Per micropene si intende un pene particolarmente piccolo. Un

annuncio pubblicitario
Micropene
Per micropene si intende un pene particolarmente piccolo. Un criterio comune di definizione del
micropene è che la lunghezza del pene eretto sia di almeno 2,5 deviazioni standard inferiore
alla dimensione media del pene umano. La diagnosi di micropene è oggi generalmente
riconosciuta subito dopo la nascita.
Cause
Nella maggior parte il micropene è causato da una ridotta produzione di androgeni durante la
vita prenatale per effetto di abnorme sviluppo testicolare (disgenesia testicolare, sindrome di
Klinefelter, ipoplasia delle cellule di Leydig), o per difetto di sintesi del testosterone o di
diidrotestosterone (deficit di 17,20-liasi, deficit di 5α-reduttasi), sindromi da insensibilità agli
androgeni, inadeguata stimolazione ipofisaria (carenza di gonadotropine), e altre forme di
ipogonadismo congenito. A volte è un segno di carenza congenita di ormone della crescita o
ipopituitarismo congenito. In alcuni casi non sonorilevabili anomalie ormonali.
Dopo la valutazione per individuare una qualsiasi delle condizioni sopra descritte, il micropene
può spesso essere trattato durante l'infanzia con iniezioni di ormoni diversi, come
gonadotropina corionica e testosterone.
Il micropene non và confuso con il pene nascosto (vedi) dal grasso sovrapubico in eccesso
come avviene nei ragazzi obesi.
Trattamento
Indipendentemente dalla causa di micropene, se è riconosciuto in tenera età, la terapia
comprende brevi periodi di somministrazione di testosterone (di solito non più di tre mesi).
Questo induce solitamente piccoli periodi successivi di crescita, che migliorano le possibilità di
un'ulteriore crescita durante la pubertà, tuttavia raramente si raggiungono dimensioni normali.
La terapia con testosterone durante l'infanzia, non può essere effettuata per periodi troppo
lunghi, per evitare virilizzazione e maturazione ossea troppo precoci.
Il trattamento con testosterone viene ripreso dopo la pubertà solo nei maschi con
ipogonadismo. Dopo la fine dell'adolescenza (cem nella vita adulta) ognio ulteriore
somministrazione di androgeni produce scarsa o nulla ulteriore crescita del pene.
Chirurgia
Poiché il trattamento ormonale raramente permette al micropene di raggiungere dimensioni
soddisfacenti, diverse tecniche chirurgiche simili a falloplastica di ingrandimento del pene sono
state ideate ed eseguite, ma poichè non comportano grandi miglioramenti non sono condiderate
terapie standard.
In casi estremi di micropene, con asta quasi inesistente e glande che sembra quasi emergere
dal pube, negli anni 60 e 70 si preferiva intervenire chirurgicamente per un cambiamento di
sesso. Ciò è ancora consigliabile allorquando la risposta a cicli di cura con testosterone ha dato
risultati deludenti e non lascia prevedere un suficiente sviluppo puberale. Se vi è l'accordo dei
genitori, si può effettuare un intervento per rimuovere i testicoli e costruire una vagina artificiale,
quindi affettuare legalmente una riassegnazione di sesso . Questo orientamento era basato sul
presupposto che il danno psicologico della attibuzione del sesso femminile in un bambino
piccolo, sarebbe stato inferiore al danno causato dal vivere da maschio adulto con un pene
inefficiente perchè troppo piccolo, ma ovviamente è un approccio che ha sollevato
problematiche di tipo etico e morale ad oggi non esaurite. 1/1
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

blukids

2 Carte mariolucibello

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard