piano dell`offerta formativa “a.bertola”

annuncio pubblicitario
PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA
SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO
“A.BERTOLA”
alunni scuola Bertola aa.ss. 2005/2012 (testata “Il Bertolino”- logo magliette)
Distretto Scolastico n. 46, Via Euterpe, 16. 47923 RIMINI (RN)
Tel 0541770040 / fax 0541770703
e-mail: [email protected]
sito web: www.smsbertola.it
P.O.F.
Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012 parlano di una scuola che si deve
costituire come luogo accogliente, che deve fornire le chiavi per apprendere, che
costruisce un’alleanza educativa con i genitori e che si apre al territorio circostante.
La scuola genera convivialità relazionale intessuta di linguaggi affettivi ed emotivi,
promuove la condivisione dei valori sviluppando l’unicità e la singolarità dell’identità
culturale di ogni studente, che contribuisce a formare una collettività ampia e composita
italiana, europea, mondiale.
La scuola secondaria di I grado Aurelio Bertola così vuole proporsi, come scuola attenta
alla centralità della Persona.
CONTESTO TERRITORIALE
Il nostro Istituto si trova nella zona Ovest della città, comprende zone residenziali ed
attività commerciali ed è ottimamente servito dai trasporti pubblici.
È anche facilmente raggiungibile a piedi e/o in bicicletta dai ragazzi, essendo circondato
da un’ampia zona verde, il parco Giovanni Paolo II (ex parco della Cava), che è inoltre
una preziosa risorsa per attività di ricerca ambientale sul campo e per attività sportive e
ricreative.
Il territorio circostante è contraddistinto da un’utenza dai vissuti socioculturali diversi che
sprona la scuola a comporre sempre nuove sinergie con i diversi soggetti pubblici e privati
e a favorire l’uso delle nuove tecnologie.
RISORSE DEL TERRITORIO
La scuola intrattiene una rete di rapporti istituzionali, tra cui emergono, oltre a quelli con
l’Amministrazione scolastica centrale e periferica, collaborazioni con soggetti pubblici e
privati. In particolare:
-
-
-
-
Assessorato alle Politiche educative, scolastiche, Università, Qualità della vita dei
bambini del Comune di Rimini: Integrazione, progetti per la qualificazione e
l’ampliamento dell’offerta formativa.
Assessorato alle Politiche culturali del Comune di Rimini: Collaborazioni con i
Musei Comunali, Cineteca, Biblioteca, Istituto Storico della Resistenza
Assessorato alla Protezione sociale, igiene e sanità, politiche per la famiglia e per
l’integrazione del Comune di Rimini: Collaborazioni per attività interculturali
Assessorato Formazione, scuola, lavoro della Provincia: Progetti per la
qualificazione e l’ampliamento dell’offerta formativa, orientamento, progetti integrati
per adulti.
Assessorato allo Sport e Università della Provincia
Assessorato alle Politiche sportive, servizio al cittadino del Comune di Rimini:
Giochi sportivi studenteschi, corsi di nuoto in orario curricolare, utilizzo della
palestra in orari extrascolastici.
AUSL 40: Prevenzione, medicina scolastica, handicap, disagio cognitivo e
relazionale
C.A.D.: Collaborazione per attività di sostegno
-
Cooperativa MILLEPIEDI: Collaborazione per attività di sostegno
CARITAS: Accoglienza, diritti del fanciullo
Società Garden Sporting Center: Corsi di nuoto – beach tennis in orario
curricolare
C.N.A.: Orientamento, rapporti con il mondo del lavoro
Arma dei Carabinieri
Guardia Costiera
Polizia Postale e delle Comunicazioni
CORECOM Emilia Romagna
CONI: Federazione Pallavolo-Attività sportive pomeridiane
Parrocchie del territorio: Collaborazione per attività extrascolastiche estive
ENAIP: Orientamento,integrazione, recupero disagio.
A.N.P.I:. Guida alla memoria storica sul territorio.
Chiamami città: Collaborazione per la realizzazione del Giornale di Istituto
Associazioni culturali/teatrali/musicali per attività espressive e formative.
RISORSE UMANE
Le risorse interne all’istituto sono date, per l’anno scolastico 2014/2015, dal Dirigente
Scolastico, prof.ssa Maria Grazia Drudi, dal personale docente che conta
complessivamente 62 insegnanti nell’organico di diritto (che salgono di alcune unità con
l’organico di fatto) e dal personale A.T.A., composto da 1 Direttore dei Servizi Generali e
Amministrativi, 3 Assistenti amministrativi e 11 collaboratori scolastici.
I docenti, per il 90% di ruolo, sono tutti formati per Primo Soccorso, Antincendio, LIM e
REGISTRO ELETTRONICO.
Lo staff dirigenziale è composto da 2 docenti vicari e dalle figure strumentali POF, DSA,
Nuove tecnologie, Intercultura, Orientamento e Continuità.
Il sito della scuola, è ideato, costruito ed aggiornato quotidianamente dal professor Mario
Menghi.
RAPPORTI SCUOLA - FAMIGLIA
I Docenti ricevono settimanalmente da novembre a maggio su appuntamento, per
consentire ai genitori una maggiore organizzazione. Sarà possibile la prenotazione dei
ricevimenti online a partire dal II quadrimestre dell’a.s. 2014/2015.
Il ricevimento generale dei genitori si svolge un pomeriggio a quadrimestre, a Dicembre e
ad Aprile.
Il Dirigente Scolastico e il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi DSGA ricevono
per appuntamento.
L’ufficio di segreteria riceve tutte le mattine dalle ore 8,15 alle ore 9,15 e dalle ore 11,30
alle ore 13,30.
POPOLAZIONE SCOLASTICA
Per l’anno 2014/2015 la popolazione scolastica è composta di 29 classi: 9 prime, 10
seconde, 10 terze per un totale di 647 alunni.
ORGANIZZAZIONE DEL TEMPO SCUOLA
L’anno scolastico è diviso in due quadrimestri:
I quadrimestre dal 15 Settembre al 31 Gennaio
II quadrimestre dal 1° Febbraio al 6 Giugno.
Il tempo scuola è di 30 ore settimanali su 6 giorni.
DISCIPLINE
ORE
Italiano, Storia, Geografia,
Approfondimento in materie letterarie
10
Matematica e scienze
6
Tecnologia
2
Inglese
3
Seconda lingua comunitaria
2
Arte e immagine
2
Scienze motorie e sportive
2
Musica
2
Religione cattolica/alternativa
1
L’insegnamento della religione cattolica o di
discipline
alternative
è
disciplinato
dalla
L121/1985. L’aspetto preminente di tale accordo è
la libera scelta delle famiglie e degli alunni tra i
due insegnamenti.
TOTALE
30
L’ingresso degli alunni avviene fra le ore 07:50 e le ore 07:55, ora di inizio delle lezioni,
che terminano alle ore 12,55.
STRUTTURE
La sede della scuola è data da una struttura a moduli che comprende:
30 aule di classe dotate di PC per la gestione del registro elettronico di cui 25 dotate
di LIM
3 aule per attività di sostegno dotate di PC e stampanti
2 postazioni PC per la compilazione del registro elettronico con collegamento internet
1 laboratorio di Informatica dotato di server e 20 PC collegati in rete, videoproiettore per
il docente
Ex ludoteca per il ricevimento dei genitori dotata di PC
Auditorium per 170 persone con attrezzatura specifica
Biblioteca con più di 1000 titoli a disposizione
Sala polivalente (lettura/artistica/scientifica)
Palestra con PC
Sala insegnanti con 2 PC e 2 stampanti a disposizione dei docenti
Sistema WI FI a copertura totale degli uffici di segreteria e delle aule per la compilazione
quotidiana del REGISTRO ON LINE
La scuola è inoltre circondata da un ampio giardino fruibile in sicurezza essendo i cancelli
di accesso sempre chiusi dalle 8,15 alle 12,45.
SCELTE PRIORITARIE DELLA SCUOLA PER IL RAGGIUNGIMENTO DEL
SUCCESSO FORMATIVO
Nell’ambito degli obiettivi istituzionali, la Scuola Secondaria di 1º grado “A. Bertola” ha
individuato specifiche priorità cui convogliare risorse professionali e finanziarie per il
raggiungimento del successo formativo attraverso:










Attività di recupero sia in orario curriculare, sia extracurriculare.
Attività di potenziamento in orario curriculare ed extracurriculare per la
valorizzazione delle eccellenze sulla base di specifici percorsi formativi organizzati
dalla Scuola
Pluralità delle attività educative e didattiche con riferimento a tutti gli ambiti e/o
aree disciplinari.
Attenzione al ben-essere dell’alunno per creare le condizioni per lo sviluppo
cognitivo, psicoaffettivo e socio-relazionale, prevenendo e superando situazioni di
disagio giovanile.
Didattica laboratoriale per la quale si conosce attraverso l’azione e la riflessione,
anche attraverso l’uso degli strumenti tecnologici e l’organizzazione di spazi
adeguati a seconda delle attività da svolgere.
Valorizzazione delle vocazioni personali per definire i propri interessi e
inclinazioni, per conquistare la propria identità di fronte agli altri e rivendicare un
proprio ruolo nella realtà sociale, culturale e professionale.
Formazione dei docenti per ampliare le competenze professionali e didattiche,
migliorare la qualità dell’insegnamento, adeguare le metodologie e i materiali
didattici alle tecnologie moderne.
Attività con le Scuole del territorio attraverso la rete delle Istituzioni Scolastiche.
Attenzione all’innovazione nel rispetto del valore e del recupero della tradizione.
Utilizzo di Lavagne Interattive Multimediali (LIM)
SCELTE DIDATTICHE
La scuola intende perseguire un’idea curricolare che favorisca la crescita personale così
suddivisa:
I ANNO
Il primo anno, anno di ingresso degli alunni, la scuola vuole educare i ragazzi a costruire
rapporti positivi nella classe, ad osservare ed interrogare il reale, ad usare
adeguatamente gli strumenti specifici delle varie discipline, con particolare cura per
l'acquisizione dei vari linguaggi disciplinari.
È prioritario quindi lavorare sull’accoglienza con progetti finalizzati all’integrazione, alla
condivisione, alla formazione del gruppo classe. Per questo motivo la scuola garantisce,
attraverso le proprie risorse economiche, per tutti i discenti del primo anno, la
partecipazione al progetto “Star bene in classe”, laboratorio teatrale di elaborazione
delle emozioni. Vengono anche approcciate le lingue straniere attraverso i laboratori,
viene promossa l’osservazione del reale con progetti ambientali, giornalistici, letterari.
II ANNO
Nel secondo anno verranno messi in atto progetti che aiutino i ragazzi ad una riflessione
su di sé ed educhino ad una più autonoma consapevolezza del metodo di studio.
L’intervento sarà dunque di potenziamento e recupero nei diversi ambiti, di promozione
della capacità di riflettere sul proprio vissuto e sulle proprie esperienze attraverso la
metodologia anche laboratoriale. Per gli alunni delle classi seconde la scuola, pertanto,
garantisce economicamente la partecipazione al progetto “Librarsi in volo” di avvio e
potenziamento della lettura.
III ANNO
Il terzo anno verrà sollecitata la responsabilità personale del ragazzo, al fine di farlo
divenire un protagonista attivo e critico dell'apprendimento, pertanto saranno privilegiati
quei progetti che valorizzino le conoscenze ma anche che indirizzino nella scelta per il
futuro alla luce di attitudini ed interessi emersi nel percorso dei tre anni: dalla conoscenza
delle imprese del territorio alla certificazione nella lingua inglese. Anche per gli alunni delle
classi terze la scuola garantisce il supporto economico, in questo caso finalizzato al
progetto di potenziamento della lingua inglese “Keep calm & speak English” .
AREE STRATEGICHE DI INTERVENTO
Per la sezione didattica del POF, il nostro Istituto ha individuato alcune aree strategiche
da presidiare e migliorare con l’elaborazione di PROGETTI specifici (anche con
finan ziamento provinciale e comunale L.R. 26/01 -Diritto allo studio - ed ex
L.R.12/03 -Valorizzazione dell’autonomia - reti di scuole e Comune di Rimini:
“Come i cerchi nell’acqua”,“Gestire le differen ze”) , che arricchiscono,
potenziano, integrano
le attività didattiche sulla base di proposte,
richieste e risorse delle agenzie educative del territorio, risorse interne della
scuola e
bisogni educativi realmente accertati nelle classi. Le aree
individuate sono:



inclusione alunni diversamente abili , DSA e BES ;
intercultura ed integrazione alunni stranieri;
continuità ed orientamento;





lotta alla dispersione , all’abbandon o e prevenzione del disagio ;
educazione alla pace, alla vita sociale ed ambientale;
nuove tecnologie per la didattica;
arricchimento dell’offerta formativa curricolare ed
extracurricolare;
formazione.
INCLUSIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI, DSA E BES.
ALUNNI DIVERSABILI
La Scuola Secondaria di Primo Grado “A. Bertola” si è distinta per la particolare vocazione
all’accoglienza degli alunni diversamente abili. Nel corso degli anni l’ impegno costante ha
accresciuto sempre più le competenze professionali. Pertanto è possibile garantire
un’integrazione proficua e partecipata di ogni singolo alunno, nella consapevolezza che la
presenza di ragazze e ragazzi diversamente abili è fonte di costante arricchimento e di
crescita per l’intera comunità scolastica.
Il GLI
Nella nostra scuola è attivo un Gruppo di Lavoro per l’Inclusione che si avvale della
partecipazione del dirigente, degli insegnanti, del contributo dei familiari e del supporto
degli operatori dei servizi territoriali. Il Gruppo ha il compito di presiedere all’elaborazione
delle iniziative educative e di integrazione progettate nel Piano Educativo Individualizzato.
Gli obiettivi:
• Provvedere all’inserimento di ciascun alunno diversabile attraverso una prassi di
accoglienza per lui e per la famiglia, di norma nell’anno che precede l’ingresso effettivo
nella scuola.
• Creare le condizioni affinché l’alunno possa stare bene a scuola e integrarsi nel contesto
scolastico, promuovendo le sue effettive potenzialità in risposta ai suoi bisogni cognitivi ed
affettivi.
• Costruire percorsi educativo-didattici funzionali all’acquisizione di conoscenze e abilità in
risposta ai suoi bisogni cognitivi ed affettivi.
• Orientare gli alunni nella conoscenza di sé e delle proprie potenzialità- difficoltà
Gli obiettivi si realizzano favorendo il dialogo, il confronto e la collaborazione costante tra
chi concorre, secondo la propria specifica competenza (scuola, famiglia, Asl e enti
preposti) ad elaborare e sottoporre a verifica costante il Progetto Educativo
Individualizzato.
ALUNNI CON DSA
Con questo termine ( DSA) si indica il Disturbo Specifico dell'Apprendimento e ci si
riferisce ai soli disturbi delle abilità scolastiche ed in particolare a: DISLESSIA,
DISORTOGRAFIA, DISGRAFIA E DISCALCULIA.
In Italia la dislessia è poco conosciuta, benché si calcoli che riguardi il 3-4% della
popolazione scolastica (fascia della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado). La
principale caratteristica di questa categoria è che il disturbo interessa uno specifico
dominio di abilità (lettura, scrittura, calcolo) lasciando intatto il funzionamento intellettivo
generale. Ciò significa che per avere una diagnosi di dislessia, il bambino NON presenta
deficit di intelligenza, problemi ambientali o psicologici, deficit sensoriali o neurologici. Tale
disturbo è determinato da un'alterazione neurobiologica che caratterizza i DSA
(disfunzione nel funzionamento di alcuni gruppi di cellule deputate al riconoscimento delle
lettere-parole e il loro significato).
La dislessa si presenta in quasi costante associazione ad altri disturbi (comorbilità), e
questo fatto determina la marcata eterogeneità dei profili e l'espressività con cui i DSA si
manifestano. La difficoltà di lettura può essere più o meno grave e spesso si accompagna
a problemi nella scrittura: disortografia (cioè una difficoltà di tipo ortografico, nel 60% dei
casi) e disgrafia (difficoltà nel movimento fino-motorio della scrittura, cioè una cattiva resa
formale, nel 43% dei casi), nel calcolo (44% dei casi) e, talvolta, anche in altre attività
mentali. Tuttavia questi bambini sono intelligenti e,di solito,vivaci e creativi. ( fonte
“Associazione Italiana Dislessia” )
La nostra scuola è attiva da anni su questo versante innanzitutto con gli obblighi della
legge n. 170/2010, che prevedono la compilazione del documento di programmazione
personalizzato (il PDP) con il quale si definiscono gli interventi che si intendono mettere in
atto nei confronti degli alunni con DSA, i cui contenuti minimi sono indicati nelle Linee
Guida del 2011: ogni Consiglio di Classe predispone il Piano Didattico Personalizzato,
nelle forme ritenute più idonee ed entro il primo quadrimestre scolastico, articolato per
le discipline coinvolte nel disturbo, che contiene:
1) Dati anagrafici
2) Tipologia del disturbo
3) Attività didattiche individualizzate
4) Attività didattiche personalizzate
5) Strumenti compensativi
6) Misure dispensative
7) Forme di verifica e valutazione personalizzata.
La nostra scuola non si ferma però agli obblighi di legge, vuole anche essere una “scuola
amica”, vuole cioè favorire l’inclusione attraverso modalità d’intervento specifiche che
interessino le tre tipologie di attori che vivono la realtà scolastica (studenti, genitori e
docenti). Gli obiettivi che la scuola si prefissa sono:
1. Offrire pari opportunità d’apprendimento a tutti gli alunni per consentire la
compensazione dello svantaggio dovuto ai Disturbi Specifici d’Apprendimento;
2. Promuovere una maggior attenzione verso tale problematica;
3. Sensibilizzare e formare gli insegnanti nei confronti dei soggetti che presentano
difficoltà specifiche d’apprendimento;
4. Prevenire i possibili disagi e intervenire prontamente con l’ausilio delle nuove tecnologie
e con gli strumenti compensativi indispensabili a rendere autonomo l’apprendimento del
ragazzo.
5. Rendere consapevoli gli alunni delle loro “caratteristiche d’apprendimento” per cercare
di superare le difficoltà incontrate ed evitare il calo di autostima e non incorrere nella
depressione psicologica e nell’ansia da prestazione tipica della maggior parte degli
studenti.
Genitori
Sin dai primi giorni dall’avvio dell’anno scolastico vengono organizzati incontri serali
dedicati a docenti e genitori per informarli e formarli sulle cause possibili dei disturbi, sulle
diverse tecniche di apprendimento e di insegnamento da adottare, sulle modalità di
attivazione di percorsi didattici mirati al recupero di tali difficoltà e sulle opportunità
compensative esistenti.
Docenti
Per i docenti, oltre alla libera partecipazione agli incontri serali destinati ai genitori, si
provvede all’organizzazione di una serie di riunioni mirate alla formazione e
all’aggiornamento professionale sulle tematiche inerenti la dislessia e i disturbi specifici
d’apprendimento e sulla didattica inclusiva.
Studenti
La nostra scuola realizza e mette in atto un corso semestrale di alfabetizzazione
informatica sull’uso degli strumenti compensativi per alunni con DSA: “Un Computer per
amico”. Il progetto dedicato agli studenti che presentano disturbi specifici
d’apprendimento offre, attraverso gli strumenti informatici, importantissime opportunità di
conoscenza e di sviluppo culturale compensando spesso le difficoltà incontrate nel
cammino scolastico. Due sono i corsi di alfabetizzazione informatica sull’utilizzo degli
strumenti compensativi:


livello base, indirizzato agli alunni delle classi prime e seconde;
livello avanzato, rivolto agli studenti delle classi terze, con l’obiettivo prioritario e di
fornire le conoscenze informatiche necessarie ad un utilizzo più consapevole e
proficuo dei libri digitali, dei software specifici e degli strumenti compensativi.
ALUNNI CON BES
Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta qualsiasi difficoltà evolutiva di funzionamento,
permanente o transitoria, in ambito educativo e/o apprenditivo, dovuta all’interazione dei
vari fattori di salute, che necessita di educazione speciale, individualizzata, finalizzata
all’inclusione. E’ compito della scuola definire, cercare e riconoscere i Bisogni Educativi
Speciali degli alunni, rendersi conto delle varie difficoltà, grandi e piccole, per sapervi
rispondere in modo adeguato, con interventi tagliati accuratamente su misura della loro
situazione di difficoltà e dei fattori che la originano. L’alunno che viene conosciuto e
compreso, nella complessità dei suoi bisogni, attraverso il modello ICF (International
Classification of Functioning), può evidenziare difficoltà specifiche in vari ambiti:







condizioni fisiche: malattie varie, acute o croniche, fragilità, situazioni
cromosomiche particolari, lesioni, ecc;
strutture corporee: mancanza di un arto, di una parte della corteccia cerebrale, ecc.;
funzioni corporee: deficit visivi, deficit motori, deficit attentivi, di memoria, ecc.;
attività personali: scarse capacità di apprendimento, di applicazione delle
conoscenze, di pianificazione delle azioni, di comunicazione e di linguaggio, di
autoregolazione metacognitiva, di interazione sociale, di autonomia personale e
sociale, di cura del proprio luogo di vita, ecc.;
partecipazione sociale: difficoltà a rivestire in modo integrato i ruoli sociali di alunno,
a partecipare alle situazione sociali più tipiche, nei vari ambienti e contesti;
fattori contestuali ambientali: famiglia problematica, cultura diversa, situazione
sociale difficile, culture e atteggiamenti ostili, scarsità di servizi e risorse, ecc.;
fattori contestuali personali: scarsa autostima, reazioni emozionali eccessive,
scarsa motivazione, ecc.
La direttiva del 27/12/2012 ha esteso i benefici previsti dalla legge 170/2010 per i D.S.A. a
tutti i BES. Pertanto i Consigli di Classe hanno il compito di rilevare la presenza di alunni
con BES nella scuola perché si possa elaborare una proposta da inserire nel Piano
Annuale per l’Inclusività.
Denominazione progetto
Sportello DSA
“Un computer per amico”
Inclusione alunni DSA
destinatari
Tutti i genitori degli alunni
DSA
Tutti gli alunni DSA di tutte
le classi
Alunni diversamente abili
Star bene a scuola
Integrazione e
valorizzazione delle diversità
Tempi di realizzazione
Annuale
Sportello antimeridiano cadenza settimanale
Sportello serale mensile
Annuale
Extracurricolare
I e II quad.
Curricolare
Le mappe concettuali nella Tutti i docenti - tutti gli alunni Corso: Dicembre
didattica inclusiva
2014/Febbraio 2015
Corso di formazione per
docenti sull’utilizzo delle
mappe concettuali
Classi terze
Annuale
Insegnare ed apprendere
per mappe
Progetto nazionale 1000
classi digitali – in
collaborazione con coop.
Anastasis – BO
NUOVE TECNOLOGIE PER LA DIDATTICA
Il progetto Scuola Digitale – LIM nasce per sviluppare e potenziare l'innovazione didattica
attraverso l'uso delle tecnologie informatiche. A tal fine nella scuola sono presenti le
Lavagne Interattive Multimediali (LIM) per la didattica in classe.
Tutti i docenti della scuola hanno partecipato alla formazione prevista, finalizzata al
corretto uso dello strumento e alla necessaria innovazione nella didattica delle discipline,
conseguente alle possibilità e opportunità che la LIM offre.
Grazie alla LIM i docenti sperimentano e adottano diverse metodologie di insegnamento,
costruiscono nuovi materiali didattici e propongono attività che impieghino questo
strumento.
La Lavagna Interattiva Multimediale è una superficie di grandi dimensioni che consente
di visualizzare ed interagire con contenuti e applicazioni in formato digitale: testi, immagini,
animazioni, video, software, etc. Non è solo una tecnologia di proiezione. I contenuti e i
software visualizzati sulla lavagna digitale “funzionano” esattamente come sul computer
ad essa collegato: le icone dei programmi presenti sul PC possono essere cliccate, i file
selezionati e trascinati, aperti, modificati, collegati, salvati e cancellati.
La LIM svolge un ruolo chiave per l'innovazione della didattica: è uno strumento "a
misura di scuola" che consente di integrare le Tecnologie dell'Informazione e della
Comunicazione nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline, ed
offre pari opportunità d’apprendimento a quegli alunni che necessitano di compensare lo
svantaggio dovuto ai Disturbi Specifici d’Apprendimento.
Denominazione progetto
“Un computer per amico”*
Inclusione alunni DSA
Progetto LIM
Potenziamento delle
dotazioni informatiche
destinatari
Tutti gli alunni DSA di tutte
le classi
Tutte le classi
Tempi di realizzazione
Annuale
Extracurricolare
Insegnare ed apprendere
Classi terze ad hoc
per mappe *
Progetto nazionale 1000
classi digitali – in
collaborazione con coop.
Anastasis - BO
Le mappe concettuali nella Tutti i docenti – tutti gli
didattica inclusiva *
alunni
Corso di formazione per
docenti sull’utilizzo delle
mappe concettuali-LIM
Annuale
Corso: da Gennaio 2015
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
INTERCULTURA ED INTEGRAZIONE
Le attività ritenute ormai necessarie per la significativa presenza a scuola di alunni
portatori di una cultura diversa dalla nostra hanno lo scopo di far comprendere meglio la
“diversità”. L’obiettivo a lungo termine è quello di “conoscersi di più per convivere meglio”.
Quelli a medio termine sono collegabili alle azioni necessarie per:
- favorire il proficuo inserimento nelle classi anche attraverso l’attivazione di corsi di lingua
italiana in relazione al livello di alfabetizzazione. Tale attività sarà svolta da insegnanti
specializzati esterni alla scuola e da docenti interni.
- realizzare una socializzazione allargata;
- prevenire il disagio scolastico.
Denominazione progetto
Integrazione ed interazione
culturale per alunni stranieri
destinatari
Alunni stranieri
I quad.
Curricolare
Classi III ad hoc
Curricolare
Annuale
La via che non ti svia
Inclusione scolastica in
collaborazione con il Fondo
europeo per l’integrazione
Alunni stranieri L2
Alunni stranieri
Integrazione/alfabetizzazione
alunni stranieri (aiuto compiti)
Alunni ad hoc
Extrascuola estivo
Tempi di realizzazione
Annuale
Curricolare
Extracurricolare
Estivo
Alunni ad hoc
Progetto Interculturale di
cooperazione internazionale
Oltre la scuola
Servizio di doposcuola
Alunni in difficoltà
attività recupero/ aiuto compiti
Alunni ad hoc
Progetto “Pacis”
Progetto di solidarietà
Responsabilita verso l’altro
Classi III
Extracurricolare
Annuale
Curricolare
CONTINUITA’ ED ORIENTAMENTO
I progetti finalizzati alla continuità educativa ed all’orientamento sono indirizzati ai tre attori
che operano nella scuola.
Alunni
Vengono attivati progetti e percorsi aventi come obiettivo prioritario la prevenzione del
disagio relazionale e di apprendimento: si vuole facilitare il passaggio degli alunni dalla
scuola elementare alla scuola secondaria di primo grado perché lo studente possa vivere
un’esperienza scolastica unitaria, e se ne favorisce il passaggio alla scuola secondaria di
secondo grado coinvolgendo ed orientando gli alunni perché il percorso possa essere
organico e completo.
Docenti
È in atto una continuità orizzontale tra i docenti della Scuola di classi parallele finalizzata
alla condivisione degli obiettivi delle prove di ingresso e all’elaborazione dei curricoli.
Genitori
Vengono attivati progetti per arricchire la comunicazione con le famiglie: iscrizioni,
assemblee, open day sia in “entrata” che in “uscita”, colloqui, orientamento, consigli
orientativi.
Denominazione progetto
Laboratorio teatrale
Star bene in classe
Continuità educativa
accoglienza delle classi V
delle scuole elementari
Open day
Libro ponte
Orientamento
La città dei mestieri
Mestieri di ieri e di oggi;
Impresa didattica;
Mani intelligenti;
open day.
destinatari
Tutte le classi prime
Tempi di realizzazione
I quadrimestre
Curricolare
I quadrimestre
Curricolare
Tutte le classi prime
I
II
III
Annuale
Curricolare
Classi III ad hoc
La via che non ti svia*
Inclusione scolastica in
collaborazione con il Fondo
europeo per l’integrazione
Curricolare
Annuale
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
LOTTA ALLA DISPERSIONE,
ALL’ ABBANDONO E PREVENZIONE DEL DIS AGIO
La dispersione scolastica è un fenomeno connesso allo svantaggio culturale che, oltre al
mancato assolvimento scolastico, comprende gli abbandoni, le ripetenze, le frequenze
irregolari e la mancata realizzazione delle capacità dell’individuo nel corso della carriera
scolastica. La nostra scuola, per affrontare il problema del disagio nella sua complessità,
promuove interventi che contrastino le difficoltà individuate attivando progetti di recupero e
di sostegno al lavoro scolastico ma anche di inclusione, integrazione e prevenzione. Tali
attività si realizzano in ogni periodo dell’anno scolastico, a cominciare dalle fasi iniziali,
secondo le modalità individuate dai docenti di classe. È inoltre attivato lo Sportello
d’ascolto: il progetto ha la finalità di favorire il benessere ed il successo scolastico dei
ragazzi e di promuovere il loro processo di crescita. L’intervento dell’esperto
psicologo/psicoterapeuta, per l’intero anno scolastico, prevede un incontro rivolto ai
genitori ed uno sportello di consulenza psicologica relativo alle difficoltà che si
incontrano oggi a scuola. Il servizio sarà rivolto agli alunni e a quei genitori che ne faranno
richiesta.
Denominazione progetto
destinatari
Giornalino d’istituto
Due edizioni annuali
Tutti gli alunni della scuola
Quotidiano in classe
(in collaborazione con
“Il Resto del Carlino”)
Tutti gli alunni della scuola
Alunni - genitori
Sportello psicologico
Classe III
La via che non ti svia *
Inclusione scolastica in
collaborazione con il Fondo
europeo per l’integrazione
Alunni ad hoc
Extrascuola estivo *
Tempi di realizzazione
Annuale da ottobre a fine
maggio con cadenza
quindicinale
Curricolare (articoli)
extracurricolare (redazione)
Annuale
Curricolare
Annuale
Curricolare
extracurricolare
Curricolare
Annuale
Extracurricolare
Estivo
Alunni ad hoc
Oltre la scuola
Servizio di doposcuola *
Alunni in difficoltà
attività recupero/ aiuto
compiti
Risorsa giovani:
“Prevenire è meglio”
Interventi nelle classi con la
psicologa M. De Nicolò sui
rischi connessi alle diverse
dipendenze – prevenzione.
Extracurricolare
Annuale
Classi III ad hoc
I quadrimestre
Curricolare
Alunni ad hoc
II quad.
Extracurricolare
Alunni ad hoc
extracurricolare
Classi terze
Annuale
Tutte le classi II e III
Tutti i docenti
Curricolare
Annuale
Tutte le classi
Annuale
Recupero e potenziamento
Matematica
Recupero / sportello
Italiano
Insegnare ed apprendere
per mappe *
Progetto nazionale 1000
classi digitali – in
collaborazione con coop.
Anastasis - BO
A scuola coi media
Progetto CORECOM
In collaborazione col
Corecom di Bologna ed il
centro Zaffiria di Rimini
Antidispersione in rete
Assicurare l’uguaglianza di
opportunità formative e
valorizzare le differenze
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
EDUCAZIONE ALLA P ACE , ALLA VITA SOCI ALE ED AMBIENTALE
L’educazione alla pace, alla legalità, al rispetto degli altri e dell’ambiente è una missione
per la scuola che vuole formare cittadini onesti e consapevoli del valore della democrazia.
Il lavoro parte dai saperi disciplinari ed è integrato da numerose collaborazioni che vanno
dalle Forze dell’Ordine alle Associazioni Onlus.
Denominazione progetto
destinatari
Giornalino d’istituto *
Due edizioni annuali
Tutti gli alunni della scuola
Quotidiano in classe *
(in collaborazione con
“Il Resto del Carlino”)
Tutti gli alunni della scuola
Un bosco per la città
Laboratorio di educazione
ambientale in collaborazione
con la Provincia di Rimini e
“Il Punto macrobiotico”
Tutte le classi prime
Concorso internazionale
“Un Poster per la Pace”
Ogni anno i Lions club di
tutto il mondo sponsorizzano
il concorso presso le
scuole. Questo concorso
artistico incoraggia i giovani
di tutto il mondo a esprimere
la loro visione della pace.
Per oltre 25 anni, milioni di
bambini quasi 100 paesi
hanno preso parte al
concorso.
Classi III
Tutti gli alunni delle classi II
Calendario della scuola
calendario artistico
Tempi di realizzazione
Annuale da ottobre a fine
maggio con cadenza
quindicinale
Curricolare (articoli)
extracurricolare (redazione)
Annuale
Curricolare
Annuale
Curricolare
uscita per la piantumazione
Curricolare
Annuale
Curricolare
I quadrimestre
Classi III
Concorso per la creazione
della maglietta
identificativa della scuola
Concorso interno per la Tutte le classi II
creazione della testata del
Bertolino, giornale della
scuola
Annuale
Curricolare
Annuale
Curricolare
Festival francescano 2014
“Liberi nella gioia”
Educare all’ospitalità, alla
solidarietà, all’itineranza e
all’accoglienza
In collaborazione con la
Guardia Forestale
Risorsa giovani:
“Prevenire è meglio” *
Interventi nelle classi con la
psicologa M. De Nicolò sui
rischi connessi alle diverse
dipendenze – prevenzione.
Classi II ad hoc
I quadrimestre
Curricolare
Classi III ad hoc
I quadrimestre
Curricolare
Tutte le classi II
Curricolare
Annuale
Tutte le classi III
Curricolare
Annuale
Tutte le classi III
Annuale
Curricolare
Tutte le classi III
Curricolare
Tutte le classi I
Curricolare
Annuale (15 ottobre – 13
maggio)
Tutte le classi II e III
Tutti i docenti
Curricolare
Annuale
Progetto “Home sweet
home”
Educazione alla solidarietà e
all’accoglienza
Fare il punto
Incontro fra storia politica e
religione del nostro territorio:
Alberto Marvelli
Progetto “Sbankiamo”
Educazione al consumo
consapevole
Progetto “Sicurezza” con
le Forze dell’Ordine
Progetto “Sicurezza gas –
SGR”
In collaborazione con i Vigili
del Fuoco e società SGR
Rimini
A scuola coi media
Progetto CORECOM *
In collaborazione col
Corecom di Bologna ed il
centro Zaffiria di Rimini
Progetto/concorso “Il
giorno Giusto”
Progetto di educazione alla
legalità e di promozione
della giornata nazionale in
ricordo delle vittime delle
mafie.
Classe III B
Annuale
Curricolare
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
ARRICCHIMENTO DELL’O FFERTA FORMATIV A IN ORARIO
CURRICOLARE ED EXTRACURRICOLARE
la Scuola arricchisce l'offerta formativa attivando laboratori ed elaborando progetti che,
a partire dalle risorse del territorio, costituiscono un approfondimento del piano di studi.
Oltre a confermare i progetti fondanti attuati nei precedenti anni scolastici, la Scuola
Bertola propone alcune novità nel panorama dell’ampliamento dell’offerta formativa, come
il KET – Key English Test. I traguardi per lo sviluppo della seconda lingua
comunitaria fissati dalle Indicazioni Nazionali sono riconducibili al Livello A1 del Quadro
Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa. Il KET è un esame
che valuta la capacità di comunicazione quotidiana nella lingua scritta e parlata ad un
livello di base e corrisponde al Livello A2 del Quadro Comune Europeo del Consiglio
d'Europa ed è il primo passo per conseguire ulteriori e maggiori qualificazioni nella lingua
inglese. La nostra scuola intende quindi preparare gli alunni delle classi terze per questo
esame, avvalendosi di docenti della British School, per raggiungere un più alto livello di
certificazione. Durante l’estate si svolgerà inoltre il “Summer Camp” nei nostri locali.
Denominazione progetto
destinatari
Giornalino d’istituto *
Due edizioni annuali
Tutti gli alunni della scuola
Quotidiano in classe *
(in collaborazione con
“Il Resto del Carlino”)
Tutti gli alunni della scuola
Tempi di realizzazione
Annuale da ottobre a fine
maggio con cadenza
quindicinale
Curricolare (articoli)
extracurricolare (redazione)
Annuale
Curricolare
Avviamento alle pratiche
sportive
(frisbee
rugby
karate
nuoto presso polisportiva
Garden;
Nordic walking
Capoeira (danza CSS;
pallavolo)
Linguaggio
cinematografico
Corso con critico
cinematografico
Tutti gli alunni
Classi I
Classi II
Classi III
suddivisi per classi:
I,
II,
III
Annuale
Curricolare
Extracurricolare
Curricolare
Tutti gli alunni
Annuale
Curricolare
Tutte le classi seconde
Annuale
Curricolare
Extracurricolare
Biblioteca
Promozione alla lettura ed
incontro con l’autore
“Librarsi in volo”
Tutti gli alunni
inCANTO – un’orchestra a
scuola
Annuale
Extracurricolare
Tutti gli alunni
Extracurricolare
Estivo
Tutti gli alunni
Annuale
Curricolare
Tutti gli alunni
Annuale
Curricolare
Extracurricolare
II quadrimestre
Curricolare
Corso di Musica estivo
Corso di tastiere tenuto da
docenti della scuola
Corso di tastiere
Tenuto da docenti della
scuola
“Banda di Rimini”
Tutte le classi I e II
Potenziamento della
lingua inglese
Con esperto madrelingua
Tutte le classi III
Potenziamento lingua
inglese
“Keep calm & speak
English”
Con esperto madrelingua
II quadrimestre
Curricolare
Tutti gli alunni delle classi II
Curricolare
I quadrimestre
Tutte le classi II
Annuale
Curricolare
Tutte le classi III
Annuale
Curricolare
Classi II B, C, D
Annuale
curricolare
Classi III B, C, D, F, H, L.
II quadrimestre
Tutte le classi II e III
Tutti i docenti
Curricolare
Annuale
Formazione per i docenti (2
incontri di 2 ore)
Calendario della scuola
calendario artistico *
Concorso interno per la
creazione della testata del
Bertolino, giornale della
scuola*
Concorso per la creazione
della maglietta
identificativa della scuola *
Progetto “Scuola salute
benessere”
In collaborazione con
Comune – Università – USL
Laboratorio di fotografia
In collaborazione con un
esperto fotografo per un uso
consapevole della fotografia
e delle immagini.
A scuola coi media
Progetto CORECOM *
In collaborazione col
Corecom di Bologna ed il
centro Zaffiria di Rimini
Gara di lettura
Annuale
Curricolare
Annuale
Classi III A, C, D, E, F, G, H, Curricolare
I
Annuale
Classi III
Extracurricolare
Classe II A
Incontro con l’autore
Corso Latino
Potenziamento lingua
italiana
Laboratorio sci ambiente
Agli alunni delle classi terze,
accompagnati da alcuni
insegnanti della scuola, è
offerta
l’opportunità
di
imparare a sciare.
Tutti gli alunni delle classi III
con valutazione 9 o 10 in
comportamento.
Interclasse.
II quadrimestre
Corno alle scale.
Alunni delle classi III
KET – Key English Test
(corso ed esame)
Summer camp
Extracurricolare
II quadrimestre
Extracurricolare
Estivo
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
FORMAZIONE
Le attività di formazione e di aggiornamento dei docenti hanno lo scopo di arricchire la loro
professionalità in relazione ai cambiamenti determinati dall’uso ormai consolidato di nuovi
strumenti di informazione che hanno contribuito a modificare l’approccio fra la funzione
docente, gli studenti e il territorio. Le iniziative di formazione e di aggiornamento del
personale docente, in una scuola attenta alle trasformazioni e pronta ad affrontare le
problematiche del nostro tempo nella valorizzazione dei contenuti della tradizione,
garantiscono la crescita professionale degli insegnanti con l’obiettivo di migliorare la
qualità degli interventi didattici ed educativi a tutti i livelli. Un esempio concreto viene dato
dal progetto “Apprendere per mappe”: i docenti vengono formati per poter confrontarsi
quotidianamente con classi di studenti che appartengono ai cosiddetti nativi digitali e che
hanno assunto modalità e stili di apprendimento notevolmente diversi da quelli delle
generazioni che li hanno preceduti. Attraverso la creazione e l’utilizzo delle mappe,
adoperando al meglio le LIM, si ottiene un’elevata e positiva interazione tra docenti e
studenti, utilizzando l’Apprendimento Cooperativo e una vera Didattica Inclusiva per
i Bisogni Educativi Speciali. Il corso sarà svolto all’inizio dell’anno scolastico per far sì
che i nuovi strumenti tecnologici non siano investimenti inutili ma vengano inseriti in un
processo formativo completamente rivisitato.
Denominazione progetto
destinatari
Apprendere per mappe *
Tutti i docenti
Formazione sicurezza
Tutti i docenti che
necessitano del re training
Formazione registro
online
Tempi di realizzazione
Docenti ad hoc
*alcuni progetti appartengono a diversi aree strategiche di intervento, pertanto sono ripetuti
VALUTAZIONE
La Commissione Valutazione, dopo aver approfondito i DPR 89/2009 e 122/2009 e la
circolare n. 20/ 2011 inerenti la Valutazione nella scuola secondaria di primo grado, ha
individuato, per condividere nell’ambito dei consigli di classe gli stessi criteri di valutazione
degli apprendimenti e del comportamento, i livelli del processo evolutivo e di
raggiungimento degli obiettivi cui far corrispondere le valutazioni numeriche di seguito
riportate:
VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO DEGLI ALUNNI
Indicatori
a)
scrupoloso rispetto di regole, persone e cose (Patto di corresponsabilità)
b)
comportamento maturo, disponibile e collaborativo
c)
frequenza alle lezioni assidua
d)
vivo interesse e partecipazione attiva alle lezioni
e)
regolare e puntuale svolgimento delle consegne scolastiche
Voto
10
* tutti i requisiti devono essere presenti.
a)
rispetto di regole, persone e cose (Patto di corresponsabilità)
b)
comportamento responsabile e collaborativo
c)
frequenza alle lezioni regolare
d)
interesse e partecipazione attiva alle lezioni
e)
regolare svolgimento delle consegne scolastiche
9
* devono essere presenti 4 requisiti su 5
a)
rispetto di regole, persone e cose ( Patto di corresponsabilità)
b)
comportamento vivace ma corretto
c)
frequenza alle lezioni regolare
d)
interesse e partecipazione alle lezioni non sempre costruttivi
e)
svolgimento abbastanza regolare delle consegne scolastiche
8
* devono essere presenti 4 requisiti su 5
a)
comportamento poco rispettoso di regole, persone e cose ( Patto di corresponsabilità)
b)
note scritte alla famiglia e sul registro di classe
c)
disturbo del regolare svolgimento delle lezioni, reiterati ritardi pur con
frequenza regolare
d)
interesse discontinuo e/o settoriale
e)
discontinuo svolgimento delle consegne scolastiche
7
* possono essere presenti anche solo 3 requisiti su 5
a) inosservanza del regolamento scolastico tale da comportare sanzioni disciplinari (allontanamento
dalle lezioni)
b)
disturbo del regolare svolgimento delle lezioni con note disciplinari sul registro di classe
c)
ripetute assenze o ritardi non giustificati
d)
limitata partecipazione alle attività scolastiche
e)
svolgimento disatteso dei compiti assegnati
6
f)
comportamento scorretto e linguaggio irriguardoso nel rapporto con docenti, compagni e
personale scolastico (Patto di corresponsabilità)
* possono essere presenti anche solo 3 requisiti su 5
Il voto è attribuito in relazione a gravi inosservanze del comportamento scolastico, tali da
essere state punite con l’irrogazione di sanzioni disciplinari che hanno comportato
l’allontanamento dalle lezioni anche se con obbligo di frequenza. In particolare:
a)
danneggiamenti alla struttura e ai sussidi didattici,
b)
mancanza di rispetto, anche formale, nei confronti del personale della scuola e dei
5
compagni,
c)
violenze fisiche e/o psicologiche verso gli altri,
d)
reati che violano la dignità e il rispetto della persona.
* basta anche un solo indicatore
VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DEGLI ALUNNI
Indicatori
Voto
Indice di un eccellente raggiungimento degli obiettivi, con padronanza dei contenuti e delle
abilità di trasferirli e rielaborarli autonomamente in un’ottica interdisciplinare. In particolare:
completa, approfondita e personale conoscenza degli argomenti;
acquisizione piena delle competenze previste;
uso sempre corretto dei linguaggi specifici e sicura padronanza degli strumenti.
10
Corrisponde ad un completo raggiungimento degli obiettivi e ad un’autonoma capacità di
rielaborazione delle conoscenze. In particolare:
conoscenza completa ed approfondita degli argomenti;
9
acquisizione sicura delle competenze richieste;
uso corretto dei linguaggi specifici e degli strumenti.
Corrisponde ad un raggiungimento degli obiettivi e ad una autonoma capacità di
rielaborazione delle conoscenze. In particolare:
buona conoscenza degli argomenti;
8
acquisizione delle competenze richieste;
uso generalmente corretto dei linguaggi specifici e degli strumenti.
Corrisponde ad un sostanziale raggiungimento degli obiettivi e ad una capacità di
rielaborazione delle conoscenze abbastanza sicura. In particolare:
conoscenza discreta degli argomenti;
7
acquisizione delle competenze fondamentali richieste;
talvolta incertezze nell’uso dei linguaggi specifici e degli strumenti.
Corrisponde al raggiungimento degli obiettivi essenziali, in particolare:
conoscenza superficiale degli argomenti;
6
acquisizione delle competenze minime richieste;
incertezze nell’uso dei linguaggi e degli strumenti specifici.
Corrisponde ad un parziale raggiungimento degli obiettivi minimi:
limitate o non adeguate conoscenze;
non adeguata acquisizione delle competenze richieste;
difficoltà nell’uso dei linguaggi specifici e degli strumenti.
5
Corrisponde al NON raggiungimento degli obiettivi minimi:
frammentarie e/o non adeguate conoscenze;
4 o inf.
del tutto inadeguata acquisizione delle competenze richieste;
limitato uso dei linguaggi specifici e degli strumenti.
DOCUMENTI IN VISIONE ALL’ALBO
Per garantire a tutti completezza di informazione e trasparenza nei comportamenti, all’albo
della scuola, collocato nell’atrio, sono affissi i seguenti documenti:
-
Regolamento di Istituto
Carta dei servizi
Piano dell’Offerta Formativa
Contrattazione di Istituto (biennale)
Programma annuale (documento contabile complessivo)
Statuto delle Studentesse e degli Studenti
Patto Formativo
Documento di valutazione dei rischi
Procedure per Piano di evacuazione e di emergenza
Atti soggetti a pubblicità degli organi collegiali della Scuola e della
Amministrazione scolastica
Il referente POF
Prof.ssa Barbara Andreetto
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard