolazione sicura Tenere chiusi i contenitori quando non vengono usati. Durante l’operazione di trasferimento, è necessario collegare a massa il contenitore del prodotto e connetterlo con il contenitore da riempire. I vapori sono più pesanti dell'aria e si raccolgono in zone basse. È possibile che gli accumuli di vapore lampeggino e/o esplodano se infiammati. Utilizzare soltanto all’aperto o in luogo ben ventilato. Non respirare i vapori/gli aerosol. Utilizzare controlli per l’esposizione e protezione personale come specificato alla sezione 8. 7.2. Condizioni per l’immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità Conservare in luogo fresco ed asciutto. 7.3. Usi finali particolari Nessuna precauzione particolare. SEZIONE 8: CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE 8.1. Parametri di controllo Ingredienti pericolosi Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating»* Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating»* *Limite Chesterton consigliato: 1200 mg/m3 (184 ppm). TLV dell’ACGIH ppm mg/m3 – – – – 8.2. Controlli dell’esposizione 8.2.1. Misure tecniche Fornire una ventilazione sufficiente a mantenere le concentrazioni dei vapori a livelli inferiori ai limiti di esposizione. 8.2.2. Misure per la protezione individuale Protezione dell'apparato Normalmente non necessario. Se i limiti di esposizione sono superati, usare il respiratore per vapori respiratorio: organici approvato (filtro tipo EN A). Guanti di protezione: Guanti resistenti alle sostanze chimiche (ad es. Viton*, Neoprene o Nitrile). *Marchio registrato della DuPont. Protezione degli occhi e del viso: Occhiali di sicurezza. Altre: Abiti impermeabili come necessario per prevenire il contatto con la pelle. 8.2.3. Controlli dell'esposizione ambientale Fare riferimento alle Sezioni 6 e 12. © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 3 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 SEZIONE 9: PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE 9.1. Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali Forma Colore Punto di ebollizione iniziale Punto di fusione Percentuale volatile (per volume) Punto di infiammabilità liquido a bassa viscosità chiaro 182­216ºC indeterminato 100% tipico = 63­64ºC minimo = 61ºC Tag Vaso Chiuso Metodo Viscosità Temperatura di autoaccensione Temperatura di decomposizione Limiti superiore/inferiore di infiammabilità o di esplosività Infiammabilità (solidi, gas) SDS no. 207B­20 Odore Soglia olfattiva Tensione di vapore a 20° C % di aromatizzanti per peso pH Densità relativa leggero < 1 mm Hg ≤ 0,2% non applicabile 0,79 kg/l 2,1­6,5 (log Kow) 1,6 cSt @ 25°C >200ºC dati non disponibili LIE: 0,6­0,7; LSE: 6­7 Coefficiente di ripartizione: n­ottanolo/acqua Densità del vapore (aria=1) Velocità di evaporazione (etere=1) Solubilità in acqua Proprietà ossidanti non applicabile Proprietà esplosive indeterminato > 1 < 1 insolubile indeterminato 9.2. Altre informazioni Nessuno SEZIONE 10: STABILITÀ E REATTIVITÀ 10.1. Reattività Fare riferimento alle Sezioni 10.3 e 10.5. 10.2. Stabilità chimica Stabile 10.3. Possibilità di reazioni pericolose Non si conoscono reazioni pericolose in condizioni normali di utilizzo. 10.4. Condizioni da evitare Fiamme libere, calore, scintille e superfici al calor rosso. 10.5. Materiali incompatibili Ossidanti forti come il cloro liquido e l'ossigeno concentrato. 10.6. Prodotti di decomposizione pericolosi Monossido di Carbonio, aldeidi e altre esalazioni tossiche. SEZIONE 11: INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE 11.1. Informazioni sugli effetti tossicologici Principale modalità di esposizione per uso normale: Tossicità acuta ­ Per via orale: Inalazione, contatto con la pelle e con gli occhi. L'esposizione a questo prodotto aggrava la condizione del personale che soffre di dermatiti. Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Sostanza Prova Risultato DL50, ratto > 5000 mg/kg Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating» Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» Per via cutanea: Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Sostanza Prova Risultato DL50, coniglio > 2000 mg/kg Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating» Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 4 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 Per inalazione: SDS no. 207B­20 Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Sostanza Prova Risultato CL50, ratto, 4 ore > 5,2 mg/l Distillati (petrolio), frazione leggera di «hydrotreating» Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» Corrosione/irritazione cutanea: Contatti continui o prolungati con la pelle possono causare irritazioni e sgrassaggio cutaneo. Sostanza Prova Risultato Irritazione della pelle, Non irritante Distillati (petrolio), frazione leggera di coniglio /Moderatamente «hydrotreating» irritante /Irritazione Nafta (petrolio), frazione pesante di moderata «hydrotreating» Lesioni oculari gravi/irritazioni oculari gravi: Il contatto diretto può provocare una leggera irritazione agli occhi. Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Sostanza Prova Risultato Irritazione degli occhi, Non irritante Distillati (petrolio), frazione leggera di coniglio /Moderatamente «hydrotreating» irritante Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» Sensibilizzazione respiratoria o cutanea: Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Sostanza Prova Risultato Sensibilizzazione della Non sensibilizzante Distillati (petrolio), frazione leggera di pelle, cavia «hydrotreating» Nafta (petrolio), frazione pesante di «hydrotreating» Mutagenicità delle cellule germinali: Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Cancerogenicità: Questo prodotto non contiene sostanze cancerogene presenti nell'elenco dell'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) o secondo il Regolamento (CE) N. 1272/2008. Tossicità per la riproduzione: Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. STOT­esposizione singola: Può provocare sonnolenza o vertigini. STOT­esposizione ripetuta: Basandosi sui dati disponibili i criteri di classificazione non sono soddisfatti. Pericolo in caso di aspirazione: Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie. Altre informazioni: Nessuno SEZIONE 12: INFORMAZIONI ECOLOGICHE Non è stata determinata l'informazione ecotossicologica specificamente per questo prodotto. L'informazione fornita sotto è basata sulla conoscenza dei componenti e l'ecotossicologia di sostanze simili. 12.1. Tossicità Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata. 12.2. Persistenza e degradabilità Si prevede che biodegradi abbastanza velocemente; può degradare rapidamente all’aria. Ci si aspetta che questa sostanza venga rimossa in un impianto per il trattamento delle acque di scarico. OECD 301F, 28 giorni: biodegradabile per le sue caratteristiche intrinseche. 12.3. Potenziale di bioaccumulo Coefficiente di ripartizione ottanolo/acqua (log Kow): 2.1­6.5. 12.4. Mobilità nel suolo Liquido. Insolubile in acqua. Nella determinazione della mobilità ambientale, considerare le proprietà fisiche e chimiche del prodotto (vedere la sezione 9). Gli ingredienti pericolosi evaporano rapidamente nell’aria se vengono rilasciati nell’acqua. 12.5. Risultati della valutazione PBT e vPvB In base ai risultati della sua valutazione, questa sostanza non è una PBT o una vPvB. © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 5 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 12.6. Altri effetti avversi SDS no. 207B­20 Nessuno conosciuto. SEZIONE 13: CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO 13.1. Metodi di trattamento dei rifiuti Incenerire il materiale assorbito con un impianto adeguatamente fornito di licenza. Il solvente usato può essere incenerito o sottoposto a miscelazione di combustibile. Verificare le norme locali, statali e nazionali/federali e conformarsi ai requisiti più severi. Questo prodotto è classificato come rifiuto pericoloso secondo la 91/689/CEE. Codice dell'elenco europeo dei rifiuti: 20 01 13 SEZIONE 14: INFORMAZIONI SUL TRASPORTO 14.1. Numero ONU UN3082 ADR/RID/ADN/IMDG/ICAO: UN3082 TDG: UN3082 US DOT: 14.2. Nome di spedizione dell’ONU ADR/RID/ADN/IMDG/ICAO: ENVIRONMENTALLY HAZARDOUS SUBSTANCE, LIQUID, N.O.S. (DISTILLATES, (PETROLEUM) HYDROTREATED LIGHT) TDG: ENVIRONMENTALLY HAZARDOUS SUBSTANCE, LIQUID, N.O.S. (DISTILLATES, (PETROLEUM) HYDROTREATED LIGHT) US DOT: ENVIRONMENTALLY HAZARDOUS SUBSTANCE, LIQUID, N.O.S. (DISTILLATES, (PETROLEUM) HYDROTREATED LIGHT) 14.3. Classi di pericolo connesso al trasporto 9 ADR/RID/ADN/IMDG/ICAO: 9 TDG: 9 US DOT: 14.4. Gruppo d’imballaggio III ADR/RID/ADN/IMDG/ICAO: III TDG: III US DOT: 14.5. Pericoli per l’ambiente MARINE POLLUTANT 14.6. Precauzioni speciali per gli utilizzatori NESSUNA PRECAUZIONE PARTICOLARE PER L'UTILIZZATORE 14.7. Trasporto di rinfuse secondo l’allegato II di MARPOL 73/78 ed il codice IBC NON APPLICABILE 14.8. Altre informazioni US DOT: ERG NO.171, May be shipped as Limited Quantities in packaging having a rated capacity gross weight of 66 lb. or less and in inner packages not over 5 Liters (49 CFR 173.155 (b,2) IMDG: EmS. F­A, S­F ADR: Classification code M6 Tunnel restriction code (E) SEZIONE 15: INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE 15.1. Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela 15.1.1. Normative europee Autorizzazioni ai sensi del titolo VII: Restrizioni ai sensi del titolo VIII: Non applicabile Nessuno Altre normative europee: Direttiva 96/82/CE sul controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose (Prodotti petroliferi; quantità limite: 2500 t, 25000 t). 15.1.2. Normative nazionali Implementazione nazionale della Direttiva CE a cui si fa riferimento nella Sezione 15.1.1. 15.2. Valutazione della sicurezza chimica Non è stata condotta alcuna valutazione della sicurezza chimica per questa sostanza/miscela dal fornitore. © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 6 di 7 Prodotto: 274 Sgrassante Industriale (Fusto) Data: 4 gennaio 2013 SDS no. 207B­20 SEZIONE 16: ALTRE INFORMAZIONI Abbreviazioni e ACGIH: American Conference of Governmental Industrial Hygienists (Associazione americana degli igienisti acronimi: industriali) ADN: Accordo europeo per il trasporto internazionale di merci pericolose per via navigabile interna ADR: Accordo europeo per il trasporto internazionale di merci pericolose su strada CLP: Regolamento per la classificazione, etichettatura e imballaggio (1272/2008/CE) CL50: Concentrazione letale mediana degli individui in saggio DL50: Dose letale mediana che determina la morte del 50% degli individui in saggio GHS: Sistema globale armonizzato ICAO: Organizzazione internazionale dell'aviazione civile IMDG: Trasporto marittimo di merci pericolose LOEL: Livello minimo al quale si osservano effetti N/A: Non applicabile ND: Non disponibile NOEL: Livello privo di effetti PBT: Sostanza persistente, bioaccumulabile e tossica PEL: Limite di esposizione ammesso REACH: Registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche (1907/2006/CE) RID: Normative per il trasporto internazionale di merci pericolose per ferrovia SDS: Scheda di Dati di Sicurezza STEL: Limite di esposizione a breve termine STOT: Tossicità specifica per organi bersaglio TDG: Trasporto di merci pericolose (Canada)TLV: Valore limite di soglia US DOT: Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti d'America vPvB: sostanza molto persistente e molto bioaccumulabile Altre abbreviazioni e acronimi sono reperibili su www.wikipedia.org. Riferimenti e fonti dei dati Sistema di informazione europea sulle sostanze chimiche (ESIS) principali: Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) ­ Informazioni sulle sostanze chimiche Hazardous Substances Data Bank (HSDB) Agenzia svedese per le sostanze chimiche (KEMI) Frasi di pericolo (H) rilevanti: EUH066: L'esposizione ripetuta può provocare secchezza o screpolature della pelle. H304: Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie. H336: Può provocare sonnolenza o vertigini. H411: Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata. Frasi di rischio (R) rilevanti: R51/53: Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico. R65: Nocivo: può causare danni ai polmoni in caso di ingestione. R66: L'esposizione ripetuta può provocare secchezza e screpolature della pelle. R51/53: Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico. Nomi dei pittogrammi che indicano pericolo: Modifiche alla SDS in questa revisione: Ulteriori informazioni: Pericolo per la salute, punto esclamativo, ambiente. Sezioni 1­16, aggiornato ad un nuovo formato. Nessuno Queste informazioni sono basate esclusivamente su dati forniti dalle ditte di fabricazione dei materiali usati, e non su dati relativi alla mistura. Non viene offerta alcuna garanzia implicita o esplicita sull’adattabilità del prodotto per determinate applicazioni. Spetta all’utilizzatore stabilire l’adattabilità del prodotto alle proprie esigenze d’uso. © A.W. Chesterton Company, 2013 Tutti i diritti riservati. ® Reg. Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti Pagina 7 di 7 
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard