1 - Comune di Vicenza

annuncio pubblicitario
CALENDARIO 2014-2015
DANZA in collaborazione con
13 E 14 DICEMBRE ALICE GAUTHIER DANCE - Theaterhaus Stuttgart
31 GENNAIO E 1 FEBBRAIO IL LAGO DEI CIGNI, OVVERO IL CANTO BALLETTO DI ROMA
7 E 8 MARZO CENERENTOLA MALANDAIN BALLET BIARRITZ
11 APRILE SUN HOFESH SHECHTER COMPANY
6 MAGGIO SILENCE ON TOURNE / CIAK SI GIRA POCKEMON CREW
16 MAGGIO GALA CON I SOLISTI DELL’OPERA DI VIENNA WIENER STAATSBALLETT
INFORMAZIONI E PREVENDITE
Biglietteria Teatro Comunale
tel. 0444 324442 - [email protected]
orario di apertura dal 7 ottobre:
mar-sab 15-18.15
Online sul sito: www.tcvi.it
Sportelli della Banca Popolare di Vicenza
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO DANZA
24 GENNAIO KAZE MONONOKE. Il vento e i petali di ciliegio DACRU DANCE COMPANY
14 FEBBRAIO PUPILLA (1983/2014) DANCEHAUS COMPANY
21 MARZO ALCESTI O DEL SUONO DELL’ADDIO C.IE ZEROGRAMMI
18 APRILE THE UNSEEN GARDEN - ISTANTE IMPERFECT DANCERS
RESIDENZE ARTISTICHE 2013/2014 - PERFORMANCES 2015
28 FEBBRAIO SOPRA DI ME IL DILUVIO
14 MARZO V O R
1 APRILE ONCE UPON A TIME - TRILOGY
Soci fondatori
Socio sostenitore
PROSA
in collaborazione con
9 E 10 DICEMBRE FALSTAFF
16 E 17 GENNAIO GLI INNAMORATI
10 E 11 FEBBRAIO RICCARDO III
21 E 22 FEBBRAIO L’ISPETTORE GENERALE
17 E 18 MARZO MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
22 E 23 APRILE BALLATA DI UOMINI E CANI
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO PROSA
11 NOVEMBRE SKIANTO
12 DICEMBRE LA VITA È UN VIAGGIO
7 FEBBRAIO GOSPODIN
4 MARZO LA MISTERIOSA SCOMPARSA DI W
28 MARZO STASERA OVULO
Partner
Sponsor
LIONS CLUB
VICENZA PALLADIO
VICENZA LA ROTONDA
Le informazioni contenute in questo programma sono aggiornate al momento della stampa
(settembre 2014). Il Teatro Comunale di Vicenza si riserva di apportare eventuali modifiche
in caso di imprevisti.
CONCERTISTICA
realizzata da
26 OTTOBRE ORCHESTRA DA CAMERA DI MANTOVA
3 NOVEMBRE QUARTETTO BENNEWITZ
17 NOVEMBRE ACCADEMIA DELL’ORCHESTRA MOZART
24 NOVEMBRE ENSEMBLE ALIA MENS
5 DICEMBRE LEONORA ARMELLINI
15 DICEMBRE STUTTGART BAROCKORCHESTER
12 GENNAIO FILIPPO LAMA - STEFANO GUARINO - RICCARDO ZADRA
27 GENNAIO VICTORIA MULLOVA E KATIA LABEQUE
9 FEBBRAIO RENDEZ-VOUS DI FIATI
18 FEBBRAIO YUJA WANG
3 MARZO FILIPPO GAMBA
16 MARZO CORO DELLA SAT
26 MARZO JUNGES STUTTGARTER BACH ENSEMBLE
15 APRILE “ORA O MAI PIÙ” JAZZ VICENZA ORCHESTRA
28 APRILE SALVATORE ACCARDO & FRIENDS
SINFONICA realizzata da
9 NOVEMBRE OTO - ENRICO BRONZI direttore e solista
19 DICEMBRE OTO - ALEXANDER LONQUICH direttore e solista
31 DICEMBRE OTO - LEON SPIERER direttore - REGULA MÜHLEMANN soprano
20 GENNAIO OTO - ALEXANDER LONQUICH direttore
2 FEBBRAIO OTO - SALVATORE ACCARDO direttore e solista – ESTRIO
11 MARZO OTO - GIAMPAOLO PRETTO direttore e solista
20 APRILE OTO - UMBERTO BENEDETTI MICHELANGELI direttore
26
OTT CONCERTISTICA
3
NOV CONCERTISTICA
9
NOV SINFONICA
11
NOV LUOGHI CONTEMP. PROSA
DOM 26 OTTOBRE 2014
ORE 20.45
RICORDANDO
IL MARCHESE GIUSEPPE ROI
ORCHESTRA
DA CAMERA
DI MANTOVA
LUN 3 NOVEMBRE 2014
ORE 20.45
QUARTETTO
BENNEWITZ archi
Alexander LONQUICH direttore e solista
Beethoven Ouverture “Zur Namensfeifer”
Concerto in do magg. op. 15 n. 1 per
pianoforte e orchestra; Die Ruinen von
Athen, Overture op. 113
Kodàly Danze di Galanta
Šostakovic Concerto n. 2
in fa magg. per pianoforte
e orchestra op. 102
Pietro DE MARIA pianoforte
Mozart Kammerkonzert KV 414;
Quartetto per pianoforte
in sol min. KV 478;
Adagio e Fuga in do min. KV 546;
Kammerkonzert KV 449
L’Orchestra da Camera di Mantova
inaugura di nuovo una stagione del
Quartetto esattamente tre anni dopo
l’ultimo successo ottenuto a Vicenza.
Anche questa volta l’ensemble
lombardo si fa accompagnare da
Alexander Lonquich (nella doppia
veste di pianista e direttore). Al centro
del nutrito programma il Primo
Concerto di Beethoven ed il Secondo
di Šostakovic, datato 1957. Ancora, le
suggestive Danze di Galanta, nel segno
della tradizione musicale ungherese e
due Ouverture di Beethoven.
Il gran concerto di inizio stagione.
«Suonare in quartetto significa
comunicare. È una continua sfida che
consiste nel mettere insieme le nostre
diverse opinioni al fine di ottenere un
risultato originale. Siamo convinti che
questo sia l’unico modo per creare
musica dai colori cangianti, sempre
fresca e vivace». Questo il pensiero
che accomuna i componenti del
Quartetto Bennewitz, fondato nel 1998
fra i “banchi” dell’Accademia delle Arti
e dello Spettacolo di Praga. Con la
partecipazione pianistica di Pietro De
Maria, per un concerto tutto dedicato
a Mozart.
DOM 9 NOVEMBRE 2014
ORE 20.45
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
Enrico BRONZI direttore e solista
Schumann Concerto
per violoncello e orchestra op. 129
Schubert Sinfonia n. 6 “La Piccola” D 589
È il magico violoncello di Enrico Bronzi
ad inaugurare la stagione sinfonica
2014/15 del Teatro Comunale di
Vicenza con il Concerto op. 129 di
Schumann: più che un concerto per
violoncello e orchestra, un “concerto
per violoncello con accompagnamento
di orchestra”.
Nella seconda parte della serata
Bronzi dirige l’Orchestra del Teatro
Olimpico nella sesta Sinfonia di
Schubert, detta “La Piccola”, dalle forti
reminiscenze rossiniane.
foto di Neige De Benedetti
MAR 11 NOVEMBRE 2014
ORE 20.45
SKIANTO
di e con Filippo Timi
Filippo Timi torna con la nuova
produzione “Skianto”, in dialetto
umbro. Come una favola, racconta
di un bambino disabile che i genitori
faticano ad accettare.
La disabilità diventa oggetto di
rappresentazione, perché porta in
scena tutti i desideri impossibili del
protagonista. Come tutti i sognatori,
egli dovrà scontrarsi con la realtà,
ovvero col suo corpo murato in una
cameretta dentro la quale scopre
quanto la vita sia truccata.
Timi è accompagnato dalla voce e dalla
chitarra di Andrea Di Donna.
17
NOV CONCERTISTICA
24
NOV CONCERTISTICA
5
DIC CONCERTISTICA
9
DIC
10
DIC
PROSA
foto di Fabrizio Cestari
MAR 9 E MER 10
DICEMBRE 2014
ORE 20.45
LUN 17 NOVEMBRE 2014
LUN 24 NOVEMBRE 2014
ACCADEMIA
DELL’ORCHESTRA
MOZART
ENSEMBLE
ALIA
MENS
ORE 20.45
Lucas MACÍAS NAVARRO
direttore e oboe solista
Mozart Sinfonia in mi bem. magg. K 16
Marcello Concerto in re min.
per oboe e orchestra
Haydn Sinfonia n. 44 in mi min.,
Hob. I/44, “Trauer”
Fondazione del Teatro
Stabile di Torino
E.R.T. Emilia Romagna
Teatro Fondazione
ORE 20.45
in collaborazione con il CIDIM
Pierre HANTAÏ,
Maude GRATTON,
Olivier SPILMONT clavicembali
Ryo TERAKADO,
Sophie GENT violini
Simon HEYERICK viola
James MUNRO violone
Bach Concerti a due
e a tre clavicembali
Fra le iniziative di Alta Formazione
della Regia Accademia Filarmonica di
Bologna, l’Accademia dell’Orchestra
Mozart costituisce dal 2005 un polo
di attrazione per musicisti italiani e
stranieri, un vero e proprio “vivaio” di
giovani talenti.
Diretta dalla bacchetta dello spagnolo
Lucas Macías Navarro (impegnato
anche nel ruolo di oboe solista),
l’Accademia debutta a Vicenza con le
Sinfonie K 16 di Mozart e “Trauer” di
Haydn. Al centro il Concerto per oboe
e orchestra di Alessandro Marcello con
lo struggente, celeberrimo Adagio.
Dal genio di Johann Sebastian
Bach i Concerti per due e tre
clavicembali, che fanno parte del
più ampio corpus di 13 Concerti
per clavicembalo, archi e continuo.
Composti originariamente per
violino, oboe o flauto e orchestra
durante la permanenza a Köthen,
vennero in seguito riarrangiati per
cembalo dallo stesso Bach durante
il soggiorno a Lipsia.
Sul palco del Comunale, tre
eccezionali clavicembalisti francesi
ed un piccolo ensemble di archi.
Lo splendore del Barocco.
VEN 5 DICEMBRE 2014
ORE 20.45
LEONORA
ARMELLINI
pianoforte
Chopin Quattro Mazurche op. 33;
Polacca-Fantasia op. 61
in la bemolle magg.;
Notturno op. 48 n. 1 in do min.;
Notturno op. 48 n. 2 in fa diesis min.;
Polacca op. 53 in la bemolle magg.
“Eroica”; Dodici Studi op. 25
A 12 anni Leonora Armellini si è
diplomata in pianoforte con il massimo
dei voti, lode e menzione d’onore.
A 13 ha vinto il “Premio Venezia” e
ha iniziato a dare concerti. Oggi ha
22 anni e nel frattempo non ha mai
smesso di perfezionarsi, di frequentare
masterclass, di spaziare i suoi orizzonti
musicali. La sensibilità musicale di
Leonora ed il più “romantico” dei
grandi autori classici: Chopin, il suo
preferito.
PRESENTANO
FALSTAFF
da Enrico IV / Enrico V
da William Shakespeare
traduzione Nadia Fusini
con Giuseppe Battiston, Giovanni
Franzoni, Elisabetta Valgoi, Martina
Polla, Annamaria Troisi
adattamento e regia Andrea De Rosa
Millantatore, sbruffone, vorace, vitalista,
furfante, Falstaff è un personaggio così
dirompente da affascinare i più grandi
talenti della scena. Per questa ragione,
e per il piacere di rivedere all’opera
la coppia artistica Giuseppe Battiston
e Andrea De Rosa, questo nuovo
allestimento di Falstaff si preannuncia
come una delle proposte più significative
della stagione 2014/2015. La potente
duttilità espressiva di Battiston darà vita
alla partitura drammaturgica di Nadia
Fusini, impreziosita dalla regia di De
Rosa, attento a moltiplicare immagini,
a toccare sponde semantiche lontane
dalla tradizione e a coniugare con grande
perizia lirica e prosa.
12
DIC LUOGHI CONTEMP. PROSA
13
DIC
14
DIC
DANZA
15
DIC
CONCERTISTICA
19
DIC
SINFONICA
foto di Regina Brocke
SAB 13 DICEMBRE 2014
ORE 20.45
foto di Cecopato photography
DOM 14 DICEMBRE 2014
VEN 12 DICEMBRE 2014
ORE 20.45
BEPPE SEVERGNINI in
LA VITA
È UN
VIAGGIO
regia di Francesco Brandi
Beppe Severgnini, scrittore e
giornalista, ha scritto appositamente
per il teatro questa pièce ispirandosi ai
suoi due ultimi best sellers, “Italiani di
domani” e “La vita è un viaggio”.
Ad essere messi in scena in forma di
dialogo con l’attrice Marta Isabella
Rizi, i temi da sempre cari all’autore
- il confronto generazionale, il viaggio
come strumento di conoscenza,
l’importanza dei punti di riferimento
per i giovani e della tenacia per
raggiungere gli obiettivi, il valore
del rispetto, della precisione - tutti
di particolare interesse in contesti
aggregativi giovanili o in occasioni di
impegno civile.
ORE 18
ALICE
LUN 15 DICEMBRE 2014
VEN 19 DICEMBRE 2014
GAUTHIER DANCE (Germania)
Dance Company Theaterhaus Stuttgart
direzione artistica Eric Gauthier
coreografia Mauro Bigonzetti
STUTTGART
BAROCK
ORCHESTER
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
Fiore all’occhiello tra le compagnie di
danza tedesche, la Gauthier Dance Dance Company Theaterhaus Stuttgart
si presenta a Vicenza per la prima
volta con l’ultimo lavoro firmato per
l’ensemble da uno dei coreografi
italiani maggiormente apprezzati
all’estero: Mauro Bigonzetti, per lungo
tempo coreografo e direttore artistico
di Aterballetto.
Ispirato ad Alice nel Paese delle
Meraviglie di Lewis Carroll (1865), il
nuovo lavoro esalta l’immaginazione
e i sogni, rendendoli tangibili allo
spettatore. Sulle orme di Carroll, il
coreografo prova a capovolgere il
mondo e a renderlo bizzarro e ricco
di eventi seguendo le orme di una
“sua” Alice interpretata dall’eccellente
danzatrice della compagnia Anna
Süheyla Harms.
ORE 20.45
Frieder BERNIUS direttore
Händel Messiah
“Mancano le parole per esprimere
il raffinato piacere che il Messiah di
Händel ha prodotto nel numerosissimo
pubblico. I sentimenti più sublimi,
grandi e delicati, adattati alle più
elevate, maestose e commoventi
parole, hanno concorso a trascinare e
ad affascinare il cuore e l’orecchio...”.
Correva l’anno 1742. Qualche mese
prima il cinquantaseienne Händel, in
uno sforzo creativo senza precedenti,
era riuscito a vergare le 250 pagine di
musica del Messiah in poco più di tre
settimane. Il Messiah: un sontuoso
regalo di Natale dall’ensemble
Barockorchester Stuttgart diretto da
Frieder Bernius.
ORE 20.45
Alexander LONQUICH direttore e solista
Beethoven Concerto per pianoforte
e orchestra n. 4
Schumann Sinfonia n. 4 op. 120
Il direttore principale della OTO,
Alexander Lonquich, nella prima delle
tre esibizioni con l’orchestra vicentina.
Nato a Trier (Renania-Palatinato)
nel 1960, Lonquich si è imposto
giovanissimo al Concorso pianistico
Casagrande e da allora ha intrapreso
una carriera concertistica che lo ha
fatto conoscere in tutto il mondo come
uno dei più interessanti pianisti della
sua generazione. Il programma della
serata comprende il quarto Concerto di
Beethoven (con Lonquich al pianoforte)
e la Sinfonia n. 4 in re minore di
Schumann.
31
DIC
SINFONICA
12
GEN CONCERTISTICA
16
GEN
17
GEN PROSA
20
GEN SINFONICA
foto di Shirley Suarez
MER 31 DICEMBRE 2014
(FUORI ABBONAMENTO)
ORE 22
LUN 12
GENNAIO 2015
ORE 20.45
foto di Fabio Artese
VEN 16 E SAB 17
GENNAIO 2015
ORE 20.45
CONCERTO
LAMA - GUARINO DI SAN SILVESTRO ZADRA
Teatro Franco Parenti
ORCHESTRA DEL TEATRO OLIMPICO
Leon SPIERER direttore
Regula MÜHLEMANN soprano
musiche di Mozart, Schubert,
Cajkovskij, von Suppé, Stolz,
Strauss jr., Lehar
di Carlo Goldoni
regia di Andrée Ruth Shammah
drammaturgia di Vitaliano Trevisan
Il tradizionale concerto di fine anno al
Teatro Comunale di Vicenza conta sulla
presenza del soprano elvetico Regula
Mühlemann che, accompagnata
dall’Orchestra del Teatro Olimpico,
interpreterà celebri arie d’opera e
operetta. In più, la spensieratezza della
quinta Sinfonia di Schubert, il “Valzer
dei fiori” di Cajkovskij, il “Wiener Blut”
di Strauss e molto altro ancora. Dirige
l’ottantacinquenne Leon Spierer, per
trent’anni primo violino dei Berliner
Philharmoniker.
Due ore di melodie intramontabili
per festeggiare nel migliore dei modi
l’arrivo del nuovo anno.
Filippo LAMA violino
Stefano GUARINO violoncello
Riccardo ZADRA pianoforte
Beethoven INTEGRALE
DEI TRII CON PIANOFORTE
(1° concerto)
Trio n. 2 op. 1 in sol magg.
Allegretto WoO 39
Trio n. 1 op. 70 in re magg.
“Geister Trio”
Un viaggio nelle composizioni per
pianoforte, violino e violoncello di
Beethoven. L’evoluzione del pensiero
musicale del genio di Bonn che parte
con il grande successo decretato
all’Op. 1 dagli intenditori, critici e
musicofili viennesi (1793), passa
attraverso l’Op. 70 (1809) e termina
con il “gioiello” dedicato a Rodolfo
d’Asburgo (1814). Un’integrale, che si
snoda in più stagioni, affidata ad un
Trio tutto italiano.
GLI INNAMORATI
Un testo straordinariamente
contemporaneo che intrappola il
pubblico in un intreccio dove si ride e ci
si riconosce nelle dinamiche che Goldoni
ha saputo orchestrare con acume
e infinita umanità. L’ambientazione
milanese della commedia, la
riflessione sulla società, lo sguardo
quasi scientifico su certe dinamiche
psicologiche ne fanno un capolavoro
maturo di attualità e seducente vitalità.
La storia è quella di due giovani
innamorati che si tormentano benché
niente si opponga al loro amore. Dalla
diatriba tra i due si scatena una tensione
vibrante che attraversa tutti i personaggi
e fa sí che agli occhi del pubblico
risultino così umani da essere molto
vicini alla nostra sensibilità.
MAR 20 GENNAIO 2015
ORE 20.45
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
Alexander LONQUICH direttore
Mozart Sinfonia n. 41 K 551 “Jupiter”
Cajkovskij Sinfonia n. 1 op. 13
“Sogni d’Inverno”
Due grandi pagine del sinfonismo di
tutti i tempi.
La “Jupiter” di Wolfgang Amadeus
Mozart, ovvero l’ultimo dei suoi
lavori sinfonici, “nato fra le
amarezze, ma anche attingendo a
un misterioso e inesauribile fondo di
gioia musicale”.
Nella seconda parte del concerto,
diretto da Alexander Lonquich,
la Sinfonia “Sogni d’Inverno” di
Cajkovskij, prima esperienza del
grande sinfonista russo.
Fu composta quasi tutta durante
le ore notturne perché “stentava
a venire”. Ma alla fine ne valse la
pena: fu un grande successo di
pubblico.
24
GEN LUOGHI CONTEMP. DANZA
27
GEN CONCERTISTICA
31
GEN
1
FEB
DANZA
2
FEB SINFONICA
foto di Francesco Castelli
SAB 24 GENNAIO 2015
ORE 20.45
KAZE
MONONOKE
IL VENTO E I PETALI
DI CILIEGIO
DACRU DANCE COMPANY
ideazione e regia Marisa Ragazzo
coreografie Marisa Ragazzo
e Omid Ighanì
Cinque centimetri al secondo è la
velocità con cui i petali di ciliegio
cadono al suolo. La delicatezza, il
colore pallido e la brevità della loro
esistenza sono simbolo di fragilità e
al contempo di bellezza estrema. A
Tokyo, tra la fine di marzo e gli inizi
di aprile, si festeggia l’hanami, la
contemplazione dei sakura.
La fioritura dei ciliegi incanta gli umani
che, estasiati, si lasciano cadere
addosso i fragili petali spinti dal vento.
Un incanto da raccontare e soprattutto
da vivere.
È dunque questo il racconto della
performance di danza: il vento e i
petali dei ciliegi.
foto di Gabriale Orlandi
MAR 27 GENNAIO 2015
SAB 31 GENNAIO 2015
LUN 2 FEBBRAIO 2015
MULLOVA LABEQUE
DOM 1 FEBBRAIO 2015
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
ORE 20.45
Viktoria MULLOVA violino
Katia LABEQUE pianoforte
Mozart Sonata per violino e pianoforte
n. 34 in la magg., K 526
Schumann Sonata per violino e
pianoforte n. 1 in la min., op. 105
Pärt Fratres
Takemitsu Distance de Fée
per violino e pianoforte
Ravel Sonata
Nel lontano 1983 fu protagonista di una
rocambolesca fuga dalla natìa Unione
Sovietica, degna di una spy-story.
Erano gli anni della “Guerra Fredda”
e gli Stati Uniti la accolsero a braccia
aperte. Alta, sottile, algida, altera e
bravissima. Lo era allora, lo è oggi.
E sempre più curiosa: Viktoria
Mullova ha esplorato ed esplora tutto
il repertorio per violino, dal barocco
alla musica contemporanea, dal pop
al jazz. Accompagnata dalla pianista
Katia Labeque, torna a Vicenza, dopo
molti anni, la violinista tra le numero
uno al mondo.
ORE 20.45
ORE 18
IL LAGO
DEI CIGNI,
OVVERO IL CANTO
BALLETTO DI ROMA (Italia)
coreografia e regia
Fabrizio Monteverde
Capolavoro del teatro di danza, “Il lago
dei cigni” è una fiaba senza “happy
end”, in cui i due protagonisti Siegfrid
e Odette pagano con la vita l’amore che
li lega anche se alla fine i loro spiriti
risorgono e si avviano uniti verso una
felicità ultraterrena.
Il personaggio bifronte di Odette/
Odile, creato per una ballerina
“bianca e buona” ma anche “nera e
perfida”, nonché metà principessa e
metà cigno, è rappresentata in una
perenne metamorfosi che non giunge
mai al pieno compimento ed è per il
coreografo metafora del rapporto che
lega inscindibilmente arte e vita.
ORE 20.45
Salvatore ACCARDO direttore e solista
ESTRIO Laura Gorna violino,
Cecilia Radic violoncello,
Laura Manzini pianoforte
Mozart Concerto per violino e
orchestra K 216
Beethoven Concerto per violino,
violoncello, pianoforte e orchestra op. 56
Salvatore Accardo battezza il nuovo
corso dell’Orchestra del Teatro Olimpico
arrivando a Vicenza in compagnia di
una formazione con la quale collabora
da molti anni: l’Estrio. Il concerto si
apre con il violinista napoletano doppio
protagonista, con il suo “Guarneri del
Gesù”, del giovanile Concerto in sol
maggiore di Mozart. Nella seconda parte
Accardo dirige la OTO nel monumentale
Grande Concerto in do maggiore op. 56 di
Beethoven, altrimenti conosciuto come
“Triplo Concerto”.
7
FEB LUOGHI CONTEMP. PROSA
9
FEB CONCERTISTICA
foto di Fabio Lovino
SAB 7 FEBBRAIO 2015
ORE 20.45
CLAUDIO SANTAMARIA in
GOSPODIN
tratto da “Gennant Gospodin”
di Philipp Löhle
messa in scena di
Giorgio Barberio Corsetti
È una nuova produzione italiana
di Giorgio Barberio Corsetti su un
testo dell’esordiente autore tedesco
associato del Maxim Gorki Theater
a Berlino, Philipp Löhle, che inventa
un teatro fatto di sorprese, e con
ferocia esplora le contraddizione
della nostra società consumistica.
“Genannt Gospodin” è un testo
inedito in Italia il cui protagonista
è un anti-eroe tragicomico che si
ribella al capitalismo e cerca di
vivere senza soldi trovando la sua
libertà solo in prigione. È una visione
spietata dell’umanità sia inquadrata
che alternativa che comunque
inevitabilmente dipende dal denaro
e dalla propensione al consumo. La
scrittura è graffiante, acuta, ironica e
pungente. La messa in scena presenta
una galleria di personaggi comici
strampalati, miserabili ed idealisti, che
raccontano il nostro mondo con grande
poesia e feroce malinconia.
LUN 9 FEBBRAIO 2015
ORE 20.45
RENDEZ-VOUS
DI FIATI
Stefan SCHILLI oboe
Christopher CORBETT clarinetto
Wolfgang WIPFLER corno
Valentino ZUCCHIATTI fagotto
ENSEMBLE MUSAGÉTE
Fabio PUPILLO flauto
Remo PERONATO oboe
Luigi MARASCA clarinetto
Enrico BARCHETTA corno
Laura COSTA fagotto
Serenate e suites per fiati
Mozart Serenata n. 12 per fiati
in Do min. K 388 (K6 384a)
Gouvy Petite suite Gauloise op.90
Gounod Petite Symphonie
in collaborazione con Palazzetto Bru Zane
- Centre de musique romantique française
I fiati solisti dell’Orchestra Sinfonica
della Radio Bavarese incontrano i
fiati dell’Ensemble Musagéte in un
concerto dove violini, viole, violoncelli
e contrabbassi lasciano il posto a
oboi, clarinetti, corni, fagotti e flauto.
Serenate, suite e piccole sinfonie per
fiati: dall’Austria galante di Mozart,
alla Francia di fine Ottocento di Louis
Théodore Gouvy e Charles Gounod.
Largo ai fiati (e alle danze)!
10
FEB
11
FEB
PROSA
14
FEB LUOGHI CONTEMP. DANZA
foto di Federico Riva
foto di Alberto Calcinai
MAR 10 E MER 11
FEBBRAIO 2015
SAB 14 FEBBRAIO 2015
ORE 20.45
ORE 20.45
ALESSANDRO GASSMANN in PUPILLA
(1983/2014)
RIII
RICCARDO TERZO
di William Shakespeare
traduzione e adattamento
di Vitaliano Trevisan
regia di Alessandro Gassmann
La rilettura di Trevisan e Gassmann
permette di immergersi con
immediatezza nella grande tragedia,
attraverso un linguaggio moderno,
diretto ed efficace, con tutta la forza, la
bellezza e la straordinaria attualità di
questa grande opera shakespeariana.
“Riccardo III” ha per protagonista un re
crudele, ambizioso, manipolatore, ma
anche insicuro, tormentato, spaventato
dalla solitudine. Racconta Gassmann:
«Il nostro Riccardo, col suo violento
furore, la sua feroce brama di potere,
la sua follia omicida, la sua “diversità”
dovrà colpire al cuore, emozionare
e coinvolgere il pubblico di oggi (mi
auguro in gran parte formato da
giovani), trasportandolo in un viaggio
affascinante e tragico, attraverso
le pieghe oscure dell’inconscio e
nelle deformità congenite dell’animo
umano».
DANCEHAUS
COMPANY
coreografie Valeria Magli
Riallestimento nell’ambito
del progetto RIC.CI
Reconstruction
Italian Contemporary
Choreography Anni ’80-’90
ideazione e direzione artistica
Marinella Guatterini
assistente alla direzione artistica
Myriam Dolce
Il Progetto RIC.CI nasce per dare
risalto e (ri)mettere in moto la
memoria della danza contemporanea
italiana degli anni ‘80 e ‘90,
producendo e facendo circuitare
coreografie esemplari di quel
decennio, un vicino passato artistico
pressoché dimenticato, reinterpretate
da giovani danzatori italiani.
“Pupilla” rivive sul palco con
un’odierna ricostruzione della
pièce, affidata a tre ballerine
della DanceHaus Company, per
raccontare con evocazioni poetiche
e originalissime il rapporto tra
bambola, infanzia, erotismo e non
solo.
18
FEB CONCERTISTICA
21
FEB
22
FEB
28
RESIDENZE ARTISTICHE
FEB PERFORMANCES 2015
PROSA
3
MAR CONCERTISTICA
foto di Serena Pea
MER 18 FEBBRAIO 2015
ORE 20.45
YUJA
WANG
pianoforte
Chopin Fantasia
in fa min. op. 49
Skrjabin Improvviso
à la Mazur
in do magg. op. 2 n. 3
Studi n. 5, 11, 12
Sonata n. 9 op. 68 “Messa Nera”
Granados Goyescas:
El fandango de candil
Albéniz Suite Iberia: Málaga
Schubert Sonata
in si bem. magg., D 960
A grande richiesta, tornano al
Comunale di Vicenza le “dita volanti”
di Yuja Wang. A 28 anni, la pianista
cinese ha ormai smesso i panni della
ragazza-prodigio per indossare –
nonostante l’aria sbarazzina – quelli
di una “signora del pianoforte”. Yuja
propone questa volta una serata con
una parte di Chopin, una di Schubert,
una buona dose di Skrjabin, una
spruzzata di Granados e… un pizzico
di Albéniz. Per chiudere, funambolici
bis a sorpresa, come ci ha oramai
abituato.
SAB 21 E DOM 22
FEBBRAIO 2015
ORE 20.45
Teatro Stabile del Veneto
Teatro Stabile dell’Umbria
L’ISPETTORE
GENERALE
di Nikolaj Vasil’evic Gogol’
adattamento drammaturgico
di Damiano Michieletto
con Alessandro Albertin, Silvia Paoli,
Stefano Scandaletti
regia di Damiano Michieletto
Dopo “Il ventaglio” di Goldoni, questo
classico della tragicommedia, messo
in scena da Damiano Michieletto, è
un’intramontabile caricatura delle
autorità locali e della burocrazia
corrotta, con le sue piccole ruberie e
i suoi grandi vizi che sembrano ancor
oggi connaturate all’esercizio del
potere politico. In una cittadina della
sterminata campagna russa, popolata
da personaggi corrotti, profittatori,
affaristi e sfruttatori, si sparge la notizia
dell’arrivo di un ispettore generale. In
realtà quello che è creduto l’ispettore è
un giovinastro squattrinato che capisce
subito quali benefici può trarre dalla
situazione e ovviamente ne approfitta.
foto di Giulio Fornasar
SAB 28 FEBBRAIO 2015
MAR 3 MARZO 2015
Compagnia Enzo Cosimi
FILIPPO GAMBA
ORE 20.45
SOPRA DI ME
IL DILUVIO
regia, coreografia, scene,
costumi Enzo Cosimi
In scena partiture di gesti, movimenti,
in apparenza semplici, ma che
riportano alla complessità del
lavoro sulla “presenza”, sull’atto
performativo, sulla percezione del
sistema nervoso a discapito di quello
muscolare; una scrittura coreografica
che amplifica fenomeni naturali,
campi visivi che sconfinano verso
una spiritualità laica, una metafisica
del corpo, un pellegrinaggio di
meditazione. Un work in progress di
grande intensità, quello proposto al
pubblico da Enzo Cosimi, interpretato
da Paola Lattanzi.
ORE 20.45
pianoforte
Beethoven INTEGRALE
DELLE 32 SONATE
PER PIANOFORTE (1° concerto)
Sonata in fa min. op. 2 n. 1
Sonata in la magg. op. 2 n. 2
Sonata in do magg. op. 2 n. 3
Per il pianista veronese Filippo
Gamba, nella musica non ci sono
tanti punti di arrivo, quanto piuttosto
nuovi sentieri da esplorare, con lo
spirito di chi scava alla ricerca della
vera essenza della musica, che si
trova sulla pagina scritta. Inizia con
questo concerto l’integrale delle 32
Sonate di Ludwig van Beethoven.
Una sfida titanica e un’attrazione
irresistibile per tutti i grandi pianisti:
il “Nuovo Testamento” del pianoforte
(Hans von Bulow).
4
MAR LUOGHI CONTEMP. PROSA
7
MAR
8
MAR DANZA
foto di Bepi Caroli
foto di Olivier Houeix
MER 4 MARZO 2015
SAB 7 MARZO 2015
AMBRA ANGIOLINI in
DOM 8 MARZO 2015
ORE 20.45
LA MISTERIOSA
SCOMPARSA
DI W
di Stefano Benni
regia di Giorgio Gallione
In questo testo, ironico e fantasioso,
la parola di Benni è agile,
paradossale e dissacrante, sostenuta
dall’interpretazione di Ambra
Angiolini, per la prima volta sola su un
palcoscenico teatrale.
Una donna qualsiasi, di nome V,
nata un giorno qualsiasi in modo
funambolico ripercorre, follemente,
comicamente, la sua vita, alla ricerca
del suo pezzo mancante W.
Nel farlo si interroga su povertà
e guerra, amicizia e intolleranza,
giustizia e amore. V ci racconta la lotta
e la rabbia che sta dentro la necessità
di sopravvivenza e di difesa dello
spirito critico, in un copione teatrale
dove il comico è soprattutto esercizio
di ribellione, un tocco di magica follia
che trasforma l’angoscia in risata
liberatoria.
11
MAR SINFONICA
14
RESIDENZE ARTISTICHE
MAR PERFORMANCES 2015
ORE 20.45
ORE 18
CENERENTOLA
MALANDAIN BALLET
BIARRITZ (Francia)
direzione artistica e coreografia
Thierry Malandain
Pur restando fedele alla drammaturgia
di Cenerentola e allo spartito di
Prokof’ev, Thierry Malandain sviluppa
un approccio molto personale al tema
della sfortunata fanciulla e del suo
riscatto. Cenerentola è il percorso di
una stella che danza e Malandain ci
porta sulla via della sua realizzazione
che passa attraverso il dubbio,
l’emarginazione, la sofferenza, la
speranza, per raggiungere infine la luce.
Del balletto ci dice: «Lo spettacolo
è stato concepito senza cambi di
scene, senza artifici, ma con il piacere
trasmesso dall’umanità e dalla magia
del racconto, dalla sontuosità della
musica, ma anche dalle risate delle
scene burlesche che controbilanciano
gli episodi onirici o di sventure.
Insomma abbiamo fatto del nostro
meglio per disperdere le nuvole e
“generare una stella danzante”».
foto di Dario Bonazza
MER 11 MARZO 2015
ORE 20.45
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
SAB 14 MARZO 2015
ORE 20.45
VOR
Giampaolo PRETTO direttore
Mozart Andante per flauto e orchestra K 315
Campogrande Tre piccolissime
musiche notturne
Mozart Concerto per flauto e orchestra K 313
Brahms Serenata n. 1 op. 11
danzatrice e coreografa
Tiziana Bolfe Briaschi
regista performer
Matteo Maffesanti
musiche originali di
Davide Pachera
Fra coloro che per primi hanno aderito
con entusiasmo alla proposta di
collaborare nel nuovo progetto della
OTO, Giampaolo Pretto (Primo Flauto
dell’Orchestra Sinfonica Nazionale
della RAI) dirige l’orchestra in questo
concerto “primaverile” incentrato
sulle partiture per fiati di Mozart e
sulla Serenata n. 1 di Brahms, opera
che conclude mirabilmente – e con
tratti del tutto “disimpegnati” – la
stagione creativa giovanile del sommo
compositore di Amburgo.
“VOR” è l’acronimo di Very High
Frequency Omnidirectional Radio
Range, ovvero la posizione istantanea
di un punto in moto nel tempo.
Tale sistema utilizza la relazione tra
due segnali per codificare la direzione
di chi viaggia nelle aerovie: è un
linguaggio di orientamento. V O R è un
dialogo visivo tra diversi elementi e la
progressione della loro architettura
esteriore ed interiore.
È il confine tra il nostro sguardo e
quello altrui.
16
MAR CONCERTISTICA
17
MAR
18
MAR PROSA
21
MAR LUOGHI CONTEMP. DANZA
26
MAR CONCERTISTICA
foto di Laila Pozzo
MAR 17 E MER 18 MARZO 2015
ORE 20.45
Teatro dell’Elfo
LUN 16 MARZO 2015
ORE 20.45
CORO
DELLA
SAT
Le 19 armonizzazioni
di Arturo Benedetti Michelangeli
nel ventennale
della sua scomparsa
Vent’anni fa ci lasciava Arturo
Benedetti Michelangeli. Non sono in
molti a sapere che il pianista bresciano
intrattenne uno straordinario e lungo
rapporto con il Coro della SAT di Trento
per il quale armonizzò 19 canti alpini e
popolari.
Le sonorità estreme, i repentini scarti
di tonalità, i cambiamenti di ritmo, quei
finali in pianissimo… Il canto popolare
non più “grezzo e povero”, ma sorretto
da un impianto armonico di grande
valore musicale. Una serata-evento da
non perdere.
MORTE DI
UN COMMESSO
VIAGGIATORE
di Arthur Miller
regia di Elio De Capitani
Un classico del Novecento che Elio
De Capitani, regista e protagonista
affronta per proseguire una personale
riflessione sulla vita d’oggi e sul
tema dei rapporti tra giovani e adulti
attraverso la drammaturgia americana
d’ogni epoca. È il sogno ad occhi aperti
di Willy Loman, il commesso viaggiatore
protagonista del celebre testo di Arthur
Miller: rifarsi attraverso suo figlio Biff,
vederlo trionfare, avere successo, essere
popolare. Willy ha sempre dato a bere
a tutti di essere un grande venditore,
ma non lo è mai stato e, nei suoi ultimi
due giorni di vita, deve fare i conti con
la realtà, con il proprio fallimento
esistenziale. Incapace di stare nel mondo
reale, non distingue più tra presente e
passato, sogni e ricordi, tra quanto si
agita nella sua testa e la vita vera.
foto di S. Mazzotta
GIO 26 MARZO 2015
ORE 20.45
SAB 21 MARZO 2015
ORE 20.45
ALCESTI
O DEL
SUONO
DELL’ADDIO
JUNGES
STUTTGARTER
BACH
ENSEMBLE
C.IE ZEROGRAMMI
coreografie
Stefano Mazzotta
Hans-Cristopher RADEMANN direttore
Bach Cantata per la Domenica
delle Palme BWV 182
Oratorio di Pasqua BWV 249
Oratorio dell’Ascensione BWV 11
Esiste uno spazio non raccontato della
tragedia, vuoto e colmo di silenzio
assordante.
Un arco di tempo impossibile da
definire in termini di lunghezza, che
va dal momento in cui Alcesti lascia il
mondo dei vivi, fino al suo sacrificio.
È in quest’arco di tempo che trova
fondamento “Alcesti”, il monologo
di una donna che esplora silenziosa
il limbo tra la vita e la morte, un
soliloquio sull’essenza del ricordo,
sulla profonda verità delle cose
moltiplicato in scena da un ensemble
di dieci danzatori.
Ritmi incalzanti, fanfare di trombe e rulli
di timpani: è un vero e proprio tripudio
sonoro quello che investe l’ascoltatore
sin dalle prime note dell’Oratorio di
Pasqua di Bach. Un invito a partecipare
senza esitazione al mistero della
Resurrezione di Cristo, rafforzato – nella
seconda parte del concerto – dalla
Cantata per la Domenica delle Palme
“Himmelskönig, sei willkommen” e dall’
Oratorio dell’Ascensione BWV 11.
Sotto la guida di Hans-Cristopher
Rademann, il Coro e l’Orchestra del
Junges Stuttgarter Bach Ensemble: 80
giovani talenti di 20 diverse nazionalità.
28
MAR LUOGHI CONTEMP. PROSA
1
RESIDENZE ARTISTICHE
APR PERFORMANCES 2015
11
APR
DANZA
15
APR CONCERTISTICA
ESCLUSIVA NAZIONALE
foto di Gabriele Zucca
SAB 11 APRILE 2015
MER 15 APRILE 2015
SUN
UNA SERATA IN ONORE
DI GIANNI FERRIO
ORE 20.45
SAB 28 MARZO 2015
MER 1 APRILE 2015
ANTONELLA
QUESTA in
ONCE UPON
A TIME - TRILOGY
ORE 20.45
STASERA
OVULO
di Carlotta Clerici
regia Virginia Martini
Antonella Questa, che per questo
spettacolo ha ricevuto il premio
Calandra 2009 come miglior attrice
protagonista, mette in scena l’epopea
di una donna impegnata nella difficile
ricerca di una gravidanza che non
arriva.
L’attrice dà voce e ritmo al racconto,
trovandosi spesso gambe all’aria,
sdraiata sul cubo bianco che domina
la scena, come su un lettino. Le tante
parole e i tanti personaggi che si
intrecciano nel monologo rendono
ragione del turbinio di pensieri e stati
d’animo che attraversano una donna
alle prese con un corpo che le diventa
estraneo sotto lo sguardo dei medici.
ORE 20.45
di Francesca Foscarini
e Sara Wiktorowicz
musiche originali di Matteo Maffesanti
co-produzione Fondazione Fabbrica
Europa, Giardino Chiuso/Orizzonti
Verticali, Kilowatt Festival, Fondazione
Teatro Comunale Città di Vicenza
“Once Upon a Time” è una trilogia che
si sviluppa a partire dalla figura della
nonna, donna che è stata nel suo passato,
bambina, ragazza, madre e infine, nonna,
figura che guarda indietro con nostalgia,
per la consapevolezza di non poter più
rivivere quella parte di vita, ma con
dentro di sé un “avvenire in potenza” che
si realizza attraverso la vita dei suoi figli
e nipoti. La nonna è l’unica nella società
che racchiude l’intero ciclo della vita, con
la funzione di tramandare e proiettare nel
futuro parte di sé, in grado di incarnare
perfettamente le tre dimensioni temporali
del passato, presente e futuro.
HOFESH SHECHTER COMPANY
(Inghilterra)
coreografia e musica Hofesh Shechter
“Sun” è il nuovo, potente spettacolo di
Hofesh Shechter, coreografo angloisraeliano, nato a Gerusalemme la cui
compagnia oggi risiede a Brighton.
Negli ultimi dieci anni si è imposto a
livello internazionale e lo stile che lo ha
consacrato si distingue per le reminiscenze
di danza popolare mediorientale mixate
a ispirazioni nordeuropee, il tutto
reinterpretato in chiave contemporanea
con musiche originali, a volte molto
intense, spesso composte dal coreografo
stesso. Gli esiti della creazione
multisensoriale sono energetiche
coreografie di gruppo in cui emergono
lampi solistici, una danza caratterizzata
da un ritmo scatenato, con scene che
si dissolvono l’una nell’altra come in un
montaggio cinematografico, e con una
musica potente e aggressiva, attinta da un
repertorio che spazia dalla classica al rock.
Una danza, quella di Hofesh Shechter,
originalissima e di grandi contenuti sociali
e artistici, in cui attraverso il movimento,
sono indagati aspetti psicologici e
antropologici reconditi dell’agire umano.
ORE 20.45
ORA
O MAI PIÙ
JAZZ
VICENZA
ORCHESTRA
Ettore MARTIN direttore
Claudia VALTINONI
e Bruno CONTE voci
Vicentino di nascita, Gianni Ferrio
(1924-2013) è stato fra i protagonisti
dell’epoca d’oro della musica
leggera italiana.
Direttore d’orchestra, arrangiatore,
autore di canzoni indimenticabili
(fra tutte, Piccolissima serenata,
Parole parole e Non gioco più)
e di oltre 100 colonne sonore,
Ferrio diede vita ad un lunghissimo
sodalizio artistico con Mina,
iniziato ai tempi dei mitici show
televisivi del sabato sera.
L’omaggio ad un Signore della
musica.
Un tuffo nel passato, quando le
“canzonette” erano una cosa seria.
18
APR
LUOGHI CONTEMP. DANZA
20
APR
SINFONICA
22
APR
23
APR
PROSA
28
APR CONCERTISTICA
foto di Picasa
SAB 18 APRILE 2015
ORE 20.45
THE UNSEEN
GARDEN ISTANTE
IMPERFECT DANCERS
coreografie Walter Matteini
«Un luogo segreto al riparo da sguardi
indiscreti dove poter rivelare le nostre
debolezze, le nostre paure. Un giardino
sconosciuto che è dentro ognuno
di noi e che non smette di irrorarsi
delle nostre emozioni. Attende
solo di essere finalmente ritrovato,
ammirato, accudito e amato. Dove le
parole non sono vuote e i gesti non
sono inutili, non più». “Istante” nasce
in occasione della partecipazione
della Imperfect Dancers Company al
Gala per la raccolta fondi per la lotta
contro l’Alzheimer di Stoccarda. La
coreografia su musiche di Vivaldi,
Bach vede in scena quattro danzatori,
quattro anime che si incontrano per
un intenso attimo in cui si risvegliano
sentimenti condivisi, trascinando lo
spettatore in una riflessione sulla
fragilità della vita.
LUN 20 APRILE 2015
ORE 20.45
MER 22 E GIO 23
APRILE 2015
ORCHESTRA
DEL TEATRO
OLIMPICO
ORE 20.45
Umberto BENEDETTI
MICHELANGELI direttore
Alexander LONQUICH pianoforte
Ravel Tombeau de Couperin
Chopin Concerto per pianoforte e
orchestra n. 2 op. 21
Mozart Sinfonia n. 40 K 550
DEDICATA A JACK LONDON
La stagione 2014/15 dell’Orchestra
del Teatro Olimpico si chiude in
bellezza con la bacchetta di Umberto
Benedetti Michelangeli, nipote del
grande Arturo, e con il pianista
Alexander Lonquich impegnato nel
secondo Concerto per pianoforte e
orchestra di Chopin, pagina di ampio
fascino melodico e di scintillante
virtuosismo. Completano il
programma l’ammaliante “Tombeau
de Couperin” di Maurice Ravel e
la Sinfonia n. 40 di Mozart in sol
minore, che appartiene all’ultimo
grande trittico sinfonico del
salisburghese.
BALLATA
DI UOMINI
E CANI
di e con Marco Paolini
Un uomo, un cane e il grande Nord
sono i protagonisti di “Ballata di uomini
e cani” un progetto speciale di Marco
Paolini, ispirato e dedicato a Jack
London, per raccontare il rapporto tra
uomo e natura, per parlare del senso
del limite oggi.
In una cultura che ha fatto, e continua
a fare, del “no limits” uno dei propri
slogan, dove a parlare di “senso del
limite” si rischia la derisione, per
Paolini, Jack London acquista un
valore in più anche per questo suo non
giudicare la natura e le conseguenze
del proprio agire in rapporto ad essa.
“Ballata di uomini e cani” contiene
vari racconti, tra questi “To build a
fire” in cui lo scrittore affronta uno
dei temi a lui più cari: la lotta per la
sopravvivenza.
MAR 28 APRILE 2015
ORE 20.45
SALVATORE
ACCARDO
& FRIENDS
Salvatore ACCARDO violino
Laura GORNA violino
Francesco FIORE viola
Cecilia RADIC violoncello
Mendelssohn-Bartholdy
INTEGRALE DEI QUARTETTI
PER ARCHI (2° concerto)
Quartetto n. 2 in la min., op. 13
Quartetto n. 4 in mi min., op. 44 n. 2
Salvatore Accardo, leggenda del violino,
presenta la seconda “puntata” del
viaggio all’interno dei Quartetti per archi
di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Un
progetto partito nella scorsa stagione
che offre l’opportunità di scoprire pagine
poco note del grande compositore di
Amburgo. Con lui i compagni di viaggio
con i quali ha condiviso molti successi
in Italia e all’estero: la violinista
Laura Gorna, la violoncellista Cecilia
Radic e Francesco Fiore, prima viola
dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di
Roma dal 1991.
6
MAG DANZA
16
20
MAG DANZA
DIC
foto di Yari Tumiatti
ESCLUSIVA
NAZIONALE
FUORI
ABBONAMENTO
SAB 20 DICEMBRE 2014 ORE 20.45
GOSPEL IN VICENZA!
con Free Voices Gospel Choir
1
foto di Cédric Darbod
© Wiener Staats Ballet
MER 6 MAGGIO 2015
SAB 16 MAGGIO 2015
SILENCE ON
TOURNE / CIAK
SI GIRA
RICORDANDO
IL MARCHESE GIUSEPPE ROI
ORE 20.45
POCKEMON CREW (Francia)
direzione artistica Riyad Fghani
Pockemon Crew, una squadra di
danzatori ricchi di inventiva e passione,
rappresentano la nuova generazione
hip hop che propone performances
ricche di immaginazione ed esiti
spettacolari di sicuro divertimento.
Per la loro nuova creazione esplorano
due mondi che li appassionano
particolarmente: il cinema e l’origine
di certi movimenti della danza hip hop.
Scene e costumi dello spettacolo
trasportano lo spettatore attraverso
i film musicali che hanno segnato
la golden age (l’età dell’oro)
hollywoodiana dei film musicali (Fred
Astaire, Gene Kelly, Vincent Minelli
o Stanly Donen), con i danzatori
che esplorano le origini delle loro
danze con frenesia e poesia allo
stesso tempo, mantenendo l’energia
spontanea della “settima arte”.
ORE 20.45
GALA CON I
PRIMI BALLERINI
DELL’OPERA
DI VIENNA
WIENER STAATSBALLETT (AUSTRIA)
direzione artistica Manuel Legris
Purezza e sensibilità, ma anche
versatilità, intelligenza interpretativa e
passione sono le basi su cui poggia la
grandezza di Manuel Legris, fuoriclasse
del balletto mondiale, nominato étoile
dell’Opéra di Parigi direttamente da
Rudolf Nureyev a 22 anni, direttore
artistico del Balletto dell’Opera di Vienna
dal 2010. E su queste stesse basi, il
coreografo ha fatto rifiorire lo storico
balletto dei Wiener per una nuova
generazione di artisti, rigorosi interpreti
della tradizione della danza classica,
che sa però tradurre le sensibilità
del nostro tempo. Un affascinante
programma concepito da Manuel Legris
per mostrare a trecentosessanta gradi
la versatilità degli interpreti.
FUORI ABBONAMENTO
FUORI
GEN ABBONAMENTO
GIO 1 GENNAIO 2015 ORE 17 E 20.45
LA BELLA ADDORMENTATA
ROYAL BALLET OF MOSCOW
ispirato alla fiaba di Charles Perrault
coreografie di Marius Petipa, Lev Ivanov
29
FUORI
GEN ABBONAMENTO
GIO 29 GENNAIO 2015 ORE 20.45
Compagnia Teatro Musica Novecento
CIN CI LÀ
OPERETTA IN DUE ATTI
con Corpo di Ballo Novecento e con Orchestra “Cantieri d’Arte”
3
FEB
4
FUORI
FEB ABBONAMENTO
13
FUORI
MAR ABBONAMENTO
foto di Alessandro Pinna
17
FUORI
APR ABBONAMENTO
5
FUORI
GIU ABBONAMENTO
foto di Antonio Agostini
MAR 3 E MER 4 FEBBRAIO 2015 VEN 13 MARZO 2015
ORE 20.45
ORE 20.45
VEN 17 APRILE 2015
VEN 5 GIUGNO 2015
Compagnia della Rancia
Compagnia Teatro
Musica Novecento
MVULA SUNGANY
COMPANI E
MARLENE KUNTZ in
ROMEO
Y JULIETA
TANGO
presenta
GIAMPIERO INGRASSIA in
IL NUOVO MUSICAL DI MEL BROOKS
FRANKESTEIN
JUNIOR
testo Mel Brooks
e Thomas Meehan
musica e liriche Mel Brooks,
regia e coreografie originali
Susan Stroman
regia Saverio Marconi
regia associata Marco Iacomelli
IL PAESE
DEI
CAMPANELLI
Operetta in due Atti
di Carlo Lombardo
e Virgilio Ranzato
con Corpo di Ballo Novecento
coreografie di Salvatore Loritto
con Orchestra “Cantieri d’Arte”
diretta da Stefano Giaroli
regia Alessandro Brachetti
ORE 20.45
IL VESTITO
DI MARLENE
LA DANZA INCONTRA IL ROCK
con Emanuela Bianchini
e i solisti della
Mvula Sungani Company
con Cristiano Godano, voce e chitarra;
Riccardo Tesio, chitarra;
Luca Bergia, batteria;
musiche e testi Marlene Kuntz
ORE 20.45
con musica dal vivo
coreografie e regia Luciano Padovani
musiche originali Carlo Carcano
musiche di tango di Piazzolla,
Pugliese, Di Sarli,
Bardi, Calo
una produzione Naturalis Labor
segue MILONGA
per gli appassionati,
nel Foyer del Teatro
RESTITUZIONI DELLE RESIDENZE DANZA
SAB 15 NOVEMBRE 2014
ORE 18.30
I MEET YOU...
IF YOU WANT
concept e coreografia Andrea Gallo Rosso
performer Andrea Gallo Rosso e Manolo Perazzi
Progetto Finalista al Premio Equilibrio Roma 2014
BALLETTO
BIGLIETTI BALLETTO
Intero 15,00 euro
Ridotto 12,00 euro
(over 65; under 30)
Ridotto 9,00 euro
(convenzionati; gruppi; abbonati)
GIO 16 OTTOBRE 2014 ORE 20.15
The Royal Ballet
MANON
coreografia di Kenneth MacMillan
DOM 23 NOVEMBRE 2014 ORE 16
Balletto del Bolshoi di Mosca
LA FIGLIA
DEL FARAONE
VEN 28 NOVEMBRE 2014
ORE 18.30
J.D.
(2014/2016)
coreografia di Pierre Lacotte
MAR 16 DICEMBRE 2014 ORE 20.15
SHOT
di Marco Valerio Amico
con Sissj Bassani, Alessia Berardi,
Rhuena Bracci, Anna Marocco
prodotto da E / gruppo nanou
The Royal Ballet
ALICE NEL PAESE
DELLE MERAVIGLIE
coreografie di Christopher Wheeldon
SAB 21 FEBBRAIO 2015
DOM 21 DICEMBRE 2014 ORE 16
ORE 18.30
VENUS
dal Teatro Bolshoi di Mosca
LO SCHIACCIANOCI
concept Nicola Galli
coreografie di Yuri Grigorovich
DOM 25 GENNAIO 2015 ORE 16
dal Teatro Bolshoi di Mosca
IL LAGO DEI CIGNI
L’iniziativa delle Residenze Artistiche
è una pratica diffusa nei maggiori
teatri e centri culturali a livello
internazionale, che permette ai
giovani artisti di creare e presentare
negli spazi del teatro nuove idee,
nuovi progetti, spesso work in
progress che diventano poi spettacoli.
coreografie di Yuri Grigorovich da Petipa Ivanov
DOM 8 MARZO 2015 ORE 16
dal Teatro Bolshoi di Mosca
ROMEO E GIULIETTA
coreografia di Yuri Grigorovich
INGRESSO
GRATUITO
SALA DEL RIDOTTO
RESIDENZE DANZA
MAR 5 MAGGIO 2015 ORE 20.15
SALA DEL RIDOTTO
CINEMA
The Royal Ballet
LA FILLE
MAL GARDÉE
coreografie di Frederick Ashton
ARTE
LIRICA
MAR 9 DICEMBRE 2014 ORE 20.15
MAR 21 OTTOBRE 2014 ORE 19
LE NOZZE DI FIGARO
MATISSE
DALLA TATE MODERN, LONDRA
di W. A. Mozart
direttore James Levine
dal METROPOLITAN OPERA DI NEW YORK
MAR 13 GENNAIO 2015 ORE 20.15
LA RAGAZZA
CON L’ORECCHINO
DI PERLA
MAR 4 NOVEMBRE 2014 ORE 19
CARMEN
di G. Bizet
direttore Pablo Heras-Casado
dal METROPOLITAN OPERA DI NEW YORK
di Vermeer
DAL MUSEO MAURITSHUIS, OLANDA
MAR 10 FEBBRAIO 2015 ORE 19.30
DOM 7 DICEMBRE 2014 ORE 17.30
REMBRANDT
FIDELIO
DALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA
E DAL RIJKSMUSEUM DI AMSTERDAM
di L. V Beethoven
direttore Daniel Barenboim
PRIMA DEL TEATRO ALLA SCALA DI MILANO
MAR 14 APRILE 2015 ORE 20.15
VINCENT VAN GOGH
DAL MUSEO VAN GOGH, AMSTERDAM
BIGLIETTI ARTE
MAR 26 MAGGIO 2015 ORE 20.15
Intero 10,00 euro
Ridotto 8,00 euro
(over 65; under 30;
convenzionati; gruppi;
abbonati)
GLI IMPRESSIONISTI
DA PARIGI, LONDRA E GLI STATI UNITI
MAR 17 FEBBRAIO 2015 ORE 19
LA TRAVIATA A PARIS
di G. Verdi
direttore Zubin Mehta
MAR 28 APRILE 2015 ORE 19
CAVALLERIA
RUSTICANA
PAGLIACCI
IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA
LUNEDÌ 26 GENNAIO 2015
VINCITORI E VINTI
BIGLIETTI LIRICA
regia di Stanley Kramer (1961) ORE 15.00
Intero 10,00 euro
Ridotto 8,00 euro
(over 65; under 30;
convenzionati; gruppi; abbonati)
LA VITA È BELLA
regia di Roberto Benigni (1997) ORE 18.30
TRAIN DE VIE UN TRENO PER VIVERE
SALA DEL RIDOTTO
CINEMA
Unico 5,00 euro
(valido anche per
assistere a più film)
MAR 12 MAGGIO 2015 ORE 19
RIGOLETTO
A MANTOVA
di G. Verdi
direttore Zubin Mehta
regia di Marco Bellocchio
regia di Radu Mihaileanu (1998) ORE 20.45
BIGLIETTI GIORNATA
DELLA MEMORIA
di P. Mascagni – R. Leoncavallo
direttore Fabio Luisi
dal METROPOLITAN OPERA DI NEW YORK
SALA DEL RIDOTTO
CINEMA
MER 10 GIUGNO 2015 ORE 20.15
LA BOHEME
dal ROYAL OPERA HOUSE
PREZZI
ABBONAMENTI ALLE STAGIONI*
Stagione
intero
over 65
under 30
DANZA
6 spettacoli 186,00 euro
159,00 euro
105,00 euro
PROSA
6 spettacoli
123,00 euro
93,00 euro
66,00 euro
SINFONICA
6 concerti
108,00 euro
90,00 euro
36,00 euro
CONCERTISTICA
15 concerti
225,00 euro
186,00 euro
75,00 euro
SINFONICA
25,00 euro
20,00 euro
10,60 euro
CONCERTO DI S. SILVESTRO [31/12]
40,00 euro
35,00 euro
15,00 euro
CONCERTISTICA 1
25,00 euro
20,00 euro
12,00 euro
[CONCERTI DEL 26 OTT. - 17 NOV. - 15 DIC. - 27 GEN. - 18 FEB. - 16 MAR. - 26 MAR. - 15 APR. - 28 APR.]
CONCERTISTICA 2
20,00 euro
15,00 euro
10,60 euro
15,00 euro
10,60 euro
10,60 euro
8,60 euro
5,60 euro
5,60 euro
22,00 euro
17,00 euro
17,00 euro
[CONCERTI DEL 3 NOV. - 24 NOV. - 5 DIC. - 12 GEN. - 9 FEB. - 3 MAR.]
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO DANZA
RESIDENZE ARTISTICHE
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO PROSA
BIGLIETTI SPETTACOLI “FUORI ABBONAMENTO” (in vendita dal 30 settembre)
* Chi sottoscrive due, tre tipologie di abbonamento (tra danza, prosa, sinfonica, concertistica) ha diritto a
uno sconto rispettivamente del 10% e 20% circa sul costo totale.
** Chi sottoscrive un abbonamento può accedere a uno o più spettacoli “fuori abbonamento” [esclusi il
musical e i concerti pop] con il 10% di sconto sul costo del biglietto; lo sconto è valido anche per un
accompagnatore.
ABBONAMENTI SPECIALI
THE (PATTY) SMITHS [6/12]
settore I
Dalla fila A alla L Dalla fila M alla Y
40,00 euro
….....................30,00 euro
settore II
settore III
intero
over 65
under 30
GOSPEL IN VICENZA [20/12]
16,00 euro
16,00 euro
10,60 euro
Stagione
intero
over 65
under 30
LA BELLA ADDORMENTATA [1/01]
28,00 euro
22,00 euro
14,00 euro
MINI DANZA
3 seconde serate di danza
87,00 euro
72,00 euro
48,00 euro
CIN CI LÀ [29/01]
IL PAESE DEI CAMPANELLI [13/03]
23,00 euro
20,00 euro
15,00 euro
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO DANZA
4 spettacoli
40,00 euro
28,00 euro
28,00 euro
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO DANZA
+ RESIDENZE ARTISTICHE
7 spettacoli
Dalla fila A alla L Dalla fila M alla Q
Dalla fila R alla Y
40,00 euro
….....................33,00 euro
….....................…......................25 euro
55,00 euro
38,00 euro
38,00 euro
IL VESTITO DI MARLENE [17/04]
30,00 euro
25,00 euro
15,00 euro
LUOGHI DEL CONTEMPORANEO PROSA
75,00 euro
5 spettacoli
60,00 euro
60,00 euro
ROMEO Y JULIETA TANGO [5/06]
20,00 euro
14,00 euro
14,00 euro
TUTTO MUSICA
21 spettacoli
283,50 euro
231,00 euro
105,00 euro
CONCERTISTICA BREVE***
8 concerti
152,00 euro
120,00 euro
60,00 euro
*** [Concerti del 3 nov. - 17 nov. - 5 dic. - 12 gen. - 9 feb. - 3 mar. - 26 mar. - 28 apr.]
BIGLIETTI (in vendita dal 30 settembre)
Tipologia
intero
over 65
under 30
DANZA
35,00 euro
30,00 euro
20,00 euro
LAGO DEI CIGNI [31/01-01/02]
25,00 euro
20,00 euro
15,00 euro
PROSA A & B
28,00 euro
22,00 euro
14,00 euro
FRANKESTEIN JUNIOR [3-4/02]
NOVITÀ DELLA STAGIONE 2014/2015
HAPPY HOUR
Continua per la stagione 2014/2015 l’appuntamento con l’happy hour, l’aperitivo al Bar
nel Foyer del Teatro. Prima degli spettacoli di prosa e danza, a partire dalle ore 19.30,
il Bar è aperto a disposizione del pubblico per un aperitivo e numerosi stuzzichini.
Per gli spettacoli in programma il sabato sera, il Bar del Teatro resterà aperto anche
fino alla fine dello spettacolo (con possibilità anche di buffet su prenotazione).
INCONTRO CON L’AUTORE
Mentre per la Danza, come di consueto alle 20.00 nel Foyer (e alle ore 17
per le seconde date) si svolge “L’incontro con la Danza”, una presentazione
degli spettacoli curata da giornalisti e critici, è una novità di questa stagione
“L’incontro con l’Autore” in occasione degli spettacoli di Prosa.
Nelle seconde date della stagione di Prosa, a partire dalle ore 19.00, nel Foyer
del Teatro, è previsto l’incontro con i protagonisti e/o gli autori o i registi degli
spettacoli. In entrambi i casi per partecipare è necessario essere in possesso del
biglietto o dell’abbonamento.
FUORI ABBONAMENTO
SAB 6
DICEMBRE
2014
ORE 20.45
THE
(PATTI)
SMITHS
Patti Smith voce e chitarra acustica;
Jesse Paris Smith voce e pianoforte;
Jackson Smith voce e chitarra elettrica;
Tony Shanahan voce, basso e tastiera
Artista poliedrica, coerente e idealista, indiscusso mito del rock per tutte le
generazioni, la sacerdotessa del rock Patti Smith torna in Italia e arriva per la
prima volta a Vicenza. THE (PATTI) SMITHS vedrà per la prima volta sul palco
insieme, in un imperdibile concerto acustico, la famiglia Smith al gran completo:
Patti, i figli Jesse Paris e Jackson, oltre al fidato Tony Shanahan.
I grandi classici dell’artista newyorkese verranno eseguiti quindi in un’inedita
formazione a quattro.
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

creare flashcard