Parliamo d`altro Dialogo tra madre e figlia

annuncio pubblicitario
Parliamo d'altro
dialogo tra madre e figlia
Una coproduzione
Fondazione Aida, Theamus e TrentoSpettacoli
ConFlora Sarrubbo e Maria Vittoria Barella
DrammaturgiaFlora Sarrubbo
Regia Maura Pettorruso
Il legame indissolubile, inesorabile, necessario con la propria madre è un
passaggio di responsabilità, di etica, di sessualità, è un passaggio di gioie, di
tristezze, battaglie. È un passaggio di rughe, che scrive la nostra identità.
Il dialogo tra madre e figlia diventa quindi un dialogo necessario, che fa
crescere entrambe nel coraggio delle confidenze, a volte rendendo i percorsi
simili. E allora ci si sente meno sole. Anche davanti al tema dello stalking e
della violenza. Anche davanti a quello che non era previsto che accadesse.
"Non a mia figlia", dirà Adriana.
Lo spettacolo vuole considerare il rapporto madre figlia attraverso un dialogo
che scopra nudità, silenzi, sguardi, debolezze. La storia di Adriana e di Rosa
viene raccontata nella sua natura di conflitto, di intrico, di passione, di rabbia,
di amore.
È la storia di ogni donna.
Adriana e Rosa sono parte di un quotidiano fatto di piccole cose, di un
linguaggio asciutto e intenso, di complicità e di paure, dove il parlare dell'altro
rivela le proprie fragilità e quei piccoli grandi errori che spesso l'adolescenza
non vuole perdonare. E nel quotidiano dolce e feroce, l'imprevisto che
scardina ruoli e certezze non viene colto.
Adriana non ha protetto la sua bambina
Rosa forse non ha voluto farsi proteggere.
Lo spettacolo parte dal desiderio di parlare e far parlare di tematiche
scomode ( violenza, stalking) con particolare attenzione alla famiglia,il luogo
in cui ancora oggi l' adolescente combatte e pone le sue domande.
Parliamo d'altro è rivolto ad un pubblico di adolescenti e adulti; durante le
repliche scolastiche è possibile organizzare un dibattito sulla tematica con le
attrici, la regista e le case antiviolenza presenti sul territorio.
Per le scuole tedesche ( e per chi fosse interessato) il testo può essere
inviato prima della rappresentazione, in modo tale da permettere agli
insegnanti di svolgere anche un lavoro sulla seconda lingua.
Maura Pettorruso Diplomata presso la Scuola triennale di recitazione Teatranza ArteDrama di
Moncalieri (TO), dal 1998 lavora con numerose compagnie e diverse produzioni in Piemonte e in
Trentino-Alto Adige. Gli ultimi spettacoli a cui ha preso parte sono Dormono tutti sulla collina
(2008), Se ami una cosa perché è bella. Gustav e Alma Mahler (2010) produzione commissionata
dalla Società Filarmonica di Trento, V.I.O.L.A., spettacolo sulla violenza domestica (2010),
Processo alla banalità del male per la Giornata della Memoria 2012. Con la compagnia Macelleria
Ettore è in scena negli spettacoli La Porta Aperta (2009), Cechov#01 (2010), Stanza di Orlando.
Viaggio nella testa di Virginia Woolf (2011), NIP not important person (2011), ELEKTRIKA.
Un’opera techno (2012), Alice delle meraviglie (2013), Amleto? (2013). È fondatrice e presidente
dello Spazio Off di Trento.
Flora Sarrubbo Diplomata presso la Scuola Civica D'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano,
lavora in diverse compagnie e realtà artistiche-musicali tra il Veneto e il Trentino Alto Adige. Ha
lavorato come attrice per il Teatro Stabile di Bolzano negli spettacoli La giornata particolare di
Ettore Scola regia Marco Bernardi e Il giardino dei ciliegi di Anton Cechov Regia Marco Bernardi
Dal 2010 fa parte della Fondazione Aida di Verona, con la quale è attrice in Oh Boy con la regia di
Maurizio Nichetti, è regista, attrice e drammaturga di Come un fiume spettacolo sull'emigrazione
trentina durante l'impero austroungarico, è ideatrice e attrice di diversi spettacoli teatrali musicali,
tra i quali Omaggio a Giorgio Gaber, Le strade dell'acqua di Francesco Comina, Suoni di donna
spettacolo nato dalla collaborazione con cantanti e musiciste bolzanine sul tema del femminile. È
fondatrice e presidente dell'associazione di promozione sociale Theamus. È docente del
laboratorio di teatro del Teatro stabile di Bolzano Giovani in scena e del laboratorio di musical
presso l'Istituto Musicale Vivaldi di Bolzano
TrentoSpettacoli Agenzia professionale che opera dal 2009 a Trento nel campo dell’ideazione,
della produzione, della realizzazione, della distribuzione e della vendita di spettacoli teatrali di vario
genere e natura; vanta collaborazioni artistiche con le più importanti realtà del suo territorio, tra cui
Centro Servizi Culturali Santa Chiara, Società Filarmonica di Trento, e Università degli Studi di
Trento. A livello nazionale collabora da diversi anni con la Compagnia Macelleria Ettore di Milano.
www.trentospettacoli.it
Theamus Theamus è un'associazione di promozione sociale che nasce intorno all'idea di incontro;
l'incontro tra il teatro e la musica, due linguaggi che pur mantenendo la loro identità possono
fondersi in un corpo solo, creatori entrambi di un'unica drammaturgia e di un unico concerto.
L'associazione ha nel suo interno un coro Theamus Ensemble e una compagnia giovane, che
realizza spettacoli ed eventi musicali, tra i quali lo spettacolo Quando gli Dei hanno sete, nato da
un intreccio tra Le Troiane di Euripide e le testimonianze delle donne di Srebrenica con la regia e
la drammaturgia di Flora Sarrubbo e Macbeth di W. Shakespeare regia Flora Sarrubbo
www.theamusaps.org
Fondazione Aida
Aida nasce a Verona nel 1983 da un gruppo di artisti e professionisti teatrali che decidono di
riunirsi per promuovere il teatro per ragazzi.
Sin dall’inizio si configura come uno spazio aperto in cui artisti con background diversi possono
confrontarsi, collaborare e far nascere nuove creazioni artistiche.
Nel 1987, l’associazione ottiene dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali il riconoscimento di
teatro stabile di innovazione per ragazzi. Nel 1996 l’associazione diventa una fondazione privata:
Fondazione Aida.
Dal 2003, inoltre, Fondazione Aida è diventata un centro di formazione professionale accreditato
dalla Regione del Veneto e organizza corsi per gli operatori tecnici, artistici e organizzativi dello
spettacolo
Aida non solo produce spettacoli, ma promuove la cultura teatrale con le sue rassegne
negli spazi teatrali che ha in gestione: il Teatro Filippini di Verona, il Teatro Valle dei Laghi di
Vezzano (TN), il Teatro Anselmi di Pegognaga (MN) in cui propone le principali compagnie italiane
di teatro per ragazzi, di prosa serale, di musica, di danza. Gestisce inoltre le rassegne teatrali per il
Teatro Cotogni di Castelmassa (RO), il Teatro Martini di Trecenta (RO) e quella del Teatro ai Colli
di Padova.
Riconoscimenti
Nel corso degli anni, Aida ha ottenuto riconoscimenti e accreditamenti ufficiali e ha avviato
collaborazioni a lungo termine con altre organizzazioni ed istituzioni:
• Riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali come Teatro Stabile di Innovazione
per Ragazzi e Giovani 1987;
• Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione per l’attuazione del Progetto Lettura (2000);
• Accreditamento e qualificazione presso il Ministero dell’Istruzione quale centro per
l’aggiornamento degli insegnanti (2001);
• Convenzione quadro con l’Università di Verona per la collaborazione didattico-scientifica
nell’ambito delle discipline artistiche e dello spettacolo (2007);
• Accreditamento presso la Regione del Veneto quale centro di formazione continua e superiore
(2003) ai sensi dell’art.12 e segg. Cod. Civ. e dell’art.14 del DPR 24 luglio 1977 n. 616;
• Convenzione con la Fondazione Arena di Verona nell’ambito della formazione professionale dello
spettacolo;
• “Biglietto d’oro” rilasciato dal Ministero Beni e Attività Culturali, dall’Ente Teatrale Italiano, e
dall’AGIS per aver raccolto il maggior numero di spettatori con una produzione teatrale per famiglie
durante la stagione 2007/2008.
Produzioni, tournée e progetti internazionali
Sin dalla sua nascita, Fondazione Aida ha sempre mirato a mettersi in relazione con
organizzazioni e contesti teatrali degli altri Paesi, sia europei che non europei. Tra i progetti
culturali dal respiro internazionale citiamo:
• mostre “Casa di fiori, casa di stelle” e “Dal colore alla luce” dedicata al regista, scenografo
teatrale ed illustratore per l’infanzia Beni Montresor – New York – 2007
• mostra “Pier Paolo Pasolini poet of ashes” dedicata al grande regista cinematografico e scrittore
Pier Paolo Pasolini – New York – 2008
• mostra dedicata a Gianni Rodari a New York – 2009
• Maratona Letteraria Europea – 2007 – lettura continuata ed integrale di testi letterari realizzata in
contemporanea in Italia, Grecia, Romania, Bulgaria, Gran Bretagna, Finlandia, Polonia e Spagna –
Fondazione Aida soggetto capofila del progetto.
Progetti nazionali
I progetti ideati e realizzati da Fondazione Aida mirano a coinvolgere le principali Istituzioni
presenti sul territorio, nonché le imprese economiche più sensibili alla crescita e allo sviluppo
sociale del territorio, realizzando un’azione di sinergia territoriale che connetta il mondo
dell’impresa e i mondi della scuola e delle famiglie.
Tra i progetti più importanti, citiamo:
• “Il mistero dell’acqua scomparsa”, realizzato in collaborazione con la Coca Cola HBC Italia,
progetto didattico che ha previsto la realizzazione di un libro illustrato, di un cartone animato
distribuiti nelle scuole e di uno spettacolo teatrale sul corretto uso dell’acqua;
• “Processo alle verdure”, progetto educativo realizzato in collaborazione con la CAMST, che
intende sensibilizzare il giovane pubblico verso una sana e corretta alimentazione attraverso la
produzione di uno spettacolo teatrale. Il progetto è stato completato da un Cd musicale a
distribuzione nazionale;
• di prossima realizzazione sempre con Coca-cola HBC Italia il libretto didattico educativo
“L’ispettore Closet e la tribù del riciclo” sul corretto comportamento ambientale nel riciclo e
smaltimento dei rifiutii
• www.fondazioneaida.it
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

creare flashcard