Namibia Tour con volo - ICE Travel Tour Operator

annuncio pubblicitario
© Copyright Riservato
Tour in NAMIBIA
Fascino Namibiano
Il fascino della natura incontaminata.
Mille differenti deserti che s'inseguono, interrotti solo da canyon spettacolari,
definiti da coste desolate dove dune alte come montagne si inabissano in un
Oceano rabbioso. Qui si trovano realtà contrastanti: le cittadine di origine tedesca,
gli insediamenti Himba (i pastori nomadi difficili da trovare), la Skeketon Coast e il
Parco Etosha. La Namibia è una terra antica dal fascino irresistibile che è molto di
più del mal d'Africa: è la riscoperta della genesi stessa della vita.
La namibia è uno dei paesi meno popolati al mondo ed è un incantevole
patrimonio del mondo. Una bellezza unica ed indescrivibile. Questo viaggio è
l’ideale per chi vuole incontrare la terra vera, il passato, villaggi o tribù, come quella
degli himba che hanno scritto nell’anima il loro rifiuto per il mondo moderno.
Paesaggi, parchi naturali e deserti leggendari, vi attendono.
L'attrattiva principale è indubbiamente il bellissimo parco nazionale di Etosha dove,
grazie al terreno pianeggiante e alla scarsissima vegetazione vi si possono avvistare
di frequente una ricca varietà di animali: elefanti, leoni, rinoceronti, zebre, giraffe,
ghepardi e una grande varietà di rettili.
Un'altra attrattiva è lo stupendo deserto del Namib le cui dune di sabbia (a
Sossusvlei), dalle tonalità dal rosso all'albicocca a seconda della luce del giorno,
oltrepassano anche i trecento metri di altezza. A sud del paese, in prossimità del
confine con il Sud Africa, si trova uno dei canyon più profondi e vasti esistenti: il
Fish River Canyon.
La Namibia è bagnata a occidente dalle fredde acque dell'Oceano Atlantico. Il
contrasto tra le bollenti dune del deserto, che si tuffano sulla costa e il mare freddo
genera frequenti nebbie contribuendo ad un clima mite e spesso suggestivo.
Dal paesaggio solitario, la Skeleton Coast che deve il suo nome alle carcasse di
navi naufragate, regala suggestivi paesaggi: a sud vive la più ricca colonia di
pinguini dell'Africa australe e a nord, presso Cape Cross, un'altrettanta ricca colonia
di otarie (se ne stimano circa 100mila!).
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
Da Windhoek a Windhoek
Maggio - Novembre
Escursioni
Parco Nazionale
Etosha
Safari
Moon Valley
Dune di Sossusvlei
Skeleton Coast
© Copyright Riservato
NAMIBIA: La Natura Selvaggia e Incontaminata
© Copyright Riservato
Mappa indicativa del percorso..
Itinerario
L’atmosfera e i luoghi naturalistici che rendono
meravigliosa la Namibia - 2014
Tour di 12 giorni e 10 notti
9 Agosto: Milano – Windhoek
Partenza con volo di linea per Windhoek, scalo in
Europa. Cena e pernottamento in aereo.
10 Agosto: Windhoek
Arrivo a Windhoek, disbrigo delle formalità
doganali e incontro con la guida e tarasferimento
in hotel. Sistemazione presso l’Hotel Heinitzburg in
camera deluxe con trattamento di pernottamento
e prima colazione.
11 Agosto: Windhoek – Sussusvlei
Dopo colazione in hotel, trasferimento privato
all’eroporto e partenza con volo ultraleggero per
vostro lodge a Sussusvlei. Possibile scalo
intermedio. Arrivo e sistemazione presso il Kulala
Desrt Lodge dove è prevista la sistemazione in
Chalet con trattamento All iInclusive.
11 – 13 Agosto: Kulala Desrt Lodge
Situate in una riserva privata di 21.000 ettari di
terreno, a 350 km da Windhoek ed a 380 km da
Swakopmund, ai confini con il Namib Naukluft
Park, questa struttura offre delle bellissime vedute
delle dune di Sossusvlei e del magnifico panorama
di montagne e pianure.
Kulala in lingua Oshiwambo significa “dormire” e di
conseguenza camera o alloggio.
Com’è noto il punto di maggiore interesse della
zona è il magnifico paesaggio, non l’osservazione
degli animali, tuttavia della fauna presente gli
animali maggiormente avvistati nella zona sono:
orici, springbock, volpi, struzzi e sciacalli. Alcune
iene si possono vedere la notte.
Il Kulala Desert Lodge è composto da 14 chalets su
piattaforme sopraelevate con servizi privati e tetto
di paglia, veranda privata e terrazza privata sul
tetto del bagno. Materassi possono essere portati
sul tetto di ogni chalet per chi desidera dormire
sotto le stelle.
Le aree comuni, ispirate al décor del Nord Africa,
sono composte di soggiorno, pub, zona pranzo e
piccola piscina, si affacciano su una piccola pozza
d’acqua e sono collocate in un punto ideale per
ammirare gli splendidi tramonti del deserto. Le
passeggiate in jeep 4 x 4 all’alba vengono
effettuate passando da un accesso privato sul
Tsauchab River.
Le attività proposte in questi campi sono:
passeggiate nel deserto con automezzo da 10
posti oppure jeep 4 x 4 per osservare la fauna
locale; passeggiate a piedi per osservare la flora;
visita alle pitture rupestri San; visita a Sossusvlei e
Sesriem; ascese in mongolfiera (su prenotazione
prima della partenza e con supplemento) che
includono una prima colazione a base di
champagne; passeggiate a cavallo (con
supplemento); passeggiata scenografica al
tramonto con aperitivo a base di champagne.
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
13 Agosto: Sussusvlei – Damaraland
Dopo la prima colazione trasferimento alla pista
di decollo e partenza con volo light aircraft per il
Damaraland Camp. Qui è prevista la
sistemazione in tenda e trattamento All
Inclusive.
13 – 15 Agosto: Damaraland Camp
Situato nel Damaraland centrale a metà strada
tra Khorixas e Torra Bay, sulla parte Nord della
vallata del fiume Huab, con una spettacolare
vista sull’imponente massiccio del Brandberg, il
Damaland Camp offre al visitatore un panorama
spettacolare. Ogni mattina la nebbia che si
forma a causa dell’incontrarsi dell’aria fredda
dell’Oceano con quella calda proveniente dalla
Skeleton Coast percorre il canyon del fiume e
permette così lo svilupparsi della flora e della
fauna. Benché anche questo campo abbia più
paesaggi che fauna da offrire, qui si possono
vedere i rari elefanti del deserto, adattati ad una
vita ingrata. Vi sono anche gemsbock,
springbock, struzzi ed altri animali.
Il Damaraland camp è costituito da 10 tende con
servizi privati ed acqua corrente, dotate di porte
ed affacciate sulla vallata. Tè e caffè di buon
mattino vengono portati in ogni tenda.
La zona pranzo e la zona soggiorno si trovano in
una tenda a parte insieme al pub. Il campo
dispone di una piscina eccezionale scavata nella
roccia.
Vi è un’area per cena all’aperto con un focolare,
il campo dispone inoltre di un piccolo negozio.
Le attività proposte consistono in passeggiate in
jeep 4 x 4 e safari a piedi guidati.
Il campo offre la pensione completa ed attività
incluse con vino della casa incluso a cena.
15 Agosto: Damaraland – Skeleton Coast
Dopo la prima colazione trasferimento alla pista
di decollo e partenza con volo light aircraft per
l’Hoanib Skeleton Coast Lodge. Sistemazione in
camere standard e trattamento All Inclusive.
15 – 17 Agosto: Hoanib Skeleton Coast Lodge
Hoanib Skeleton Coast Camp gode di una
posizione scenografica, in un'ampia vallata alla
confluenza di due affluenti del fiume Hoanib
nella parte settentrionale del private Palmwag
Concession. La sua posizione a cavallo tra l'area
Palmwag e il Parco Nazionale Skeleton Coast, in
una delle zone più remote del Kaokoveld. La sua
esclusività è data dall’accessibilità solo con aerei
leggeri. Il campo si compone di sette tende,
ciascuna fornita di eleganti camere con bagno
privati. Affiancato ad est e ad ovest dalle colline,
il campo si affaccia sullo sbalorditivo e splendido
scenario del fiume Hoanib e offre ai suoi ospiti
tutti i lussi e comfort per un soggiorno
indimenticabile.
Le attività proposte consistono in passeggiate in
jeep 4 x 4 e safari a piedi guidati e sorvolo
panoramico sulla Skeleton Coast. Il campo offre
la pensione completa ed attività incluse con vino
della casa incluso a cena.
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
17 Agosto: Sleleton Coast – Parco Etosha
Dopo la prima colazione trasferimento alla
pista di decollo e partenza con volo light
aircraft per Ongava Lodge. Sistemazione in
Chalet con servizio privati e trattamento All
Inclusive.
17 – 19 Agosto: Ongava Lodge
Situati nella Ongava Game Reserve, una
riserva privata di 30.000 ettari di estensione
adiacente all’Anderson Gate, al confine
meridionale del Parco Nazionale Etosha, si
trovano queste sistemazioni di lusso, che
vengono annoverate tra le migliori della
Namibia.
L’Ongava Game Lodge, situato nei pressi
della cima di una collina, è costituito da 12
chalets in mattoni, roccia e paglia, ognuno
dei quali corredato di aria condizionata,
servizi privati, veranda privata, asciugacapelli,
zanzariere. I pasti sono serviti sia nella zona
pranzo principale, con vista sulla pozza
d’acqua di fronte al campo, sia sulla veranda
per cene sotto le stelle; le aree comuni
comprendono poi un bar, una piscina, la
reception, un piccolo negozio che vende
oggetti africani e capi di abbigliamento col
marchio del Lodge, una biblioteca.
Il Lodge è stato citato dalla Condé Nast
Traveller Gold Reserve List per l’anno 2005.
Il servizio lavanderia è incluso nella tariffa del
campo, così come il vino della casa per cena
e le bevande durante i safari.
19 Agosto: Windhoek – Milano
Dopo la prima colazione trasferimento alla
pista di decollo e partenza con volo light
aircraft per l’aeroporto di Windhoek e
partenza per il rientro in Italia.
Pernottamento a bordo.
Arrivo a Milano e fine dei servizi.
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
Deserto del Namib
Un’arida distesa di immense dune di sabbia che
si stendono a perdita d’occhio dove le
precipitazioni non riescono a compensare
l’evaporazione causata dal sole dei tropici.
Eppure il Namib è “il deserto che vive” grazie
all’abbondante umidità portata dalle frequenti
nebbie che dalla costa possono penetrare fino a
100 km all' interno grazie all'azione del vento.
Quest' umidità permette la presenza di
un'abbondante flora e fauna, che annovera sia
animali di piccola taglia (coleotteri, scorpioni e
camaleonti) che più grandi come struzzi ed
orici, perfettamente adattatti a vivere in queste
lande prive di acqua superficiale.
Il deserto del Namib si divide tra Parco
Nazionale del Namib Naukluft (quasi 50.000
chilometri quadrati), la Diamond Area 1 a sud
(area ad accesso limitato causa la presenza di
stabilimenti per l’estrazione diamantifera) ed Il
National West Coast Tourist Recreation Area a
Nord dove si trovano Swakopmund e Cape
Cross.
L’accesso al Namib Naukluft avviene dalla porta
di Sesriem da dove parte una pista asfaltata che
taglia un corridoio che scorre tra torreggianti
dune sabbiose tra cui la celeberrima Duna 45,
spesso quasi sommersa da una folla di turisti.
La pista porta nel cuore stesso del parco a
Sossusvlei; chi dispone di un veicolo 4x4 potrà
percorrere in libertà gli ultimi spettacolari 5
chilometri della pista, senza doversi fermare
all’ultimo parcheggio (da cui in ogni caso parte
una navetta).
Da Sossusvlei si prosegue solo a piedi
attraverso dune svettanti; basterà letteralmente
girare l’angolo per immergersi nel Namib, dove
regnano solo sabbia rossa ed un silenzio quasi
sovrumano. Attenzione a non perdere
l’orientamento ed avere sempre dell’acqua dato
che qui il sole disidrata la pelle con particolare
veemenza.
Molto interessante anche Dead Vlei, una
depressione formata dal letto disseccato di un
lago evaporato al cui centro è posto un gruppo
di alberi che il clima secco e la quasi assenza di
agenti organici hanno fossilizzato.
L’area del parco copre oltre 50.000 chilometri
quadrati di cui solo una minima parte è
accessibile al pubblico, attraverso l’ingresso di
Sesriem da cui parte la strada che, attraverso
l’omonimo canyon, dopo 60 chilometri circa
porta a Sossusvlei. L’accesso del parco è
rigidamente regolato e permesso solo negli
orari di apertura: i cancelli aprono dopo il
sorgere del sole e chiudono prima del
tramonto. L’alba ed il tramonto a regalano i
momenti più intensi ed emozionanti con i raggi
del sole che danno alle dune colori quasi irreali.
Momenti da vivere possibilmente nella più
assoluta solitudine, lontano dalle legioni di
turisti diretti alla Duna 45 ed a Sossusvlei.
(game drive diurni e notturni, escursioni a
piedi).
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
Damaraland
Una vasta area disabitata e selvaggia,
percorsa da piste spesso non segnate, che
offre con il Namib i paesaggi più
spettacolari ed impressionanti del paese. Un
mondo di roccia antica, con canyon e gole
di pietra modellate dall’azione del vento e
dalle rare piogge che sovente assumono un
carattere impetuoso dando origine a corsi
d’acqua effimeri, fiumi di sabbia che
prendono vita solo per pochi giorni l’anno.
Oltre ad ospitare giraffe, kudu, orici,
springbok, iene, rari leoni e leopardi, il
Damaraland è la terra degli elusivi, irascibili
e difficilmente avvicinabili elefanti e
rinoceronti del deserto. A proposito degli
elefanti del deserto è in corso un dibattito
scientifico per determinare se si tratta di
una sottospecie a sé stante oppure di
animali che si sono semplicemente adattati
a vivere in condizioni estreme. Nonostante
la taglia più piccola rispetto agli elefanti
della foresta e della savana, si tratta pur
sempre di pachidermi che necessitano
comunque di grandi quantità di cibo ed
acqua che qui sono scarsi. Ciò determina
areali piuttosto estesi che coprono decine e
decine di kmq. La Namibia, con il Mali, è
l’unico paese al mondo ad ospitare gli
elefanti del deserto che negli anni 90,
unitamente ai rinoceronti, sono stati
oggetto di una caccia spietata.
Ultimamente il governo namibiano ha
mostrato un maggiore e più deciso
impegno nel contrastare il bracconaggio ed
il numero dei pachidermi è in ripresa.
Skeleton Coast
La strada costiera che porta verso nord è in
condizioni talvolta pessime e la visibilità,
causa nebbie e foschie, è sempre pessima.
Una terra arida e desolata dove la presenza
umana è pressoché assente, al di là di
qualche raro e remoto insediamento.
L’area è sottoposta a vincolo ambientale
nell’ambito dello Skeleton Coast Park ed è
accessibile solo nella parte meridionale
(dove tra l’altro i relitti sono assenti in
quanto localizzati nella parte nord, in
prossimità del confne con l’Angola) dagli
ingressi di Mile 108 (180 km da
Swakopmund) e della R3245 ad ovest di
Khorixas.
Addentrarsi lungo costa significa percorrere
lunghe distanze su una strada in pessime
condizioni, con cattiva visibilità (causa
nebbie e foschie) e senza panorami di
particolare interesse. Le strutture ricettive
inoltre sono limitate e generalmente
spartane. Un sorvolo su di un piccolo aereo
da turismo è certamente la maniera migliore
per ammirare la Skeleton Coast.
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
Etosha National Park
Divenuto Parco Nazionale nel 1907 per volere del
governatore tedesco dell’Africa del Sud-Ovest, è uno dei
primi parchi naturali realizzati al mondo ed il più vasto
di tutta l’Africa, anche se la sua estensione originaria,
che era di 99.525 kmq, è stata ridotta notevolmente.
Oggi si estende su un territorio di 22.570 Kmq.
Situato all’estremo nord della Namibia, il Parco Etosha
ha una straordinaria concentrazione di fauna selvatica:
oltre 90 specie di mammiferi, dai grandi predatori ai
piccoli erbivori e 325 specie di uccelli, un vero paradiso
per gli appassionati di ornitologia. I buceri dal becco
giallo sono molto diffusi e a terra si possono vedere
enormi otarde di Kori.
Tra gli animali maggiormente avvistati vi sono leoni,
elefanti, leopardi, rinoceronti neri e ghepardi, impala,
oltre alle zebre ed alle giraffe. Si possono ammirare
inoltre varie specie di antilopi, dalla maestosa eland alla
più stupefacente gemsbok.Tra le specie in pericolo di
estinzione ci sono gli impala dal muso nero ed il
rinoceronte nero. La densità degli animali dipende dalla
vegetazione. Nella stagione secca invernale gli animali si
raggruppano intorno alle pozze d’acqua, mentre
durante i caldi e piovosi mesi estivi si disperdono e
trascorrono le giornate riparandosi nella boscaglia. Di
pomeriggio si possono vedere gli animali sotto gli alberi
che riposano. Le temperature estive possono
raggiungere i 44º C. Questo coincide anche con il
periodo dei parti ed è possibile scorgere qualche
piccolo.
Il nome del parco Etosha significa in lingua Owambo “il
grande luogo bianco dell’acqua asciutta”, perché le
piogge sono rare e la depressione centrale rimane quasi
sempre asciutta. L’Etosha Pan è infatti la vastissima
depressione salina che occupa buona parte della zona
orientale del Parco e che occasionalmente viene
raggiunta dalla acque provenienti dal bacino pluviale
dell'Angola. Questo bacino, di 4.950 chilometri quadrati,
viene riconosciuto come deserto salino con rara
vegetazione e uccelli dai molti colori; le sue origini
risalgono a 12 milioni di anni fa, quando era un basso
lago alimentato dalle acque del fiume Kunene. Negli
anni in cui le piogge sono abbondanti, la depressione
viene alimentata d’acqua da canali, alcuni dei quali sono
fiumi apparentemente prosciugati ed altri valli fluviali
fossili i cui corsi d’acqua oggi sono sotterranei.
Nella zona meridionale del parco, la vegetazione è
costituita da un'ampia fascia di alberi, particolarmente
bello è il balsam tree, la cui corteccia assume una
suggestiva sfumatura giallastra durante l'autunno
namibiano. Le strade sono di frequente abbellite dagli
ampi e ombrosi seringe trees. Gli alberi più diffusi nell’
Etosha sono quelli di Mopane, che circondano le saline e
costituiscono circa l’80 % dell’intera vegetazione.
La zona ribattezzata Haunted Forest (foresta incantata),
a ovest di Okaukuejo, deve il suo nome alla presenza
degli alberi meringa (Meringa Ovalifolia), che ricordano
gli enormi baobab dal piede di elefante ed il
leggendario boojum della Baja California messicana.
Secondo una leggenda san, dopo aver trovato una
collocazione a tutte le piante e a tutti gli animali della
terra, Dio scoprì di aver dimenticato un fascio di
meringa e lo lanciò in aria: le piante caddero sulla terra
con le radici rivolte verso l’alto e così rimasero.
La zona Est e la zona Sud del parco sono facilmente
percorribili da tutti i tipi di veicoli e la strade, anche se
sterrate, sono ben tenute e ben segnalate. All’interno
del Parco si trovano 3 campi aperti per i turisti:
Okaukejo, Halali e Namutoni. Il Campo Namutoni, molto
suggestivo, è costruito intorno ad un fortino tedesco
che originariamente serviva come posto di controllo
della regione del Nord.
© Copyright Riservato
Fascino Namibiano
FASCINO NAMIBIANO
Tour di 12 giorni e 10 notti
• Tasse di soggiorno, tasse turisitiche e tasse governative;
• Assicurazione medico/bagaglio di base.
DATE DI PARTENZA & PREZZI IN EURO
Minimo 4 partecipanti
Da Maggio a Novembre
Quote di partecipazione a persona:
Quota base in doppia a partire da
Quota apertura pratica
La quota NON comprende:
• Pasti e bevande non specificati nel programma;
• Mance ed extra di carattere personale;
• Assicurazione annullamento Viaggio;
• Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota
Comprende”.
€ 5.700,00
€
50,00
La quota comprende:
• Voli di linea intercontinentali in classe economica;
• Tasse aeroportuali;
• Sistemazione e trattamento come indicato nel programma;
• Escursioni e trasferimenti come indicato nel programma;
• 2 safari e/o attività al giorno (generalmente 1 al mattino e uno al
pomeriggio). Attività extra su base privata possono essere prenotate
anticipatamente con supplemento. maggiori dettagli su richiesta;
• Servizi, guide e staff in ogni lodge (parlanti inglese);
• Ingressi ai Parchi;
• Bevande come specificato nel programma;
• Servizio lavanderia;
• Voli su light aircraft come indicato;
N.B. La presente quotazione non costituisce proposta contrattuale ed è
soggetta a riconferma. I servizi ed i prezzi proposti potrebbero subire della
variazioni sulla base delle disponibilità reali all’atto della prenotazione.
© Copyright Riservato
Attività e Condizioni
© Copyright Riservato
I marchi presenti sono di proprietà dei rispettivi titolari
ICEtravel s.r.l.
Via Monte Amiata, 4 – 20149 Milano
Tel. +39 02 845 416 92 – Fax +39 02 479 514 77
[email protected]
www.icetravel.com
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

creare flashcard