VB - Liceo Statale Alfano I

annuncio pubblicitario
PROGRAMMAZIONE DIDATTICO- EDUCATIVA DELLA CLASSE
5
SEZ.
Bs
LICEO SCIENTIFICO
BREVE PRESENTAZIONE DELLA CLASSE E DEFINIZIONE DEL PROFILO CULTURALE, EDUCATIVO E PROFESSIONALE DELL’ALLIEVO a cura
del Cdc
(Tenendo conto della composizione della classe, dei risultati dei test d’ingresso, del livello, delle problematiche emerse, ecc.)
La classe V BS formata da ventuno alunni, di cui una diversamente abile, si presenta eterogenea per preparazione di base, ritmi di apprendimento, interesse,
motivazione allo studio e impegno. Tuttavia gran parte degli alunni possiede buone potenzialità, che non sempre si esprimono a livelli soddisfacenti, alternando nel
corso di questi anni momenti di impegno e di crescita ad una certa discontinuità nello studio domestico.
Sul piano comportamentale i risultati sono buoni, in relazione al corretto atteggiamento assunto durante le lezioni in merito all’attenzione, alla disposizione
all’ascolto consapevole e alla partecipazione attiva in aula. In tale contesto, i docenti cercheranno di realizzare un lavoro costruttivo, finalizzato non solo
all’approfondimento culturale, ma anche alla formazione della personalità e alla crescita umana dei discenti.
Si segnala, poi, che la classe risponde positivamente alle attività extracurricolari sia nel conseguimento di risultati concreti sia nel rappresentare se stessi e la scuola.
I docenti delle diverse discipline, dopo il necessario e produttivo confronto interno al consiglio di classe, si sono orientati ad attuare una programmazione didatticoeducativa volta a garantire lo svolgimento degli argomenti curricolari portanti e l'assimilazione dei contenuti indispensabili alla definizione di un quadro
sufficientemente compiuto dei diversi ambiti disciplinari. Essi propongono i percorsi didattici in maniera organica ed articolata, affinché gli allievi possano acquisire
quelle abilità necessarie ad un utile orientamento nei vari campi disciplinari e al perseguimento delle finalità formative proprie dell'Indirizzo, sia nella preparazione
culturale sia nelle abilità tecnico-operative.
Questo anno scolastico è stato caratterizzato dall’arrivo di due nuovi alunni, che la classe ha accolto con entusiasmo fin dal primo momento facendoli sentire a proprio
agio.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO IN RIFERIMENTO A
AREE CULTURALI:
AREA LINGUISTICA E COMUNICATIVA
AREA
SCIENTIFICA; MATEMATICA E TECNOLOGICA
AREA STORICO-UMANISTICA

AREA METODOLOGICA

AREA LOGICO -ARGOMENTATIVA
AREA LINGUISTICA E COMUNICATIVA: Principali OBIETTIVI del secondo biennio e monoennio
 Padroneggiare l’uso della lingua italiana, sia nella forma scritta che nell’orale, nei diversi registri comunicativi



Saper riconoscere le radici della lingua italiana nella lingua latina
Aver acquisito competenze comunicative nelle lingue straniere studiate, corrispondenti almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo
di Riferimento
Saper utilizzare per scopi comunicativi e di ricerca le nuove tecnologie dell’informazione
AREA SCIENTIFICA, MATEMATICA E TECNOLOGICA:



Saper utilizzare i linguaggi formalizzati e gli strumenti di calcolo e previsione della matematica per la soluzione di problemi complessi e
la costruzione di modelli conoscitivi in diversi settori scientifici
Possedere i concetti fondamentale delle scienze fisiche e naturali, riconoscendone ed utilizzandone le principali metodologie di ricerca
Comprendere la valenza metodologica dell’informatica nella formalizzazione e modellizzazione dei processi complessi e
nell’individuazione di procedimenti risolutivi
AREA STORICO- UMANISTICA:



Saper ricostruire in un quadro unitario le principali dinamiche e le fondamentali tappe dei processi evolutivi della storia e della
civilizzazione europea, allargando poi la prospettiva ai rapporti fra cultura europea e altri orizzonti culturali
Cogliere le interazioni che, a diversi gradi di complessità, relazionano l’uomo e l’ambiente circostante
Saper riflettere criticamente sui rapporti che si stringono fra i diversi ambiti di sapere e, in maniera più specifica, sulle relazioni che
intercorrono fra pensiero filosofico e pensiero scientifico.
AREA METODOLOGICA:


Dimostrare di aver acquisito un valido metodo di studio e di ricerca
Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e approfondimento
AREA LOGICO-ARGOMENTATIVA:

Saper svolgere con coerenza e rigore le proprie argomentazioni, dimostrando di saper valutare criticamente le argomentazioni altrui
Le CONOSCENZE indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le conoscenze sono l’insieme di fatti, principi, teorie e pratiche,
relative a un settore di studio o di lavoro.
Le ABILITA’ indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive e
pratiche.
Le COMPETENZE indicano la comprovata capacità di usare Conoscenze, Abilità e capacità personali sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e
nello sviluppo professionale e/o personale; le COMPETENZE sono descritte in termini di Responsabilità e Autonomia. (DM 139/2007)
COMPETENZE DI AREA (in riferimento ai vari dipartimenti)

AREA LINGUISTICA: Lingua e letteratura italiana / Lingua e cultura latina / Lingua /e straniera/e
AREA STORICO SOCIALE: Storia / Geografia /Filosofia / Storia dell’arte / Religione/Diritto/Economia Politica/Scienze
Umane/Storia della Musica/Storia della Danza

AREA LOGICO-MATEMATICO: Matematica /Informatica e SCIENTIFICO-TECNOLOGICO: Scienze Motorie/Scienze Naturali
(Biologia, Chimica, Scienze delle Terra) /Fisica
AREA ARTISTICA/MUSICALE: Esecuzione e interpretazione/Laboratorio di musica d’insieme/Teoria Analisi e Composizione/Tecnologie
Musicali
AREA ARTISTICA/COREUTICA: Teoria e pratica musicale per la danza/Tecnica della danza classica/Tecnica della danza
contemporanea/Laboratorio coreutico/Laboratorio coreografico

AREA DEI LINGUAGGI: Lingua e letteratura italiana / Lingua e cultura latina / Lingua straniera (secondo biennio e monoennio)
(Competenze, conoscenze e abilità relative alle singole discipline)
Disciplina: Lingua e letteratura italiana
COMPETENZE
CONOSCENZE
Padroneggiare gli strumenti
Modulo 1: L’estetica neoclassica e le tendenze preromantiche.
espressivi ed argomentativi
Neoclassicismo, Preromanticismo. Ugo Foscolo: una testimonianza etico
indispensabili per gestire
sociale.
l’interazione comunicativa verbale
nei vari contesti
Modulo 2: Restaurazione e Risorgimento.
Il Romanticismo in Europa e in Italia. La Rivoluzione romantica A.
Manzoni: la poetica e il Realismo. G. Leopardi dalla poetica delle illusioni
alla poetica del vero.
Leggere comprendere ed
interpretare testi scritti di vario tipo
Modulo 3: L’Italia borghese e liberale nella società e nella cultura
europea. Il Positivismo e la Nuova Scienza. La Scapigliatura. Il Realismo
di G. Verga. La tecnica dello straniamento (Sine ira et studio). Il
Naturalismo.
Padroneggiare testi di vario tipo in
relazione ai differenti scopi
comunicativi
Modulo 4:Le contraddizione dell’eroe decadente.
Motivi Impressionistici nella poesia di G. Pascoli. G. D’Annunzio:
Superomismo ed Estetismo. Il Decadentismo europeo. L’esteta: Dorian
Gray di Wilde. I principi dell’Estetismo. F. Nietzsche: il messaggio del
superuomo.
Modulo 5: Crisi della cultura e cultura della crisi (la crisi delle certezze e
la frantumazione dell’”Io”).
L’avanguardia futurista e i Crepuscolari. L. Pirandello e la maschera.
L’inettitudine in Svevo (La coscienza di Zeno)
Utilizzare una lingua straniera per i
principali scopi comunicativi ed
operativi
ABILITA’
Saper individuare i caratteri essenziali della società e
della cultura nell’età napoleonica; saper ricostruire la
personalità e il rapporto di un autore con il contesto
storico-culturale, saperne riconoscere l’evoluzione
della produzione; acquisire la consapevolezza delle
differenze di registro tra lingua comune e lingua
letteraria.
Riconoscere i modelli caratterizzanti un’epoca;
comprendere la complessità dei fattori della realtà
storico-sociale e riconoscere gli elementi di continuità
e innovazione; avere una visione diacronica del
rapporto intellettuale e società; consolidare le
conoscenze della lingua; giungere ad
un’interpretazione motivata.
Stabilire rapporti tra generi e contesti socio-culturali;
acquisire strumenti conoscitivi di modelli di
rappresentazione della realtà; rapportare i testi
all’esperienza biografica dell’autore.
Comprendere le relazioni tra fenomeno letterario e
società; formare il senso storico e critico
Collegare i testi letterari con altre esperienze
letterarie.
Utilizzare gli strumenti
fondamentali per una fruizione
consapevole del patrimonio artistico
Modulo 6: L’intellettuale tra le due guerre, il disagio della civiltà.
Ungaretti (“I Fiumi”; “Poesia”), Montale (“Spesso il male di vivere ho
incontrato”), Quasimodo (“Uomo del mio tempo”) e Saba (“La Capra”).
Individuare modelli di rappresentazione della realtà
attraverso l’immaginario poetico; cogliere le
caratteristiche della tipologia testuale; decodificare il
linguaggio; stabilire rapporti tra generi, autori e
contesti socio-culturali
Utilizzare e produrre testi
multimediali
Modulo 7: La narrativa in Italia dagli anni Trenta agli anni Cinquanta.
Il Realismo mitico e simbolico di Vittorini e Pavese (“Il mestiere di
vivere”). Fra Realismo ed Esistenzialismo: il romanzo di Alberto Moravia
“La Noia”. Elsa Morante, una voce al femminile.
Modulo 8: La Divina Commedia: Paradiso (dieci canti).
Lettura integrale di romanzi del Novecento (da definire in itinere).
Comprendere analogie e differenze tra opere
tematicamente confrontabili.
Riconoscere l’importanza dell’opera nella nostra
tradizione culturale, rendersi conto del testo nella sua
struttura complessiva e consistenza materiale;
applicare analisi tematiche, stilistiche e
narratologiche.
AREA DEI LINGUAGGI: Lingua e letteratura italiana / Lingua e cultura latina / Lingua straniera (secondo biennio e monoennio)
(Competenze, conoscenze e abilità relative alle singole discipline)
Disciplina: Lingua
e cultura latina
COMPETENZE
Padroneggiare gli strumenti
espressivi ed argomentativi
indispensabili per gestire
l’interazione comunicativa verbale
nei vari contesti
CONOSCENZE
- Caratteri, struttura, temi e stile delle opere di :
ABILITA’
- Individuare nella traduzione contrastiva le
differenze delle scelte nella resa italiana
Seneca
Quintiliano
- Individuare le strutture morfosintattiche dei testi
latini e motivarne le scelte di traduzione
- Analizzare il lessico latino in un’ottica
comparativa con la lingua italiana e le lingue
straniere
Leggere comprendere ed
interpretare testi scritti di vario tipo
Tacito
Fedro
Giovenale
- Individuare nei testi gli aspetti propri della
società e cultura romana
- Individuare i collegamenti tra gli autori e le
loro opere e il contesto storico-letterario
- Contestualizzare i testi degli autori studiati e
metterli in relazione con le opere a cui
appartengono
Padroneggiare testi di vario tipo in
relazione ai differenti scopi
comunicativi
Petronio
Apuleio
Agostino
- Esporre oralmente i contenuti disciplinari con
terminologia appropriata al linguaggio letterario e
in modo sintetico o analitico, in base alle richieste
del docente.
AREA DEI LINGUAGGI: Lingua e letteratura italiana / Lingua e cultura latina / Lingua straniera (secondo biennio e monoennio)
(Competenze, conoscenze e abilità relative alle singole discipline)
Disciplina: Lingua
straniera INGLESE
COMPETENZE
Padroneggiare gli strumenti
espressivi ed argomentativi
indispensabili per gestire
l’interazione comunicativa verbale
nei vari contesti
Leggere comprendere ed
interpretare testi scritti di vario tipo
Padroneggiare testi di vario tipo in
relazione ai differenti scopi
comunicativi
CONOSCENZE
Strutture morfosintattiche riconducibili al livello B2del QCER.
Future forms-future activities in the past, other ways of making
comparisons, modal verbs of speculation and deduction, mixed
conditionals, reported speech, the passive,
.
Culture topics: What is intelligence? – Multiple intelligences;
Healthy habits, teenagers and nutrition, the effect of technology on
health; Possible planetary threats
Literature
The Romantic Age: Wordsworth and Coleridge, J.Keats
The theme of the double: Mary Shelley- Frankestein
The American Identity: W. Whitman
The Victorian Age: Dickens , C. Bronte, Stevenson , Wilde.
The need for women’s liberation: K. Chopin and S. Aleramo
Modernism: J. Joyce, V. Woolf
The USA in the first decades of the 20th century (the history of Wall
Street).
The Jazz Age: Scott Fitzgerald, the Great Depression
The dystopian novel: Orwell, Huxley
ABILITA’
Comprendere una varietà di messaggi orali e scritti, in
contesti diversificati.
Stabilire rapporti interpersonali ,sostenendo una
conversazione funzionale al contesto e alla situazione
di comunicazione.
Esporre opinioni su temi di interesse generale, narrare
una storia descrivendo le proprie reazioni, motivare
azioni, progetti, ambizioni, speranze.
Riflettere sul sistema e sugli usi linguistici anche in
un’ ottica comparativa con la lingua italiana al fine di
acquisire una consapevolezza delle analogie e
differenze tra lingua 1 e lingua 2.
Comprendere e interpretare testi letterari,
analizzandoli e collocandoli nel contesto storicoculturale, in un’ottica comparativa con analoghe
esperienze di lettura su testi italiani e di altre
letterature moderne e classiche.
Saper produrre testi orali e scritti, strutturati e coesi,
di diverse tipologie e generi per riferire fatti,
descrivere fenomeni e situazioni, sostenere opinioni
con le dovute argomentazioni.
Utilizzare una lingua straniera per i
principali scopi comunicativi ed
operativi
The Beat Generation:
J. Kerouack, ,J.D. Salinger,
The civil rights movement in the USA
Utilizzare lessico e forme testuali adeguate per lo
studio e l’apprendimento di altre discipline non
linguistiche inerenti il proprio percorso.
Utilizzare gli strumenti
fondamentali per una fruizione
consapevole del patrimonio artistico
Romanticism in English painting: J. Constable , J.M.W. Turner
Pop Art- Andy Warhol
Comprendere e interpretare prodotti culturali di
diverse tipologie e generi su temi di attualità,cinema,
musica ed arte.
Utilizzare e produrre testi
multimediali
Consultazione dei siti europei relativi a Rete natura 2000
Consultazione dei siti INGV
Utilizzare le tecnologie informatiche e multimediali
per comunicare, fare ricerca e studiare.
AREA STORICO SOCIALE: Storia / /Filosofia / Storia dell’arte / Religione
Disciplina: STORIA E CITTADINANZA E COSTITUZIONE
COMPETENZE
CONOSCENZE
ABILITA’
Comprendere il cambiamento e la diversità dei
tempi storici in una dimensione diacronica
attraverso il confronto fra epoche e in una
dimensione sincronica attraverso il confronto fra
aree geografiche e culturali.
Collocare l’esperienza personale in un sistema di
regole fondato sul reciproco riconoscimento dei
diritti garantiti dalla Costituzione, a tutela della
persona, della collettività e dell’ambiente.
Orientarsi nel tessuto produttivo del proprio
territorio.
La società di massa.
Le illusioni della “Belle époque”.
L’età giolittiana.
La prima guerra mondiale.
La Rivoluzione Russa.
Il primo dopoguerra.
Il Fascismo.
La crisi del ’29.
Il Nazismo.
Il mondo verso la seconda guerra mondiale.
La seconda guerra mondiale.
Comprendere i meccanismi di condizionamento
della società di massa Saper confrontare le
visioni nazionalistiche di fine Ottocento e
l’ideologia dell’internazionalismo socialista
Saper riconoscere nel passato alcune
caratteristiche del mondo attuale
Saper utilizzare gli strumenti concettuali della
storia in rapporto a contesti e situazioni diversi
(individuando permanenze e mutamenti).
Le origini della guerra fredda.
La decolonizzazione.
La distensione.
L’Italia Repubblicana: dalla ricostruzione agli anni
di piombo.
L’economia mondiale dal dopoguerra alla
globalizzazione.
Principali concezioni filosofico-politiche antiche e
moderne, con particolare riferimento alla
democrazia, al liberalismo, al socialismo
Conoscenza della Costituzione italiana con
riferimento alla sua genesi storico-politica, ai
suoi principi ispiratori e alla sua attuazione e
revisione storica
Conoscenza, con riferimento alla sua genesi
storico-politica, dei caratteri fondamentali della
Costituzione europea e dei principali organismi
europei e internazionali dal secondo dopoguerra
in poiConoscenza critica, filosofica e storicopolitica dei diversi modelli socio-economici, delle
condizioni e organizzazioni dei lavoratori,
dell’evoluzione del diritto del lavoro, delle
principali questioni aperte in ambito economicosociale con riferimento anche all’attualità.
Saper riconoscere nel passato alcune
caratteristiche del mondo attuale
Saper utilizzare gli strumenti concettuali della
storia in rapporto a contesti e situazioni diverse.
Saper individuare i principali nessi causa-effetto
nel complesso panorama storico del periodo
studiato.
Saper identificare gli elementi fondamentali del
periodo studiato attraverso l’analisi dei
documenti e della storiografia proposta.
Saper comprendere scelte, valori, diritti, doveri,
che la nostra Carta Costituzionale individua come
cardini della Democrazia italiana.
Riconoscersi come persona, cittadino italiano ed
europeo e futuro lavoratore, alla luce del dettato
costituzionale e delle leggi nazionali ed
internazionali.
AREA STORICO SOCIALE: Storia / /Filosofia / Storia dell’arte / Religione
Disciplina: Filosofia
COMPETENZE
Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi
storici in una dimensione diacronica attraverso il
confronto fra epoche e in una dimensione sincronica
attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali
Collocare l’esperienza personale in un sistema di
regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti
garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona,
della collettività e dell’ambiente.
Orientarsi nel tessuto produttivo del proprio territorio.
CONOSCENZE
ABILITA’
I temi più significativi della riflessione filosofica
di Schopenhauer e Kierkegaard, nel quadro della
complessiva crisi dell’hegelismo.
Saper collocare nel tempo e nello spazio le
esperienze filosofiche dei principali autori
studiati.
Gli elementi che contrassegnano il passaggio
dall’idealismo spiritualistico al materialismo.
Saper cogliere l’influsso che il contesto storico,
sociale e culturale esercita sulla produzione delle
idee.
L’ateismo di Feuerbach e il materialismo storico
di Marx.
Differenze fra democrazia formale e democrazia
sostanziale.
I diversi significati del termine “uguaglianza”.
Origini e natura del positivismo. Il pensiero di
Comte e la dottrina dell’evoluzione di Darwin.
Differenze tra il pessimismo di Schopenhauer e
l’ottimismo positivistico.
La riflessione filosofica di Nietzsche.
La crisi della scienza tradizionale nel Novecento
Sintetizzare gli elementi essenziali dei temi
trattati operando collegamenti tra prospettive
filosofiche diverse.
Superando i luoghi comuni dell’esperienza
quotidiana, acquisire l’attitudine a “mettere in
questione” le proprie idee e visioni del mondo,
analizzando e vagliando criticamente diversi
modelli teorici.
Saper esporre le conoscenze acquisite
utilizzando un lessico rigoroso, specifico e
appropriato.
Saper riflettere criticamente su se stessi e sul
mondo, per imparare a “rendere ragione” delle
proprie convinzioni mediante l’argomentazione
I temi fondamentali della psicanalisi.
La critica della soggettività in Marx, Nietzsche e
Freud.
Origini e natura della fenomenologia.
La fenomenologia e l’esistenzialismo positivo e
negativo come risposte filosofiche alla crisi dei
fondamenti.
La questione del tempo tra filosofia e scienza.
L’epistemologia del Novecento: dal
neopositivismo a Popper.
razionale ed elaborare un punto di vista
personale sulla realtà.
Saper affrontare la questione della conoscenza e
della verità secondo modelli alternativi,
riconoscendone la genesi storica.
Saper analizzare le ragioni della crisi dei
fondamenti della scienza classica.
Saper trasferire le questioni dell’identità
e della libertà da un orizzonte emotivo e da un
contesto di luoghi comuni passivamente
ereditati a un livello di consapevolezza critica.
Saper affrontare la questione della conoscenza
scientifica secondo modelli alternativi,
individuando possibilità e limiti di un discorso
razionale sulla realtà.
Saper trasferire la questione del tempo da un
contesto di luoghi comuni passivamente
ereditati ad un livello di consapevolezza critica.
AREA STORICO SOCIALE: Storia / /Filosofia / Storia dell’arte / Religione
Disciplina: Storia dell’arte
COMPETENZE
Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi
storici in una dimensione diacronica attraverso il
confronto fra epoche e in una dimensione sincronica
attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali
Collocare l’esperienza personale in un sistema di
regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti
garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona,
della collettività e dell’ambiente.
Orientarsi nel tessuto produttivo del proprio territorio.
CONOSCENZE
L’Impressionismo
La fotografia
Édouard Manet
Claude Monet
Edgar Degas
Pierre-Auguste Renoir
Tendenze postimpressioniste
Paul Cézanne
Georges Seurat
Paul Gauguin
Vincent Van Gogh
Henri de Toulouse-Lautrec
I presupposti dell’Art Nouveau
L’Art Nouveau
Gustav Klimt
L’esperienza delle arti applicate a Vienna tra
Kunstgewerbeschule e Secession
I Fauves e Henry Matisse
L’Espressionismo:Il gruppo Die Brücke: Ernst
Ludwig Kirchner;Erich Heckel,Emil Nolde;
Edvard Munch; Oskar Kokoschka;
Il Novecento delle Avanguardie storiche: Il
Cubismo
Pablo Picasso
Georges Braque
Filippo Tommaso Marinetti e l’estetica futurista
Umberto Boccioni
Antonio Sant’Elia
La ricostruzione futurista dell’universo: Giacomo
Balla
Il Dada:
ABILITA’
Capacità di osservazione ed analisi dei
manufatti artistici
Acquisire un metodo per la valutazione dei
principali prodotti artistici.
Riconoscere le caratteristiche tecniche e
strutturali di un’opera.
Capacità di esporre in maniera ordinata ed
organica le conoscenze
Hans Arp,
Marcel Duchamp,
Man Ray
L’arte dell’inconscio:
il Surrealismo:
Max Ernest,
Joan Mirò,
René Magritte,
Salvador Dalì
Der Blaue Reiter: Franz Marc,
Vasilij Kandinskij
Paul Klee
Piet Mondrian e De Stijl
Il Razionalismo in architettura:
L’esperienza del Bauhaus, Walter Gropius;
Le Corbousier,
Frank Lloyd Wright, Architettura fascista:
Giuseppe Terragni, Marcello Piacentini e
Giovanni Michelucci
Metafisica e oltre
Giorgio de Chirico
Carlo Carrà
Giorgio Morandi
Sironi
L’Ėcole de Paris: March Chagall e Amedeo
Modigliani
Verso il Contemporaneo
Pop-Art: Andy Warhol
AREA STORICO SOCIALE: Storia / /Filosofia / Storia dell’arte / Religione
Disciplina: Religione
COMPETENZE
Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi
storici in una dimensione diacronica attraverso il
confronto fra epoche e in una dimensione sincronica
attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali
Collocare l’esperienza personale in un sistema di
regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti
garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona,
della collettività e dell’ambiente.
Orientarsi nel tessuto produttivo del proprio territorio.
CONOSCENZE
Lo studente:
ABILITA’
Lo studente:
1.riconosce il ruolo della religione nella società e ne
comprende la natura in prospettiva di dialogo
costruttivo fondato sul principio della libertà religiosa.
1.motiva le proprie scelte di vita, confrontandole con
la visione cristiana, e dialoga in modo aperto, libero e
costruttivo;
2.conosce l’identità della religione cattolica in
riferimento ai suoi documenti fondanti, all’evento
centrale della nascita, morte e risurrezione di Gesù
Cristo e alla prassi di vita che essa propone;
2.si confronta con gli aspetti più significativi delle
grandi verità della fede cristiano-cattolica, tenendo
conto del rinnovamento promosso dal Concilio
Ecumenico Vaticano II, e ne verifica gli effetti nei vari
ambiti della società e della cultura;
3.individua, sul piano etico-religioso, le potenzialità
e i rischi legati allo sviluppo economico, sociale e
ambientale, alla globalizzazione e alla multiculturalità,
alle nuove tecnologie e modalità di accesso al sapere
3.studia il rapporto della Chiesa con il mondo
contemporaneo, con riferimento ai totalitarismi del
Novecento e al loro crollo, ai nuovi scenari religiosi,
alla globalizzazione e migrazione dei popoli, alle
nuove forme di comunicazione;
conosce le principali novità del Concilio ecumenico
Vaticano II, la concezione cristiano-cattolica del
matrimonio e della famiglia,le linee di fondo della
dottrina sociale della Chiesa.
distingue la concezione cristiano-cattolica del
matrimonio e della famiglia istruzione, sacramento,
indissolubilità, fedeltà, fecondità, relazioni familiari ed
educative, soggettività sociale.
AREA LOGICO-MATEMATICA: Matematica /Informatica e SCIENTIFICO-TECNOLOGICO: Scienze Motorie/Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Scienze
delle Terra) /Fisica
Disciplina: Scienze Naturali
COMPETENZE
CONOSCENZE
ABILITA’
Sviluppare dimostrazioni all’interno di sistemi
assiomatici proposti o liberamente costruiti
Operare con il simbolismo matematico riconoscendo
le regole sintattiche di trasformazione di formule
Gli idrocarburi alifatici e aromatici: proprietà
chimico-fisiche. -Gli isomeri conformazionali: la
• Spiegare le proprietà fisiche e chimiche degli
Conoscere elementi di natura probabilistica e statistica
Affrontare situazioni problematiche di varia natura
Risolvere problemi geometrici nel piano per via
sintetica o per via analitica
Applicare le regole della logica in campo matematico
Affrontare con flessibilità situazioni impreviste di
natura scientifica
Conoscere, scegliere e gestire strumenti matematici
adeguati e interpretarne il significato fisico
Valutare l’attendibilità dei risultati sperimentali
ottenuti servendosi di adeguati programmi informatici
Mettere in atto le abilità operative connessi con l’uso
degli strumenti
rotazione del legame c-c. -Isomeria di posizione
e geometrica. -Reattività degli idrocarburi saturi.
-Effetti elettronici, induttivi e di
idrocarburi e dei loro derivati.
risonanza. -Reazioni radicaliche. -Principali
reazioni di alcheni e
• Riconosce gli isomeri di posizione e geometrici.
alchini: addizioni. -Concetto di aromaticità. Reattività dei composti aromatici.
• Spiegare le cause dell' isomeria
conformazionale.
-I gruppi funzionali.
-Proprietà chimico-fisiche di: alogenuri alchilici,
alcoli, ammine, composti carbonilici, acidi
carbossilici e loro derivati (esteri e ammidi).
-Principali meccanismi delle reazioni organiche e
fattori che le guidano: -gruppi elettrofili e
nucleofili.
-Reazioni di addizione , di sostituzione ed
eliminazione -Cenni sulle reazioni di
condensazione
Carboidrati, lipidi, proteine, acidi
• Riconoscere le principali categorie di composti
alifatici.
• Saper individuare
il tipo di reazione che
avviene in funzione del tipo di substrato (alcano,
alchene, alchino o aromatico) e dei reagenti
presenti.
• Riconoscere un composto aromatico.
nucleici: loro struttura, proprietà
chimico-fisiche (polarità, legami
idrogeno, idrofilicità e lipofilicità),
• Saper definire il concetto di aromaticità e le
sue implicazioni sulla reattività dei composti
aromatici.
reattività e funzione biologica.
-Gli isomeri configurazionali. -Isomeria ottica
• Spiegare il meccanismo delle principali
reazioni degli idrocarburi saturi, insaturi e
Decifrazione del codice genetico: il rapporto tra
le 64 triplette possibili a partire dalle 4 basi
nucleotidiche del DNA e i 20 aminoacidi. Le
mutazioni. Controllo dell' espressione genica nei
procarioti e negli eucarioti
Genetica di batteri e virus.
-Trasformazione, coniugazione e trasduzione
-Batteriofagi: ciclo litico e ciclo lisogeno
-Retrovirus
La tecnologia del DNA ricombinante:
aromatici.
• Rappresentare le formula di struttura
applicando le regole della nomenclatura IUPAC.
• Riconoscere i gruppi funzionali e le diverse
classi di composti organici.
• Definire/Spiegare
le proprietà fisiche e
chimiche dei principali gruppi funzionali.
• Collegare le caratteristiche elettroniche dei
gruppi funzionali alla loro reattività.
-importanza dei vettori: plasmidi e batteriofagi
-enzimi e siti di restrizione.
• Riconosce le principali biomolecole.
-tecniche di clonaggio di frammenti di DNA.
Reazione a catena della polimerasi.
• Saper spiegare la relazione tra la struttura
delle biomolecole (gruppi funzionali presenti,
polarità, idrofilicità e lipofilicità) e le loro
proprietà e funzioni biologiche.
Attività sismica e vulcanica.
La struttura interna della
Terra:
-calore terrestre
-il campo magnetico terrestre.
Terremoti
Attività vulcanica
La tettonica a zolle
• Conoscere le tappe storiche della genetica
molecolare che hanno consentito lo sviluppo
della Tecnologia del DNA ricombinante
• Comprendere
l'importanza dei
plasmidi e batteriofagi come vettori di DNA
esogeno per la trasformazione di cellule
batteriche.
• Comprendere la tecnologia del DNA
ricombinante descrivendo l'importanza degli
enzimi di restrizione e la tecnica utilizzata per
separare i frammenti di restrizione.
• Descrivere il meccanismo della reazione a
catena della polimerasi (PCR) evidenziandone lo
scopo.
• Acquisire le conoscenze necessarie per
valutare le implicazioni pratiche ed etiche delle
biotecnologie per porsi in modo critico e
consapevole di fronte allo sviluppo
scientifico/tecnologico del presente e
dell'immediato futuro.
• Essere in grado di scegliere e utilizzare modelli
esistenti appropriati per descrivere situazioni
geologiche reali.
AREA LOGICO-MATEMATICA: Matematica /Informatica e SCIENTIFICO-TECNOLOGICO: Scienze Motorie/Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Scienze
delle Terra) /Fisica
Disciplina: Scienze Motorie
COMPETENZE
Sviluppare dimostrazioni all’interno di sistemi
assiomatici proposti o liberamente costruiti
Operare con il simbolismo matematico riconoscendo
le regole sintattiche di trasformazione di formule
Conoscere elementi di natura probabilistica e statistica
Affrontare situazioni problematiche di varia natura
CONOSCENZE
Fondamentali individuali e di squadra
della pallavolo e del badmington
Composizione degli alimenti e conoscenza
della dieta mediterranea,keys Stamler
T.Colin Campbell e lo studio china
ABILITA’
Saper utilizzare i fondamentali degli sport
praticati per concrete azioni di gioco
Saper scegliere le combinazioni
alimentari adeguate ad uno stile di vita
sano
Risolvere problemi geometrici nel piano per via
sintetica o per via analitica
Applicare le regole della logica in campo matematico
Affrontare con flessibilità situazioni impreviste di
natura scientifica
Conoscere, scegliere e gestire strumenti matematici
adeguati e interpretarne il significato fisico
Valutare l’attendibilità dei risultati sperimentali
ottenuti servendosi di adeguati programmi informatici
Mettere in atto le abilità operative connessi con l’uso
degli strumenti
AREA LOGICO-MATEMATICA: Matematica /Informatica e SCIENTIFICO-TECNOLOGICO: Scienze Motorie/Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Scienze
delle Terra) /Fisica
Disciplina: Matematica
COMPETENZE
Sviluppare dimostrazioni all’interno di sistemi
assiomatici proposti o liberamente costruiti
Operare con il simbolismo matematico riconoscendo
le regole sintattiche di trasformazione di formule
Conoscere elementi di natura probabilistica e statistica
Affrontare situazioni problematiche di varia natura
Risolvere problemi geometrici nel piano per via
sintetica o per via analitica
Applicare le regole della logica in campo matematico
Affrontare con flessibilità situazioni impreviste di
natura scientifica
Conoscere, scegliere e gestire strumenti matematici
adeguati e interpretarne il significato fisico
Valutare l’attendibilità dei risultati sperimentali
ottenuti servendosi di adeguati programmi informatici
Mettere in atto le abilità operative connessi con l’uso
degli strumenti
CONOSCENZE
LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETA’
Le funzioni reali di variabile
reale
Le proprietà delle funzioni e la
loro composizione
I LIMITI
La topologia della retta
Il limite finito di una funzione
per x che tende a un valore
finito
Il limite infinito di una
funzione per x che tende a un
valore finito
Il limite finito di una funzione
per x che tende all’infinito
Il limite infinito di una
ABILITA’
Classificare funzioni. Riconoscere intervalli.
Ricercare l’insieme di esistenza di funzioni.
Ricercare il limite di funzioni finito ed
infinito per una funzione in un punto o
all’infinito. Ricercare limite destro e sinistro.
Risolvere forme indeterminate con
particolari artifici. Tracciare il grafico
probabile di una funzione, dopo averne
determinato il dominio ed il comportamento
agli estremi del dominio.
Laboratorio: Utilizzare software specifico
per la ricerca di limiti e per comprenderne il
significato geometrico ed analitico.
Riconoscere continuità e discontinuità di una
funzione. Calcolare le equazioni di eventuali
asintoti di una funzione
funzione per x che tende
all’infinito
Primi teoremi sui limiti
LE FUNZIONI CONTINUE E IL
CALCOLO DEI LIMITI
Le funzioni continue
Le operazioni sui limiti
Il calcolo dei limiti e le forme
indeterminate
I limiti notevoli
Gli infinitesimi, gli infiniti e il
loro confronto
Gli asintoti e la loro ricerca
I teoremi sulle funzioni continue
I punti di discontinuità di una funzione
LE SUCCESSIONI E LE SERIE
Espressione analitica e per ricorsione di una
successione
Limite di una successione e di una
progressione
Serie convergenti, divergenti, indeterminate
Serie geometriche
LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE
La derivata di una funzione
Le derivate fondamentali
I teoremi sul calcolo delle derivate
La derivata di una funzione composta
La derivata di [f(x)]g(x)
La derivata della funzione inversa
Le derivate di ordine superiore al primo
Il differenziale di una funzione
La retta tangente al grafico di una funzione
I TEOREMI DEL CALCOLO
DIFFERENZIALE
Il teorema di Rolle
Calcolare i limiti di successioni. Studiare il
comportamento di una serie
Calcolare derivate di funzioni mediamente
complesse. Scrivere l’equazione della retta
tangente in un punto al grafico di funzioni.
Utilizzare il calcolo della derivata prima e
seconda di una funzione per determinarne la
crescenza o decrescenza. Applicare i teoremi
di Rolle, Lagrange, Cauchy e De L’Hospital.
Utilizzare il calcolo della derivata prima e
seconda di una funzione per determinarne
eventuali punti di massimo, minimo e flesso,
concavità e convessità. Applicare il calcolo
delle derivate per risolvere problemi di
minimo e massimo.
Laboratorio: Utilizzare software didattico per
disegnare il grafico di una funzione e
studiarne alcune caratteristiche
Calcolare integrali usando i metodi studiati.
Applicare il teorema della media. Calcolare
aree e volumi. Laboratorio: Utilizzare
software didattico specifico per calcolare
integrali, aree e volumi.
Saper risolvere un’equazione utilizzando i
metodi numerici. Saper utilizzare i metodi
numerici per l’integrazione di una funzione.
Laboratorio: Utilizzare software didattico
specifico per risolvere numericamente
equazioni e per integrare numericamente
funzioni.
Risolvere le equazioni differenziali del
primo ordine del tipo y’ = f(x), a variabili
separabili, lineari
Risolvere le equazioni differenziali del
secondo ordine lineari a coefficienti costanti
Il teorema di Lagrange
Le funzioni crescenti e decrescenti e le
derivate
Il teorema di Cauchy
Il teorema di De L’Hospital
I MASSIMI, I MINIMI E I FLESSI
Le definizioni di massimo, di minimo e di
flesso
La ricerca dei massimi, dei minimi e dei
flessi orizzontali con lo studio del segno
della derivata prima
La ricerca dei flessi con lo studio del segno
della derivata seconda
La ricerca dei massimi, minimi e flessi con il
metodo delle derivate successive
I problemi di massimo e di minimo.
LO STUDIO DELLE FUNZIONI
Lo studio di una funzione
GLI INTEGRALI INDEFINITI
L’integrale indefinito e le sue
proprietà
Gli integrali indefiniti immediati
L’integrazione per sostituzione
L’integrazione per parti
L’integrazione di funzioni
razionali fratte
GLI INTEGRALI DEFINITI E LE LORO
APPLICAZIONI
L’integrale definito e le sue proprietà
Il teorema fondamentale del calcolo
integrale
Il calcolo delle aree
Il calcolo dei volumi dei solidi di rotazione
La lunghezza di un arco di curva piana e
l’area di una superficie di rotazione
Risolvere problemi di Cauchy del primo e
del secondo ordine
Applicare le equazioni differenziali alla
fisica
Determinare la distribuzione di probabilità e
la funzione di ripartizione di una variabile
casuale discreta, valutandone media,
varianza, deviazione standard
Studiare variabili casuali che hanno
distribuzione uniforme discreta, binomiale o
di Poisson
Standardizzare una variabile casuale
Studiare variabili casuali continue che hanno
distribuzione uniforme continua o normale
Gli integrali impropri
LA RISOLUZIONE APPROSSIMATA DI
UNA EQUAZIONE
Che cos’è la risoluzione
approssimata di una equazione
I metodi numerici di risoluzione delle
equazioni
L’INTEGRAZIONE NUMERICA
I metodi numerici di integrazione delle
funzioni.
LE EQUAZIONI DIFFERENZIALI
Le equazioni differenziali del primo ordine
Le equazioni differenziali del tipo y’=f(x)
Le equazioni differenziali a variabili
separabili
Le equazioni differenziali lineari del primo
ordine
Le equazioni differenziali del secondo ordine
Applicazioni delle equazioni differenziali
alla fisica
LE DISTRIBUZIONI DI PROBABILITA’
Le variabili casuali discrete e le
distribuzioni di probabilità
I valori caratterizzanti una variabile casuale
discreta
Le distribuzioni di probabilità di uso
frequente
Le variabili casuali standardizzate
Le variabili casuali continue
AREA LOGICO-MATEMATICA: Matematica /Informatica e SCIENTIFICO-TECNOLOGICO: Scienze Motorie/Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Scienze
delle Terra) /Fisica
Disciplina: Fisica
COMPETENZE
Sviluppare dimostrazioni all’interno di sistemi
assiomatici proposti o liberamente costruiti
Operare con il simbolismo matematico riconoscendo
le regole sintattiche di trasformazione di formule
Conoscere elementi di natura probabilistica e statistica
Affrontare situazioni problematiche di varia natura
Risolvere problemi geometrici nel piano per via
sintetica o per via analitica
Applicare le regole della logica in campo matematico
Affrontare con flessibilità situazioni impreviste di
natura scientifica
Conoscere, scegliere e gestire strumenti matematici
adeguati e interpretarne il significato fisico
Valutare l’attendibilità dei risultati sperimentali
ottenuti servendosi di adeguati programmi informatici
Mettere in atto le abilità operative connessi con l’uso
degli strumenti
CONOSCENZE
ABILITA’
- Fenomeni magnetici fondamentali
 Definire i poli magnetici.
 Esporre il concetto di campo magnetico.
Definire il campo magnetico terrestre.
 Analizzare le forze di interazione tra poli magnetici.
 Mettere a confronto campo elettrico e campo
magnetico.
 Analizzare il campo magnetico prodotto da un filo
percorso da corrente.
 Descrivere l’esperienza di Faraday.
 Form Rappresentare matematicamente la forza
magnetica su un filo percorso da corrente.
 Descrivere il funzionamento del motore elettrico e
degli strumenti di misura di correnti e differenze di
potenziale.
Utilizzare le relazioni appropriate alla risoluzione dei
singoli problemi.
Il campo magnetico
Distinguere le sostanze ferro, para e dia magnetiche.
 Descrivere la forza di Lorentz.
 Calcolare il raggio e il periodo del moto circolare di
una carica che si muove perpendicolar-mente a un
campo magnetico uniforme.
 Interpretare l’effetto Hall.
 Descrivere il funzionamento dello spettrometro di
massa.
Definire la temperatura di Curie
Fenomeni magnetici fondamentali
 Riconoscere che una calamita esercita una forza su
una seconda calamita.
Riconoscere che l’ago di una bussola ruota in
direzione Sud-Nord.
 Creare piccoli esperimenti di attrazione, o
repulsione, magnetica.
 Visualizzare il campo magnetico con limatura di
ferro.
 Ragionare sui legami tra fenomeni elettrici e
magnetici.
 Analizzare l’interazione tra due conduttori percorsi
da corrente.Interrogarsi su come possiamo definire
e misurare il valore del campo magnetico.
 Studiare il campo magnetico generato da un filo,
una spira e un solenoide.
 Formalizzare il concetto di momento della forza
magnetica su una spira.
 Interrogarsi su come possiamo definire e misurare il
valore del campo magnetico.
 Studiare il campo magnetico generato da un filo,
una spira e un solenoide.
 Formalizzare il concetto di momento della forza
magnetica su una spira.
Il campo magnetico
 Analizzare le proprietà magnetiche dei materiali.
 Interrogarsi sul perché un filo percorso da corrente
 Esporre e dimostrare il teorema di Gauss per il
magnetismo.
 Esporre il teorema di Ampère e indicarne le
implicazioni (il campo magnetico non è
conservativo).
 Analizzare il ciclo di isteresi magnetica.
Definire la magnetizzazione permanente.
generi un campo magnetico e risenta dell’effetto di
un campo magnetico esterno.
 Analizzare il moto di una carica all’interno di un
campo magnetico e descrivere le applicazioni
sperimentali che ne conseguono.
Riconoscere che i materiali ferromagnetici possono
essere smagnetizzati
L’induzione elettromagnetica
 Formalizzare il concetto di flusso del campo
magnetico.
 Definire la circuitazione del campo magnetico.
 Formalizzare il concetto di permeabilità magnetica
relativa.
Formalizzare le equazioni di Maxwell per i campi
statici.
Definire il fenomeno dell’induzione elettromagnetica.
 Formulare e dimostrare la legge di FaradayNeumann.
 Formulare la legge di Lenz.
 Definire le correnti di Foucault.
 Definire i coefficienti di auto e mutua induzione.
Individuare i valori efficaci di corrente alternata e
tensione alternata
Le equazioni di Maxwell e le onde elettromagnetiche.
Esporre il concetto di campo elettrico indotto.
 Capire se si può definire un potenziale elet-trico per
il campo elettrico indotto.
 Individuare cosa rappresenta la corrente di
spostamento.
 Esporre e discute le equazioni di Maxwell nel caso
statico e nel caso generale.
 Definire le caratteristiche di un’onda elettromagnetica e analizzarne la propagazione.
Definire il profilo spaziale di un’onda
elettromagnetica piana
Descrivere il fenomeno della polarizzazione e
enunciare la legge di Malus.
 Enunciare il principio di Huygens e dimostrare la
validità delle leggi della riflessione e della rifrazione
L’induzione elettromagnetica
Con un piccolo esperimento mostrare che il
movimento di una calamita all’interno di un circuito
(in assenza di pile o batterie) determina un passaggio
di corrente.
 Analizzare il meccanismo che porta alla
generazione di una corrente indotta.
 Capire qual è il verso della corrente indotta.
 Analizzare i fenomeni dell’autoinduzione e della
mutua induzione.
Analizzare il funzionamento di un alternatore e
presentare i circuiti in corrente alternata.
Le equazioni di Maxwell e le onde elettromagnetiche
Cosa genera un campo elettrico e cosa genera un
campo magnetico.
 Analizzare e calcolare la circuitazione del campo
elettrico indotto.
 Formulare l’espressione matematica relativa alla
circuitazione del campo magnetico secondo
secondo il modello ondulatorio della luce.
Descrivere l’utilizzo delle onde elettromagnetiche nel
campo delle trasmissioni radio, televisive e nel settore
della telefonia mobile.
Relatività dello spazio e del tempo
 Descrivere e discutere l’esperimento di MichelsonMorley.
Formulare gli assiomi della relatività ristretta.
 Spiegare perché la durata di un fenomeno non è la
stessa in tutti i sistemi di riferimento.
 Introdurre il concetto di intervallo di tempo proprio.
 Descrivere la contrazione delle lunghezze e definire
la lunghezza propria.
Riformulare le trasformazioni di Lorentz alla luce
della teoria della relatività.
Capire in che modo le teorie sulla relatività hanno
influenzato il mondo scientifico.
La relatività ristretta
 Definire la lunghezza invariante.
Definire l’intervallo invariante tra due eventi e
discutere il segno di Δσ2.
 Discutere la forma dell’intervallo invariante per i
diversi spazi geometrici.
 Dimostrare la composizione delle velocità.
 Formulare e discutere le espressioni dell’energia
totale, della massa e della quantità di moto in
meccanica relativistica.
La relatività generale
Illustrare l’equivalenza tra caduta libera e assenza di
peso.
 Illustrare l’equivalenza tra accelerazione e forza
peso.
Maxwell.
 Le equazioni di Maxwell permet-tono di derivare
tutte le proprietà dell’elettricità, del magnetismo e
dell’elettroma-gnetismo.
 L’oscillazione di una carica tra due punti genera
un’onda elettromagnetica.
 Analizzare la propagazione nel tempo di un’onda
elettromagnetica
 La luce è una particolare onda elettromagnetica.
 L’insieme delle frequenze delle onde
elettromagnetiche si chiama spettro
elettromagnetico.
Analizzare le diverse parti dello spettro
elettromagnetico e le caratteristiche delle onde che lo
compongono.
Relatività dello spazio e del tempo
 Dalla costanza della velocità della luce alla
contraddizione tra meccanica ed elettromagnetismo.
Dalla contraddizione tra meccanica ed
elettromagnetismo al principio di relatività ristretta.
 Analizzare la relatività del concetto di simultaneità.
 Indagare su cosa significa confrontare tra loro due
misure di tempo e due misure di lunghezza fatte in
luoghi diversi.
Analizzare la variazione, o meno, delle lunghezze in
direzione parallela e perpendicolare al moto
La relatività ristretta
 Un evento viene descritto dalla quaterna ordinata (t,
x, y, z).
Nella teoria della relatività ristretta hanno un
significato fisico la lunghezza invariante e l’intervallo
di tempo invariante.
 Analizzare lo spaziotempo.
 Illustrare le geometrie ellittiche e le geometrie
iperboliche.
 Definire le curve geodetiche.
 Illustrare e discutere la deflessione gravitazionale
della luce.
 Analizzare la composizione delle velocità alla luce
della teoria della relatività.
 La massa totale di un sistema non si conserva.
 Analizzare la relazione massa-energia di Einstein.
La crisi della fisica classica
La relatività generale
 Illustrare la legge di Wien.
Illustrare l’ipotesi di Planck dei “pacchetti di energia”
e come, secondo Einstein si spiegano le proprietà
dell’effetto fotoelettrico.
 Esperimenti in un ambito chiuso in caduta libera
mettono in evidenza fenomeni di “assenza di peso”.
Alla luce della teoria della relati-vità, lo spazio non è
più solo lo spazio euclideo.
 Descrivere matematicamente l’energia dei quanti
del campo elettromagnetico.
 Calcolare l’energia totale di un elettrone in un
atomo di idrogeno.
 Esprimere e calcolare i livelli energetici di un
elettrone nell’atomo di idrogeno.
Definire l’energia di legame di un elettrone.
 Analizzare l’effetto ottenuto in un grande sistema
chiuso che ruota intorno al suo asse.
 Formalizzare e analizzare i principi della relatività
generale.
 Analizzare le geometrie non euclidee.
 Osservare che la presenza di masse “incurva” lo
spaziotempo.
 Giustificare lo spettro dell’atomo di idrogeno con il
modello di Bohr.
 Analizzare l’esperimento di Rutherford.
Descrivere la tavola periodica degli elementi.
La fisica quantistica
Illustrare il dualismo onda-corpuscolo e formulare la
relazione di de Broglie.
Identificare le particelle che seguono la distribuzione
statistica di Bose-Einstein e quelle che seguono la
distribuzione statistica di Fermi-Dirac.
 Illustrare le due forme del principio di
indeterminazione di Heisenberg.
 Enunciare e discutere il principio di sovrapposizione
delle funzioni d’onda.
 Discutere sulla stabilità degli atomi.
 Introdurre lo spin dell’elettrone.
La crisi della fisica classica
 L’assorbimento e l’emissione di radiazioni da parte
di un corpo nero dipende dalla sua temperatura.
L’elettromagnetismo classico prevede un
irradiamento totale di valore infinito da parte di
qualunque corpo nero e non è in grado di spiegare i
risultati sperimentali di Lenard sull’effetto
fotoelettrico.
 Max Planck introduce l’idea dello scambio di
radiazione attraverso “pacchetti di energia”.
 L’esperimento di Compton dimostra che la
radiazione elettromagnetica è composta di fotoni
che interagiscono con gli elettroni come singole
particelle.
 Analizzare l’esperimento di Millikan e discutere la
quantizzazione della carica elettrica.
Formulare il principio di esclusione di Pauli
Mettere a confronto il modello planetario dell’atomo e
 Identificare i numeri quantici che determinano
l’orbita ellittica e la sua orientazione.
il modello di Bohr.
La fisica quantistica
A seconda delle condizioni sperimentali la luce si
presenta come onda o come particella.
La teoria quantistica ammette due tipi di distribuzioni
quantistiche: quella di Bose-Einstein e quella di
Fermi-Dirac.
 Indagare se la misura di entità e fenomeni ha le
stesse conseguenze sia a livello macroscopico che a
livello microscopico.
 Analizzare il concetto di ampiezza di probabilità (o
funzione d’onda) e spiegare il principio di
indeterminazione.
 Nel campo di forza coulombiano prodotto dal
nucleo, gli elettroni possono percorrere orbite
ellittiche.
COMPORTAMENTI ATTESI (art 1 e 7 del D.P.R 122/2009)
Acquisizione di una coscienza civile basata sulla consapevolezza che la libertà personale si realizza:
a. nell’adempimento dei propri doveri;
b. nella conoscenza e nell’esercizio dei propri diritti;
c. nel rispetto dei diritti altrui;
d. nel rispetto delle regole che governano la convivenza civile in generale e la vita scolastica in particolare
PERCORSO DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (Legge 13.07.2015 n. 107)
MODULO/I PLURIDISCIPLINARI
MODULO
N°1
Titolo:La frantumazione dell’IO e il riparo nelle illusioni.
(L’arte fuga dal mondo in cui viviamo e non in funzione della società)
Descrizione: Il clima culturale della prima metà del ‘900 in campo filosofico, storico, letterario, matematico, scientifico.
Discipline coinvolte: STORIA, FILOSOFIA, LETTERATURA ITALIANA, MATEMATICA, FISICA , INGLESE,LETTERATURA LATINA.
Tempi di realizzazione: Secondo quadrimestre
Numero di alunni interessati: tutti
Raccordo
interdisciplinare
Il clima culturale della
prima metà del ‘900 in
campo filosofico, storico,
letterario, matematico,
scientifico.
Competenze di base
Conoscenze
Abilità
Comprendere il
cambiamento e la diversità
dei tempi storici in una
dimensione diacronica
attraverso il confronto fra
epoche e in una
dimensione sincronica
attraverso il confronto fra
aree geografiche e
culturali
La crisi della scienza
tradizionale nel Novecento
Saper cogliere l’influsso
che il contesto storico,
sociale e culturale
esercita sulla produzione
delle idee.
Saper individuare i
caratteri essenziali della
società e della cultura tra
‘800 e ‘900;
Autori tra Ottocento e
Novecento
I temi fondamentali della
psicanalisi.
La critica della soggettività
in Marx, Nietzsche e
Freud.
La crisi della matematica
Sintetizzare gli elementi
essenziali dei temi trattati
operando collegamenti
tra prospettive filosofiche
diverse.
Saper affrontare la
questione della
conoscenza e della verità
Modalità di valutazione
Prove strutturate
miste interdisciplinari
saper ricostruire la
personalità e il rapporto di
un autore con il contesto
storico, sociale e culturale.
Comprendere i
cambiamenti che
conivolgono la
matematica.
all’inizio del 900: il
formalismo di Hilbert, i
suoi problemi ed i suoi
paradossi, i teoremi di
Godel, il logicismo di
Russel e le geometrie non
euclidee.
La crisi della fisica classica
secondo modelli
alternativi,
riconoscendone la genesi
storica. Saper analizzare
le ragioni della crisi dei
fondamenti della scienza
classica. Sapersi orientare
in più campi del sapere
Saper analizzare le ragioni
della crisi dei fondamenti
della matematica classica.
Relatività dello spazio e del
 Analizzare la relatività
tempo
del concetto di
simultaneità.
La relatività ristretta
 Analizzare lo
spaziotempo.
La relatività generale
 Analizzare le geometrie
The Age of the Anxiety
non euclidee.
 Osservare che la
The Modern Novel
presenza di masse
“incurva” lo
spaziotempo.
Comprendere l’incidenza
del contesto storico sulla
personalità dei due autori
indicati e le differenti
soluzioni adottate
SENECA E TACITO
Saper analizzare e
valutare i fattori che
causano il
disorientamento e saper
cogliere le differenti
soluzioni
PERCORSI CLIL (LEGGE 13.07.2015 nr. 107)
DISCIPLINA NON LINGUISTICA (FILOSOFIA)
MODULO
Titolo: On democracy
INTERDISCIPLINARE
Descrizione: Modulo CLIL interdisciplinare
Discipline coinvolte: FILOSOFIA, STORIA, LINGUA E LETTERATURA INGLESE, CITTADINANZA E COSTITUZIONE
Classe/i interessate: 5BS
Raccordo interdisciplinare
Storia della democrazia.
Teorie filosofiche legate alla
democrazia.
Uso della lingua inglese.
Competenze di asse
Comprendere il
cambiamento e la diversità
dei tempi storici in una
dimensione diacronica
attraverso il confronto fra
epoche e in una
dimensione sincronica
attraverso il confronto fra
aree geografiche e
culturali
Conoscenze
Definizione di
“democrazia”. Limiti e
forza della democrazia.
Teoria della separazione
dei poteri (Montesquieu)
Teoria della dittatura della
maggioranza (Tocqueville)
Valutazione
Conoscere ed usare
consapevolmente il lessico
specifico della disciplina in
L2.
Verifiche orali. Creazione e
compilazione di schemi
concettuali.
Riconoscere differenti
opinioni filosofiche.
Il ruolo della stampa.
Karl Marx.
Collocare l’esperienza
Abilità
Produrre semplici testi
argomentativi in L2.
Cruciverba.
Realizzazione di un poster
attraverso il lavoro di
gruppo.
personale in un sistema di
regole fondato sul
reciproco riconoscimento
dei diritti garantiti dalla
Costituzione, a tutela della
persona, della collettività e
dell’ambiente.
Utilizzare una lingua
straniera per i principali
scopi comunicativi ed
operativi.
DISCIPLINA NON LINGUISTICA (STORIA)
MODULO
Titolo: The economy in the 20th century: the cases of the USA and the URSS
INTERDISCIPLINARE
Descrizione: MODULO CLIL INTERDISCIPLINARE
Discipline coinvolte: STORIA, LINGUA E LETTERATURA INGLESE
Classe/i interessate: 5BS
Raccordo interdisciplinare
Storia economica del ‘900.
Competenze di asse
Comprendere il
cambiamento e la diversità
Conoscenze
Gli USA dal 1900 al 1932.
Abilità
Comprendere contesti
Valutazione
Verifiche orali. Creazione e
compilazione di schemi
dei tempi storici in una
dimensione diacronica
attraverso il confronto fra
epoche e in una dimensione
sincronica attraverso il
confronto fra aree
geografiche e culturali
La politica economica
statunitense da Woodrow
Wilson a Franklin D.
Roosvelt.
Conseguenze della Grande
depressione sul sistema
economico degli USA.
La nascita dell’URSS.
Collocare l’esperienza
personale in un sistema di
regole fondato sul
reciproco riconoscimento
dei diritti garantiti dalla
Costituzione, a tutela della
persona, della collettività e
dell’ambiente.
Orientarsi nel tessuto
produttivo del proprio
territorio.
Utilizzare una lingua
straniera per i principali
scopi comunicativi ed
operativi.
USA e URSS nel XX secolo..
economici e politici
concettuali.
Confrontare idee e
iniziative.
Cruciverba.
Connettere fatti a
conseguenze.
Confrontare politiche
economiche.
Redazione di un testo
scritto.

AREE DISCIPLINARI DI POTENZIAMENTO
Indirizzo di studio: SCIENTIFICO
Disciplina di potenziamento
Lingua straniera di supporto ai
percorsi CLIL

Competenze
Conoscenze
Acquisizione delle competenze
linguistico-comunicative” attraverso”
la lingua che in CLIL è usata in tutte le
sue molteplici funzionalità: lingua di
apprendimento, lingua per
Abilità
Lingua straniera di supporto ai
percorsi CLIL
VIAGGI D’ISTRUZIONE, VISITE GUIDATE, USCITE DIDATTICHE, SCAMBI CULTURALI, CONCORSI,
MANIFESTAZIONI
Uscite didattiche
(orario scolastico)
Visite guidate
(Intera giornata)
Destinazione e/o percorso
Obiettivi didattici
Giardini della Minerva
FACOLTÁ DI
ORIENTAMENTO IN
INGEGNERIA CHIMICA USCITA
FISCIANO
Roma-Mostra
Educare al bello
Impressionisti
Docente/i accompagnatori
Guzzi
CUOMO
GUZZI
Scarcella
2 Dicembre 2015
ORIENTASUD
GUZZI
17 NOV. 2015
ORIENTAMENTO IN USCITA
Data presumibile
SOLFATARA DI POZZUOLI
Viaggi d’istruzione
(più giorni)
VULCANESIMO
SECONDARIO
Praga
GUZZI
APRILE 2016
Manente
Dal 7 febbraio al
14febbraio 2016
Scambi culturali
Concorsi
Manifestazioni
Interne ed esterne
ATTIVITÀ EXTRACURRICULARI PROPOSTE PER LA CLASSE (specificando l’ambito PON o PTOF)
Tipo di attività
(Es. attività previste nell’ambito del
Piano integrato, potenziamento, corsi
di lingua straniera, attività di
laboratorio, matematica, ECDL, attività
musicale, cinematografica, teatrale,
giornalistica, preparazione ai test di
accesso all’università, ecc.)
Disciplina/e
interessata/e
CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE
Inglese
ECDL
Tutte
Docente /i
impegnato/i
Rosanna Siano
Numero
di ore
Periodo di
realizzazione
Indicare se l’attività è destinata
all’intera classe oppure
indicare il numero di alunni
coinvolti
Dicembre-maggio
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Dicembre-maggio
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Primo soccorso
Dicembre-maggio
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Da definire
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Staffetta di scrittura creativa
Italiano
Piano Lauree Scientifiche – Fisica
Fisica
Giulio GROSSO
da 10 a
20
febbraio - marzo
Piano Lauree Scientifiche – Matematica
Matematica
Donato CHIRICO
da 10 a
20
Dicembre-maggio
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Olimpiadi di Filosofia
Filosofia
Savella
10
Da definire
Parte della classe, numero di alunni
da stabilire
Angela Serra(Educazione corretta
all’alimentazione)
Scienze
Guzzi
10
Da definire
Intera classe
(Ambito PTOF)
LINEE METODOLOGICHE CONDIVISE E MODELLI DI LAVORO COOPERATIVO
-
Lezioni dialogate di tipo frontale fino a max. 30% del monte ore annuale
Metodo cooperativo per almeno il 50% del monte ore annuale
Metodologia CLIL fino al 50 % del monte ore annuale
Metodologia ASL fino al 20% del monte ore annuale
Scambi comunicativi: conversazione – discussione – esposizione libera
Lettura e interpretazione di un’ampia varietà di testi
Gruppi di studio tra pari fino al 30% del monte ore annuale
MATERIALI E STRUMENTI:
-
Libri di testo anche in formato elettronico
-
Testi della Biblioteca d’Istituto
Piattaforma EDO per l’apprendimento della lingua inglese
Piattaforma AICA
Piattaforma Eipass
Spazio didattico di apprendimento nella sezione dedicata del sito web della scuola
Quotidiani e Riviste tecniche
Codice Civile
Vocabolari
Schede di lavoro
Fotocopie
CD e DVD con materiali didattici
LIM /Computer di classe
Laboratorio linguistico
Laboratorio multimediale
Laboratorio di Fisica e Scienze
Laboratori di Occupabilità
Laboratorio di tecnologie musicali
Laboratorio di musica d’insieme
Sala di registrazione
Strumenti musicali a disposizione sia nel laboratorio di musica di insieme che nelle 9 aule sonorizzate e insonorizzate della scuola
Sale danza attrezzate di pianoforte, sbarre, pavimento elastico, specchi
Aula magna attrezzata con collegamento ad internet

UTILIZZAZIONE DEI LABORATORI
Laboratorio di Fisica – Giulio GROSSO
Laboratorio di informatica – Donato CHIRICO
Laboratorio di Chimica – Anna GUZZI
L’utilizzazione dei laboratori è subordinata ad una prenotazione fatta dal docente interessato su ARGO Scuolanext
Salerno,
IL COORDINATORE
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa
Prof.ssa Elisabetta Barone
Marirosa Scarcella
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard