BEPPE CHIERICI CANTA BRASSENS… E LO RACCONTA

annuncio pubblicitario
Da giovedì 12 a domenica 15 maggio
BEPPE CHIERICI CANTA BRASSENS… E LO RACCONTA
Artificio ospita Beppe Chierici dopo 35 anni di assenza dalle scene della capitale, l’ultima volta
al mitico Alberichino. Cantante, compositore, attore e regista ci offre un recital che è un
omaggio al grande Brassens, l’ultimo chansonnier, maestro di tutti i cantautori
“Chi conosce veramente Brassens?
Ognuno di noi lo ha recepito a modo suo.
Alcuni si sono fermati alla truculenza di certi suoi memorabili testi.
Altri al “monumento” Georges Brassens.
Per molti faceva quasi parte della famiglia.
Per me, era innanzitutto le sue canzoni che mi hanno aiutato a resistere alle verità ufficiali e agli indottrinamenti di ogni genere.
Più tardi, quando, onorandomi della sua amicizia, mi ha permesso di tradurre in italiano le sue straordinarie canzoni, ho avuto
modo di scoprire un essere umano ancora ben più grande della sua notorietà.”
Beppe Chierici
Da giovedì 12 a domenica 15 maggio Beppe Chierici nel suo recital dallo humor graffiante e
popolaresco, rende omaggio a Brassens, all’artista e al compositore ma anche e soprattutto all’uomo.
Lo farà interpretando le sue canzoni, raccontando aneddoti della loro amicizia e collaborazione artistica.
Ad accompagnare il pubblico, un fiume di immagini, fotografie, lettere e materiale iconografico, tracce
di un percorso comune, fatto di musica, passione civile e umanità.
Scrive Pierluigi Sbaraglia, giornalista e critico musicale: “Georges Brassens è il maestro di tutti i
cantautori. Prima di Dylan, forse anche più di Dylan, ha insegnato a tutti come mischiare la musica e la
poesia. Fra i tanti che hanno nelle proprie corde il suo DNA, su tutti Fabrizio De André. In Francia è
un monumento nazionale: gli sono dedicate piazze e teatri, scuole e giardini. È morto nel 1981, dopo
aver lasciato canzoni memorabili. In Italia Brassens è stato tradotto e cantato dallo stesso De André, da
Gino Paoli e da Nanni Svampa in dialetto milanese.
Ma il primo, il più sincero, l’assoluto traduttore di Brassens in italiano è il suo amico Beppe Chierici, “il
suo unico traduttore non traditore” come gli scrisse in una lettera lo stesso cantautore francese.”
Beppe Chierici, cantante, compositore, attore e regista, è il primo a tradurre, interpretare e incidere su vinile a 33
giri gran parte delle canzoni dei suoi amici, i grandi cantautori francesi, Georges Brassens, Jacques Brel, Léo
Ferré, Anne Silvestre, Barbara, Antoine…
All’inizio degli anni settanta fa parte di un folto gruppo di intellettuali che in Italia tentano il recupero culturale
del nostro folklore. E può essere considerato un precursore della canzone ispirata a temi ecologici e sociali: già
nell’album “Il paese dei bambini con la testa” del 1975 affrontava argomenti come lo sterminio degli animali, la
violenza delle immagini, la fame nel mondo.
Costruite strizzando l’occhio al folk e al grande “cantautorato” d’Oltralpe, le canzoni di Chierici sono sempre
state pervase da molta ironia, la stessa che anni fa l’ha spinto a chiudere di punto in bianco l’attività in Italia per
trasferirsi in Francia e proseguire a Parigi la sua quarantennale carriera di uomo di spettacolo.
Beppe Chierici ha tradotto più di 70 canzoni di Georges Brassens e ne ha registrate, a tutt’oggi 36.
BEPPE CHIERICI CANTA BRASSENS... E LO RACCONTA
Da giovedì 12 a domenica 15 maggio
da giovedì a sabato ore 21 - domenica ore 18
Prenotazione consigliata – info e prenotazioni al numero 06 96847559
Biglietto intero € 10
Biglietto ridotto € 7
Quota associativa Teatraktys Artificio per il 2011 €5
Artificio - Vicolo della Campanella, 4 – Roma
Ufficio Stampa Artificio: Cecilia Riposati 392 2299666
www.spazioartificio.it
[email protected]
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

123

2 Carte

creare flashcard