Oman 26 gennaio- 5 febbraio 2017

annuncio pubblicitario
DESERT THERAPY
OMAN
Terra incognita
Viaggio –trekking tra montagne, dune e oceano
11 giorni
PROGRAMMA DI VIAGGIO
con Carla Perrotti
1° giorno / Italia – Muscat
Partenza al mattino con voli di linea dall’Italia per Muscat. Arrivo in Oman in serata,
accoglienza in aeroporto da parte dello staff locale e trasferimento in hotel. Pasti a bordo
e pernottamento in hotel.
2° giorno / Muscat – Wahiba Sands (circa km 280 di cui km 100 di deserto)
Dopo la prima colazione in hotel partenza verso l’interno con le vetture fuoristrada (tipo
Toyota Land Cruiser, Nissan Patrol o similari). Si supera la catena di montagne
dell’Hajar e si entra nell’ambiente desertico che caratterizza tutta la parte interna
dell’Oman. In circa 2 ore si raggiungono le Wahiba Sands, grande estensione di deserto
sabbioso che occupa la parte orientale del paese fino alla costa dell’oceano Indiano. Ci si
inoltra quindi tra le dune rosse del deserto. Man mano che ci si inoltra nel deserto la
sabbia prende sempre più il sopravvento; enormi dune di sabbia rossa punteggiate da
radi cespugli delimitano corridoi lungo i quali si viaggia. A volte i corridoi si chiudono
ed è necessario scavalcare le creste sabbiose; si è completamente immersi in un
universo di sola sabbia. Avvicinandosi alla costa la sabbia diventa più gialla e le dune
diventano più alte e più pure. Campo tra le dune e cena sotto le stelle del deserto. Cena
e pernottamento.
I campi mobili sono allestiti ogni sera con gli equipaggiamenti a bordo delle vetture.
Sono fornite tende del tipo a igloo per due persone (o in uso singola) e materassini in
gommapiuma. E’ necessario portare il proprio sacco a pelo e un cuscino. Il montaggio
delle tende, molto facile e veloce, è a cura dei partecipanti e lo staff è disponibile in
caso di evenienze. Per le cene si utilizzeranno tavoli e sedie da campeggio. La cucina
sarà curata dallo staff. Acqua, in quantità moderata, e catini saranno a disposizione per
lavarsi.
3° giorno / deserto di Wahiba Sands – baia di Al Khaluf (km 100 di pista)
Si continua nel deserto in una zona dove è possibile incontrare accampamenti dei
nomadi Wahiba, le cui donne portano a volte le caratteristiche burqa, le maschere
facciali nere. Si raggiunge il paese di Mahoot dove si effettuano i rifornimenti e si
pranza in un semplice ristorantino locale. La pista conduce poi sulla costa desertica. Si
segue la costa dell’Oceano Indiano e si proseguirà viaggiando con i nostri fuoristrada
lungo spiagge deserte che si perdono in un mare colore turchese, a pochi metri dalle
onde, in mezzo a miriadi di uccelli che si innalzano in volo, piccoli villaggi di pescatori.
In alcuni villaggi c’è la possibilità di assistere al rientro dei pescatori con le loro barche
cariche di pesce e la conseguente lavorazione proprio sulla spiaggia (se le condizioni del
mare e del vento hanno permesso l’uscita dei pescatori). Arrivo nella splendida baia di
Al Khaluf, forse la baia più bella di tutta la costa dell’Oman: dune di sabbia
bianchissima che si perdono nelle acque verdi-blu. Un luogo dove vale la pena
pernottare. Suggestivo campo tra le dune a pochi metri dalla spiaggia. Il passaggio delle
auto sulla spiaggia è vincolato dall’andamento della marea.
4° giorno / baia di Al Khaluf – deserto del Rub Al Khali (km 200 di pista)
Dalla costa seguendo piste appena tracciate, si raggiunge la strada asfaltata che collega il
Nord con il Sud del paese. Si attraversa la strada e ci si dirige verso il confine con
l’Arabia Saudita dove iniziano le dune del deserto del Rub Al Khali nell’area chiamata
Ramla (sabbia) Gharbaniyat. Campo tra le dune.
5°-6°-7°-8°_ giorno / trekking nel deserto del Rub Al Khali
Giornate dedicate al trekking nel deserto. Le vetture si incontreranno solo alle sera.
9° giorno / Rub Al Khali - Nizwa (km 350 di asfalto)
Si lascia il deserto e con un percorso su strada si raggiunge la cittadina di Nizwa alla
base delle montagne. Cena e pernottamento in hotel.
10° giorno / Nizwa – monti dell’Hajar - Muscat (km 180 di pista e asfalto)
Alcune ore dedicate alla visita di questa caratteristica cittadina, dal souk al forte. Il
mercato è stato ristrutturato ma ha mantenuto lo stile tradizionale: i vari quartieri dei
mestieri sono ancora divisi tra di loro. La città è dominata dalla torre del forte alta più
di quaranta metri, magnificamente restaurata: era il palazzo del Sultano Bin Said,
vincitore dei portoghesi. Dall'alto del camminamento di ronda si gode una stupenda
vista sulla città e sul palmeto circostante. Si parte poi per percorrendo la bella strada che
scavalca le montagne passando da un passo di oltre 2000 m. da cui si gode una superba
veduta sulle catene di montagne che presentano differenti colori. La catena montagnosa
dell’Hajar, con cime che raggiungono i 3.000 metri, corre parallela alla costa.
Raggiunto il passo si discende verso la costa percorrendo una tortuosa ma spettacolare
pista fino a raggiungere nel pomeriggio Muscat, città molto ordinata e pulita con
un’architettura tradizionale non deturpata da palazzoni e grattacieli, che è costituita da
vari agglomerati urbani che occupano i piccoli golfi delimitati da imponenti montagne
aride. Si visita dall’esterno l’interessante e imponente palazzo del Sultano, circondato
da stupendi giardini fioriti e, percorrendo la bella “corniche” si raggiunge Mutrah, il
porto, dove si trova il souk coperto, con stradine e vicoli straripanti di merci
prevalentemente di origine orientale. Arrivo in hotel nel tardo pomeriggio, cena libera,
alcune camere a disposizione per cambiarsi e trasferimento in aeroporto. Partenza con
voli di linea, pernottamento a bordo.
11° giorno / Muscat – Milano
Arrivo in Italia in mattinata.
Sistemazioni solitamente previste (o similari di pari livello):
Muscat: Holiday Muscat Hotel 4*
Nizwa: Al Diyar Hotel 4*
Muscat: Holiday Muscat Hotel 4* (ultimo giorno, camere in day-use ogni 4 persone)
Altre informazioni:
Trasporti – Si utilizzano automezzi fuoristrada tipo Toyota Land Cruiser o similari
con 4 passeggeri per auto, condotti da autisti locali. Guida italiana esperta del paese.
Pernottamenti – Per le notti previste in campo si utilizzano tende del tipo a igloo
per due persone (o in uso singola) e materassini in gommapiuma. Lo staff locale
prepara tutti i pasti. L’allestimento delle tende, molto facile e veloce, è a cura dei
partecipanti e lo staff è disponibile in caso di evenienze. E’ necessario portare il
proprio sacco a pelo e un cuscino. Per i pasti, tutti a cura dallo staff, si utilizzano
tavolini e sedie tipo campeggio. Acqua , in quantità moderata, e catini saranno a
disposizione per lavarsi.
Clima – In Oman il clima è temperato-caldo e secco (più umido sulla costa),
soleggiato con poca escursione termica tra giorno e notte. In inverno le medie sono di
25°-30° di giorno e 15°-18° di minima. Nei mesi autunnali e primaverili le
temperature diurne oscillano attorno ai 30°-35° e quelle notturne circa 18°-20°. In
estate le temperature sono calde (circa 40° di giorno) nel deserto di Wahiba Sands, ma
temperate mitigate dai venti marini lungo la costa dell’Oceano (30°-35° di giorno, 20°
di notte). L’acqua del mare è tiepida tutto l’anno e permette di fare bagni.
Disposizioni sanitarie – Non è richiesta alcuna vaccinazione.
Formalità burocratiche – E’ richiesto il visto consolare, rilasciato all’aeroporto di
Muscat al momento dell’arrivo previo relativo pagamento di 20 Omani Riali (circa 45
Euro), per soggiorni nel paese oltre i 10 giorni. Il passaporto deve avere validità
superiore ai 6 mesi dalla data di ingresso nel paese e deve avere almeno 2 pagine libere.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard