L`ARMATA SICILIANA Al «DUE MONDI» L`ISOLA IN SCENA DA

annuncio pubblicitario
L'EDIZIONE N. 59 DEL FESTIVAL
DANTE, CAMILLERI, ABBAGNATO
di Simonetta Trovato
L'ARMATA SICILIANA
Al «DUE MONDI»
L'ISOLA IN SCENA
DA OGGI A SPOLETO
T
enere alto il vessillo della lingua: sembra
quasi questo il filo comune che lega i
due spettacoli siciliani che stanno correndo verso il Festival di Spoleto. Sciacquato nel Mediterraneo è infatti II casellante di Andrea Camilleri affidato all'ormai rodata coppia di fatto Moni Ovadia-Mario Incudine,
con la regia dietro le quinte dell'ex direttore artistico dello Stabile etneo, Giuseppe Dipasquale.
E gonfia di una quasi agiografica mediterraneità
è anche l'Odissea di Emma Dante, prodotta dal
Teatro Biondo, che arriva sul palcoscenico del
Festival dei Due Mondi nella sua nuova veste di
spettacolo fatto e finito, dopo la bella prova-saggio ben accolta dalla critica. A questi due spettacoli, si aggiunge la Carmen di Amedeo Amodio
che, pur n o n essendo siciliana, è interpretata
dalla palermitanissima étoile dell'Opera di Parigi
Eleonora Abbagnato. Un terzetto di rispetto,
molto atteso dal pubblico, che sciorina nomi noti
come fossero panni stesi al sole.
77 casellante, per esempio, si preannuncia già come uno spettacolo di punta della prossima stagione teatrale: le prove sono ospitate al Teatro Regina
Margherita di Caltanissetta, che lo coproduce con
il Carcano di Milano, e lo ospiterà anche per l'unica data siciliana dell'estate, mercoledì prossimo,
dopo il debutto di Spoleto fissato per domani sera
(replica domenica) al Teatro San Nicolò. In scena,
Moni Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine
(che firma anche le musiche originali), Sergio Seminara, Giampaolo Romania e i musicisti Antonio
Vasta e Antonio Putzu: sarà un melologo che fonde
insieme musica e recitazione. «La lingua di Camilleri è teatrale nella sua stessa fibra - dice Moni
Ovadia -, e poterla portare in scena per me è un
privilegio. Il casellante è vero teatro musicale, padrone di una scrittura che spazia dalle canzoni allegre e sarcastiche delle barberie a musiche originali intrise di una delicata Doesia». Ovadia sarà il
narratore, un Camilleri ante litteram, ma anche la
mammana Donna Ciccina Pirro, un giudice, il barbiere e il casellante. Il romanzo fa parte della cosiddetta «trilogia mitologica» con Maruzza Musumeci e E sonagliotra personaggi reali, che cozzano
con una Sicilia arcaica e paradossale quella del periodo fascista degli anni '40. «La lingua di Camilleri
è personale, originalissima, calca e ricalca, in una
divertita e teatralissima sinfonia di parlate», interviene Giuseppe Dipasquale.
Quella che invece è una vera e propria sorpresa
per la stessa regista, è questa Odissea AJR che debutta il 6 luglio a San Simone e replica fino al 10:
Emma Dante ha rimesso mano al saggio dei «suoi»
ventitré allievi, diventato oggi un lavoro vero e proprio acquistato dai teatri. Ragazzi che tra l'altro,
hanno lavorato loro stessi al testo. «La riduzione di
Odissea è anche loro - racconta Emma Dante abbiamo letto tutti e 24 i libri che la compongono.
Lo spettacolo è nato da noi, Odissea, AJR racconta
la partenza di Ulisse per la guerra di Troia e il suo
ritorno. Il viaggio, gli incontri, le ninfe e le maghe,
il lato mitico del racconto, li abbiamo lasciati fuori:
la famiglia, Ulisse, Penelope e Telemaco, hanno
chiesto di essere ascoltati uscendo dal palazzo».
Forse per questo Emma Dante ha deciso di chiamarli al Teatro Massimo dove tra un po' inizieranno le prove del Marbeth che a gennaio aprirà la
prossima stagione Urica.
Infine, la Carmen di Amedeo Amodio, musica di
Bizet adattata da Giuseppe Cali: una sigaraia che
vive dopo che è calato il sipario, ritrova Don losè e
cerca con lui un minimo di contatto. Una scena
scarna che si svuota sempre più fino ad arrivare al
muro scrostato del finale: qui danzerà Eleonora Abbagnato, domani sera al Teatro Romano. «Carmen
vive una tragedia, quella di chi non può sopravvivere alle proprie trasgressioni ed anche la musica, a
suo tempo, è stata sentita come trasgressiva e forse
MEDIA
auasi blasfema», scrive Amodio, psrri
©
^
L'«ODISSEA» RACCONTATA DALLA
L'ETOILE SICILIANA DELL'OPERA
REGISTA PALERMITANA E «IL DI PARIGI AFFRONTA LA «CARMEN»
CASELLANTE» DELLO SCRITTORE
RILETTA DA AMEDEO AMODIO CHE
EMPEDOCLINO CON MONI OVADIA RINASCE DOPO ILTRAGICO EPILOGO
i . Una scena di «Odissea A/R», lo spettacolo di Emma Dante prodotto dal Teatro Bio ndo di Palermo. 2. Mario Incudine,
Moni Ovadia e Valeria Contadino protagonisti de «Il casellante». 3. Eleonora Abbagnato in un momento di «Carmen»
MEDIA
GIORNALE DI SICIUA
36 Cultura & Spettacoli!
VENERDÌ : 4 GIUGNO 2016
I «te
I
^
L'EDIZIONE N. 59 DEL FESTIVAL
DANTE, CAMILLERI, ABBAGNATO
di Simonetta Trovato
L'ARMATA SICILIANA
Al «DUE MONDI»
L'ISOLA IN SCENA
DA OGGI A SPOLETO
T
ene ro alto il vessillo della lingua: s e m b r a
quasi quesiti il lilo c o m u n e c h e lega i
d u e spettacoli siciliani c h e s t a n n o correndo verso il [-'estivai di Spoleto. Sciacq u a l o n e l M e d i t e r r a n e o è inlaLli II casellari te à\ Àndr&aCamilleri affidarci all'orinai rodala coppia di Tallo Moni Ovadia-Mario I n c u d i n e ,
con la regia dielro le q u i n t e dell'ex d i r e t t o l e artistico dello Stabile e t n e o , G i u s e p p e Dipasquale.
E gnnlia ih una quasi agiografica m e d i t e r r a n e i t a
è a n c h e VOdissea di l i m m a Dante, p r o d o t t a dal
Teatro Biondo, c h e arriva sul palcoscenico del
Testival dei D u e M o n d i nella sua nuova veste, di
spettacolo fatto e finito, d o p o la bella prova-saggio b e n accolta dalla critica. A questi d u e spettacoli, si aggiunge la Carmen di Amedeo Amodio
che, p u r n o n essendo siciliana, è interpretara
dalla p a l c r m i t a n i s s t m a etoilc dell'Opera di Parigi
Eleonora Abbagnato. Un Ler/elm di rispetto,
m o l t o atteso dal pubblico, c h e sciorina n o m i noti
c o m e l'ossero p a n n i stesi al sole.
H casellante, per esempio, sì prcamiuncia già com e uno spettacolo eh punta della prossima stagione teatrale: le prove sono ospitate al Tealro lìegina
Margherita di Caltanis setta, c h e lo eoproduce con
il Carcano di Milano, e lo ospiterà aneli e p e r l'unica data siciliana dell'estate, mercoledì prossimo,
dopo il debutto di Spoleto fissato per d o m a n i sera
(replica domenica) al Teatro San Nicolò. Tn scena,
Moni Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine
(che firma anche le musiche originali). Sergio Semitiara. Giampaolo Romania e i musicisti Antonio
Vasta e Antonio Putzu: sarà un rnelologo che fonde
insieme musica e recitazione. «T.a lingua di Camilleri è teatrale nella sua stessa fibra - dice Moni
Ovadia -. e poterla portare in scena per aie è un
privilegio. Il casellante e vero teatro musicale, padrone di ima scrittura che spazia dalie canzoni allegre e sarcastiche delle barberie a musiche originali Intrise di una delicata poesia». Ovadia sarà il
narratore, u n Camilleri ante hlteram, ma anche la
m a m m a n a Donna d e c i n a l J irrò, un giudice, Il barbiere e il casellante. Il romanzo fa parte della cosiddetta "trilogia mitologica" con Maruzza
Musameli e // sonagiirAra personaggi reali, che cozzano
con una Sicilia arcaica e paradossale quella del periodo fascista degli anni '40. «l.a lingua di (LamiMeri
è personale, originalissima, calca e ricalca, in una
divertila e lealralissirna sinfonia di pariate»', interviene Giuseppe Dipasquale.
o
L'«0DISSEA» RACCONTATA DALLA
REGISTA PALERMITANA E «IL
CASELLANTE» DELLO SCRITTORE
EMPED0CLIN0 CON MONI OVADIA
L'ÉTOILE SICILIANA DELL'OPERA
DI PARIGI AFFRONTA LA «CARMEN»
RILETTA DA AMEDEO AMODIO CHE
RINASCE DOPO IL TRAGICO EPILOGO
Quella c h e invece è u n a vera e propria sorpresa
per la stessa regista, & questa Odissea.Vii che debilita il 6 luglio a San Simone e replica fitta al 10:
limma Dante ha rimesso mano al saggio dei «mai»
ventitré allievi, diventalo oggi un lavoro vero e proprio acquistalo dai leatri. Ragazzi che Ira l'altro,
Raimo lavorato loro stessi al lesto. «La riduzione di
Odissea è anche loro - racconta Emma Dante abbiamo letto tulli e 24 i libri che la c o m p o n g o n o .
Lo spettacolo è n a t o da noi, Odissea. J\JR racconta
la partenza di Ulisse per la guerra di Troia e il suo
ritorno. U viaggio, gfi incontri, le ninfe e le inagRe.
Rlato mitico del racconto, li abbiamo lasciati fuori:
la iamiglia. Ulisse, Penelope e Telemaco, h a n n o
cluesto di essere ascoltati uscendo dal palazzo».
Forse per questo E m m a Dante h a deciso di chiamarli al Teatro Massimo dove t r a un po' inizicranno le prove del Macbetli che a gennaio aprirà la
prossima stagione lirica.
Infine, la Carmen di Amedeo Amodio, musica di
Rizet adattala da Giuseppe CaR: u n a sigaraia che
vive dopo che e calato il sipario, ritrova Don Jose e
cerca a n i lui un minimo di contano. Una scena
scarna che si svuota sempre più fino ad arrivare al
muro scrostato del finale: qui danzerà Eleonora Abbagnato, domani sera al Tealro Roin;mo. ••Carmen
vive una tragedia, quella di chi non può sopravvivere alle proprie trasgressioni ed anche la musica a
suo tempo, è siala senlita come trasgressiva e forse
quasi blasfema», scrive Amodio, rsitì
1. Una scena di «Odissea A/R», lo spettacolo di Emma Dante prodotto dal Teatro Bio rido di Palermo.
Mario Incudine,
Moni Ovadia e Valeria Contadino protagonisti de «Il casellante». 3. Eleonora Abbagnato in un momenti di «Carmen»
IN BREVE
© Non fu plagio
© Cinema
© Arena di Verona
© Annunciati i tre titoli
I Led Zeppelin
non copiarono
«Stairway...»
Primo ciak
per «Che vuoi
che sia» di Leo
Carmen di Bizet
con la D'Intino
apre l'estate 2016
Sette contro Tebe,
Fenicie e Rane
per Siracusa 2017
• • • I Led eppelin hanno vinto la
causa che II vedeva accusati di plagio
per il loro successo Stairway to Heaven. Il verdetto è stato raggiunto
nella mattinata di Ieri a Los Angeles.
La causa era stata intentata nel 2014
da Michael Skldmore. amministratore fiduciario del Randy Craig Wolre
Trust. Secondo Skidmore l'iconica
canzone del eruppe metal era stata
rubata daTaurus, motivo degli Spirit
inciso nel 1968. Il tribunale di Los
Angeles ieri gli ha dato oggi torto
con gran soddisfazione dei musicisti
della band.
• • • Iniziate a Mila no le riprese dì Che
vuoi che sia, quarto lungometraggio
diretto da Edoardo Leo. Il film verrà
distribuito nelle sale da Warner il 10
novembre. Nel cast Edoardo Leo, Anna Foglietta, Rocco Papaleo. Marina
Massironi, Massimo Wertmuller e
Bebo Storti. Claudio (Edoardo Leo) e
Anna (Anna Foglietta) continuano a
rimandare II progetto di un figlio nell'attesa che la loro situazione economica migliori. Efondano una società
di video che dovrebbe reggersi aura verso il crowfounding. Mail progetto
di un video hard scombina i piani... Anna Foglietta protagonista femminile del film «Che vuoi che sia»
• • • Il 94° Opera Festival all'Arena
di Verona inaugura domani sera
con uno dei titoli più amati dal pubblico: Carmen, di Georges BizeL la
stagione 2016. Viene proposta nella
cinematografica messa in scena di
Franco ZeffirelII. Alla direzione d'orchestra Xu Zhong, direttore principale dell'Orchestra areniana. Nel
ruolo della protagonista Carmen
Luciana D'Intino; Micaela avrà la voce di Ekaterlna Bakanova; Don Jose
sarà interpretato da Jorge De Leon e
il toreador Escamillo da Dalibor lenis.
••• IsettecontroTebediEstUAo.LeFenicie di Euripide e Le Raned\ Aristofane:
sono i titoli del ciclo 2017 di spettacoli
classici al Teatro greco di Siracusa.
L'annuncio Ieri, dal commissario
straordinario dell'Istituto Nazionale
del Dramma Antico, Pier Francesco Plnelli, poco prima dell'esordio nella cavea del lemenite del regista Carlo Cerciello con la sua Fedra. «La scelta - ha
detto Pinelli - rimarca il legame fra il
teatro e Siracusa a 2750 anni dalla sua
fondazione», anniversario che ricade
proprio nel 20T7-«Letre opere raccontano l'evoluzione del teatro dassico».
MEDIA
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

creare flashcard