Allievo____________________________________

advertisement
Allievo: Audia Daniele
Classe: 3 B BIO Data 18/01/13
ATTIVITA’ DI LABORATORIO: Incidenza di fattori fisico-chimici nello sviluppo colturale.
SCOPO: Lo scopo principale è quello di osservare l’effetto di condizioni differenti di pressione osmotica,
temperatura,ossigenazione, pH sulla crescita di E.coli e Stafilococchi.
Fasi di lavoro
INFLUENZA DELLA PRESSIONE OSMOTICA SULLA CRESCITA DI
COLTURA DI E.COLI E STAFILOCOCCHI
TERRENO: N.Broth
CONCENTRAZIONE SALINE: 3%, 6%, 10%, 15%, 20%.
COLTURE BATTERICHE: E.coli, Stafilococchi
STRUMENTI:
Motivazione
I microrganismi hanno una concentrazione di soluti cioè
una pressione osmotica leggermente superiore a quella
dell’ambiente esterno. Questa condizione è essenziale
per la vita dei microrganismi in quanto consente un
rifornimento continuo di acqua all’interno delle cellule.
(07/01/13)
1. RAVVIVO DEI BATTERI
Sull’etichetta del terreno N.B. è riportato 8 g/mL, quindi per
100 mL sono 0,8 g.
Pesare 0,8 g di N.B.
Versare in una beuta 100 mL di acqua ed aggiungere il terreno.
Riscaldare la il terreno mettendo la beuta su piastra
riscaldante fino a quando il terreno non diventa limpido.
Mettere del cotone sul becco della beuta e chiudere con carta
stagnola.
Sterilizzare in autoclave con ciclo standard.
Dopo che il terreno è stato sterilizzato vengono aggiunti i
batteri con una pastiglia liofilizzata o tramite micro pipetta
(14/01/13)
2. PREPARAZIONE TERRENO NELLA BEUTA
Preparare il terreno ed aggiungere nelle beuta NaCl per variare
la concentrazione salina nel terreno.
Dei 7 gruppi: 2 (Bianco e Controllo) lasciano il terreno
invariato gli altri mettono
3° gruppo : 3% NaCl
4° gruppo : 6% NaCl
5° gruppo : 10%NaCl
6° gruppo: 15% NaCl
7° gruppo: 20%NaCl.
Operazione eseguita dalla 3°A BIO
La procedura per la preparazione del terreno è sempre la
stessa.
Travasare in 7 provette il terreno. Ogni provetta deve
contenere 10 mL di terreno.
Ogni gruppo alla fine deve avere 7 provette diverse:
- 1 provetta per il bianco
- 1 provetta per il controllo
- 1 provetta con NaCl 3%
- 1 provetta con NaCl 6%
- 1 provetta con NaCl 10%
- 1 provetta con NaCl 15%
- 1 provetta con NaCl 20%
10 mL
10 mL
10 mL
10 mL
10 mL
10 mL
10 mL
Il bianco servirà per tarare lo spettrofotometro.
Sterilizzare in autoclave
Si sterilizzano per eliminare ogni forma di inquinamento
batterico dovuta alla preparazione.
(21/01/13)
Seminare (tranne nel bianco) 1 mL di sospensione batterica
pura (E.Coli; Stafilococchi).
Incubare a 37°C x 24 h.
Inserire le provette nell’incubatore a 37°C. questa
temperatura è ideale per la crescita di questi batteri.
(28/01/13)
Osservare:
-analisi visiva
Osservare la torbidità del terreno, indice di crescita
batterica.
-utilizzando lo spettrofotometro
Una sospensione cellulare appare torbida perché ogni
cellula riflette la luce. Quanto maggiore è il numero di
cellule presenti, tanto più la sospensione riflette la luce e
tanto maggiore è la torbidità.
La torbidità viene misurata con lo spettrofotometro.
e viene espressa come unità di assorbanza. Maggiore è
l’assorbanza più sarà alta la crescita batterica.
Scarica