02 Festival Alfredo Casella

annuncio pubblicitario
IL TEATRO REGIO
PER IL FESTIVAL ALFREDO CASELLA
11 – 24 aprile 2016
Da lunedì 11 aprile a domenica 24 aprile, all’interno del Festival Alfredo Casella, il Teatro
Regio presenta quindici appuntamenti, tra opere, concerti, balletti, convegni, incontri e mostre per far
luce sull’opera e la vita del compositore torinese che studiava con Fauré, dialogava con Ravel e suonava
con Debussy.
Tra le produzioni programmate dal Teatro Regio la più importante è l’allestimento dell’opera di
Casella La donna serpente, in scena – per la prima volta a Torino – dal 14 al 24 aprile. Sul podio
dell’Orchestra e Coro del Regio sale Gianandrea Noseda che negli ultimi anni ha dedicato una
considerevole parte della sua attività allo studio e alla diffusione della musica italiana del Novecento.
La regia è di Arturo Cirillo, attore e regista tra i più apprezzati a livello internazionale, uno dei pochi
vincitori del premio Ubu per entrambe le attività. In scena, un cast di primissimo piano che annovera,
tra gli altri, Piero Pretti, Carmela Remigio, Erika Grimaldi, Francesca Sassu, Sebastian
Catana e Roberto de Candia. La donna serpente tenne occupato Casella dal 1928 al 1931. Tra i modelli
che il compositore tenne a mente troviamo le opere di Mozart, Rossini, Verdi, Puccini, autori che il
genio di Casella seppe fondere e rielaborare per dar vita a un nuovo linguaggio insieme tradizionale e
contemporaneo. Un’opera ambientata nel tempo delle favole, abitata da maghi, fate, re e principesse,
legati da incantesimi e mossi dall’amore; una fiaba a lieto fine che conquisterà il pubblico di ogni età.
Per le recite de La donna serpente è in corso una speciale promozione: acquistando un biglietto, il
secondo è offerto dagli Amici del Regio, una grande opportunità per conoscere un titolo di rara
esecuzione e dall’avvincente fascino. La Prima dell’opera, giovedì 14 aprile alle 20, sarà trasmessa in
diretta TV su Rai5 e da Rai-Radio3, trasmissione inserita anche all’interno del circuito Euroradio.
L’opera verrà presentata al pubblico giovedì 14 aprile alle ore 17.30 al Piccolo Regio Puccini da Giorgio
Pestelli con una conferenza dal titolo La donna serpente. Intellettualismo e fantasia in Alfredo Casella, nella
quale l’illustre musicologo contestualizza la genesi e la ricezione dell’imponente opera.
Dal 20 al 22 aprile, al Piccolo Regio Puccini, andrà in scena il balletto Pirandello Suite, un
nuovo allestimento del Teatro Regio in prima assoluta, con coreografia, regia e video di Massimiliano
Volpini, costumi di Laura Viglione e luci di Mario Merlino. Un trittico di balletti su musiche di Casella,
liberamente ispirato ai capolavori di Pirandello: Sei personaggi in cerca d’autore, Uno, nessuno e centomila e
La giara. Quattro le recite: due alla sera (20 e 22 aprile ore 20) e due al mattino (21 e 22 aprile ore 10.30).
Anche per questo balletto acquistando un biglietto il secondo è offerto dagli Amici del Regio.
Sabato 23 aprile ore 20.30, all’interno della Stagione I Concerti, Fabio Luisi, uno dei direttori più
apprezzati a livello internazionale, dirigerà l’Orchestra del Teatro Regio in un programma che accosta
alla monumentale Sinfonia n. 7 di Anton Bruckner, una prima italiana del compositore Luca Lombardi,
il concerto per flauto e orchestra E (solista Andrea Manco), e Pupazzetti op. 27 bis di Casella. L’ironico
titolo fa riferimento a cinque pezzi per pianoforte a quattro mani, composti nel 1915, e orchestrati nel
1920, nei quali Casella rielabora l’esperienza di Debussy e Ravel in un linguaggio indipendente che
predilige un contrappunto stilizzato e quel gusto per una melodia ironica dal netto taglio ritmico e già
stravinskijano.
Inoltre, accanto a queste proposte musicali, il Regio organizza una serie di incontri, per
approfondire la poliedrica figura di Casella, non solo compositore ma anche pianista, direttore
d’orchestra, saggista e animatore culturale.
Lunedì 11 aprile ore 17.30, nella Sala del Caminetto del Teatro Regio, la musicologa Fiamma
Nicolodi presenta Immagini di una vita, conversazione e proiezioni sulla vita di Alfredo Casella. Un
incontro per contestualizzare l’uomo e l’artista e la sua produzione nei turbolenti anni caratterizzati
dalle due Guerre Mondiali.
Durante tutto il Festival Casella, dall’11 al 24 aprile, nel Foyer del Toro del Teatro Regio, si
potrà vedere la mostra Casella intimo, un percorso iconografico che illumina aspetti poco noti del
grande compositore, ritratto in momenti di interessante quotidianità. La mostra fotografica, a cura di
Simone Solinas, si avvale della consulenza di Fiamma Nicolodi; l’ingresso è libero nei giorni: lunedì 11
aprile (ore 17-19), martedì 12 aprile (ore 10-18) e lunedì 18 aprile (ore 17-19); la mostra sarà inoltre
visitabile dai possessori di biglietto per le visite guidate Al Regio dietro le quinte (da martedì a venerdì
ore 15.30; sabato ore 11, 11.45, 15 e 15.45), per l’opera La donna serpente (dal 14 al 24 aprile) e per il
concerto diretto da Fabio Luisi (23 aprile).
Martedì 12 aprile dalle ore 10.30, nella Sala del Caminetto del Teatro Regio, Giorgio Pestelli
modera il convegno Il tempo e la musica di Alfredo Casella. Giangiorgio Satragni, Marco Vallora,
Nicola Montenz, Virgilio Bernardoni, Francesco Fontanelli e Antonio Rostagno indagano l’attività di
Casella nel contesto delle arti visive, della musica, degli avvenimenti politici e culturali coevi alla sua
attività. L’ingresso è libero.
Venerdì 15 aprile alle ore 12, all’AtaHotel Principi di Piemonte, il Direttore musicale del Teatro
Regio, Gianandrea Noseda e il Direttore artistico del Teatro, Gastón Fournier-Facio, presenteranno
l’integrale delle Sinfonie composte da Casella e i Frammenti sinfonici da La donna serpente, incise da
Noseda per l’etichetta discografica Chandos. Queste registrazioni si inseriscono nel progetto “Musica
Italiana” voluto da Noseda per diffondere tesori musicali dei grandi compositori italiani del Novecento.
Lunedì 18 aprile alle ore 17.30, nella Sala del Caminetto, Gastón Fournier-Facio, modera
l’incontro Alfredo Casella scrittore nel quale verranno presentati tre volumi scritti da Casella e
ripubblicati per l’occasione in nuove edizioni: I segreti della giara, a cura di Cesare De Marchi,
postfazione di Giovanni Gavazzeni; La musica al tempo dell’aereo e della radio. Cronache musicali 1925-46, a
cura di Francesco Lombardi; Strawinski, a cura di Benedetta Saglietti e Giangiorgio Satragni, prefazione
di Quirino Principe. L’ingresso è libero.
Per l’opera, il balletto e il concerto, biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Regio,
piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242, presso Infopiemonte-Torinocultura, i punti vendita
Vivaticket, alla Biglietteria del Teatro Stabile, on line su www.teatroregio.torino.it e telefonicamente con
carta
di
credito
al
n.
011.8815.270.
Informazioni:
tel.
011.8815.557
e
www.teatroregio.torino.it/festivalcasella.
Seguite il Teatro Regio sui nostri social media:
Torino, 16 marzo 2016
UFFICIO STAMPA
Teatro Regio, Direzione Comunicazione e Pubbliche Relazioni: Paola Giunti (Direttore), Sara Zago e Paolo Cascio (Relazioni con la Stampa)
Tel: +39 011.8815233/239 - [email protected] - [email protected] - [email protected] - [email protected] www.teatroregio.torino.it
Scarica
Random flashcards
creare flashcard