Informativa PET

annuncio pubblicitario
Zona Territoriale n. 9 – Macerata
PRESIDIO OSPEDALIERO – OSPEDALE DI MACERATA
Unità Operativa di Medicina Nucleare Terapia Radiometabolica-PET
Direttore: Dott. Ernesto Brianzoni
Tel 0733 – 257.2467
LA TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI (PET) TOTAL BODY
Informazioni al paziente
La tomografia ad emissione di positroni (PET) è una metodica che utilizza un
tracciante debolmente radioattivo che, una volta iniettato, viene metabolizzato e si
accumula nelle cellule tumorali in misura superiore rispetto ai tessuti normali. Per tale
motivo nel giorno dell’esecuzione di questo esame il paziente dovrà evitare i contatti
prolungati e non necessari con donne in gravidanza e bambini.
Questo esame consente quindi di localizzare eventuali focolai neoplastici e di seguirli
nel tempo dopo trattamento chirurgico o radiochemioterapico.
Per l’esecuzione dello studio PET è importante portare a nostra conoscenza eventuali
altre patologie, operazioni chirurgiche o trattamenti farmacologici in corso o seguiti in
passato. In particolare, l’esecuzione della PET deve essere effettuata almeno dopo due o
tre mesi da eventuali interventi chirurgici o radioterapia, per evitare immagini falsamente
positive dovute a fenomeni infiammatori o riparativi.
È comunque indispensabile che lo specialista che richiede l’esame compili il form della
richiesta dell’esame in ogni sua parte.
Preparazione all’esame
È necessario un digiuno assoluto da almeno 6 ore, per evitare interferenze nella captazione
dello zucchero radioattivo. È importante segnalarci la presenza di diabete o la non completa
osservanza del digiuno richiesto.
È necessario consegnarci, al momento dell’esecuzione dell’esame, la documentazione
relativa alla precedente storia clinica e soprattutto le lastre radiografiche degli ultimi esami
TAC, RM, PET o scintigrafici.
Esecuzione dell’esame
Prima di somministrare il tracciante, si procede a misurazione della glicemia. Se i valori di
glicemia sono accettabili, il tracciante viene iniettato in una vena del braccio o della mano.
L’iniezione non comporta alcun disturbo o reazione allergica.
Dopo l’iniezione è importante rilassarsi ed evitare l’attività fisica, per ridurre la captazione
muscolare del tracciante.
Si consiglia nel frattempo di bere 3-4 bicchieri d’acqua e di urinare frequentemente nei
bagni appositi adiacenti alla sala d’attesa interna.
Tale procedura ha lo scopo di ottimizzare la qualità delle immagini eliminando la
radioattività presente in vescica, in quanto il radiofarmaco che non si fissa ai tessuti da
studiare, è eliminato con le urine.
Tempo d’attesa
L’esame inizia, di regola, dopo 60-90 minuti dall’iniezione.
Per l’acquisizione delle immagini, il paziente verrà invitato ad urinare e successivamente
sarà fatto accomodare sul lettino del tomografo PET/TC (simile a quello della TAC).
Durata dell’esame
La durata dello studio varia dai 20 ai 60 minuti, durante i quali il paziente dovrà rimanere
sdraiato e fermo sul lettino, mantenendo una respirazione tranquilla.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

creare flashcard