Scarica l`allegato

annuncio pubblicitario
PROTEZIONE CIVILE
POST – EMERGENZA: LA SEGNALAZIONE DEI DANNI
a cura del Dottor Roberto Novelli
Comandante della Polizia Municipale di Brescia
La procedura per la segnalazione dei danni occorsi a eventi calamitosi prevede
una specifica procedura che gli enti locali devono seguire.
La direttiva Regionale prevede l’utilizzo esclusivo da parte degli Enti Locali
del sistema informatico Ra.S.Da. ovverosia “Raccolta Schede Danni”, segnalazioni
da inoltrare esclusivamente on-line e nonché verificate e validate dalle sedi territoriali
regionali.
Le schede, predisposte dalla Regione e compilate dai tecnici degli Enti Locali,
firmate dal Sindaco, o suo legale rappresentante, devono quantificare nonché stimare
i danni, la tipologia dell’evento calamitoso e indicare altre notizie richieste dalla
Regione.
La Regione, previa valutazione della scheda, avrà un quadro sintetico, ma
immediato, della situazione complessiva e quindi potrà orientarsi per chiedere al
Governo centrale la dichiarazione dello stato di emergenza, ai sensi dell’articolo 5
della Legge Nazionale 225/92.
La prima scheda “A” deve essere inviata entro 7 giorni, mentre le schede “B”
e “D”, ove la valutazione dei danni dovrà essere più dettagliata, verranno inviate
successivamente.
Il sistema Ra.S.Da. richiede l’utilizzo di un computer connesso ad Internet, una
risoluzione video minima di 800x600 di Microsoft Internet Explorer versione 5.5 o
successive per la visualizzazione e scarico della documentazione è necessario
Acrobat Reader.
Per poter utilizzare il sistema Ra.S.Da. è necessario collegarsi al sito della
Protezione
Civile
della
Regione
Lombardia,
all’indirizzo
Internet
www.protezionecivile.regione.lombardia.it e selezionare il link “compilazione schede
online sistema Ra.S.Da.”.
Le pagine visualizzate permettono di scaricare il manuale di utilizzo del
sistema con le schede, di ottenere il visualizzatore Acrobat Reader e di attivare il
sistema Ra.S.Da.
Per quanto riguarda i danni occorsi a privati cittadini o ad attività produttive, è
prevista la presentazione dell’apposita scheda “C” ai Comuni, i quali inoltreranno i
prospetti riepilogativi “D”, sempre tramite il sistema Ra.S.Da.
Le richieste di contributi saranno valutate dalle competenti strutture della
Regione e l’erogazione dei rimborsi sarà subordinata all’effettiva disponibilità dei
fondi statali o regionali, con specifiche procedure di controllo da parte delle sedi
territoriali regionali.
Secondo quanto previsto dalla normativa, gli eventi calamitosi a livello
regionale vengono dichiarati dall’Assessore alla Protezione Civile Prevenzione e
Polizia Locale e nei casi di gravità il Presidente della Giunta Regionale richiede al
Governo centrale il riconoscimento di stato di calamità perché evento di rilevanza
nazionale.
Sono in corso la verifica e revisione delle schede, con inserimento nel sito della
Protezione Civile della Regione Lombardia, pagina segnalazione danni.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
- Legge 24 febbraio 1992 n. 225 “Istituzione del servizio nazionale di Protezione
Civile”.
- Decreto Legge 7 settembre 2001 n. 343 Convertito con modificazioni in Legge
9 novembre 2001 n. 401. “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento
operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per
migliorare la strutture logistiche nel settore della difesa civile”.
- Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2008
“Indirizzi operativi per la gestione delle emergenze”.
La direttiva definisce il modello organizzativo di risposta all’emergenza,
evidenziando le varie competenze che la Legge 225/92 assegna alle diverse
amministrazioni coinvolte.
Oltre che nella citata direttiva, nell’allegato decreto, di pari data, vengono
definiti l’organizzazione e il funzionamento di SISTEMA, centro di coordinamento
nazionale attivo presso il Dipartimento della Protezione Civile.
- Legge Regionale 22 maggio 2004 n. 16 “Testo Unico delle disposizioni
regionali in materia di protezione civile”
- Decreto Giunta Regionale 7 febbraio 2005 n. VII/20486 “Direttiva regionale
per la gestione della post emergenza” .
- Sistema per la raccolta delle Schede Danni (Ra.S.Da), manuale utente.
- Procedure per la dichiarazione dello stato di crisi regionale e atti connessi alle
emergenze di protezione civile di livello regionale, ai sensi della Legge
Regionale 5 gennaio 2000 n. 1, art. 3 commi 147, 148, 149, 150.
- Manuale operativo – Unità di crisi Regionale (UCR) e per la dichiarazione
dello stato di crisi per situazioni di emergenza a livello regionale.
- Decreto 23 dicembre 2003 n. 022815 “Procedure interdirezionali per la
gestione delle emergenze di protezione civile”.
- Decreto 7 marzo 2005 n. 003408 “Dichiarazione di attivazione e operatività del
centro funzionale regionale presso la sala operativa dell’unità organizzativa di
protezione civile a cura della Regione Lombardia”.
Per eventuali approfondimenti.
www.protezionecivile.it
www.protezionecivile.regione.lombardia.it
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

creare flashcard