Quesito n. 2 - Digilander

annuncio pubblicitario
Se un protone ed un elettrone entrano, con la stessa velocità, in una regione dello
spazio in cui è presente un campo magnetico perpendicolare al moto delle
particelle, quale è la differenza tra le traiettorie delle due particelle?
Le traiettorie delle due particelle sono entrambe circolari, ma differiscono per il raggio
dato da:
m⋅v
r=
q ⋅B
dove m rappresenta la massa della particella, q la sua carica, v il modulo della sua
velocità e B l'intensità del campo magnetico.
Il raggio è quindi direttamente proporzionale alla massa delle particelle. Le due traiettorie
differiscono inoltre per il verso di percorrenza della traiettoria, a causa della differenza di
segno delle cariche dell’elettrone e del protone.
Dimostrazione
Forza di Lorentz
La forza agente su di una carica q in movimento con velocità v in un campo magnetico
di induzione B è data dal prodotto vettoriale:
FL = q⋅ v ∧ B
Regola della mano destra per individuare il verso della forza di Lorentz F L :
Se q è positiva, F L è orientata nel verso del pollice tenuto perpendicolare alle altre dita,
quando queste ruotano dalla direzione di v alla direzione di B , descrivendo l’angolo
minore di 180° compreso tra i due vettori.
Tale forza, essendo in ogni istante perpendicolare alla velocità e di conseguenza allo
spostamento della particella carica, non compie alcun lavoro.
Ora poiché la variazione dell’energia cinetica di un punto materiale deve essere uguale al
lavoro delle forze che agiscono su di esso (Teorema dell’energia cinetica), essendo il
lavoro nullo ne segue che non vi deve essere variazione di energia cinetica e dunque la
velocità deve rimanere costante in modulo.
Nel caso in cui il campo magnetico B sia perpendicolare al moto della particella carica v
si deduce che:
F L è sempre perpendicolare a v (come già enunciato)
F L è sempre anche perpendicolare a B (quindi giace sempre nello stesso piano, come si
vede dalla figura)
F L ha un valore costante pari a: F L = q ⋅ v ⋅ B
Quindi F L ha le proprietà della forza centripeta che, in un moto circolare uniforme è
sempre perpendicolare alla velocità del punto materiale, ha modulo costante e varia in
modo da rimanere sempre nello stesso piano, che è quello in cui avviene il moto circolare
stesso.
1
B
v
+
B
v
+
FL
FL
v
FL
+
B
B
v2
Allora La forza di Lorentz F L = q ⋅ v ⋅ B fornisce la forza centripeta del moto F c = m ⋅
r
Uguagliando le ultime due espressioni si ottiene:
v2
m⋅v
r=
q⋅ v ⋅B = m ⋅
da cui è possibile ricavare il raggio:
q ⋅B
r
2
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard