Il metodo logico-storico di Marx

annuncio pubblicitario
'Il metodo logico-storico di Marx'
"La descrizione che nel 1859 Engels diede di questo metodo di studio della 'Critica
dell'economia politica' di Marx è la più incisiva che sia apparsa sinora; il brano che segue può
essere presentato così senza alcun tono apologetico: "La critica dell'economia... poteva essere
intrapresa in due modi: storicamente o logicamente. Poiché nella storia, come nel suo riflesso
letterario, l'evoluzione va pure, in sostanza, dai rapporti più semplici ai rapporti più complicati, lo
sviluppo storico-letterario dell'economia politica offriva un filo conduttore naturale a cui la critica
poteva aggrapparsi, e in sostanza le categorie economiche sarebbero apparse anche in questo
caso nello stesso ordine che nello sviluppo logico. Questa forma offre il vantaggio apparente di
una maggiore chiarezza, poiché viene seguita l'evoluzione 'reale', ma in realtà essa si
ridurrebbe tutt'al più, a un'esposizione più popolare. La storia procede spesso a salti e a zigzag,
e si sarebbe dovuto tenerle dietro dappertutto, il che avrebbe obbligato non solo a inserire molto
materiale di poca importanza, ma anche a interrompere spesso il corso delle idee. Inoltre non si
può scrivere la storia dell'economia senza quella della società borghese, e il lavoro non sarebbe
mai arrivato alla fine, perché mancano tutti i lavori preparatori". "Il modo logico di trattare la
questione era dunque il solo adatto. Questo non è però altro che il modo storico unicamente
spogliato dalla forma storica e degli elementi occasionali perturbatori. Nel modo come comincia
la storia, così deve pure incominciare il corso dei pensieri, e il suo corso ulteriore non sarà altro
che il riflesso in forma astratta e teoricamente conseguente del corso della storia; un riflesso
corretto, ma corretto secondo leggi che il corso stesso della storia fornisce, poiché ogni
momento può essere considerato nel punto del suo sviluppo in cui ha raggiunto la sua piena
maturità e la sua classicità" (F. Engels, 'Per la critica dell'economia politica' (recensione) in
appendice a K. Marx, Per la critica dell'economia politica, 1971, pp. 208-9). Ciò costituisce
dunque un altro importante aspetto del metodo generale di analisi proprio di Marx. Anche se
non vi è dubbio che questa impostazione "logico-storica" fu talvolta spinta all'eccesso (per
ragioni che lo stesso Marx parzialmente addusse nel "Poscritto alla seconda edizione" tedesca
del 'Capitale') essa si è però dimostrata, nelle sue mani, complessivamente molto feconda,
soprattutto in rapporto (...) alla teoria del valore sviluppata nel 'Capitale'" [Ronald L. Meek, Studi
sulla teoria del valore-lavoro, 1973]
1/1
Scarica
Random flashcards
biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard