La pazienza della natura : abbozzo La pazienza

annuncio pubblicitario
La pazienza della natura : abbozzo
La pazienza della natura è infinita e possiamo
individuare le tracce remote e leggerne le
sillabe preziose e intatte nelle sue espressioni più
varie, nelle creature, limpide ed enigmatiche,
nella storia scritta dalla terra, attraverso i suoi
strati molteplici, dai più profondi e inimmaginabili,
da quel nucleo incandescente, inaccessibile e terrifico,
fino a quello a noi più vicino che si offre
generosamente e che noi calpestiamo, violando
il suo derma, quella crosta coriacea e tenera
allo stesso tempo, ribelle e munifica, profumata e
piena di colori, di promesse, di nutrimento, per tutti.
La pazienza del pianeta è l’essenza della vita anche
se noi umani riusciamo a malapena ad intenderne
la bellezza eterea, ineguagliabile. Forse questo miracolo
di comprensione avviene se e quando guardiamo le
creature negli occhi, vedendo. I loro occhi sono così
colmi di innocenza e incanto, tanto da farci
vergognare di avere di loro abusato, nel corso
dei secoli, con sfrenata indifferenza, occhi mutevoli
nei quali le increspature dei colori sono più ricche
del più straordinario arcobaleno e coprono uno spettro
così complesso che la nostra capacità visiva, e
quella del cuore, riesce ad intuire, malinconicamente
distratta, miope, per poi dimenticare, con un rimpianto
oscuramente indecifrabile e fugace.
Gli occhi degli animali sono scorci nell’infinito e
la loro bellezza rivendica profondità inconsuete che
toccano il centro del sacro e lasciano a noi, dentro,
la nostalgia di averne fatto parte, un tempo, e di
essercene allontanati con un atto di deliberata
autocondanna, per ragioni non comprensibili, poi.
La pazienza della natura è negli occhi stanchi
dell’elefante braccato, piccoli occhi intelligenti e
scuri, la pazienza della natura è nel gelido
sguardo di uno squalo in cacci, perenne,
inquieto, assente. La pazienza della natura è
nell’acutezza d’ambra di un pellegrino nel
suo oblativo spirito santo , la pazienza della
natura è nell’occhio composto di un’ape
ammalata, nel bruno caldo e avvolgente dello
sguardo di un gorilla montano, distaccato e
saggio. E’ ovunque e puoi ascoltarla nel boato
di un vulcano che si risveglia e nell’abbraccio
rovente dell’oceano che si alza immane,
nell’antichità degli alberi amorosi e nella lucentezza
delle guglie più alte, nel fragore di un lessico
ermetico ed elegante.
La pazienza della natura è nel suo
sogno più segreto e nella sua ribellione più estrema.
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard