La tecnica "Diep" per la ricostruzione dopo mastectomia

annuncio pubblicitario
This page was exported from CANNIZZARO SALUTE [ http://www.cannizzarosalute.it ]
Export date: Wed May 31 21:17:12 2017 / +0000 GMT
La tecnica "Diep" per la ricostruzione dopo mastectomia
Il prof. Rosario Perrotta, direttore dell'UOC di Chirurgia Plastica
Ricostruire il seno devastato dal cancro, senza l'impianto di protesi ma con il ricorso a tessuti “propri”,
recuperando un aspetto molto simile a quello perso a causa dell'intervento chirurgico. Sono alcuni dei vantaggi
che offre la tecnica di ricostruzione della mammella effettuata con il DIEP (Deep Inferior Epigastric Perforator)
in donne che hanno subito interventi chirurgici demolitivi del seno a causa di patologie oncologiche, e che è
praticata anche a Catania, presso l'Azienda Ospedaliera Cannizzaro, nell'U.O.C. di Chirurgia Plastica diretta dal
Prof. Rosario Perrotta.
La peculiarità di questa tecnica microchirurgica, la più avanzata per la ricostruzione post-mastectomia, consiste
nel trapianto, nell'area della mammella interessata dall'asportazione, di un lembo di cute e grasso addominale in
eccesso, prelevato al di sotto dell'ombelico. Rispetto ad altre operazioni di ricostruzione mammaria, che
consistono nell'asportazione di tessuti dal dorso o dall'addome con conseguente danno nella zona di prelievo,
l'impiego del DIEP offre diversi vantaggi. “Il trasferimento – spiega il Prof. Rosario Perrotta – comprende, come
un vero e proprio trapianto, anche i vasi che, attraversando la parete muscolare, irrorano il tessuto adiposo
addominale e la cute sovrastante e permettono di ricollegare il lembo trasferito al sistema vascolare del torace
che viene, così, regolarmente perfuso e ossigenato. Inoltre, particolare molto importante, si evita di danneggiare
la parete muscolare addominale con conseguente danno funzionale”.
Intervento di chirurgia plastica al Cannizzaro
Al confronto con altre tecniche, la ricostruzione con tessuti autologhi come quella con il DIEP riduce in maniera
determinante i rischi di infezione, esclude la possibilità di “contratture capsulari” presenti spesso in caso di
impianto di protesi e consente di potere fare radioterapia, talora necessaria come complemento del trattamento
oncologico ma poco compatibile con la presenza di protesi mammarie. “I tempi di recupero sono molto brevi:
l'ospedalizzazione dura circa una settimana e nel giro di un mese la paziente può tornare alla vita normale. Sul
piano estetico, la mammella ricostruita è molto simile a quella naturale per colore, consistenza, comportamento
in movimento e partecipa in maniera coerente al fisiologico invecchiamento e – aggiunge Perrotta – altro
particolare non indifferente è rappresentato dal miglioramento indiretto dell'aspetto dell'addome che risulta
appiattito e rimodellato a seguito del prelievo del lembo”. L'operazione può essere completata, se necessario,
con l'adeguamento della mammella ricostruita a quella sana e, mediante tecniche di integrazione volumetrica
con grasso (lipofilling), si possono meglio definire i dettagli.
Con questa metodica, l'UOC di Chirurgia Plastica (composta, oltre che dal direttore, dai chirurghi Salvo
Comitini, Renato Fortuna, Gianluca Pompili e Maria Stella Tarico) completa l'offerta di chirurgia ricostruttiva
della mammella e si pone come riferimento nel territorio. L'Unità Operativa Complessa di Chirurgia Plastica
dell'Azienda Cannizzaro è centro all'avanguardia nelle tecniche microchirurgiche, è l'unico da Napoli in giù
accreditato e certificato dalla Sicm (Società italiana di Chirurgia della Mano) come centro “CUMI”
(Coordinamento Urgenze Mano Italia) e collabora con altri centri della Sicilia e del Sud Italia offrendo assistenza
nel trattamento della traumatologia complessa degli arti, soprattutto quando sono richieste metodiche
ricostruttive complesse.
Post date: 2013-02-11 16:03:32
Post date GMT: 2013-02-11 15:03:32
Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. MS Word saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard