captopril - Asp Palermo

advertisement
Anno 2° n°7 ottobre – dicembre 2001
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
AZIENDA
6
PALERMO
Via Pindemonte, 88 90129 – Palermo
e-mail: [email protected]
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
AZIENDA
6
PALERMO
Comitato di Consulenza:
Direzione Sanitaria A. USL N° 6 – Palermo
Comitato di Redazione:
Dott.ssa Franca Galante Resp. Dipartimento del Farmaco
Dott.ssa Marisa Parelli
Dott.ssa Anna Rogato
Farmacista Dirigente
Farmacista Dirigente
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
AZIENDA
6
PALERMO
Sommario
NOVITA’ FARMACI
……………………………………………… pag
1
IN MATERIA DI LEGISLAZIONE SANITARIA
Interventi urgenti in materia di Spesa Sanitaria ……………… pag
4
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI “GENERICI”…………………… pag
5
ASSESSORATO REGIONALE SANITA’ ………………………….pag
12
IN MATERIA DI FARMACOVIGILANZA………………………….. .pag
15
SPECIALITA’ MEDICINALI IMMESSE IN COMMERCIO……….. pag
18
MEDICINALI GENERICI IMMESSI IN COMMERCIO……………. pag
21
MODIFICHE A.I.C. …………………………………………………… pag
23
DECRETI MINISTERO DELLA SALUTE …………………………..pag
26
PROVVEDIMENTI CUF……………………………………………….pag
31
SOSPENSIONI ………………………………………………………. pag
32
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
Insulina orale spray
Recentemente presentati alla conferenza della
American Diabetes Association ( ADA ),
tenutosi a Philadelphia, i dati sull'uso
dell'insulina orale spray. Questa nuova
formulazione
consente
un
rapido
assorbimento dell'insulina attraverso la
superficie della mucosa e, in base agli studi
presentati alla conferenza, può essere usata
con sicurezza ed efficacia al posto
dell'insulina per via iniettiva nel trattamento
del diabete di tipo I e II. I risultati delle
sperimentazioni presentati alla conferenza
dell'ADA hanno evidenziato che la
somministrazione dell'insulina orale spray
risulta efficace nel produrre la riduzione dei
livelli di glicemia quanto la somministrazione
sottocutanea di insulina.. Secondo gli autori di
tali studi l'insulina orale spray può essere un
efficace sostituto dell'insulina
per via
iniettiva ed un supplemento per diversi agenti
farmacologici orali..
Clioquinolo
Il Clioquinolo, farmaco ritirato dal
commercio circa trenta anni fa, sembra ridurre
i depositi proteici cerebrali, tipici della
malattia di Alzheimer, mediante un'azione
chelante sull'eccesso di Rame e Zinco nel
cervello.In particolare tali metalli sembrano
avere un ruolo determinante nell'aggregazione
della beta - amiloide, i cui depositi causano la
progressione della demenza. Il Clioquinolo,
agendo da chelante del rame e dello zinco,
interviene a dimezzare i livelli dei depositi di
beta - amiloide. Saranno prossimamente
pubblicati i risultati di un piccolo trial clinico
condotto in Australia , in cui sono stati
Fonte : GioFil
arruolati venti pazienti con malattia di
Alzheimer. Nel corso di tale studio i pazienti,
suddivisi in due gruppi , hanno ricevuto
rispettivamente 20 mg /die o 80 mg / die di
Clioquinolo per 21 giorni. Dai controlli
eseguiti sul liquido cerebrospinale è emerso
un iniziale incremento, al 7° giorno della
proteina tau e delle proteine associate,
markers della malattia di Alzheimer, seguito
da un decremento al 21° giorno. I risultati
promettenti di questo studio lasciano
intravedere nuove prospettive terapeutiche nel
trattamento dell'Alzheimer, anche se ulteriori
trials si rendono necessari per confermare la
validità di questo nuovo approccio
terapeutico.
Tenofovir Disoproxil Fumarato
Approvato il 26.10.01 dalla FDA Viread (
Tenofovir Disoproxil Fumarato ) nel
trattamento di pazienti adulti con infezione
da HIV- 1 in associazione con altri farmaci
antiretrovirali. Tenofovir DF è un analogo
aciclico della adenosina, il cui meccanismo
d'azione consiste nell'inibizione dell'enzima
trascrittasi inversa dell'HIV. Tenofovir DF
possiede una lunga emivita nel siero , circa 18
ore, ed una emivita ancora più lunga
all'interno delle cellule. Tenofovir DF risulta
attivo nei confronti di diversi ceppi di HIV
resistenti agli antiretrovirali o ad altri farmaci
attualmente usati nel trattamento di questa
infezione. L'approvazione di Viread cpr da
300 mg nel trattamento dell'infezione da HIV1 è basata sui dati di due studi clinici condotti
su circa 700 pazienti resistenti al trattamento
con agenti antiretrovirali.
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO

Gazzetta Ufficiale N. 268 del 17 Novembre 2001
Legge 16 Novembre 2001, N. 405
CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 18 .09.2001 , N. 347 - Interventi urgenti in materia di spesa sanitaria
sanitariasanE
Conversione in Legge, con modificazioni, del Decreto _ Legge 18
Settembre 2001, N. 347, recante interventi urgenti in materia di
Spesa Sanitaria
E' stato convertito in Legge, con
alcune modificazioni, il Decreto
Legge 18.09.01 , N. 347, in
relazione al quale di seguito si
propone una rapida carrellata
delle
novità
più
rilevanti
introdotte dalla Legge stessa.
Art. 5 Tetti di Spesa
1. "A decorrere dall'anno 2002
l'onere a carico del Servizio
sanitario
nazionale
per
l'assistenza
farmaceutica
territoriale non può superare a
livello nazionale ed in ogni
singola regione, il 13 % della
spesa sanitaria complessiva".
In tal senso le Regioni
dovranno
adottare
i
provvedimenti necessari per
assicurare il mantenimento di
questo tetto di spesa .
Art. 6 Livelli di assistenza
1. "
Nell'ambito
della
ridefinizione
dei
livelli
essenziali di assistenza ( LEA),
entro 60 giorni dalla data di
entrata in vigore del presente
decreto, la Commissione Unica
del Farmaco, con proprio
provvedimento, individua i
farmaci che, in relazione al
loro ruolo non essenziale, alla
presenza fra i medicinali
concedibili di prodotti aventi
attività terapeutica sovrapponibile
secondo il criterio delle categorie
terapeutiche omogenee, possono
essere totalmente o parzialmente
esclusi dalla rimborsabilità. Con
Decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri, da adottare
entro il 30 Novembre, … omissis
… sono definiti i livelli essenziali
di assistenza, ai sensi dell'art. 1 del
Decreto legislativo 30 Dicembre
1992, N. 502, e successive
modificazioni".
Le
Regioni,
in
relazione
all'andamento della propria spesa
farmaceutica, potranno disporre con
provvedimento
amministrativo
l'inserimento dei farmaci nelle
fasce di rimborsabilità.
Art. 7 Prezzo di rimborso dei farmaci di
uguale composizione
Viene slittata al 1° Dicembre 2001 la
data di entrata in vigore del nuovo
sistema di rimborso in regime di
SSN per i medicinali non coperti da
brevetto, di uguale composizione.
Tali farmaci sono rimborsati al
farmacista fino alla concorrenza
con il prezzo più basso del generico
disponibile nel normale ciclo
distributivo regionale.
Inoltre in assenza della specifica
indicazione, da parte del medico, di
non sostituibilità, il farmacista ,
con il consenso dell'assistito, può
-2
CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 18 .09.2001 , N. 347 - Interventi urgenti in materia di spesa sanitaria
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
sostituire il farmaco prescritto con
un medicinale uguale avente un
prezzo più basso, disponibile nel
normale ciclo distributivo regionale.
Qualora il medico apponga sulla ricetta
l'indicazione di " non sostituibilità ",
ovvero l'assistito non accetti la
sostituzione proposta dal farmacista, la
differenza tra il prezzo del farmaco
prescritto e quello di riferimento è a
carico dell'assistito, ad eccezione dei
pensionati di guerra titolari di
pensioni vitalizie.
Art. 8 Particolari modalità di erogazione di
medicinali agli assistiti
Le Regioni e le Provincie Autonome
potranno :
a) stipulare accordi con le associazioni
sindacali
delle
farmacie
convenzionate, pubbliche e private
per la distribuzione agli assistiti
delle categorie di medicinali che
richiedono un controllo ricorrente
del paziente " anche presso le
farmacie
predette
con
le
medesime modalità previste per la
distribuzione
attraverso
le
strutture Aziendali del SSN , da
definirsi in sede di convenzione ";
b) " assicurare l'erogazione diretta da
parte delle Aziende Sanitarie dei
farmaci necessari al trattamento dei
pazienti in assistenza domiciliare ,
residenziale e semiresidenziale " ;
c) disporre, per la continuità
assistenziale, che la struttura
pubblica distribuisca direttamente i
farmaci, limitatamente al primo ciclo
di terapia completo, per il periodo
immediatamente
successivo
alla
dimissione ospedaliera o alla visita
specialistica ambulatoriale.
Art. 9 Numero di confezioni prescrivibili
per singola ricetta
Rimangono confermate le limitazioni
per le multiprescrizioni al numero
massimo di tre pezzi per ricetta e per
un periodo non superiore ai 60 giorni
di terapia.
Fanno eccezione a tale regola gli
antibiotici in confezione monodose, i
medicinali a base di Interferone per i
soggetti affetti da epatite cronica ed i
medicinali
somministrati
per
flebloclisi, prescrivibili fino a sei pezzi
per ricetta.
Per i farmaci analgesici oppiacei,
utilizzati nella terapia del dolore,
permane la possibilità di prescrivere
in un'unica ricetta un fabbisogno
massimo di 30 giorni di terapia.
Art. 9 bis Medicinali non soggetti a ricetta
medica
I
medicinali
non soggetti
a
prescrizione medica immessi sul
mercato a partire dal 1 marzo 2002
dovranno recare sulla confezione
esterna un bollino di riconoscimento
che " ne permetta la chiara
individuazione
da
parte
del
consumatore ".
Il consumatore potrà avere libero e
diretto acceso in farmacia
ai
medicinali di automedicazione.
-3 -
CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 18 .09.2001 , N. 347 - Interventi urgenti in materia di spesa sanitaria
REGIONE SICILIANA
AZIENDA USL N° 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
Art. 10 Introduzione sperimentale del prezzo
di rimborso dei farmaci
Le Regioni interessate potranno
avviare,
per
sei
mesi,
una
sperimentazione per l'introduzione
del prezzo di rimborso di particolari
categorie di farmaci secondo due
criteri :
a) adozione del prezzo di riferimento
dei
farmaci
per
categorie
omogenee;
A) adozione del prezzo
b) riduzione
del prezzo dei
del farmaco
di riferimento
rimborsabile
all'aumentare
farmaci per categorie del
fatturato
relativo
al
farmaco
omogenee
medesimo.
B) riduzione del prezzo
del farmaco
rimborsabile
all'aumentare del
fatturato relativo al
farmaco medesimo
Art. 11 Percentuale di sconto a carico delle
farmacie
Restano in vigore le
aliquote di sconto
attualmente previste
per le farmacie rurali
con un fatturato annuo
in regime di SSN al
netto dell'IVA non
superiore a
£ 750.000.000
Le percentuali di sconto
per le farmacie con un
fatturato annuo in
regime di SSN al netto
dell'IVA non superiore a
£ 500.000.000
sono ridotte in misura
pari al 60 %
-4-
 MINISTERO DELLA SALUTE
 Comunicato relativo all'art.7 " Prezzo di rimborso dei farmaci di
uguale composizione ", Legge 16 Novembre 2001, N.405.
MINISTERO DELLA SALUTE
- ASSESSORATO REGIONALE SANITA'
 ASSESSORATO REGIONALE PER LA SANITA'
 Circolari " Prezzi di riferimento regionale "
Proseguendo nella trattazione
degli interventi del
Legislatore in materia di farmaci generici ( già avviata a
partire dal n. 3 -Anno 2000 - di questo Bollettino ) si ricorda
che :
- l'Assessorato per la Sanità della Regione Sicilia con propria Circolare
n. 1060 del 21.12.01 a rettifica delle precedenti circolari n. 1057 del 31
Ottobre 2001 n. 1059 del 28 Novembre 2001, ha reso noti i prezzi di
riferimento regionale, da applicarsi dal 26 Dicembre 2001.
- il Ministero della Salute con proprio Comunicato del 29 Novembre
2001 ha aggiornato l'elenco dei farmaci generici e non coperti da
brevetto diffuso il 30 Ottobre 2001.
Con tale Comunicato il Ministero della Salute , al fine di consentire alle
Regioni e Provincie Autonome di dare attuzione uniforme a quanto
disposto dall'art. 7 della Legge 405/2001 in tema di " Prezzo di rimborso
dei farmaci di uguale composizione" , rende disponibile tale nuovo elenco,
consultabile sul sito : www.sanita.it/farmaci.
Ricordiamo che, ai sensi del predetto art.7, i medicinali indicati in elenco
sono rimborsati al farmacista fino alla concorrenza del prezzo più basso del
corrispondente farmaco generico, disponibile nel normale ciclo
distributivo regionale.
Si riporta l'elenco fornito dall 'Assessorato per la Sanità con la Circolare n.
1060 del 21.12.2001.
-5-
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
ASSESSORATO PER LA SANITA'
Circolare n. 1060 del 21.12.01
Elenco dei prezzi di rimborso dei medicinali non coperti da brevetto
PREZZO IN
LIRE
PRINCIPIO ATTIVO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN
EURO
ACICLOVIR
1 unità 250 mg uso parenterale
15,24
29.500
ACICLOVIR
35 unità 800 mg uso orale
61,97
120.000
ACICLOVIR
25 unità 200 mg uso orale
21,54
41.700
ACICLOVIR
25 unità 400 mg uso orale
18,08
35.000
ACICLOVIR
100 ml 8% - uso orale
22,78
44.100
20 unità 500 mg uso orale
3,72
7.200
20 unità 450 mg uso orale
17,04
33.000
20 unità 300 mg uso orale
9,81
19.000
Acqua per prep. iniett.
1 unità 2 ml uso parenterale
0,17
330
Acqua per prep. iniett.
1 unità 5 ml uso parenterale
0,21
410
Acqua per prep. iniett.
1 unità 10 ml uso parenterale
0,25
490
Adrenalina
5 unità 0,5 mg uso parenterale
1,19
2.300
Adrenalina
5 unità 1 mg uso parenterale
AMOXICILLINA
12 unità 1000 mg uso orale
5,58
10.800
AMOXICILLINA
100 ml 5% uso orale
2,74
5.300
AMOXICILLINA
8 unità 1000 mg uso orale
3,67
7.100
1 unità 250 mg uso parenterale
0,57
1.100
1 unità 500 mg uso parenterale
0,77
1.500

ACIDO NALIDISSICO
ACIDO URSODESOSSICOLICO
ACIDO URSODESOSSICOLICO
1,34
AMPICILLINA
AMPICILLINA
2.600
6
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
PRINCIPIO ATTIVO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN
EURO
PREZZO IN
LIRE
AMPICILLINA
1 unità 1000 mg uso parenterale
1,19
2.300
AMPICILLINA
12 unità 250 mg uso orale
1,19
2.300
ARGENTO PROTEINATO
10 ml 0,5 uso rinologico
0,91
1.770
ATENOLOLO
50 unità 50 mg uso orale
6,46
12.500
ATENOLOLO
14 unità 100 mg uso orale
3,10
6.000
ATENOLOLO
50 unità 100 mg uso orale
11,10
21.500
ATENOLOLO +CLORTALIDONE
28 unità ( 50+ 12,5 ) mg uso orale
4,70
9.100
ATENOLOLO +CLORTALIDONE
28 unità ( 100+ 25 ) mg uso orale
9,19
17.800
ATENOLOLO +CLORTALIDONE
30 unità ( 50+ 12,5 ) mg uso orale
4,91
9.500
30 unità ( 100+ 25 ) mg uso orale
9,30
18.000
ATROPINA
5 unità 0,5 mg uso parenterale
0,67
1.300
BACAMPICILLINA
12 unità 1200 mg uso orale
12,24
23.700
BECLOMETASONE
200 dosi 250 mcg uso respiratorio
17,09
33.100
BENZILPENICILLINA
1 unità 1.000.000 UI uso parenterale
0,96
1.850
1 unità
600.000 UI uso parenterale
1,96
3.800
1 unità 1.200.000 UI uso parenterale
2,01
3.900
BROMOCRIPTINA
30 unità 2,5 mg uso orale
7,23
14.000
BROMOCRIPTINA
60 unità 5 mg uso orale
23,81
46.100
BROMOCRIPTINA
40 unità 10 mg uso orale
30,26
58.600
CALCIO CARBONATO
30 unità 1000 mg uso orale
7,70
14.900
CALCIO CLORURO
5 unità 500 mg uso parenterale
1,65
3.200
CARBAMAZEPINA
50 unità 200 mg uso orale
4,39
8.500
CARBAMAZEPINA
30 unità 400 mg uso orale
5,78
11.200
CEFACLOR
100 ML 5% uso orale
10,79
20.900
CEFACLOR
8 unità 500 mg uso orale
7,64
14.800
CEFALEXINA
100 ml %5 uso orale
4,29
8.300
CEFALEXINA
8 unità 500 mg uso orale
3,15
6.100
ATENOLOLO +CLORTALIDONE
BENZILPENICILLINA BENZATINA
BENZILPENICILLINA BENZATINA
7
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
PRINCIPIO ATTIVO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN
EURO
PREZZO IN
LIRE
CEFALOTINA
1 unità 1000 mg uso parenterale
3,46
6.700
CEFAZOLINA
1 unità 1000 mg uso parenterale
3,56
6.900
CEFAZOLINA
1 unità 500 mg uso parenterale
1,96
3.800
CEFONICID
1 unità 500 mg uso parenterale
4,65
9.000
CEFONICID
1 unità 1000 mg uso parenterale
5,11
9.900
CLORAMFENICOLO
1 unità 1000 mg uso parenterale
1,70
3..300
CLOROCHINA
30 unità 250 mg uso orale
2,32
4.500
CLOXACILLINA
1 unità 500 mg uso parenterale
1,36
2.625
DICLOFENAC
30 unità 50 mg uso orale
4,49
8.700
DICLOFENAC
21 unità 100 mg uso orale
7,18
13.900
DICLOFENAC
30 unità 75 mg uso orale
8,06
15.600
DICLOFENAC
5 unità 75 mg uso parenterale
2,53
4.900
DILTIAZEM
24 unità 120 mg uso orale
8,21
15.900
DILTIAZEM
28 unità 120 mg uso orale
10,28
19.900
DILTIAZEM
50 unità 60 mg uso orale
7,75
15.000
DILTIAZEM
14 unità 300 mg uso orale
10,23
19.800
DILTIAZEM
28 unità 300 mg uso orale
20,40
39.500
EPARINA CALCICA
10 unità 5000 UI uso parenterale
9,30
18.000
EPARINA CALCICA
10 unità 12.500 UI uso parenterale
21,69
42.000
ERITROMICINA
1 unità 500 mg uso parenterale
3,87
7.500
ERITROMICINA
1 unità 1000 mg uso parenterale
7,13
13.800
ESTRADIOLO
4 unità 75mcg/ die cerotti transdermici
8,26
16.000
20 unità 200 mg uso orale
0,77
1.500
ETAMBUTOLO
20 unità 400 mg uso orale
1,86
3.600
FLUOXETINA
60 ml 0,4% uso orale
12,45
24.100
ETAMBUTOLO
8
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
PRINCIPIO ATTIVO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN EURO
PREZZO IN
LIRE
FLUOXETINA
12 unità 20 mg uso orale
6,20
12.000
FLUTAMIDE
30 unità 250 mg uso orale
42,50
82.300
FUROSEMIDE
5 unità 20 mg uso parenterale
1,86
3.600
FUROSEMIDE
20 unità 500 mg uso orale
16,58
32.100
GEMFIBROZIL
20 unità 900 mg uso orale
9,04
17.500
GEMFIBROZIL
30 unità 600 mg uso orale
9,35
18.100
GLICERINA FENICA
10 ML 1% uso dermatologico
0,95
1.830
GLICLAZIDE
40 unità 80 mg uso orale
GLUCOSIO
10 ML 5% uso parenterale
0,28
545
GLUCOSIO
20 ML 5% uso parenterale
0,32
610
GLUCOSIO
250 ML 5% uso parenterale
1,50
2.900
GLUCOSIO
500 ML 5% uso parenterale
1,45
2.800
GLUCOSIO
10 ML 10% uso parenterale
0,29
565
GLUCOSIO
20 ML 10% uso parenterale
0,33
630
GLUCOSIO
250 ML 10% uso parenterale
1,76
3.400
GLUCOSIO
500 ML 10% uso parenterale
2,17
4.200
GLUCOSIO
10 ML 20% uso parenterale
0,30
585
GLUCOSIO
5 ML 33% uso parenterale
0,28
540
GLUCOSIO
10 ML 33% uso parenterale
0,31
600
ISONIAZIDE
50 unità 100 mg uso orale
1,03
2.000
INDAPAMIDE
ISOSORBIDE
MONONITRATO
ISOSORBIDE
MONONITRATO
30 unità 2,5 mg uso orale
4,49
8.700
50 unità 20 mg uso orale
4,80
9.300
30 unità 40 mg uso orale
5,68
11.000
6,77
13.100
9
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN
EURO
PREZZO IN
LIRE
30 unità 50 mg uso orale
9,81
19.000
30 unità 60 mg uso orale
9,81
19.000
KETOPROFENE
30 unità 50 mg uso orale
3,10
6.000
LITIO CARBONATO
50 unità 300 mg uso orale
2,48
4.800
LITIO CARBONATO
60 unità 300 mg uso orale
2,48
4.800
MESALAZINA
24 unità 800 mg uso orale
16,06
31.100
MESALAZINA
50 unità 400 mg uso orale
18,70
36.200
METOPROLOLO
30 unità 100 mg uso orale
3,93
7.600
METOPROLOLO
100 unità 100 mg uso orale
16,47
31.900
METOPROLOLO
30 unità 200 mg uso orale
7,39
14.300
METOPROLOLO
50 unità 200 mg uso orale
13,48
26.100
30 unità 500 mg uso orale
7,59
14.700
NICARDIPINA
30 unità 40 mg uso orale
6,25
12.100
NIFEDIPINA
50 unità 20 mg uso orale
8,78
17.000
NIFEDIPINA
50 unità 10 mg uso orale
5,11
9.900
NIMESULIDE
30 unità 100 mg uso orale
4,91
9.500
PILOCARPINA
10 ml 4% uso oftalmico soluzione
2,27
4.400
PIPERACILLINA
1 unità 2000 mg uso parenterale
7,02
13.600
1 unità 1000 mg uso parenterale
4,39
8.500
PIROXICAM
30 unità 20 mg uso orale
7,75
15.000
PIROXICAM
6 unità 20 mg uso parenterale
4,13
8.000
PIROXICAM
3 unità 20 mg uso parenterale
2,07
4.000
PROPAFENONE
30 unità 150 mg uso orale
5,27
10.200
PROPAFENONE
30 unità 300 mg uso orale
10,12
19.600
PRINCIPIO ATTIVO
ISOSORBIDE
MONONITRATO
ISOSORBIDE
MONONITRATO
NAPROSSENE
PIPERACILLINA
10
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
PRINCIPIO ATTIVO
CONFEZIONE DI RIFERIMENTO
PREZZO IN
EURO
PREZZO IN
LIRE
SODIO CLORURO
2 ml 0,9% uso parenterale
0,22
430
SODIO CLORURO
5 ml 0,9% uso parenterale
0,25
480
SODIO CLORURO
10 ml 0,9% uso parenterale
0,22
430
SODIO CLORURO
250 ml 0,9% uso parenterale
1,55
3.000
SODIO CLORURO
STREPTOMICINA
SOLFATO
500 ml 0,9% uso parenterale
1,91
3.700
1 unità 1000000 UI uso parenterale
0,83
1.600
SULFADIAZINA
20 unità 500 mg uso orale
2,12
4.100
TETRACICLINA
1 unità 250 mg uso parenterale
1,17
2.270
TICLOPIDINA
30 unità 250 mg uso orale
12,39
24.000
5 ml 0,25 % uso oftalmico soluzione
3,25
6.300
5 ml 0,5 % uso oftalmico soluzione
4,08
7.900
30 unità 80 mg uso orale
2,48
4.800
VERAPAMIL
30 unità 120 mg uso orale
5,37
10.400
VERAPAMIL
30 unità 240 mg uso orale
10,90
21.100
TIMOLOLO
TIMOLOLO
VERAPAMIL
11
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
 ASSESSORATO DELLA SANITA'
 CIRCOLARE 21 NOVEMBRE 2001, N. 1058- GURS N. 61 DEL 21 12. 01
 ASSESSORATO DELLA SANITA'
 DECRETO 12 NOVEMBRE 2001- GURS N. 60 DEL 14. 12. 01
ASSESSORATO DELLA SANITA' REGIONE SICILIA
-
CIRCOLARE 21 NOVEMBRE
2001 N. 1058 " Rimborso spese
per
l'acquisto
di
vaccini
desensibilizzanti specifici "
Con tale Circolare
viene
disposto il rimborso da parte
delle Aziende Unità Sanitarie
Locali dell'acquisto dei vaccini
desensibilizzanti specifici agli
assistiti
che
ne
fanno
documentata richiesta.
Alla luce della giurisprudenza
intervenuta in materia ed al fine di
assicurare
livelli
uniformi
di
assistenza nonché di attuare
l'importante
obiettivo
della
prevenzione
delle
principali
patologie ( malattie allergiche in età
pediatrica nelle forme respiratorie,
malattie
dell'apparato
cardiorespiratorio quali
asma
bronchiale e bronchite cronica ) , la
Circolare del 21 Novembre 2001
interviene
ad
annullare
la
precedente Circolare n. 716 del 09
Ottobre 1993, sulla base della quale
le Aziende sanitarie Locali della
Regione Sicilia hanno rifiutato il
rimborso per l'acquisto di vaccini
desensibilizzanti specifici.
DECRETO 12 NOVEMBRE 2001
" Individuazione delle Aziende
Sanitarie e dei centri di
riferimento
regionali
per
patologie di alta specialità o di
alto interesse sociale e sanitario
da inserire nella rete nazionale
per
la
prevenzione,
la
sorveglianza, la diagnosi e la
terapia delle malattie rare "
Il Decreto 12 Novembre 2001 così
individua le Aziende Sanitarie da
segnalare al Ministero della Salute
per il loro eventuale successivo
inserimento nella rete nazionale per
la prevenzione, la sorveglianza, la
diagnosi e la terapia delle malattie
rare :
- Azienda
universitaria
Policlinico di Palermo ;
- Azienda
universitaria
Policlinico di Messina ;
- Azienda
universitaria
Policlinico di Catania;
Azienda
regionale
con
prevalenza
del
percorso
formativo del triennio clinico
di medicina e chirurgia:
- A.O.
Vittorio Emanuele,
Ferrarotto, S. Bambino di
Catania;
- ARNAS Civico Benfratelli,
Di
Cristina,
Ascoli
di
Palermo;
- ARNAS Garibaldi, S. LuigiS. Currò, Ascoli Tomaselli
di Catania;
Aziende
regionali
di
riferimento per l'emergenza di
III livello:
- A.O. S. Elia di Caltanissetta;
- A.O. Cannizzaro di Catania;
- A.O. Papardo di Messina;
- A.O. Villa Sofia, C.T.O. di
Palermo.
12
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
Il Decreto 12 Novembre 2001 all'art. 2 indica altresì i centri di riferimento
regionali per le patologie di alta specialità o di alto interesse socio
sanitario , individuati ai sensi del D.A. n. 29684 del 6 Agosto 1999 e
successive modifiche ed integrazioni , la cui attività è di interesse per la
diagnosi ed il trattamento delle patologie rare .
Tali centri sono riportati nella seguente tabella:
DENOMINAZIONE
CENTRO
UBICAZIONE
CENTRO
 Centro
di
riferimento
regionale per il controllo e
la cura della sindrome di
Down e delle altre patologie
cromosomiche e genetiche
 Centro
di
riferimento
regionale
per
le
dislipidemie genetiche ed
LDL-aferesi
Presso la divisione di pediatria e
terapia
intensiva
neonatale
dell'Istituto Materno Infantile
dell'Università degli Studi di
Palermo
Presso la cattedra di medicina
interna- divisione di medicina
generale
della
Facoltà
di
medicina
e
chirurgia
dell'Università degli Studi di
Palermo
Presso il dipartimento di pediatria
della Facoltà di medicina e
chirurgia dell'Università degli
Studi di Catania
 Centro
di
riferimento
regionale per la cura ed il
controllo
delle
malattie
metaboliche
ereditarie
dell'infanzia
 Centro
di
riferimento
regionale per le patologie
pertinenti
 Centro
di
riferimento
regionale per la diagnosi e
la terapia fetale delle
emoglobinopatie
Presso la divisione di ematologia
ed oncologia pediatrica della
Facoltà
di
medicina
e
chirurgia dell'Università degli
Studi di Catania
Presso il servizio di prevenzione e
terapia della talassemia dell'A.O.
V. Cervello di Palermo
13
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
DENOMINAZIONE
CENTRO
 Centro
di
riferimento
regionale per la cura, la
prevenzione, la diagnosi, la
riabilitazione e la ricerca
delle patologie genetiche
associate al ritardo mentale
ed all'involuzione cerebrale
senile comprese l'Alzheimer
e tutte le patologie in
comorbità o derivate da
complicanze
 Centro
di
riferimento
regionale per le pertinenti
patologie
 Centro
di
riferimento
regionale
per
la
prevenzione , la diagnosi e
la cura delle leucemie e dei
linfomi, per il trapianto di
midollo osseo e per le
attività
connesse
alla
tipizzazione tissutale
 Centro
di
riferimento
regionale
per
la
caratterizzazione
biomolecolare
delle
neoplasie
e
screening
genetico
dei
tumori
ereditari
 Centro
di
riferimento
regionale per la medicina
dei viaggi , del turismo e
delle migrazioni
UBICAZIONE
CENTRO
Presso
l'Associazione
Oasi
Maria SS. Troina - Istituto di
ricovero e cura a carattere
scientifico per lo studio del
ritardo
mentale
e
dell'involuzione cerebrale
Presso la divisione di chirurgia
plastica e terapia delle ustioni dell'
A.O. Civico e Benfratelli , G. Di
Cristina, M. Ascoli di Palermo
Presso la divisione di ematologia e
trapianto
di midollo osseo
dell' A. O. V. Cervello di
Palermo
Presso il servizio di chemioterapia
e sensibilità preclinica ai farmaci
antiblastici del dipartimento di
discipline chirurgiche , anatomiche
ed oncologiche della Facoltà di
Medicina
e
Chirurgia
dell'Università degli Studi di
Palermo
Presso la cattedra di medicina
interna e geriatria della Facoltà
di
Medicina
e
Chirurgia
dell'Università degli Studi di
Palermo
14
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
 Centro
di
riferimento
regionale per la chirurgia
della testa e del collo
Presso
L'U.O.
di
Chirurgia
plastica dell'A.O. Villa Sofia –
C.T.O. di Palermo
NOTE INFORMATIVE SUI FARMACI
FARMACIPALERMOssessorato Regionale Sanita'
IN MATERIA DI
FARMACOVIGILANZA
Il Ministero della Salute ha recentemente divulgato l'attivazione della RETE
NAZIONALE TELEMATICA PER LA FARMACOSORVEGLIANZA, collegata con il
sistema di sorveglianza europeo dell'EMEA .
Nel sito web del Ministero della Salute (www.sanita.it/farmaci ) inoltre è stata
inserita una nuova sezione contenente "NOTE INFORMATIVE IMPORTANTI
SUI FARMACI ".
Alcune informazioni sono presentate in forma di : " Dear Doctor Letter "
ossia come lettera indirizzata direttamente al medico prescrittore.
Di seguito si riporta la Dear Doctor Letter sui Contraccettivi Orali
Combinati ( C.O.C. ) di terza generazione , di recente pubblicata nel sito.
Gentile Dottoressa, Gentile Dottore,
Il Comitato europeo per le specialità medicinali ( CPMP ) , l'Organo
scientifico dell'Agenzia europea per la valutazione dei medicinali ( EMEA ) ha
pubblicato i risultati della valutazione del rischio di tromboembolia venosa(TEV )
derivante dall'uso dei contraccettivi orali combinati ( C.O.C. ) cosiddetti " di
terza generazione " , contenenti cioè come progestinico Desogestrel o Gestodene
(formulazioni mono, bi o trifasiche ).
Questa valutazione del CPMP è il risultato di una revisione continua che
iniziò nel 1995 sulla base di tre studi epidemiologici indipendenti che indicavano
un aumento del rischio di tromboembolia venosa associata all'uso di C.O.C.
contenenti Desogestrel o Gestodene, rispetto all'uso di C.O.C. contenenti come
progestinici il Levonorgestrel ( cosiddetti di seconda generazione ) .
15
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
L'EMEA aveva già reso nota la posizione del CPMP nel 1995 e,
successivamente, sulla base di nuovi dati, nel 1996 e 1997.Il CPMP ha valutato
ulteriori studi epidemiologici e studi sui meccanismi dell'emostasi.Nel formulare
la sua attuale valutazione il CPMP ha preso in considerazione tutte le nuove
informazioni resesi disponibili fino a metà settembre 2001 .
Sulla base del complesso delle informazioni, nella sua valutazione, il CPMP
conclude che :

La tromboembolia venosa ( TEV ) è un effetto collaterale raro ma serio,
associato all'uso di qualsiasi tipo di C.O.C.

Il livello di rischio di tromboembolia venosa TEV è basso e globalmente
il rapporto beneficio/rischio resta favorevole con tutti i C.O.C.
disponibili.

Il rischio è più elevato durante il primo anno in cui una donna inizia per
la prima volta ad assumere un qualsiasi tipo di C.O.C.
-
le evidenze suggeriscono che il rischio di TEV è lievemente maggiore con
l'assunzione di C.O.C. contenenti almeno 30 g di etinilestradiolo in
combinazione con desogestrel o gestodene rispetto a quei C.O.C. che
contengono levonorgestrel associato alla stessa quantità di etiniliestradiolo.
Le stime del rischio relativo complessivo di TEV per questi C.O.C., rispetto a
quelli contenenti levonorgestrel, variava notevolmente tra i vari studi
epidemiologici. Sulla base di un'attenta valutazione di tutti i dati disponibili,
la stima più attendibile del rischio relativo ( RR ) è compresa tra 1,5 e 2.
-
I dati epidemiologici disponibili non indicano un rischio di TEV più basso per i
C.O.C. contenenti desogestrel associato a 20 g di etinilestradiolo rispetto a
quelli che ne contengono 30 g.
-
Non c'è attualmente alcuno studio epidemiologico che metta a confronto
C.O.C. contenenti gestodene associato con 20 g di etinilestradiolo e C.O.C. a
base di levonorgestrel. Tuttavia, poiché negli studi in cui sono state usate
formulazioni associate con 30 g di etinilestradiolo non si è osservata alcuna
differenza nel riscghio di TEV tra desogestrel e gestodene, ci si può attendere
che non ci sia differenza nel rischio di TEV tra i C.O.C che contengono
gestodene e etinilestradiolo ai dosaggi di 20 e 30 g.
-
Attualmente non sono disponibili dati sul rischio di TEV con meno di 20 g di
etinilestradiolo.
-
I dati disponibili per valutare il rischio di TEV per C.O.C. contenenti
progestinici diversi dal levonorgestrel, desogestrel o gestodene
sono
attualmente insufficienti.
16
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
Il rischio di TEV può essere adeguatamente espresso come segue :

Donne sane di età compresa tra i 15 e 44 anni che non assumono C.O.C. :
tra 5 e 10 casi per 100.000 anni donna

Donne che assumono C.O.C. contenenti meno di 50 g di etinilestradiolo con
levonorgestrel :
20 casi per 100.000 anni-donna.

Donne che assumono C.O.C contenenti almeno 20 g di etinilestradiolo in
associazione con desogestrel o gestodene ( formulazioni mono,bi, o tri- fasiche ):
da 30 a 40 casi per 100.000 anni-donna.

Si deve tuttavia notare che il rischio di TEV associato all'uso di tutti i C.O.C. è
più basso che in gravidanza in cui tale rischio è di circa 60 casi per 100.000
gravidanze.
Non ci sono evidenze scientifiche che mostrino una differenza nella
tollerabilità tra i diversi tipi di C.O.C.
Non c'è alcuna evidenza che indichi una differenza nel rischio di infarto
miocardico ( donne al di sotto di 35 anni di età ) o nel rischio di ictus tra i C.O.C.
a base di desogestrel o gestodene, rispetto ai C.O.C. contenenti meno di 50 g di
etinilestradiolo associato con levonorgestrel.
In base a quanto sopra riportato il CPMP esprime le seguenti
raccomandazioni :
Non c'è alcuna ragione, sulla base di queste evidenze, per cui le donne che
stanno assumendo un qualsiasi tipo di C.O.C. , debbano sospenderlo.
Laddove invece venga prescritto ad una donna un C.O.C. per la prima
volta, occorre considerare che il rischio di TEV è maggiore per le formulazioni (
mono, bi o trifasiche ) contenenti almeno 20 g di etinilestradiolo in associazione
con desogestrel o gestodene rispetto a quelle contenenti meno di 50 g di
etinilestradiolo associato a levonorgestrel, soprattutto nel primo anno di
assunzione.
Si ricorda inoltre che :

Relativamente al rischio di TEV, le controindicazioni all'uso di C.O.C.
comprendono malattie tromboemboliche pregresse o in atto. I C.O.C.
sono anche controindicati in caso di pregresso o recente infarto del
miocardio o ictus.

I fattori di rischio noti, da tenere in considerazione quando si
prescrivono C.O.C. , includono :
17
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO

l''obesità, il periodo post-partum, recenti interventi chirurgici, e la
familiarità per la trombosi venosa. Inoltre, in caso di intervento
chirurgico e di immobilizzazione per qualsiasi ragione si deve prendere
in considerazione l'interruzione dei C.O.C..
SPECIALITA’
MEDICINALI
ADRONAT
BACIDRAM
BACREN
BACTIDAN
BACTIGRAM
BACTIGRAM
BACTIGRAM
CALDIOR
CEFACLORO BFA
CEFACLORO BFA
CEFACLORO BFA
CEFALIDER
CEFALIDER
CEFIXORAL
DEPREXEN
DEPREXEN
DEPREXEN
EUROFLU
EUROFLU
EUROFLU
FLIXOTIDE
FLUSPIRAL
FOSAMAX
GENALEN
GENICLOR
GENICLOR
GENICLOR
FORMA
FARMACEUTICA
70 MG 4 CPR
1,2 G 12 CPR RIV
1,2 G 12 CPR RIV.
400 MG 10 CPR RIV.
250 MG/5ML GRAN SOSP.ORALE
500 MG 8 CPS RIG.
750 MG 6 CPR RIL. MOD.
60 CPR MASTICABILI
250 MG/5ML GRAN SOSP.ORALE
500 MG 8 CPS RIG.
750 MG 6 CPR RIL. MOD.
500 MG 8 CPS RIG.
250 MG/5 ML GRAN.SOSP. ORALE
400 MG 5 CPR DISP.
20 MG 12 CPS RIGIDE
20 MG 28 CPS RIGIDE
20 MG/5ML SOL. ORALE FLAC 60 ML
0,1% SOL. DA NEBULIZZARE 15 FL 2 ML
0,05 %Bambini SOL. DA NEBUL. 15 FL 2 ml
0,025 % SPRAY NASALE FLAC.20 ML
500 MCG/2 ML SOSP.DA NEB.10 cont.mono.
500 MCG/2 ML SOSP.DA NEB.10 cont.mono.
70 MG 4 CPR
70 MG 4 CPR
500 MG 8 CPS
250 MG/ 5 ML GRAN SOSP. ORALE
750 MG 6 CPR RIL. MOD.
CLASSE
A 79
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A 79
A 79
A
A
A
PRESCRIVIBILE
DAL
22/12/01
15/11/01
18/12/01
22/12/01
22/12/01
18
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
MEDICINALI
FORMA
FARMACEUTICA
MACOVAN
CLASSE PRESCRIVIBILE
DAL
5 MG + 500 MG 36 CPR
A
20 MG 30 CPS
A 66
20 MG /1 ML SOL.INIET.6 FL
A
20 MG 30 CPR
A 66
3 MG SCHIUMA RETTALE FLAC + CANN.
A
60 ML SOSP. RET. 7 FLAC MONOD.+ CAN.
A
20 MG 28 CPS RIL. MOD.
A
10 MG 28 CPS RIL. MOD.
A
“CARDIOSTART”12,5 MG 7 CPR RIV.
A
“CARDIOSTART”12,5 MG 21 CPR RIV.
A
100 MG 30 CPS MOLLI
26/10/01
A
750 MG 6 CPR RIL. MOD
MERAPRIL
MERAPRIL
MESTINON
MITACIDIN
MITACIDIN
MITACIDIN
MITACIDIN
MOTICLOD
25 MG 50 CPR
50 MG 24 CPR
180 MG 50 CPR RIL. PROL.
1 G POLV.+ FL. SOLV. Uso IM
500 MG POLV.+ FL. SOLV. Uso IM
1 G POLV.+ SOLV in sir. preriempita uso IM
500 MG POLV.+ SOLV in sir.preriem Uso IM
300 MG/10 ML SOL PER INFUS. E.V. 6 FL
NECLORAL
NECLOVIR
NEO-LOTAN
NEO-LOTAN
OSIPINE
OSIPINE
PANTASOL
PANTASOL
PARECID
PARECID
750 MG 6 CPR RIL. MOD.
800 MG 35 CPR
“CARDIOSTART”12,5 MG 7 CPR RIV.
“CARDIOSTART”12,5 MG 21 CPR RIV.
20 MG 28 CPS RIL. MOD.
10 MG 28 CPS RIL. MOD.
0,1% SOL. DA NEBULIZZARE 15 FL 2 ML
0,05 %Bambini SOL. DA NEBUL. 15 FL 2 ml
1 G POLV.+ SOLV in siringa prer. uso IM
500 MG POLV.+ SOLV in sir. prer. Uso IM
PERFORMER
PERFORMER
PERFORMER
500 MG 8 CPS RIG.
250 MG/5 ML GRAN.SOSP. ORALE
750 MG 6 CPR
GLICOREST
IPSOFLOG
IPSOFLOG
IPSOFLOG
KLOSTENAL
KLOSTENAL
LIBRADIN
LIBRADIN
LORTAAN
LORTAAN
LUTOGIN
A
A
A
A
A 55
A 55
A 55
A 55
A 42
A
A 84
A
A
A
A
A
A
A 55
30/10/01
A 55
A
A
A
27/10/01
27/10/01
19
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
RENBIOCID
RESPICUR
SPECIALITA’
MEDICINALI
SELVICLOR
SIDEROMAX
SIDERVIM
SIDERVIM
SINESTIC
SINESTIC
SOCLONAT
SPIROBAC
SUPRACEF
SUPRAX
TIBIFOR
ULTRACIF
UNIXIME
VALEFLUOX
VALEFLUOX
VASEXTEN
VASEXTEN
VASOFLUSS
VENTOFLU’
VENTOFLU’
VIBRIOBAC
VORACLOR
VORACLOR
WINNIPEG
1 G POLV.+ FL. SOLV.
300 MG 30 CPS RIL.MOD.
FORMA
FARMACEUTICA
750 MG 6 CPR RIL. MOD.
80 MG 30 CPR EFFERVESCENTI
80 MG 30 CPR EFFERVESCENTI
80 MG GRAN.EFFERVESCENTE 30 BUSTE
Turbohaler 1 inalatore 120 dosi 160/4,5 mcg
Turbohaler 1 inalatore 120 dosi 80/4,5 mcg
300 MG/10 ML SOL PER INFUS. E.V. 6 FL
1,2 G 12 CPR RIVESTITE CON FILM
400 MG 5 CPR DISP.
400 MG 5 CPR DISP.
750 MG 6 CPR RIL. MOD
1 G POLV+ SOLV USO IM
400 MG 5 CPR DISP.
20 MG 12 CPR SOLUBILI
20 MG/5 ML SOL. Uso OR. FLAC 60 ML
20 MG 28 CPS RIL. MOD.
10 MG 28 CPS RIL. MOD.
40 MG 30 CPS RIGIDE RIL.PROL.
0,1% SOL. DA NEBULIZZARE 15 FL 2 ML
0,05 %Bambini SOL. DA NEBUL. 15 FL 2 ml
1,2 G 12 CPR RIVESTITE CON FILM
800 MG 35 CPR
8G/100ML SOSP. ORALE FLAC 100 ML
1,2 G 12 CPR RIV.
A 55
A
CLASSE
A
A 76
A 76
A 76
A
A
A 42
A
A
A
A
A55
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A 84
A 84
A
30/11/01
PRESCRIVIBILE
DAL
09/11/01
09/11/01
29/09/01
29/09/01
14/12/01
20
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
MEDICINALE
GENERICO
FORMA
FARMACEUTICA
CLASSE
TITOLARE A.I.C.:SANWIN S.R.L.
ACICLOVIR
200MG 25 CPR
A 84
TITOLARE A.I.C.:HEXAN S.P.A.
1 G 12 CPR RIV.
AMOXICILLINA
A
TITOLARE A.I.C.:R.G.K. S.r.l.
CAPTOPRIL
25 MG 50 CPR
A
CAPTOPRIL
50 MG 24 CPR
A
RANITIDINA
150 MG 20 CPR
A 48
RANITIDINA
300 MG 10 CPR
A 48
TITOLARE A.I.C.:REMEDIA S.r.l.
800 MG 35 CPR
ACICLOVIR
A 84
400 MG 25 CPR SOL.
ACICLOVIR
A 84
10 MG 30 CPR
TAMOXIFEN
A
20 MG 20 CPR
TAMOXIFEN
A
TITOLARE A.I.C.:PROGE FARM S.r.l.
250 MG 30 CPR RIV.
A9
TICLOPIDINA
800 MG 35 CPR
A 84
ACICLOVIR
TITOLARE A.I.C.:MERCK GENERICS ITALIA S.P.A.
500 MG 8 CPS RIGIDE
CEFACLOR
A
250MG/5ML
GRAN.SOSP.
A
CEFACLOR
1 G 12 CPR RIV.
A
AMOXICILLINA
500 MG 12 CPS
A
AMOXICILLINA
5 G/100 ML SOSP. ORALE
A
AMOXICILLINA
TITOLARE A.I.C.:TEVA PHARMA ITALIA S.r.l.
PRESCRIVIBILE
DAL
28/12/01
28/12/01
21
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
METFORMINA
METFORMINA
METFORMINA
METFORMINA
MEDICINALE
GENERICO
30 CPR RIV in blister traspar.
30 CPR RIV in blister opaco
40 CPR RIV in blister traspar.
40 CPR RIV in blister opaco
FORMA
FARMACEUTICA
TITOLARE A.I.C.:DOC GENERICI S.r.l.
25 MG 50 CPR
CAPTOPRIL
50 MG 24 CPR
CAPTOPRIL
150 MG 20 CPR
RANITIDINA
300 MG 20 CPR
RANITIDINA
200 MG 28 CPS RIG.
KETOPROFENE
TITOLARE A.I.C.:EG S.P.A.
25 MG 50 CPR
CAPTOPRIL
50 MG 24 CPR
CAPTOPRIL
TITOLARE A.I.C.:RATIOPHARM
CAPTOPRIL
25 MG 50 CPR
CAPTOPRIL
50 MG 24 CPR
A
A
A
A
CLASSE
13/09/01
13/09/01
13/09/01
13/09/01
PRESCRIVIBILE
DAL
A
A
A 48
A 48
A
28/12/01
28/12/01
28/12/01
28/12/01
A
A
28/12/01
28/12/01
A
A
28/12/01
28/12/01
22
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
23
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
200 MG 20 CPS
CELEBREX
A 66
200 MG 20 CPS
SOLEXA
A 66
200 MG 20 CPS
ARTILOG
A 66
200 MG 20 CPS
ARTRID
A 66
MODIFICA
Aggiornamento degli effetti
indesiderati con l’aggiunta di
PANCREATITE ACUTA E ITTERO e
aggiornamento speciali avvertenze
e precauzioni d’uso riguardo le
interazioni con i contraccettivi orali.
UNIPRIL
QUARK
2,5 MG 28 CPR
5 MG 14 CPR
A
A
Estensione indicazioni
terapeutiche
Le indicazioni ora autorizzate sono:
Ipertensione :per ridurre la pressione
arteriosa come terapia singola o in
combinazione con altri antiipertensivi
come ad esempio diuretici e calcio –
antagonisti.Insufficienza cardiaca
congestizia: in aggiunta a diuretici con o
senza glucosidi cardiaci.
Postumi dell’infarto miocardio acuto in
pazienti con segni e sintomi
d’insufficienza cardiaca congestizia.
Nefropatia conclamata in soggetti non
diabetici.il ramipril rallenta la velocità di
progressione dell’insufficienza renale e
dello sviluppo di insufficienza renale
terminale che necessita di dialisi e
trapianto.Complicazioni renali da diabete
mellito:in pazienti affetti da D.M.con
microalbuminuria il ramipril riduceil
tasso di escrezione urinaria di albumina
Riduzione di mortalità e morbilità
24
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
cardiovascolare in pazienti con
documentato rischio cardiovascolare.
Unipril non è adatto per il trattamento
dell’ipertensione dovuta a
iperaldosteronismo primario.
GURI n°223 del 25/09/01
SPECIALITA’
FORMA
MEDICINALE FARMACEUTICA
CLASSE
HERPESNIL
800 MG 25 CPR
A 84
TOTALIP
XARATOR
LIPITOR
TORVAST
10 MG 10 CPR
20 MG 10 CPR
A 13
A 13
COTAREG
COMBISARTAN
28 CPR RIV
28 CPR RIV
A
A
MODIFICA
In sostituzione della confezione :
800 MG 25 CPR
viene autorizzata la confezione:
800 MG 35 CPR
Aggiunta di effetti indesiderati:
artralgia e rash bolloso(inclusi eritema
multiforme,sindrome di Stevens-johnson
ed epidermomiolisi necrotica)
Estensione indicazioni
terapeutiche:
Trattamento dell’ipertensione arteriosa
essenziale nei casi in cui la pressione
arteriosa non è adeguatamernente
controllata dalla monoterapia con
valsartan o idroclorotiazide.
ARIMIDEX
1 MG 28 CPR
A
Aggiunta effetti indesiderati:
casi molto rari di alterazioni a livello
mucoso e cutaneo come eritema
multiforme e sindrome di StevensJohnson.
MAXALT
RISALIV
GENT 462
RPD 10 3 LIOF OR
5MG 3 CPR
10 MG 3 CPR
OPTINATE
AVESTRA
FORTIPAN
ACTONEL
5 MG 28 CPR
5 MG 28 CPR
5 MG 28 CPR
5 MG 28 CPR
TICLOGI
250 MG 30 CPR RIV.
B
B
B
A 79
A 79
A 79
A 79
A9
Aggiunta effetti indesiderati:
Necrolisi dermospastica
Estensione indicazioni
terapeutiche:
riduzione del rischio di fratture all’anca.
Conversione a generico e cambio
di denominazione a
“TICLOPIDINA”per trasferimento
25
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
titolarità a MERCKS GENERICS
26
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
GURI N°259 DEL 07/11/01 DECRETO 4 ottobre 2001
10 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,4 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
15 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita
0,375 ml
ALFA
Uso SC o EV
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal0 7/11/01
20 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,5 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
30 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,3 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
40 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,4 ml
Uso SC o EV
ALFA
Prescrivibile dal 07/11/01
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
27
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
50 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,5 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
60 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,3 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
80 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,4 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
100 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,5 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
150 mcg SOL. INIET.
NESPO
DARBEPOIETIN 1 Sir preriempita 0,3 ml
Uso SC o EV
ALFA
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta al REGISTRO USL
Prescrivibile dal 07/11/01
REGIME DI FORNITURA:Medicinale soggetto a prescrizione medica da rinnovare volta per volta
e vendibile al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o dei seguenti specialisti:
neurologo,ematologo,internista,chirurgo,anestesiologo,pediatra, emotrasfusionista, oncologo.
GURI N°277 DEL 28/11/01 DECRETO 6 agosto 2001
LIVIAL
2,5 MG 30 CPR
C
CLASSIFICATA IN CLASSE A
Prescrivibile dal 16/12/01
28
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
GURI N°267 DEL 16/11/01 DECRETO 3 agosto 2001
EPREX
1 siringa tamp fosf
3000 UI / 0,3 ml
C
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta a REGISTRO USL
con possibilità di distribuzione diretta
anche da parte delle strutture pubbliche
previa eventuale prescrizione su diagnosi
e piano terapeutico di centri specializzati
universitari o dell’aziende sanitarie
individuati dalle Regioni o dalle province
autonome di Trento e Bolzano.
GLOBUREN
1 siringa tamp fosf
3000 UI / 0,3 ml
C
Prescrivibile dal 16/11/01
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta a REGISTRO USL
con possibilità di distribuzione diretta
anche da parte delle strutture pubbliche
previa eventuale prescrizione su diagnosi
e piano terapeutico di centri specializzati
universitari o dell’aziende sanitarie
individuati dalle Regioni o dalle province
autonome di Trento e Bolzano.
EPOXITIN
1 siringa tamp fosf
3000 UI / 0,3 ml
C
Prescrivibile dal 16/11/01
CLASSIFICATA IN CLASSE A
con applicazione della NOTA 12 e
sottoposta a REGISTRO USL
con possibilità di distribuzione diretta
anche da parte delle strutture pubbliche
previa eventuale prescrizione su diagnosi
e piano terapeutico di centri specializzati
universitari o dell’aziende sanitarie
individuati dalle Regioni o dalle province
autonome di Trento e Bolzano.
Prescrivibile dal 16/11/01
29
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
GURI N°210 DEL 10/09/01 DECRETI 1 agosto 2001
AVANDIA
4 MG 28 CPR RIV.
AMMONAPS
500 MG 1 flac HPDE
250 CPR
940 MG/G granulato
1 flac HPDE
266G di gran.+3 misur.
CLASSIFICATA
IN CLASSE H/RR
8 MG 28 CPR
Con distribuzione diretta del farmaco
RIV
ai pazienti ambulatoriali da parte delle
strutture universitarie o delle Aziende
sanitarie che hanno generato la
prescrizione del medicinale,o di
residenza del paziente.
AVANDIA è indicato solo nel trattamento orale di combinazione del diabete mellito di tipo 2 in
pazienti con insufficiente controllo glicemico dopo monoterapia orale con metformina o con una
sulfanilurea,somministrata alla dose massima tollerata:
 In combinazione con metformina solo in pazienti obesi;
 In combinazione con una sulfanilurea solo in pazienti con intolleranza alla metformina o
nei quali l’uso di metformina è controindicato.
15 MG 28 CPR
GLUSTIN
CLASSIFICATA
30 MG 28 CPR
IN CLASSE H/RR
Con distribuzione diretta del farmaco
ai pazienti ambulatoriali da parte delle
strutture universitarie o delle Aziende
sanitarie che hanno generato la
prescrizione del medicinale,o di
residenza del paziente.
GLUSTIN è indicato solo in combinazione nel trattamento orale del diabete mellito di tipo 2 in
pazienti con insufficiente controllo glicemico nonostante la massima dose tollerata di monoterapia
orale sia con metformina sia con una sulfanilurea:
 In combinazione con metformina solo in pazienti obesi;
 In combinazione con una sulfanilurea solo in pazienti che mostrano intolleranza a
metformina o per i quali metformina è controindicato.
GURI N°212 DEL 12/09/01 DECRETI 1 agosto 2001
FENILBUTIRRATO
SODICO
CLASSIFICATA
CLASSE H
30
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
XELODA
150 MG
60 CPR RIV
150 MG
120 CPR RIV
CLASSIFICATA
IN CLASSE H/OSP
Con distribuzione diretta del farmaco ai
pazienti ambulatoriali da parte delle
strutture universitarie o delle Aziende
sanitarie che hanno generato la
prescrizione del medicinale,o di
residenza del paziente.
ACTOS
15 MG 28 CPR
30 MG 28 CPR
CLASSIFICATA
IN CLASSE H/RR
Con distribuzione diretta del farmaco ai
pazienti ambulatoriali da parte delle
strutture universitarie o delle Aziende
sanitarie che hanno generato la
prescrizione del medicinale,o di
residenza del paziente.
ACTOS è indicato solo in combinazione nel trattamento orale del diabete mellito di tipo 2 in
pazienti con insufficiente controllo glicemico nonostante la massima dose tollerata di monoterapia
orale sia con metformina sia con una sulfanilurea:
 In combinazione con metformina solo in pazienti obesi;
 In combinazione con una sulfanilurea solo in pazienti che mostrano intolleranza a
metformina o per i quali metformina è controindicato.
31
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
GURI N°240 DEL 15/10/01 PROVVEDIMENTI 4 giugno 2001
FLUOXETINA
GNR
med.generico
20 MG 28 CPS
LORICIN
250/500 MG+SOLV.
BB.IM.IV.
C
CLASSIFICATA IN CLASSE A
PRESCRIVIBILE DAL 01/12/01
C
CLASSIFICATA IN CLASSE A
PRESCRIVIBILE DAL
32
REGIONE SICILIANA
AZIENDA U.S.L. N. 6
DIPARTIMENTO DEL FARMACO
SPECIALITA’
FORMA
CLASSE
MEDICINALE FARMACEUTICA
MOTIVO
GURI N°262 DEL 10/11/01 DECRETO 12 ottobre 2001
ALIMIX
CIPRIL
PREPULSID
10 MG 30 CPR
B
SOSPENSIONE CAUTELARE
0,1% SOSP.OR.FL200 ML
SU
0,1% SOSP.OR.FL100 ML PRESCR.
3G GRAN EFFER..30
OSPEDAL DECORRENZA IMMEDIATA
BUST
10/11/01
5 MG 28 CPR OROSOL.
10 MG 28 CPR OROSOL
10 MG 30 CPR
B
SOSPENSIONE CAUTELARE
0,1% SOSP.OR.FL200 ML
SU
0,1% SOSP.OR.FL100 ML PRESCR.
3G GRAN EFFER..30
OSPEDAL DECORRENZA IMMEDIATA
BUST
10/11/01
5 MG 28 CPR OROSOL.
10 MG 28 CPR OROSOL
1 MG SOSP 30 BUST.5
ML
1MG SOSP 30 BUST 10
ML
10 MG 30 CPR
B
SOSPENSIONE CAUTELARE
0,1% SOSP.OR.FL200 ML
SU
0,1% SOSP.OR.FL100 ML PRESCR.
3G GRAN EFFER..30
OSPEDAL DECORRENZA IMMEDIATA
BUST
10/11/01
1MG SOSP 30 BUST 10
ML
Non si assumono responsabilità per eventuali inesattezze in cui si potesse casualmente incorrere
33
Scarica