Tour del Marocco - Lotus Tour | Tour Operator

annuncio pubblicitario
Tour del Marocco
Marrakech e Le Città imperiali
dal 18 al 25 settembre 2016
1°giorno: Buja - Marrakech
Incontro dei Signori partecipanti alle ore stabiliti a Buja (Piazza Mercato), sistemazione in Pullman GT e
trasferimento per l'aeroporto di Bologna. Partenza con volo di linea per Marrakech. Arrivo, disbrigo delle
formalità doganale e trasferimento in hotel. Cena, pernottamento.
2°giorno: Marrakech
Prima colazione, pranzo in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della città; Fondata nel 1062, Marrakech, la
seconda città imperiale più antica del Marocco, è oggi la più straordinaria capitale del sud e la migliore
testimone di ricchezza cultura e storica di tutto il paese. In mattinata il Palazzo Bahia, il Museo Dar Si Said; i
giardini della Menara. Nel pomeriggio visita della Moschea della Koutoubia (esterno) e del suo giardino, visita
delle Tombe Saadiane e giro nella Kasbah per concludere sulla celebre Piazza Djemaa el Fna. In serata
trasferimento in ristorante tipico per la cena con spettacolo folcloristico. Rientro in hotel, pernottamento.
3°giorno: Marrakech
Prima colazione, pranzo in hotel. Mattinata a disposizione. Nel pomeriggio visita del giardino Majorelle e del
famoso Souk; Attraverso le viuzze strette della vecchia Medina di Marrakech, scopriremo gli artigiani che
lavorano ancora come nell’antichità oltre che a una moltitudine di piccole botteghe dalle mostre multicolori.
In serata cena sotto le tende al ristorante Borj Bladi ai margini del palmeto con spettacolo "Fantasia"; E' una
cerimonia guerriera deriva dal folklore berbero, consiste nel contrapporre diversi gruppi di cavalieri, alcuni
rappresentanti dai migliori cavalieri delle Tribù. Ogni gruppo freme sotto la luce, e i cavalieri puntano i loro
fucili verso il cielo, urlando e lasciando indietro una nuvola di polvere, prima di affrontare il “corpo a corpo
d’onore”. Rientro in hotel, pernottamento.
4°giorno: Marrakech- Beni Mellal- Fes (km 490)
Prima colazione, pranzo in ristorante nel corso del viaggio a Khenifra. Partenza in pullman per Fes via Beni
Mellal, Khenifra, Azrou. Il viaggio per Fes è attraverso la vasta pianura che si estende ai piedi del Medio
Atlante, dove enormi oliveti sono la principale coltivazione. Poi, superate Beni Mellal e la strada si inerpica sul
versante occidentale del Medio Atlante, vera riserva idrologica del paese: da qui nascono i principali fiumi che
sfociano nell'oceano Atlantico. Le foreste di cedri, abitate dalle tipiche scimmiette del Marocco, il macaco di
Berberia, sono concentrate soprattutto nella regione di Azrou. La discesa verso Fes offre un bellissimo
panorama sulla Pianura del Saiss. Arrivo a Fes, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
5°giorno: Fes
Prima colazione, pranzo in ristorante alla Medina. Intera giornata dedicata alla scoperta di Fes; La più antica e
la più nobile delle città imperiali. Custode delle tradizioni e erede della cultura araboandalusa, culla dell’arte e
del sapere. Fes vanta una delle più antiche Medine medievali esistenti, All'interno del suo labirinto di pietra
sono custoditi veri tesori. Visita al Palazzo reale (esterno), il quartiere Fes El Djedid, visita e spiegazioni
storiche delle Madrase di Bou Anania e Sahrij, il Museo Dar Batha, la Moschea Karaouine (esterno), i Souk
con le concerie e tintorie di pelli. Rientro in hotel, cene e pernottamento.
6°giorno: Fes- Meknes- Rabat (km 270)
Prima colazione. Partenza per il sito archeologico romano di Volubilis, con i suoi resti ancora ben conservati,
immersi in una verde pianura, su cui domina l'imponente Arco di Trionfo di Caracolla. Particolarmente preziosi
sono i mosaici, che narrano scene mitologiche e di vita quotidiana, visita della città santa di Moulay Idriss.
Proseguimento per Meknes e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita della città: il sultano alaouita Moulay
Ismail creò quasi dal nulla la sua capitale, volendo rivaleggiare con il "Re Sole" suo contemporaneo. La città è
circondata da una possente cinta muraria di 25 km, nella quale si apre Bab Mansour, considerata la porta più
bella del Marocco. Proseguimento per Rabat, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
7°giorno: Rabat- Casablanca- Marrakech (km 380)
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante. Visita di Rabat, attuale capitale del Regno. Si visitano il
quartiere del Palazzo Reale (esternamente), la Torre Hassan, famosissimo minareto incompiuto del XII secolo,
il Mausoleo Mohamed V, la Kasba degli Oudayas, cinta da mura di epoca almohade. Proseguimento per
Casablanca e sosta per il pranzo. Nel pomeriggio visita della città: la piazza Mohamed V, la Moschea Hassan II
(esterno), la Corniche con i suoi eleganti ritrovi. Arrivo in serata in hotel a Marrakech, cena e pernottamento.
8°giorno: Marrakech- Bologna
Prima colazione in hotel, trasferimento all'aeroporto e partenza col volo speciale o di linea per Verona. Arrivo,
trasferimento fino al luogo di partenza. Fine dei servizi. N.B L'ordine cronologico delle visite e delle escursioni
potrà essere soggetto a variazioni in relazione al giorno senza però alterarne i contenuti. Gli operativi dei voli,
possono subire delle modifiche nei orari.
********************************
La quota di partecipazione per persone in camera doppia è di € 1290,00 comprende:
- Trasferimento per /da l'aeroporto di partenza.
- Volo speciale Bologna-Marrakech-Bologna.
- Tasse aeroportuali (franchigia 15 kg bagaglio).
- Trasferimenti in Pullman GT esclusivo.
- Sistemazione per 7 notti in hotel 5 stelle in camera doppia con servizi come segue o similari:
Marrakech: Atlas Medina/Palm Plaza 5 stelle
Fes: Zalagh Park Palace 5 stelle
Rabat: Golden Tulip 5 stelle
- Trattamento di Pensione Completa.
- Acqua minerale inclusa (bottiglia 0,50cl per persona per pasto).
- Visite ed escursioni come da programma.
- Ingressi inclusi ai siti archeologici e musei.
- Guida parlante italiano per tutta la durata del viaggio.
- Assicurazione medico-bagaglio.
- Nostro accompagnatore.
La quota non comprende:
- Mance, gli extra personale e tutto quanto non
indicato ne “la quota comprende”
- Supplemento camera singola € 190,00
- Riduzione terzo letto adulti: € 50,00
- Riduzione bambini (meno di 12 anni nella camera dei genitori): € 200,00
- Documenti richiesti:
L'ingresso in Marocco è consentito con il passaporto oppure con la carta d'identità (con validità non inferiore a
sei mesi dalla data di rientro). Ai minori di 15 anni è richiesto un documento d'identità individuale oppure
l'iscrizione sul passaporto dei genitori .Non è richiesto il visto d'ingresso.
Validità del programma: 25/09/2016
Organizzazione tecnica LOTUS TOUR- Buja. Polizza assicurativa nr.161658 Mondial Assistance Italia
Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’articolo 17 della legge 6 febbraio, n°38: La legge italiana punisce con la reclusione i
reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all’estero.
INFORMAZIONI UTILI
MAROCCO IN CIFRE
Superficie: 458.852 Km².
Abitanti: 31.167.783.
Forma di governo: Monarchia costituzionale.
Capitale: Rabat (1.293.000 ab.).
Clima: Mediterraneo-continentale-arido.
Lingua:Arabo,Francese, dialetti berberi,Spagnolo.
Religione: Musulmana sunnita 99%
Moneta: Dirham marocchino.
DOCUMENTI: L'ingresso in Marocco è consentito con il passaporto (con validità non inferiore a sei mesi
dalla data di rientro) oppure con la carta d'identità in corso di validità accompagnata da vaucher di prenotazione
degli alberghi (il vaucher sarà procurato direttamente da LOTUS TOUR). Ai minori di 15 anni è richiesto un
documento d'identità individuale oppure l'iscrizione sul passaporto dei genitori. Non è richiesto il visto
d'ingresso.
MONETA: La valuta corrente è il Dirham che è diviso in centesimi. 1 euro è pari a 10 Dirham. L'euro è
comunque accettato in ristoranti, hotel e negozi. L'eventuale cambio può essere effettuato presso banche, uffici
di cambio, aeroporti, e alberghi. Non ci sono restrizioni all'importazione di valuta estera, ma vanno conservate
le ricevute di cambio per la riconversione dei Dirham non utilizzati, poiché è vietato esportare valuta locale.
Negli hotel, nei negozi sono regolarmente accettate le principali carte di credito (Visa, American Express,
Master Card).
VACCINAZIONI E MEDICINALI: Non sono richieste vaccinazioni particolari. Si consiglia di procurarsi
prima della partenza i medicinali ad uso personale, difficili da reperire sul posto, e di munirsi - a titolo
precauzionale - di pillole, anti influenzali e per disturbi gastro-intestinali. Si raccomanda di bere sempre acqua
di bottiglia, mai troppo fredda sempre senza ghiaccio per evitare possibili congestioni.
CLIMA: La fascia costiera, sia atlantica che mediterranea gode di estati temperate e inverni miti. Nelle regioni
interne il clima è di tipo continentale: con estati torride e temperature che raggiungono anche i 50°-60° nelle
zone desertiche e sensibili escursioni termiche notturne e durante tutto il periodo invernale. I mesi di Ottobre e
Novembre sono i più asciutti dell'anno. Da Dicembre ad Aprile nelle montagne sopra i 1000 sono possibili
precipitazioni a carattere nevoso con temperature relativamente basse.
ABBIGLIAMENTO: Si raccomanda abbigliamento pratico e comodo, qualche maglione più pesante per la
sera caratterizzata da sensibili escursione termiche, cappellino e occhiali da sole. Da non dimenticare scarpe
confortevoli per le escursioni. Durante la stagione invernale inserire in valigia abiti più pesanti come giacche e
maglioni ecc. Per visitare le moschee è obbligatorio togliersi le scarpe. Alle donne è richiesto un abbigliamento
decoroso nel rispetto delle tradizioni locali.
FUSO ORARIO: Quando in Italia vige l'ora solare il fuso tra i due paesi è di un'ora indietro per il Marocco.
Due ore indietro invece, quando in Italia è in vigore l'ora legale.
TELEFONO: Le chiamate verso l'Italia possono essere effettuate facilmente dagli alberghi di quasi tutte le
località anteponendo il prefisso 0039. Per chiamare il Marocco è necessario comporre invece lo 00212 seguito
dal prefisso regionale senza lo "0" e dal numero dell'abbonato.
ACQUISTI: In Marocco si viene subito attratti dalle colorate e molteplici esposizioni degli artigiani. Si può
scegliere tra oggetti in cuoio, gioielli d'argento, d'ambra o corallo, vassoi in rame, anfore, vasi o semplici piatti
di ceramica e naturalmente tappeti sempre in bella vista. Anche in Marocco come in tutti i paesi del Medio
Oriente, se si vuole pagare il giusto prezzo, è buona abitudine "contrattare" con decisione e buon umore.
CUCINA: Negli alberghi vengono serviti menù internazionali. Sarà possibile gustare anche la cucina locale: Il
piatto nazionale tipico è il "couscous" preparato con semola di grano cotta al vapore accompagnata da carne
lessa di montone o pollo e da legumi, altre specialità sono il "poulet au citron" o i "kafta" cioè spiedini di carne
tritata aromatizzati da diverse spezie. Ottima è la "pastilla", sfoglia di pasta sottilissima, ripiena di carne di
piccione, uva, mandorle e aromi nonché il "Tapine" che letteralmente significa contenitore, all'interno del quale
viene servito ragù di pollo, pesce, e legumi stufati. Tra le bevande immancabile da assaggiare è il thè alla
menta. Infine per i dolci la torta di mele, le "corna di gazzella", i "feqqas" alle mandorle e altre specialità.
RELIGIONE: La quasi totalità del Marocco è di religione islamica. Durante la dominazione romana il
Cristianesimo si era diffuso notevolmente in tutto il Nord d'Africa; ma al giorno d'oggi i cristiani sono in pochi,
per lo più europei lì residenti. Circa 30.000 sono gli ebrei.
LINGUA: La lingua ufficiale è l'arabo. Assai diffuso il francese parlato anche negli uffici pubblici, alberghi
banche e grandi negozi; conosciuti e parlati lo spagnolo e l'inglese.
ELETTRICITÀ: Viene erogata a 220 volt. Per quanto riguarda la protezione dei contatti elettrici indiretti, in
molti paesi non è obbligatoria l’installazione del dispositivo salvavita, si raccomanda quindi di prestare la
massima attenzione nell’utilizzo delle prese elettriche.
CENNI GENERALI
LA GEOGRAFIA: Marocco in arabo significa "Estremo Ovest". Questo stato infatti occupa la parte più
occidentale del Nord Africa. Confina a Nord con il Mar Mediterraneo, a Ovest con l'Oceano Atlantico, a Sud
con il deserto del Sahara e con la Mauritania e a Est con l'Algeria. In Marocco si trovano le montagne più alte
del Nord Africa. Le aree montuose più significative sono quattro: il Rif, il Medio Atlante, l'Alto Atlante e l'Anti
Atlante. Le montagne del Rif, verdi, tondeggianti e ricche d'acqua, corrono quasi parallele alla costa
mediterranea e sono la prosecuzione africana della Sierra Nevada spagnola, con vette che arrivano fino ai 2456
m. A Taze il massiccio del Rif quasi si incontra con quello del Medio Atlante, ricco di boschi e laghi. Non
lontano da Marrakech il Medio Atlante si unisce all'Alto Atlante. La catena dell'Alto Atlante occupa la zona
meridionale del Paese: è caratterizzata da creste rossicce che spesso superano i 3000 m. Il rilievo più imponente
con caratteristiche alpine acquisisce un aspetto sempre più brullo man mano che si scende verso il confine con
il Sahara. A sud della valle del Draa si estende la regione desertica del Sahara.
LA STORIA: Della preistoria del Marocco si sa ben poco, le informazioni diventano più evidenti a partire
dalla civiltà fenicia e dallo sviluppo di Cartagine, della cui influenza il Marocco beneficiò per alcuni secoli. Ai
Fenici succedettero i Romani, fino al IV sec. d.C., e successivamente i Vandali e i Bizantini. La storia del
Marocco è piena di colpi di scena. Non appena una dinastia declinava, se ne formava subito un'altra per
recuperare o conservare le conquiste di quella che l'aveva preceduta. Circa un secolo dopo l'arrivo dell'Islam,
nel 740, cominciarono a dominare il territorio popolazioni di berberi indigeni, i governatori arabi prima e le
dinastie reali marocchine poi. Il primo personaggio che riuscì a riunire sotto di sé tutto il Marocco fu Moulay
Idriss, un arabo che si guadagnò velocemente il rispetto di numerose tribù berbere e riuscì a stabilire la prima
dinastia dominante del paese, considerata la base del primo Stato marocchino, con capitale Fès.
Successivamente si alternarono diverse case regnanti , tra cui spiccano gli Almoravidi e gli Almohadi che
portarono il paese e la nuova capitale Marrakech al massimo splendore e sviluppo. Tra gli innumerevoli
tentativi portoghesi e spagnoli di conquistare il Marocco, il paese fu dominato dalle dinastie Saadita e Alauita, i
cui discendenti sono tutt'ora al potere. Il periodo d'oro per la cultura ispano-moresca, che ha reso tanto simili
l'architettura Andalusa e quella marocchina, si colloca tra l'XI e il XIV secolo. Tra il 1845 e il 1912 si svolsero i
negoziati che trasformarono il Marocco in un protettorato francese mentre la Spagna si insediava nella parte
meridionale del Paese. L'indipendenza arrivò il 2 marzo del 1956 e il paese tornò ad essere una monarchia. Il
sultano destituito e mandato in esilio dai francesi 3 anni prima tornò trionfalmente nella capitale Rabat e salì al
trono col nome di Mohammed V. Alla sua morte gli subentrò il figlio maggiore che regnerà per 38 anni con il
nome di Hassan II. Il 23 luglio 1999 gli succedette il figlio Mohammed VI, attuale re del Marocco.
LA POPOLAZIONE: Oggi il Marocco conta una popolazione di 31.167.783 abitanti. Si tratta di una
popolazione relativamente giovane. Più della metà infatti è al di sotto dei 20 anni.
LA POLITICA: Il Marocco è una monarchia costituzionale. Mohammed VI è il 18° monarca della dinastia
alaouita che occupa il trono del Marocco e il 36° discendente diretto del profeta Maometto. In quanto tale il re è
anche il capo religioso del Paese.
CURIOSITA': Il Marocco è stato il set di numerosi film. Tra i più famosi Lawrence d'Arabia (Gole del Todra),
Gesù di Nazareth e Il tè nel deserto (Ait Benhaddou), Il pasto nudo (kasbe del Sud), L'uomo che volle farsi re
(Atlante), Kundum e Gladiatori (Studios di Ouarzazate).
LE CITTA' IMPERIALI
RABAT: è l'attuale capitale politica e amministrativa del Marocco. Sorge lungo la foce dell'uadi Bou Regreg,
che la divide da Salè, anche se ormai le due città formano un unico agglomerato. Nel XII secolo il sovrano
almohade Yacoub el-Mansour fece costruire una vasta cinta muraria, ancora oggi ben conservata, e cominciò
un progetto ambiziosissimo: la costruzione della più grande moschea del mondo islamico. Purtroppo
quest'opera fu interrotta nel 1755 a causa di un terremoto e la Torre Hassan ne è l'unica testimonianza. E' alta 44
metri, ma avrebbe dovuto misurarne almeno il doppio. Proprio di fronte alla torre sorge il Mausoleo di
Mohammed V e Hassan II, che ospita i sarcofagi dei due grandi sovrani marocchini. Rabat è una città con ampi
viali e grandi spazi verdi, ville coloniali che ospitano ambasciate e musei. Le case bianche con le porte e le
finestre azzurre ricordano tantissimo le cittadine dell'Andalusia.
MEKNES: La città sorge lungo il corso del fiume Boukefrane, in una zona prospera grazie alla coltivazione di
olivi, legumi e fichi. Durante i regni degli Almoravidi, Almohadi, Merinidi e Sadiani, Meknès conobbe periodi
alterni di declino e rinascita. Conobbe il periodo di massimo splendore con il sultano alauita Moulay Ismail, che
alla fine del 1600 fece erigere monumenti grandiosi: mura, bastioni, porte, granai, scuderie e un immenso
palazzo che ospitava il suo gigantesco harem. Si racconta infatti che avesse circa 500 tra mogli e concubine e
più di 800 figli. E' divisa in tre parti: l'antica e vasta città imperiale, di cui rimangono solo le rovine; la medina,
circondata dalle mura ben conservate, la città nuova. Nei dintorni di Meknès si possono visitare Moulay Idriss,
città santa non accessibile ai turisti e Volubilis principale sito archeologico del Marocco costituito dalle rovine
di un'antica città romana, che sorse e prosperò sopratutto grazie alla produzione e al commercio dell'olio
d'oliva.
FES: è la città imperiale più antica ed è probabilmente quella che ha mantenuto più forte e intatto l'aspetto di
città islamica. Salendo alle due necropoli merinide si può godere di un panorama formidabile: una fitta distesa
di case bianche, tra cui spiccano i tetti verdi delle moschee e svettano i minareti. Ha sempre mantenuto un ruolo
di città d'arte e di cultura del Marocco. Il quartiere più noto e più scenografico è sicuramente quello dei
conciatori (Chouara). Le grandi vasche rotonde sono riempite di mille colori, dentro cui vengono immerse le
pelli da tingere, secondo un procedimento piuttosto lungo e complesso.
MARRAKECH: E' la città più visitata del Marocco. In essa si respira un'aria vivace, cosmopolita nonché un
po' folcloristica, come in tutti i luoghi fortemente turistici. L'importanza di Marrakech nella storia del Marocco
è notevole, perchè è da essa che deriva il nome del paese. Il fulcro della città è costituito dalla Piazza Jemaa elFna, sempre piena di turisti che si aggirano tra gli incantatori di serpenti, gli acrobati e i danzatori. Di sera la
piazza si trasforma in un ristorante all'aperto, con stand che offrono veramente di tutto. A pochi passi sorge
imponente e ottimamente conservata la Moschea della Koutoubia del XII secolo, con un grande minareto,
ancora più antico della Giralda di Siviglia e della Torre Hassan a Rabat. Altro orgoglio di Marrakech sono i
giardini curati con una passione che ormai è divenuta tradizione secolare.
LA MEDINA: è presente in ciascun centro e corrisponde all'antica città araba caratterizzata da un labirinto di
vie strette e tortuose, circondato da mura imponenti: al suo interno si trovano sempre la GRANDE MOSCHEA,
il SOUK (mercato) e L'HAMMAM (bagno turco). Le medine più grandi sono suddivise in quartieri, ognuno dei
quali conserva ancora oggi i quattro elementi ritenuti essenziali per la vita degli abitanti: la MOSCHEA, la
MEDERSA (scuola coranica), la FONTANA e il FORNO.
ALTRE CITTA'
CASABLANCA: E' la più grande città del Marocco, e dopo il Cairo la più popolosa. E' il simbolo dell'era
moderna, e pertanto si distingue dal resto delle città. E' ricca di svaghi e attrattive dove la vita notturna è più
vivace. L'unica cosa veramente da non perdere a Casablanca è la grande moschea, costruita su una terrazza che
si affaccia sull'oceano, e dedicata al defunto sovrano Hassan II.
AGADIR: Città molto conosciuta per il terremoto devastante che la distrusse nel 1960. E' stata completamente
ricostruita 3 km a sud nei pressi del porto ed è divenuta uno dei centri balneari più importanti del paese, di
importanza internazionale. E' il porto peschereccio più importante del Marocco, al mercato del pesce si tiene
un'asta ogni pomeriggio.
OUARZAZATE: porta ideale per gli itinerari del sud, offre scorci di rara bellezza. E' stata spesso palcoscenico
di numerosi film, al punto da essere nominata la Hollywood del Marocco.
LOTUS TOUR CONSIGLIA...al momento della partenza portate con voi entusiasmo, spirito di adattamento e
di avventura e tanta pazienza di fronte a piccoli eventuali imprevisti. Sebbene in ogni destinazione i nostri
corrispondenti, guide e accompagnatori si adoperano affinché il viaggio sia il più confortevole possibile può
succedere che le strutture ricettive e i servizi non sono sempre come si vorrebbe. BUON VIAGGIO!
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard