www.gliamicidellamusica.net

annuncio pubblicitario
www.gliamicidellamusica.net
Pubblicato il 02 Dicembre 2012
Varata la prima parte della stagione del Teatro Regio di Parma per l'anno bicentenario di Verdi
Festival in forse ma non ci crediamo
redatto da Athos Tromboni
PARMA - Abbiamo seguito in diretta streaming la presentazione della stagione lirica 2013 del Teatro
Regio. I pronunciamenti del sindaco Federico Pizzarotti, dell'amministratore esecutivo Carlo Fontana,
del presidente della Fondazione Cariparma sponsor del teatro, Carlo Gabbi, del direttore artistico
Paolo Arcà e dell'assessora alla cultura Laura Maria Ferraris non sono giunti nuovi. Si sapeva della
forte esposizione debitoria del teatro accumulata prima dell'insediamento dell'attuale dirigenza, del
dimezzamento del finanziamento erogato dalla Fondazione Cariparma, delle difficoltà oggettive in cui
versano le masse che collaborano con il teatro stesso. Tutto questo è stato ribadito, ma Carlo Fontana
ha aggiunto qualcosa di più: lui personalmente ammette che se non si faranno avanti altri finanziatori
che surroghino ciò che Cariparma ha tagliato, il Festival Verdi 2013 non ci sarà; ma lui personalmente
non ci sta ad essere l'affossatore del Festival proprio nell'anno celebrativo del bicentenario della nascita; e ma e ancora ma,
nel qual caso lui personalmente rimetterebbe il mandato.
Noi non ci crediamo che il Festival Verdi nell'anno celebrativo del bicentenario verrà fatto saltare. Sarebbe una vergogna per
Le Roncole, per Busseto, per Sant'Agata, per Parma, per l'Emilia Romagna, per l'Italia tutta. Qualcuno deciderà qualcosa
perché ciò non succeda, cari lettori...
Fatte salve le giuste e giustificate cahiers de doléance udite in streaming (e pronunciate dal vivo nel Regio di Parma),
veniamo alla stagione 2013, certa per la prima parte dell'anno: ecco i contenuti di opera, danza e attività collaterali.
Stagione Lirica
La lirica 2013 apre le celebrazioni del bicentenario proponendo due titoli che accostano al genio conclamato dell’età matura,
il più giovane Verdi: Un b allo in maschera e Nab ucco. Quindi un omaggio prezioso a Richard Wagner con il terzo atto in
forma di concerto di Parsifal , dramma sacro proposto in occasione del triduo pasquale della Settimana Santa.
Sarà Un b allo in maschera a inaugurare sabato 12 gennaio 2013 (repliche 15, 18, 23, 27). Sul podio Massimo Zanetti
affronta il vorticoso e tragico poema di un amore impossibile assieme ad un cast di valore, con Francesco Meli, Marco Caria,
Anna Pirozzi, Julia Gertseva e Serena Gamberoni nell’elegante allestimento con scene e costumi di Pier Luigi Samaritani,
luci di Andrea Borelli, coreografie di Roberto Maria Pizzuto, per la regia di Massimo Gasparon da un’idea di Pier Luigi
Samaritani. L’ultima recita del 27 gennaio sarà diretta da Ivan Francesco Ciampa.
Secondo titolo in cartellone, l’opera che ha segnato la prima e folgorante affermazione di Verdi, Nab ucco, che debutta lunedì
4 marzo 2013 (repliche 6, 8, 10, 13) nella produzione del Teatro Regio di Parma con la regia di Daniele Abbado ripresa da
Boris Stetka, le scene e i costumi di Luigi Perego e le luci di Valerio Alfieri. Sul palcoscenico un cast di prestigio, con Roberto
Frontali, Sergio Escobar, Michele Pertusi, Anna Pirozzi e Anna Malavasi, guidati dal braccio esperto di Renato Palumbo. Ivan
Francesco Ciampa dirige la recita del 13 marzo.
A interpretare le partiture verdiane sono la neonata orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Parma e il Coro del Teatro
Regio di Parma, maestro del coro Martino Faggiani.
Il Regio di Parma rende poi omaggio a Richard Wagner con l’esecuzione del terzo atto in forma di concerto di Parsifal (29
marzo 2013). Con Juraj Valčuha alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato
da Martino Faggiani. Per dare voce ai protagonisti del concerto Parsifal saranno alcuni interpreti del repertorio wagneriano
normalmente attivi sui palcoscenici più prestigiosi del mondo: Gerd Grochowski, Stephen Milling, Robert Dean Smith e Alisa
Zinovyeva, con le immagini e le luci ideate da Mietta Corli a vestire di suggestioni l’ultimo capolavoro del grande compositore
tedesco.
ParmaDanza
La decima edizione del festival internazionale ParmaDanza inaugura con una delle migliori compagnie di danza
contemporanea: il Ballet Preljocaj (5, 6 maggio 2013), guidata da uno dei coreografi più rappresentativi e longevi della
“nouvelle danse” d’oltralpe, Angelin Preljocaj. In prima nazionale, la compagnia porta sul palcoscenico del Teatro Regio Mille
e una notte, spettacolo ispirato ai celeberrimi racconti fantastici dall’inesauribile forza immaginifica, dove i corpi si fanno
segno, calligrafia degli affetti e degli umori, a evocare il mistero e il fascino dell’Oriente.
Uscita dal vivaio dell’Accademia Vaganova
di San Pietroburgo e stella per anni del
Balletto Mariinskij, oggi diva assoluta del
Balletto Bol’šoj di Mosca, nonché étoile
internazionale,
la
divina
Svetlana
Zakharova torna al Teatro Regio di Parma
con un Gala ballettistico (11, 12 maggio
2013). La stella indiscussa della danza si
esibirà in assoli e pas-de-deux, affiancata
per questa speciale occasione dai solisti
del Balletto Bol’šoj di Mosca e del Balletto
Mariinskij di San Pietroburgo.
Per la prima volta a ParmaDanza, il Ballet
Nice Méditerranée, la compagnia francese
nata nel 2009 dal Balletto dell’Opera di
Nizza e diretta da Eric Vu-An, porta sul
palcoscenico del Teatro Regio tre
affascinanti coreografie(18, 19 maggio
2013):
“Le grand pas classique” di
Raymonda, la scena che Eric Vu-An ha
scelto di rimontare partendo dalla
coreografia originale di Marius Petipa; in
prima nazionale, La Pavana del Moro ,
coreografia di Josè Limon, “adattamento”
su una pavana di Purcell del dramma
shakespeariano
di
Otello;
il
Divertissement del III atto di Coppélia, con
la coreografia di Eric Vu-An da Arthur Saint-Léon e Albert Aveline che celebra felicemente, sulle note di Delibes, l’unione dei
due eroi protagonisti attorniati dai loro amici.
Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto completa il cartellone (23, 24 maggio 2013) con un dittico: workwithinwork ,
rappresentazione minuziosa e musicale di estrapolazioni apparentemente infinite da tecniche classiche creata da William
Forsythe su musiche di Luciano Berio, nel decennale della scomparsa, e Le Sacre, coreografia di Mauro Bigonzetti sui ritmi
ossessivi e sulla poliritmia brulicante de Le Sacre du printemps di Stravinskij, nel centenario della sua composizione.
Il Regio per i più piccoli
Imparolopera
Il viaggio alla scoperta del magico mondo del melodramma torna con le opere che compongono il cartellone della Stagione
Lirica, Un b allo in maschera (24, 25 gennaio 2013) e Nab ucco (12, 13 marzo 2013) ripensate, riviste e rimontate da Bruno
Stori per il pubblico di domani, a comporre una vera e propria Stagione per gli allievi delle scuole elementari e medie. Un
successo che si rinnova con entusiasmo secondo la collaudata e fortunata formula che impegna i migliori allievi delle classi
di canto del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, guidati da Donatella Saccardi e che ha ottenuto un’eccezionale
consacrazione vincendo il Premio “Filippo Siebanek” assegnato nell’ambito del XIX Premio della Critica musicale “Franco
Abbiati”.
Il Gioco dell’Opera Il Teatro Regio di Parma apre nuovamente le sue porte alla prima infanzia: pupazzi, marionette, educattori, cantanti e musicisti faranno vivere ai più piccini, in un’esperienza unica e coinvolgente, la magia dell’opera. Il Trovatore
(31 gennaio, 1 febbraio, 20, 21 marzo 2013) è l’opera riscritta per il pubblico dei più piccoli da Veronica Ambrosini e realizzata
in collaborazione con Castello dei Burattini - Museo Giordano Ferrari, Laboratorio creativo Zazì, Comune di Parma
Assessorato alla cultura. In scena gli allievi del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, accompagnati al pianoforte da
Simone Savina, e gli attori Veronica Ambrosini, Antonella Altieri, Emanuela Dall’Aglio, Nicola Di Ricco, Massimiliano Sacchetti.
I trucchi del mestiere
Il laboratorio didattico, realizzato nell’ambito di Imparolopera e condotto da Alessandra Perbellini è rivolto agli insegnanti
delle scuole elementari e intende svelare i segreti che si celano dietro la produzione di un’opera, stimolando così una
migliore comprensione della rappresentazione e una maggiore capacità di ascolto. Due gli appuntamenti in programma per
la Stagione Lirica 2013: Un b allo in maschera (17 dicembre 2012) e Nab ucco (11 febbraio 2013).
Tu conosci Verdi?
Giunto alla sua XXIX edizione, il concorso Tu conosci Verdi? , ideato e promosso dal Gruppo di Appassionati Verdiani “Club
dei 27”, propone agli alunni delle quinte classi elementari di Parma e provincia lo svolgimento individuale di un tema o un
disegno sul soggetto “Vita e opere di Giuseppe Verdi”. La premiazione del concorso si svolgerà venerdì 8 maggio 2013
all’Auditorium Niccolò Paganini.
Promozione culturale
In occasione della Stagione Lirica 2013, il Teatro Regio di Parma avvia un progetto di Promozione culturale al fine di
coinvolgere il pubblico delle scuole, delle università, delle associazioni musicali, culturali, sociali e ricreative nella vita del
Teatro. Nell’ambito del progetto di Promozione culturale, è riservata a queste realtà l’opportunità di prendere parte alle prove
aperte delle due opere verdiane in cartellone, Un b allo in maschera (10 gennaio 2013) e Nab ucco (1 marzo 2013), a un
prezzo speciale. Per poter usufruire dell’agevolazione, l’istituto o l’associazione, individuato un referente e un gruppo
d’interesse, può inoltrare richiesta all’Ufficio Promozione culturale del Teatro Regio di Parma presentando un percorso
formativo inerente l’opera Nab ucco. Tale percorso, che potrà svilupparsi in incontri, ascolti guidati, lezioni e ogni tipo
d’iniziativa utile alla formazione e alla preparazione allo spettacolo, dev’essere condiviso e approvato dall’Ufficio Promozione
culturale del Teatro Regio di Parma. Coloro che aderiscono al progetto possono prendere parte, con le stesse agevolazioni,
anche alla prova generale di Un b allo in maschera.
Contrappunti
Prima che si alzi il sipario
Si rinnova l’appuntamento con il ciclo di
incontri di presentazione delle opere in
cartellone, con la partecipazione dagli
allievi del Conservatorio di Musica “A.
Boito” di Parma, coordinati da Donatella
Saccardi, che ne interpretano i brani più
celebri. I titoli in cartellone saranno
quest’anno presentati rispettivamente da
Marco Capra (Un b allo in maschera 11
gennaio 2013), Emilio Sala (Nab ucco 2
marzo 2013) e Armando Torno (Parsifal 23
marzo 2013).
La danza dietro le quinte
Prosegue il ciclo di iniziative formative
collaterali a ParmaDanza. Si riconferma il
ciclo di “classi” aperte e rivolte in
particolare agli allievi delle scuole di
danza, ma anche al pubblico di appassionati. Il pubblico avrà inoltre la possibilità di incontrare, prima dello spettacolo,
coreografi ed étoile delle prestigiose compagnie ospiti del Regio. Il calendario degli appuntamenti sarà disponibile nel mese
di maggio 2013.
Quelle sere al Regio...
Una selezione di opere andate in scena al Teatro Regio di Parma rivive sul grande schermo della Sala dei Concerti della
Casa della Musica, in un progetto di carattere divulgativo realizzato in collaborazione con l’Istituzione Casa della Musica,
giunto quest’anno alla XI edizione, che offre agli appassionati la possibilità di rivedere, ma per molti anche di vedere per la
prima volta, le opere liriche rappresentate negli anni scorsi, più lontane nella memoria e per questo oggi ancora più
sorprendenti e preziose nel rinnovare il fascino, l’immediatezza, l’emozione di Quelle sere al Regio... (Lohengrin 2 febbraio,
La forza del destino 9 febbraio, I quattro rusteghi 16 febbraio, Alzira 23 febbraio).
Aperitivo all’opera
Come anticipato, in occasione degli spettacoli d’opera e di danza del fine settimana (18 gennaio, 8, 29 marzo, 5, 11, 18, 24
maggio 2013), il Caffè del Teatro Regio sarà aperto al pubblico per un aperitivo buffet a partire dalle ore 18.00 fino a inizio
spettacolo, per ritrovarsi con gli amici, per trascorrere in piacevole compagnia i momenti che precedono il debutto dell’opera,
del concerto, del balletto o anche solo per condividere il piacere di stare assieme.
La Biglietteria del Teatro Regio di Parma è aperta dal martedì al sabato, ore 10.30 - 13.30, 17.00 - 19.00 e un’ora e mezza
precedente lo spettacolo. Chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi. Per informazioni tel. 0521 039399 fax 0521 504224 [email protected] e http://www.teatroregioparma.org/
Crediti fotografici: Roberto Ricci per il Teatro Regio di Parma e Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: Carlo Fontana amministratore esecutivo del Teatro Regio di Parma
In sequenza al centro: il mezzosoprano Julia Gertseva e il tenore Francesco Meli
In basso: l'etoile della danza Svetlana Zakharova
A fondo pagina: panoramica notturna sul Teatro Regio di Parma e foto del Coro
Scarica
Random flashcards
creare flashcard