1 - Territori in rete

advertisement
Progetto T.R.E. “ Territori in Rete per l’Europa”
Linea 2 “Dimensione Sovracomunale”
Modulo “Il Monitoraggio e la Valutazione dei progetti”
Esercitazione A
I. Analizzare la coerenza interna del progetto “Riqualificazione urbana della città X” data la seguente sintesi dell’idea forza e la matrice
progettuale.
Obiettivo del progetto è la valorizzazione e promozione del territorio, in particolare dell’area urbana, mettendo a sistema le risorse socio-economiche e gli attori dello
sviluppo locale. La sinergia tra Amministrazione locale, Associazioni datoriali del commercio e privati del settore commerciale e culturale, attraverso anche una
organizzazione stabile, condivisa, per la gestione del sistema, sarà incentrata sul marketing urbano e farà leva su due elementi essenziali per “riposizionare” la città sul
“mercato dei territori”: il patrimonio ambientale-culturale della città, attraverso la realizzazione del Sistema Museale Integrato (S.M.I.), articolato in percorsi innovativi, e
l’innovazione organizzativa della funzione commerciale, come fattori di attrattività e di promozione dell’area urbana per mezzo della creazione di un Centro Commerciale
Naturale (C.C.N.).
L’idea forza del progetto è quella dello sviluppo di reti tra operatori di diversi settori e soggetti pubblici e privati per il miglioramento, sopratutto qualitativo, della gamma di
offerta di beni culturali che, allo stato attuale, è disarticolata e ha potenzialità “inespresse”, e l’offerta commerciale e di servizi come elemento fondamentale delle strategie
di riqualificazione e attrattività dell’area urbana, in primis del centro storico.
L’integrazione tra un circuito urbano culturale-ambientale, adeguatamente promosso con il Centro Commerciale Naturale e gli strumenti di cui questo organismo si avvale,
andrà a rafforzare e dare valore aggiunto agli interventi di carattere materiale per il recupero e restauro del patrimonio architettonico che l’Amministrazione Comunale
porta avanti da diversi anni.
La multifunzionalità pertanto diventerà uno dei fenomeni portanti dell’assetto cittadino dove la storia e la bellezza dei palazzi, delle piazze, delle chiese, delle torri, i valori
della tradizione, convivono con le offerte e le ricchezze create dalle attività commerciali e di servizi che da sempre hanno caratterizzato l’animo e le vesti della città antica.
A tale punto gioca un ruolo fondamentale l’attivazione di una “regia” per il coordinamento dei due sistemi, culturale e commerciale, in cui Amministrazione Comunale, le
associazioni di categoria del commercio, con i rispettivi costituendi Centri di Assistenza Tecnica (C.A.T.), e i privati, già partner progettuali, operano in sinergia su obiettivi
condivisi.
Dal punto di vista organizzativo, da una parte si provvederà all’allestimento delle sedi museali e dall’altra si attiveranno una serie di azioni di attività per la creazione del
C.C.N., partendo dalla sensibilizzazione sia verso i singoli operatori che verso le forme associative già esistenti e già attive come consorzi e associazioni di via, facenti
capo ai partner Confcommercio e Confesercenti.
Il progetto – fortemente orientato ad attrarre flussi di utenza provenienti dall’esterno ma, nel contempo, attento al miglioramento della qualità della vita dei residenti –
costituisce uno degli elementi del più generale obiettivo di valorizzazione della città, puntando ad integrare i “sistemi” aventi un potenziale economico rilevante (produttivo,
socio – culturale e ambientale) presenti nella realtà cittadina anche attraverso strumenti operativi già sperimentati con successo.
Le Associazioni datoriali, per la parte più strettamente tecnica-operativa si accingono a costituire (appena verranno emanate le disposizioni di attuazione regionali) i Centri
di Assistenza Tecnica (CAT) nei quali si realizza un livello di integrazione più ampio, essendo coinvolte la Camera di Commercio e la Provincia. I CAT sono, come noto,
strumenti operativi previsti dalla normativa nazionale e regionale non solo a supporto delle imprese commerciali ma anche come “interfaccia” della P.A. nei rapporti con le
imprese del settore per le iniziative di comune interesse.
2
obiettivo
generale
obiettivi
specifici
obiettivi operativi
1.1 Strutture di governo
integrate tra pubblico e privato
1.2 Cittadini e imprese partecipi
e responsabili nelle politiche di
governance urbana
1.3 Sistema dei trasporti urbano
ed extraurbano adeguato alle
esigenze socio-economiche del
territorio
Risorse
socio
economiche
della città e
del territorio
valorizzate
1. Pubblico e
privato
operano in
sinergia e
ragionano
sulla base di
obiettivi
condivisi
operazioni
1.1.1 Attivazione soggetto gestore delle azioni di marketing urbano-territoriale
1.2.1 Azioni di sensibilizzazione degli operatori e P.A. locale (seminari-convegni su tematiche di
marketing urbano)
1.2.2. Piattaforma 3D come strumento di confronto e pianificazione
1.3.1 Sistema di mobilità tra i vari siti attraverso biglietti cumulativi e/o sconti particolari o linee
dedicate
1.4.1 Analisi di mercato di supporto alla pianificazione del marketing urbano
1.4.2 Redazione del piano di marketing urbano
1.4.3 Sensibilizzazione finalizzata alla stipula di accordi tra operatori per ottimizzare l’offerta
integrata;
1.4 Pubblico e privato realizzano 1.4.4 Pacchetti visita all inclusive;
iniziative congiunte finalizzate
1.4.5 Implementazione circuito fidelity card e creazione circuito card multiservizi
all'ottimizzazione del sistema
1.4.6 Elaborare disciplinari/ regolamenti (“dal basso”) ad hoc per i vari settori coinvolti al fine di
determinare standard basilari e comuni di qualità
1.4.7 Creare e produrre il sistema dei prodotti (editoriali, merchandising, pacchetti turistici
integrati) del Sistema
1.5 Tessuto imprenditoriale
integrato con le risorse
territoriali, culturali e ambientali
1.5.1 Integrazione dell’offerta del sistema con l’offerta delle produzioni tipiche del territorio
3
2.1.1 Analisi -indagini quali-quantitative a supporto del processo di creazione del Centro
Commerciale Naturale
2.1.2 Campagna di sensibilizzazione degli operatori delle imprese finalizzata alla costituzione del
Centro Commerciale Naturale
Risorse
socio
economiche
della città e
del territorio
valorizzate
2. Imprese
che operano
secondo
logiche di
sistema
2.1 Tessuto imprenditoriale
innovativo dal punto di vista
tecnologico ed organizzativo
2.1.3 Costituzione Centro Commerciale Naturale come strumento di aggregazione/integrazione
tra operatori di diversi settori per la competitività, la valorizzazione e la promozione della città;
2.1.4 Implementazione circuito fidelity card e creazione circuito card multiservizi
2.1.5 Assistenza tecnica impresa
2.1.6 Piattaforma 3D come supporto alla costituzione del Centro Commerciale Naturale e come
strumento di partecipazione attiva degli operatori per la promozione della città;
2.2 Le imprese ricorrono al
marketing per lo sviluppo
economico
2.2.1 Programma azioni co-marketing tramite circuito card multiservizio (commercio, cultura), web
e piattaforma 3D
4
Descrizione dei singoli obiettivi
Obiettivo Generale
Il progetto muove dalla constatazione che la città ed il territorio dispongono di risorse socio economiche la cui valorizzazione da una parte ne
rafforzerebbe l’identità e dall’altra costituirebbe una forte componente economica, fondamentale in ogni processo di sviluppo. Su tali premesse si
interviene mediante la riorganizzazione di alcune componenti dell’offerta territoriale, avendo come obiettivo la creazione di un sistema che valorizzi
le pecularità della città: il centro storico con le sue funzioni tradizionali, prima fra tutte quella commerciale e di servizi oltre che residenziale; i beni
culturali ed ambientali le cui valenze insieme alle produzioni tipiche caratterizzano fortemente il “prodotto città X” su cui costruire le strategie di
marketing.
Obiettivo Specifico 1 (Pubblico e privato operano in sinergia e ragionano sulla base di obiettivi condivisi)
Nel corso degli ultimi anni, sono state attuate alcune esperienze di processi partecipati alla governance locale (es. Agenda 21, STL, Piano
strategico), che hanno gettato le basi di un processo culturale-organizzativo che deve vedere pubblico e privato operare in sinergia nella
pianificazione e realizzazione di azioni volte allo sviluppo sostenibile del territorio. Sono necessarie forti azioni di sensibilizzazione per superare alcuni
limiti imputabili da un lato alla mancanza di cultura della cooperazione, dall’altra al fatto che i tempi del pubblico sono differenti rispetto a quelli del
privato e che, pertanto, quest’ultimo è poco propenso ad operazioni di cofinanziamento rispetto ad azioni di promozione e riqualificazione urbana.
Obiettivo Operativo 1.1 (Strutture di governo integrate fra Pubblico e privati)
Istituzione di un tavolo di confronto permanente nel quale pubblico e privato possano collaborare alla realizzazione di progettualità condivise per lo
sviluppo di settori strategici quali il settore turistico e dei servizi. Attivazione una programmazione concertata in grado di definire obiettivi condivisi e
di conciliare gli interessi e le azioni di soggetti diversi fra loro, questa deve prevedere momenti tecnico-consultivi, portare al consolidamento di un
metodo partecipato di governo ed operare come organismo di coordinamento fra le imprese, gli operatori culturali, l'università e l’amministrazione
comunale.
Operazioni
 Attivazione soggetto gestore delle azioni di marketing urbano-territoriale
Obiettivo Operativo 1.2 (Cittadini e imprese partecipi e responsabili nelle politiche di governance urbana)
Superamento di una diffusa cultura individualistica e assunzione, da parte di singoli cittadini ed imprese, di comportamenti partecipi e responsabili
nei processi di governance locale che si concretizzano nella creazione di momenti d’incontro tra gli stakeholders; a supporto di tali iniziative una
serie di azioni di sensibilizzazione sulle tematiche del marketing urbano ed un’incentivazione dell’utilizzo degli strumenti informatici quali mezzo di
scambio fra amministrazione, imprese e cittadini.
Operazioni
 Azioni di sensibilizzzione degli operatori e P.A. locale (seminari-convegni su tematiche di marketing urbano)
 Incontri di confronto con gli stakeholders
5
Obiettivo Operativo 1.3 (Sistema dei trasporti urbano ed extraurbano adeguato alle esigenze socio-economiche del territorio)
Adeguamento del sistema pubblico dei trasporti su gomma alle necessità del territorio ed a supporto di una serie di azioni poste in atto per il suo
sviluppo economico. In particolare si rende necessario un adeguamento del sistema di collegamento tra i siti culturali urbani e quelli extraurbani, i
quali, nella situazione attuale, subiscono le conseguenze della stagionalità dei servizi di trasporto. È anche necessario istituire linee dedicate che
convoglino i flussi turistici e fungano nello stesso tempo da veicoli di promozione per i beni culturali e ambientali del territorio.
Operazioni
 Sistema di mobilità tra i vari siti attraverso biglietti cumulativi e/o sconti particolari o linee dedicate
Obiettivo Operativo 1.4 (Pubblico e privato realizzano iniziative congiunte finalizzate all’ottimizzazione del sistema)
Un costante confronto fra Pubblico e privato in un’ottica di sviluppo globale, eviterebbe la riproposizione di azioni e logiche settoriali che non
garantiscono il raggiungimento di obiettivi a lungo termine e duraturi nel tempo. Per la creazione di questo modello organizzativo è necessario
rendere le imprese e la P.A. consapevoli dei vantaggi derivanti da azioni congiunte in termini di miglioramento della qualità dei servizi e di
promozione e commercializzazione dei prodotti del territorio.
Operazioni
Centro Commerciale Naturale - Sistema Museale Integrato:
 Analisi-indagini quali-quantitative a supporto del marketing urbano sul sistema di imprese del terziario;
 Accordi tra operatori per ottimizzare l’offerta integrata
 Percorsi tematici-storico culturali;
 Pacchetti visita all inclusive;
 Implementazione circuito fidelity card e creazione circuito card multiservizi
 Disciplinari/regolamenti (“dal basso”) ad hoc per i vari settori coinvolti al fine di determinare standard basilari e comuni di qualità
 Creare e produrre il sistema dei prodotti (editoriali, merchandising, pacchetti turistici integrati) del Sistema
Obiettivo Operativo 1.5 (Tessuto imprenditoriale integrato con le risorse territoriali, culturali e ambientali)
Agire in un’ottica di sistema significa mettere a valore tutte le risorse disponibili sul territorio, sia quelle ambientali e culturali sia quelle che
riguardano le produzioni tipiche dei comparti artigianale e agroalimentare, caratterizzate da una forte componente qualitativa che deve
contraddistinguere il territorio in tutte le sue componenti, compreso l’ambito urbano.
Operazioni
 Integrazione dell’offerta territoriale: ambiente urbano e territoriale, beni culturali e produzioni tipiche
6
Obiettivo Specifico 2 (Imprese che operano secondo logiche sistemiche)
L’obiettivo che si desidera raggiungere è quello di creare una nuova cultura che veda le imprese confrontarsi con un mercato globale e organizzato
secondo logiche di integrazione: tra imprese dello stesso comparto, tra imprese di comparti diversi; tra imprese e valenze territoriali.
L’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse e dei servizi di sistema e la stretta sinergia con le politiche pubbliche di sviluppo territoriale conferiscono al
tessuto imprenditoriale una integrazione multisettore e multilivello, indispensabile per competere in un mercato con sufficiente “massa critica”.
Obiettivo Operativo 2.1 (Tessuto imprenditoriale innovativo dal punto di vista tecnologico ed organizzativo)
Attraverso le diverse operazioni di seguito specificate si desidera mettere a disposizione delle imprese, con particolare riferimento a quelle che
operano nell’ambito urbano, una serie di strumenti in grado di apportare un miglioramento, sia dal punto di vista organizzativo che da quello
dell’orientamento al mercato. Si tratta, infatti, di riorganizzare l’offerta d’area nelle sue principali componenti rappresentate dal commercio,
dall’artigianato compatibile e dai servizi, secondo nuovi modelli organizzativi e con largo utilizzo di nuove tecnologie, pur nel rispetto delle valenze
storico-culturali.
Operazioni
 Centro Commerciale Naturale: Costituzione del Centro Commerciale Naturale come strumento di aggregazione/integrazione tra operatori di
diversi settori per la competitività, la valorizzazione e la promozione della città; la sua costituzione è preceduta da un’analisi quali –
quantitativa e da azioni di sensibilizzazione, formazione e assistenza tecnica alle imprese coinvolte.
 Centro Commerciale Naturale: implementazione circuito card fidelity e creazione circuito card multiservizio (commercio, circuiti culturali e
ambientali, servizi);
 Centro Commerciale Naturale: Piattaforma 3D come strumento di supporto alla creazione del Centro Commerciale Naturale e di
partecipazione attiva degli operatori per la promozione città;
Obiettivo Operativo 2.2 (Le imprese ricorrono al marketing per lo sviluppo economico)
È importante che le imprese e gli altri attori coinvolti nei processi di sviluppo territoriale prendano consapevolezza dell’importanza che una buona
strategia di marketing ha nel successo di un’iniziativa; tale esigenza è tanto più forte quanto è più complessa la realtà che si intende promuovere:
un territorio con tutte le sue componenti non solo economiche.
Operazioni
 Centro Commerciale Naturale: programma azioni co-marketing tramite circuito card multiservizio , web e piattaforma 3D
7
Analisi della coerenza
8
II. Data la seguente struttura, definire il sistema di indicatori e i relativi target di riferimento.
Obiettivo
Generale
Obiettivi
Specifici
Obiettivi Operativi
Indicatori di Realizzazione
Target
Indicatori di Risultato
Target
1.1 Strutture di governo integrate
tra pubblico e privato
1.2 Cittadini e imprese partecipi e
responsabili nelle politiche di
governance urbana
Risorse
socio
economiche della
città
e
del
territorio
valorizzate
1. Pubblico e
privato
operano in
sinergia e
ragionano
sulla base di
obiettivi
condivisi
1.3 Sistema dei trasporti urbano
ed extraurbano adeguato alle
esigenze socio-economiche del
territorio
1.4 Pubblico e privato realizzano
iniziative congiunte finalizzate
all'ottimizzazione del sistema
1.5
Tessuto
imprenditoriale
integrato con le risorse territoriali,
culturali e ambientali
9
2.1 Tessuto imprenditoriale
innovativo dal punto di vista
tecnologico ed organizzativo
2. Imprese
che operano
secondo
logiche di
sistema
2.2 Le imprese ricorrono al
marketing per lo sviluppo
economico
10
Scarica