Lettonia

advertisement
POSIZIONE GEOGRAFICA
La Lettonia è situata
nell’Europa nordoccidentale.
Confina: a nord con
l’Estonia, a est con la
Russia, a sud-est con la
Bielorussia, a sud con la
Lituania ed è bagnata a
ovest dal Mar Baltico.
Clima e territorio
Il clima è generalmente temperato. La stagione migliore va da giugno a settembre. In
primavera e in autunno le temperature sono poco alte: 5 °C ad aprile, 8 °C a ottobre. In
estate le temperature si aggirano intorno ai 14 °C e ai 22 °C. A luglio e ad agosto, i mesi
più caldi, le piogge possono essere persistenti. In inverno il termometro scende raramente
sotto i 4 °C, le giornate sono molto brevi e le nevicate sono frequenti.
La Lettonia è molto boscosa (40% della
superficie); ha caratteri geomorfologici
simili a quelli delle regioni confinanti. Il
territorio è formato da pianure
interrotte da modesti rilievi (nella parte
orientale) che superano appena i 300 m.
MONTI
Il monte più importante è Gaizina Kalns (311m).
PIANURE
La regione è caratterizzata da ampie pianure e paludi con rilievi moderati che raramente
superano i 300m.
IDROGRAFIA
Il fiume principale della Lettonia è la Dvina Occidentale, che sfocia nel Mar Baltico e scorre
per circa 370 km in territorio lettone. Ci sono alcune zone paludose. Le coste sono basse e
sabbiose, orlate da dune, con lagune e laghi costiere. Il paese è bagnato dal mar Baltico, la
lunga costa è prevalentemente sabbiosa e non ha isole.
LAGHI
Tra i tanti bacini naturale e artificiali del paese, oltre 1000, il più esteso è il lago Lubanas.
In Lettonia ci sono numerosi laghi di origine glaciale (circa 300).
Lubanas.
FORMA DI GOVERNO
La Lettonia è una repubblica democratica , ufficialmente indipendente dal 6 settembre 1991
governato da un parlamento (chiamato Saeima), composto da 100 membri eletti per tre anni.
. Elegge anche il capo dello stato che rimane a sua volta in carica per tre anni e nomina il primo
ministro.La Lettonia è anche una repubblica parlamentare.
Il presidente della Lettonia rimane in carica per 4 anni.
Repubblica parlamentare.
RELIGIONE
La maggior parte dei credenti è principalmente di religione cristiana; il più grande gruppo è
quello luterano. In Lettonia c’è una comunità ebraica.
ECONOMIA
La Lettonia è costretta a importare tutta l'energia elettrica dalla Lituania e
dall'Estonia, e questo crea numerose difficoltà all'economia statale.
Agricoltura, allevamento e pesca sono le tre principali risorse.
Importante l'estrazione della torba, che comporta però un forte
inquinamento dell'ambiente; negli ultimi anni si stanno sviluppando numerose industrie
chimiche e di cantieristica. Altra nota dolente: fino a pochi anni fa, su 60.000 km di
strade, solo un terzo era asfaltato.
L'allevamento è molto sviluppato: quello bovino è concentrato nelle vicinanze delle città e
diffuso soprattutto nelle aree costiere ricche di pascoli. Discrete dimensioni ha la pesca
(merluzzi, aringhe, spratti): centro principale ne è Riga, ma lungo tutta la costa sono
disseminati vari porti pescherecci e grandi navi modernamente attrezzate operano
nell'oceano. Un'economia debole, perciò, che risente ancora della povertà del Paese negli
scorsi decenni.
Capitale e città
RIGA
Riga è la capitale della Lettonia. Situata sul Mar Baltico alla foce del fiume Daugava; è la
città più grande delle Repubbliche Baltiche ed è uno dei principali centri culturali, politici ed
economici della regione. E’ un antico centro della regione anseatica.
Tradizione e folklore
La cultura lettone è fortemente influenzata dal folklore. La letteratura è quasi del tutto
influenzata dagli antichi canti folkloristici, considerati un patrimonio nazionale, e da poemi
epici locali.
Il Giorno dell'Ascensione, un'importante festa musicale cattolica, si celebra tra il 14 e il 16
agosto ad Anglona.
Curiosità
La cucina della Lettonia è piuttosto grassa e non utilizza molte spezie. I prodotti caseari
occupano un ruolo centrale, i formaggi cremosi ne sono un esempio.
La tradizione comprende anche zuppe e salsicce, stufati di manzo e selvaggina.
Tra le specialità tipiche, gli speķa pīrādziņi (tortini di bacon), la skābputra (una zuppa fredda
e rinfrescante a base di panna acida), la borshch (zuppa di barbabietole), rasols (insalata di
patate), e tante altre.
Per i dessert vengono usati maggiormente i frutti di bosco; un dolce tipico è il ‘’Debessmanna’’
(mirtilli e latte).
Il Latvian Nationwide Song and Dance Celebration (canzone nazionale lettone e
celebrazione della danza) è la più importante e spettacolare manifestazione lettone. Il
Festival è itinerante e si tiene ogni cinque anni in estate. La sua unicità è riconosciuta come un
tesoro nazionale dall'Unesco. L'ultima edizione si è tenuta a Riga e ha portato circa 20mila
cantanti, strumentisti e danzatori.
Il Festival di Jani è un'altra festa lettone
tradizionale e dal sapore popolare. È la più
importante dell'anno e dedicata al
solstizio d'estate.
A giugno si tengono a Riga anche il Festival Internazionale di Musica d'organo e il
Gadatirgus, una grande fiera di arte e artigianato.
Nel mese di luglio è organizzato a Sigulda il Festival dell'Opera, mentre il castello di Bauska
ospita il Festival di Musica Antica.
sigulda castle.
 SITOGRAFIA

http://it.wikipedia.org/wiki/Lettonia

http://www.easyviaggio.com/lettonia/tempo

http://www.skuola.net/geografia-medie/lettonia-territorio-popolazione.html

http://www.indire.it/erasmus/schede_paesi/Lettonia.htm

www.pointblog.it

http://www.treccani.it/enciclopedia/lettonia/
http://www.sapere.it/enciclopedia/Lett%C3%B2nia.html

http://www.consolatolettonia.it/religione.html

http://www.consolatolettonia.it/religione.html

http://doveviaggi.corriere.it/dovercs/home/guide/europa/stati/lettonia/itinerari_curiosita.html#atavola

http://www.treccani.it/enciclopedia/lettonia/
Scarica