VOCE INGLESE,SGUARDO ITALIANO "Tutto il mondo è un teatro e

annuncio pubblicitario
VOCE INGLESE,SGUARDO ITALIANO
"Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro
uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti." Questo è ciò
che ci dice William Shakespeare, il più famoso poeta e drammaturgo inglese, che con la sua
passione per il teatro ha creato questa metafora tra l’attore e l’uomo. Questo è anche ciò che gli
studenti del Liceo Scientifico “A. Einsitein” di Molfetta delle classi quarte e quinte hanno appreso
nella mattinata del 14 marzo 2014 quando un gruppo di giovani attori inglesi si è reso disponibile
verso gli alunni per far vivere loro due esperienze teatrali che hanno toccato il cuore di tutti. I due
spettacoli,”Staging Shakespeare” e “Waiting for contemporary theatre”, sono stati preceduti da due
lezioni preparatorie tenute dal professore Marco de Santis dell’Università di Bari affinché le
performance non risultassero troppo difficoltose in quanto recitate interamente in lingua inglese. Per
permettere allo spettatore di non perdere la propria concentrazione durante lo spettacolo le battute
degli attori sono state intervallate da alcuni commenti fatti da un attore italiano avente sempre
occhi vivi e ricchi di entusiasmo. L’intera compagnia,formata da quattro attori e un musicista, è
riuscita con estrema capacità a cambiare registro della propria voce passando dal primo spettacolo
shakespeariano dilettevole e delizioso al secondo un po’ più complesso perché ispirato al teatro
contemporaneo del ‘900. Il pubblico si ritrova così a vivere due diverse situazioni e ad occupare un
ruolo diverso all’interno delle due opere. Mentre infatti nel teatro di Shakespeare il pubblico è
protagonista, nel teatro contemporaneo gli spettatori hanno un ruolo inferiore. Gli attori infatti in
questo caso rappresentano situazioni in cui governa la contraddizione tra gesti e parole talvolta di
difficile comprensione ma di profondo significato. Entrambi gli spettacoli tuttavia hanno avuto uno
svolgimento comune in quanto si sono articolati dividendosi in varie scene tratte dalle opere prese
in riferimento. Indispensabile per la buona riuscita delle rappresentazioni è stata la musica sempre
adeguata e mai fuori posto. Grazie a quest’ultima, suonata dal vivo, gli studenti hanno potuto
captare il significato di alcune scene nel caso queste ultime non risultassero chiare a causa della
lingua talvolta troppo spedita. Nonostante ciò questa è stata un’occasione preziosa per tutti coloro
che sono riusciti a coglierla. Ascoltare dei madrelingua potenzia la conoscenza della nostra lingua
inglese e abitua il nostro orecchio a un suono che risulta essere diverso. Il teatro inglese, pur se
differente a causa della lingua rispetto a quello italiano, risulta essere essenzialmente uguale per le
emozioni che vengono trasmesse dagli sguardi, dai gesti e dai sorrisi che partendo dal palcoscenico
arrivano diretti a ciascun spettatore. Lo scopo principale dell’attore non è infatti quello di spiegare
una storia o di celebrare un determinato drammaturgo bensì quello di far emozionare ogni singolo
sguardo puntato su di lui. Un attore, che sia inglese o italiano, è pur sempre un attore e in quanto
tale è una persona speciale per ciascuno di noi perché nella monotonia della nostra giornata può
farci immaginare luoghi inesplorati e situazioni toccanti con il linguaggio verbale ma soprattutto
con il linguaggio del corpo.
Arianna de Ceglia
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

creare flashcard