materia: fisica

annuncio pubblicitario
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
MATERIA: FISICA
CLASSI: 1ATT – 1ACM – 1CSC – 1DSC
DOCENTI: Proff.sse Stefania COSTAMAGNA, Annamaria PANTISANO
UFC F0 (solo per 1ACM – 1CSC – 1DSC)
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
DENOMINAZIONE
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
LA SICUREZZA NEL LUOGO DI
LAVORO
COMPETENZE
Operare in sicurezza e nel rispetto delle norme di igiene e di salvaguardia
ambientale, identificando e prevenendo situazioni di rischio per sè, per gli altri e
per l’ambiente
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Qual è l’attuale normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (OM)
 Quali sono le principali figure di riferimento nel sistema di prevenzione/protezione
(OM)
 Cosa si intende per dispositivi di protezione individuale e collettiva (OM)
 Quali sono i metodi utilizzati per l’individuazione e il riconoscimento delle
situazioni di rischio
 Qual è l’attuale normativa relativa all’ambiente e ai fattori di inquinamento
 Quali sono le operazioni da effettuare e/o non effettuare nell’ambito del primo
soccorso (OM)
 Esempi di segnali di divieto e prescrizioni correlate in ambito lavorativo
 Quali sono le principali regole di comportamento nel laboratorio di fisica
(OM)
ABILITA’
 Identificare figure e norme di riferimento al sistema di prevenzione/protezione
 Individuare le situazioni di rischio relative al proprio lavoro e le possibili ricadute su
altre persone (OM)
 Individuare i principali segnali di divieto, pericolo e prescrizione tipici delle
lavorazioni del settore
 Adottare comportamenti lavorativi coerenti cone le norme di igiene e sicurezza sul
lavoro e con la salvaguardia/sostenibilità ambientale, in particolare operare in
laboratorio rispettando le regole di comportamento (OM)
 Adottare i comportamenti previsti nelle situazioni di emergenza (OM)
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Utilizzare i dispositivi di protezione individuale e collettiva (OM)
 Attuare i principali interventi di primo soccorso nelle situazioni di emergenza
PREREQUISITI
 --EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
CONTENUTI INDICATIVI
 D.Lsg. 81/2008
 Dispositivi di protezione individuale e collettiva
 Metodi per l’individuazione e il riconoscimento delle situazioni di rischio
 Normativa ambientale e fattori di inquinamento
 Nozioni di primo soccorso
 Segnali di divieto e prescrizioni correlate
 Regole di comportamento in laboratorio (solo per 1CSC / 1DSC)
DURATA h.13 (1CSC – 1DSC) / h.10 1ACM
UFC F1
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
DENOMINAZIONE
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
LE GRANDEZZE FISICHE E LA
LORO MISURAZIONE
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
ST 3 Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto
culturale e sociale in cui vengono applicate
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Cos’è la fisica, di che cosa si occupa e perché
 Quali sono le fasi fondamentali del Metodo Sperimentale (OM)
 Cos’è una grandezza fisica (OM)
 Cosa si intende per grandezza fondamentale
 Cos’è un’unità di misura (OM)
 Cosa significa misurare (OM)
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Cosa si intende per misurazione diretta e indiretta di una grandezza fisica
 Quali sono le regole di scrittura del risultato di una misurazione
 Cos’è il Sistema Internazionale (OM)
 Quali sono le 7 grandezze fondamentali del S.I. e le rispettive unità di misura con i
loro simboli
 Cosa si intende per multipli e sottomultipli di una unità di misura (OM)
 Cosa si intende per prefisso
 Quali sono i principali multipli e sottomultipli del metro (OM)
 Quali sono i principali multipli e sottomultipli del secondo
ABILITA’
ST 1.1 Raccogliere dati attraverso l'osservazione diretta dei fenomeni fisici
ST 3.1 Riconoscere il ruolo della tecnologia nella vita quotidiana e nell'economia
della società
 Descrivere le fasi fondamentali del Metodo Sperimentale
 Distinguere grandezze fisiche e unità di misura (OM)
 Distinguere misurazioni dirette e indirette
 Eseguire equivalenze in sistemi metrici decimali (lunghezza) (OM) e in sistemi
metrici non decimali attraverso l’utilizzo delle proporzioni (es. tempo, unità di
misura anglosassoni, ecc.)
PREREQUISITI
 Conoscenze matematiche di base fornite dalla Scuola Media
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 La Fisica e il Metodo Sperimentale
 Grandezze fisiche e unità di misura
 La misurazione di una grandezza fisica
 Il Sistema Internazionale di unità
 Multipli, sottomultipli e prefissi
 Equivalenze
DURATA h. 10
UFC F2
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
DENOMINAZIONE
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
A.S. 2011-2012
LE GRANDEZZE DERIVATE
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Cosa si intende per portata e sensibilità di uno strumento di misura (OM)
 Cosa si intende per strumento analogico
 Cosa si intende per strumento digitale
 Cosa si intende per grandezza derivata
 Cosa rappresentano fisicamente l’area e il volume di un corpo e quali sono le loro
unità di misura nel S.I.
 Cosa si intende per notazione scientifica
 Cosa si intende per densità di una sostanza (significato fisico e formula per
calcolarla specificando il significato dei simboli e le rispettive unità di misura) (OM)
 Che cos’è un grafico (OM)
 Cosa si intende per proporzionalità diretta tra grandezze fisiche (OM)
 Cosa si intende per interpolazione grafica
 Cosa si intende per estrapolazione grafica
ABILITA’
ST 1.1 Raccogliere dati attraverso l'osservazione diretta dei fenomeni fisici
 Determinare la portata e la sensibilità di uno strumento di misura
 Distinguere strumenti analogici e digitali
 Distinguere grandezze fondamentali e grandezze derivate
 Calcolare l’area di quadrato, rettangolo, triangolo e cerchio (OM)
 Calcolare il volume di cubo, parallelepipedo e cilindro
 Eseguire equivalenze di area, di volume (OM) e di capacità/volume
 Trasformare un numero decimale in notazione scientifica e viceversa
 Calcolare massa e volume di un corpo tramite la formula della densità (formule
inverse) (OM)
 Rappresentare graficamente una relazione tra grandezze fisiche a partire da una
tabella (OM) o da una relazione matematica
 Riconoscere la proporzionalità diretta tra due grandezze fisiche sotto forma di
tabella, grafico (OM) e relazione matematica
 Effettuare interpolazioni e/o estrapolazioni grafiche utilizzando dati reali
PREREQUISITI
 Concetto di grandezza fisica
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 Principali caratteristiche degli strumenti di misura
 Area e Volume
 Notazione scientifica
 Densità
 Rappresentazione grafica di relazioni tra grandezze fisiche
 Proporzionalità diretta tra grandezze fisiche
 Interpolazione ed estrapolazione grafica
DURATA h. 10
UFC F3
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
DENOMINAZIONE
L’INCERTEZZA NELLA MISURA
DELLE GRANDEZZE
FISICHE
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
ST 3 Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto
culturale e sociale in cui vengono applicate
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Quali sono i principali fattori che influenzano una misurazione (OM)
 Cosa si intende per incertezza di misura (OM)
 Cosa si intende per errori casuali e sistematici (OM)
 Cosa si intende per incertezza assoluta
 Cosa si intende per incertezza relativa
 Cosa si intende per incertezza relativa percentuale
ABILITA’
ST 1.1 Raccogliere dati attraverso l'osservazione diretta dei fenomeni fisici
ST 1.4 Presentare i risultati dell'analisi
ST 3.1 Riconoscere il ruolo della tecnologia nella vita quotidiana e nell'economia
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
della società
 Riconoscere i diversi tipi di errore che si possono commettere durante la
misurazione di una grandezza fisica
 Calcolare l’incertezza assoluta, relativa e percentuale associata ad una misura (OM)
 Esprimere in modo corretto il risultato di una misura (OM)
PREREQUISITI
 Concetto di grandezza fisica
 Concetto di misura delle grandezze fisiche
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 L’ incertezza di misura
 Gli errori nelle misure dirette
 Il risultato di una misurazione
DURATA h. 6
UFC F4
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
DENOMINAZIONE
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
LE FORZE
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
ST 3 Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto
culturale e sociale in cui vengono applicate
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Quali sono i possibili effetti di una forza (OM)
 Cosa si intende per forza di contatto e forza a distanza
 Cosa afferma la legge di azione e reazione (OM)
 Quali sono le unità di misura della forza nel S.I. (OM)
 Cosa si intende per forza-peso (OM)
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Cosa si intende per grandezza vettoriale (OM)
 Quali sono le principali caratteristiche di una grandezza vettoriale (OM)
 Cosa si intende per corpo elastico (OM)
 Cosa si intende per forza elastica (OM)
 Cosa afferma la legge di Hooke (significato fisico e formula specificando il
significato dei simboli e rispettive unità di misura)
 Cosa si intende per limite di elasticità e limite di rottura
 Qual è lo strumento di misura della forza (OM)
ABILITA’
ST 1.3 Individuare, con la guida del docente, una possibile interpretazione dei dati
in base a semplici modelli
ST 1.5 Utilizzare classificazioni, generalizzazioni e/o schemi logici per riconoscere
il modello di riferimento
ST 3.1 Riconoscere il ruolo della tecnologia nella vita quotidiana e nell'economia
della società
ST 3.3 Adottare semplici progetti per la risoluzione di problemi pratici
 Distinguere forze di contatto e a distanza
 Descrivere le principali differenze tra massa e peso di un corpo (OM)
 Calcolare il valore della forza-peso quando è nota la massa e viceversa (OM)
 Distinguere una grandezza scalare da una grandezza vettoriale
 Rappresentare graficamente una grandezza vettoriale (OM)
 Descrivere le principali caratteristiche di una grandezza vettoriale (OM)
 Utilizzare la legge di Hooke per calcolare la forza elastica e la costante elastica di
una molla (formule inverse)
PREREQUISITI
 Concetto di grandezza fisica
 Concetto di misura delle grandezze fisiche
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 L’effetto delle forze
 Forze di contatto e a distanza
 Definizione di forza
 La legge di azione e reazione
 La forza-peso e la massa
 Le grandezze vettoriali
 La forza elastica e la legge di Hooke
 Misurazione di una forza
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
DURATA h. 9
UFC F5
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
DENOMINAZIONE
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
FORZA E PRESSIONE
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
ST 3 Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto
culturale e sociale in cui vengono applicate
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Cosa si intende per pressione (significato fisico e formula per calcolarla
specificando il significato dei simboli e le rispettive unità di misura) (OM)
 Cosa si intende per proporzionalità inversa tra grandezze fisiche (OM)
 Cosa afferma il principio di Pascal
 Cosa afferma la legge di Stevino (significato fisico e formula per calcolarla
specificando il significato dei simboli e le rispettive unità di misura)
 Cosa afferma il principio dei vasi comunicanti
 Cosa afferma il principio di Archimede (il significato fisico e formula per calcolarla
specificando il significato dei simboli e rispettive unità di misura) (OM)
 Quali sono le condizioni di galleggiamento di un corpo immerso in un fluido (OM)
 Cosa si intende per pressione atmosferica (OM)
 Qual è il valore della pressione atmosferica a livello del mare e 0˚C
ABILITA’
ST 1.3 Individuare, con la guida del docente, una possibile interpretazione dei dati
in base a semplici modelli
ST 1.5 Utilizzare classificazioni, generalizzazioni e/o schemi logici per riconoscere
il modello di riferimento
ST 3.1 Riconoscere il ruolo della tecnologia nella vita quotidiana e nell'economia
della società
ST 3.3 Adottare semplici progetti per la risoluzione di problemi pratici
 Calcolare la pressione determinata dall’applicazione di una forza su una superficie
(OM)
 Utilizzare le formule inverse per calcolare la forza responsabile della pressione e la
superficie su cui agisce tale forza (OM)
 Riconoscere la proporzionalità inversa tra due grandezze fisiche sotto forma di
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
tabella, grafico (OM) e relazione matematica
 Calcolare la pressione ad una certa profondità in un recipiente contenente del liquido
 Calcolare la spinta di Archimede che agisce su un corpo immerso in un fluido
 Spiegare, in base al principio di Archimede, perchè un corpo galleggia o affonda
(OM)
 Descrivere l’esperienza di Torricelli
PREREQUISITI
 Esprimere i numeri in notazione scientifica
 Trasformare le grandezze nelle varie unità
 Utilizzare le formule inverse
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 La definizione di pressione
 La proporzionalità inversa tra grandezze fisiche
 Il principio di Pascal e la legge di Stevino
 Principio dei vasi comunicanti
 Il principio di Archimede
 La pressione atmosferica
DURATA h. 9
UFC F6
DENOMINAZIONE
ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO
LA VELOCITA’ E
L’ACCELERAZIONE
SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
COMPETENZE
ST 1 Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà
naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e
complessità
ST 3 Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto
culturale e sociale in cui vengono applicate
CONOSCENZE (CONOSCERE-COMPRENDERE)
 Cosa significa che un corpo è in movimento (OM)
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Cosa si intende per sistema di riferimento (OM)
 Quali sono gli elementi che costuituiscono un sistema di riferimento (OM)
 Cosa si intende per traiettoria (OM)
 Cosa si intende per velocità media (OM)
 Cosa si intende per velocità istantanea
 Cosa si intende per moto uniforme (OM)
 Qual è la legge oraria del MU
 Cos’è un grafico spazio-tempo (OM)
 Cosa si intende per accelerazione e decelerazione (OM)
 Cosa si intende per moto uniformemente accelerato (OM)
 Cos’è un grafico velocità-tempo (OM)
 Cosa si intende per proporzionalità quadratica
 Qual è la legge oraria del MUA
ABILITA’
ST 1.3 Individuare, con la guida del docente, una possibile interpretazione dei dati
in base a semplici modelli
ST 1.5 Utilizzare classificazioni, generalizzazioni e/o schemi logici per riconoscere
il modello di riferimento
ST 3.3 Adottare semplici progetti per la risoluzione di problemi pratici
 Calcolare la velocità media (OM), la distanza percorsa e l’intervallo di tempo
impiegato in un moto uniforme utilizzando la formula diretta e le formule inverse
 Saper eseguire l’equivalenza tra km/h e m/s e viceversa (OM)
 Interpretare il significato della pendenza nel grafico spazio-tempo (OM)
 Calcolare l’accelerazione (OM), la variazione di velocità e l’intervallo di tempo in
un moto uniformemente accelerato utilizzando la formula diretta e le formule
inverse
 Interpretare il significato della pendenza nel grafico velocità-tempo (OM)
 Riconoscere la proporzionalità quadratica tra due grandezze fisiche sotto forma di
tabella, grafico (OM) e relazione matematica
 Calcolare la distanza percorsa (OM), l’accelerazione e l’intervallo di tempo
utilizzando la legge oraria del moto uniformemente accelerato e le formule inverse
PREREQUISITI
 Proporzionalità diretta
 Trasformare le grandezze nelle varie unità di misura
EVENTUALE RECUPERO
 In itinere
 Sportello
CONTENUTI INDICATIVI
 Movimento e sistemi di riferimento
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Il punto materiale in movimento e la traiettoria
 La velocità media e istantanea
 Il moto uniforme
 La legge oraria del moto uniforme
 Il grafico spazio-tempo
 La velocità e la pendenza del grafico spazio-tempo
 Accelerazione e decelerazione
 Il moto uniformemente accelerato (con partenza da fermo)
 La proporzionalità quadratica
 La legge oraria del moto uniformemente accelerato
DURATA h. 9
INDICAZIONI METODOLOGICHE E OPERATIVE
 Lezioni frontali
 Lezioni interattive
 Attività di laboratorio
 Uscite didattiche eventuali (concordate con il CdC)
CON LE SEGUENTI MODALITA’ OPERATIVE ED ESERCITAZIONI
 Riferimento costante alla realtà quotidiana sia nella fase iniziale di osservazione dei
fenomeni che nella fase finale di analisi e applicazione dei concetti e delle leggi
fisiche apprese
 Esercitazioni in classe (esercizi e problemi)
 Esercitazioni in gruppi (apprendimento cooperativo strutturato e non finalizzato
principalmente al recupero)
 Esperienze di laboratorio in gruppo accompagnate dalla stesura di una relazione
STRUMENTI E MATERIALI
 Videoproiettore e LIM
 Internet
 Libro di testo (L’Amaldi 2.0 con esperimenti a casa e a scuola – Meccanica)
 DVD e sito del libro di testo (lezioni in power point, esercizi on-line, animazioni e
filmati)
 Mappe concettuali
VALUTAZIONE / CERTIFICAZIONE
 Verifiche scritte (domande aperte, test a risposta multipla, test vero/falso, test a
completamento ed esercizi)
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
IIS D’ORIA - UFC
PROGRAMMAZIONE DI
DIPARTIMENTO
A.S. 2011-2012
 Relazioni di laboratorio
 Verifiche di laboratorio (domande aperte, test a risposta multipla)
 Verifiche orali (esposizione di un argomento, esecuzione di esercizi)
Cirié, ……………………..
Firma Docenti
……………………………….
……………………………….
……………………………….
Mo 111/D rev.1 del 1/10/10
Preparato da
Visto da
Approvato da
Discanno
Di Costanzo
D.S. Infante
1/10//10
1/10/10
2/10/10
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard