Un`alleanza per la pelle - Istituto Dermoclinico Vita Cutis

advertisement
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/MI
Anno 2 - Numero 1 2015
Come far crescere
il team della farmacia
Antonino Di Pietro
Un’alleanza per la pelle
Tre passi per
promuovere
il reparto capelli
SERVIZI
FARMACI
Migliorare l’aderenza
terapeutica
Biologici e biosimilari
FOOD AND DRUG
Quali
dolcificanti?
www.inpharmamag.it
n
I
Ph
di Raffaella Tavan
intervista
Alleanza
per la pelle
L
L’attenzione al benessere e alla salute della
pelle è un tema caldo in farmacia, che si
sviluppa attraverso la specializzazione di
molte farmacie nel consiglio dermocosmetico
o nell’apertura di cabine estetiche, quando
non di veri e propri centri estetici, dove al
consiglio si aggiunge anche la proposta di
trattamenti per correggere inestetismi e
ringiovanire. Con questa tendenza in atto, la
collaborazione tra lo specialista che si occupa
della pelle e il farmacista, che ogni giorno
riceve richieste di consiglio o di intervento
sulle patologie cutanee, ma anche sugli
inestetismi, diventa sempre più necessaria.
Un’occasione unica per creare sinergia tra
queste due professioni viene dal congresso
Dermocosm Vita Cutis, organizzato
all’interno della manifestazione fieristica
Cosmofarma (Bologna, 17-19 aprile 2015),
con il sostegno delle principali associazioni
scientifiche dei dermatologi e di Federfarma.
Promotore di questo evento è il professor
Antonino Di Pietro, fondatore e presidente di
Isplad, la Società internazionale di
dermatologia plastica-ricostruttiva e
oncologica, e direttore dell’Istituto
Dermoclinico Vita Cutis della Clinica
Sant’Ambrogio di Milano.
Professore, perché creare un congresso che
associa dermatologi e farmacisti?
Il farmacista può rappresentare una sorta di
filtro per molti dei problemi che riguardano la
pelle. Può risolvere molto, e può fare un’opera
di screening rinviando allo specialista i casi che
hanno bisogno di una terapia medica. Inoltre, i
molti farmacisti che si stanno dedicando
all’estetica aprendo propri centri vengono a
contatto con problematiche che prima non
avevano. Molti inestetismi possono essere
affrontati e trattati se la pelle è sana e non c’è
in corso una malattia. Per esempio, fare un
6
n. 1 duemila15
trattamento con la luce pulsata per eliminare le
macchie dal viso, senza sapere che quelle
macchie sono segni del Lupus, significa
danneggiare la pelle e innescare reazione di
ulcerazione.
D’altra parte, i dermatologi hanno bisogno di
riconoscere la professionalità dei farmacisti e
capire l’importanza della collaborazione,
superando le vecchie incomprensioni.
Dermocosm Vita Cutis è importante anche
perché per la prima volta le più importanti
società scientifiche di dermatologia realizzano
un evento comune. Questo congresso mette
insieme Isplad, che rappresenta i dermatologi
plastici, Adoi, che riunisce i dermatologi
ospedalieri, Aida, che associa i dermatologi
ambulatoriali, Sidemast, la società di
dermatologia medica, chirurgica, estetica e
delle malattie sessualmente trasmesse, Sidco,
che riunisce i dermatologi chirurghi, Ddi,
l’associazione delle donne dermatologhe,
Sidapa, la società di dermatologia allergologica,
e Assece, l’European association of aesthetic
surgery. I presidenti di queste società saranno
presenti alla conferenza di apertura dei lavori
del congresso, insieme con le alte
rappresentanze delle associazioni di categoria
dei farmacisti, prima fra tutti Federfarma.
Creare una
sinergia tra
farmacisti e
dermatologi
Quali sono i temi che verranno
trattati nel corso del congresso?
I temi spazieranno nelle
principali aree di interesse sul
benessere cutaneo: dalla
corretta esposizione solare con i
filtri di ultima generazione ai
problemi che riguardano la
presenza e la formazione sulla
pelle delle cheratosi, ormai
riconosciute come forme di
precancerosi della pelle,
dall’acne e dalla rosacea all’invecchiamento
cutaneo e alla cosmetica termale e delle Spa.
Ma ci sarà spazio anche per parlare degli
strumenti di alta tecnologia, come i laser, o
dell’utilizzo di trattamenti moderni come la
terapia fotodinamica. Per non dimenticare
anche gli aspetti legali legati alla professione
del dermatologo e del farmacista o l’utilizzo
delle risorse web.
per lavorare insieme
sui temi del benessere
cutaneo: questo
l’obiettivo del congresso
Dermocosm Vita Cutis
Si parlerà anche di prodotti dermocosmetici?
Certamente. Oltre alle formulazioni più
recenti, si discuterà anche della pubblicità
legata ai prodotti dermocosmetici di largo
impiego, un tema di grande interesse sia per il
dermatologo, sia per il farmacista.
n. 1 duemila15
7
n
I
Ph
intervista
Come si articoleranno i lavori?
Nel corso del congresso ci saranno
relazioni e workshop di
aggiornamento dedicati al farmacista
e al dermatologo, e momenti riservati all’uno e
all’altro. Dermocosm Vita Cutis si svolgerà nel
corso dei tre giorni della manifestazione
fieristica, a partire dal venerdi 17 aprile fino
alla chiusura di domenica 19 aprile.
Quali sono gli obiettivi di questo congresso?
Dermocosm Vita Cutis ha due obiettivi. Il
primo è quello di presentare a una vastissima
platea, che è quella di Cosmofarma, i risultati
delle più recenti ricerche
scientifiche e le novità dal
mondo della scienza
dermatologica e
farmacologica sui temi
del benessere cutaneo. Il
secondo, ancora più
importante, è quello di
presentare i progetti
concreti che si
svilupperanno a partire dal 2015 e per il
prossimo triennio, in cui verranno coinvolti
dermatologi e farmacisti. Parlare di
progettualità in questo momento credo che sia
il modo migliore per far
ripartire il settore del
benessere, che forse
ha sofferto un po’
meno rispetto ad
altri, ma che tuttavia
ha sofferto e deve
essere rilanciato. Ho
voluto fortemente che
Ricerca scientifica,
nuovi trattamenti
cosmetici ed estetici,
progetti concreti
per il futuro: questi gli
snodi del congresso
questo congresso incarnasse questa spinta
propulsiva. Le aziende, il motore del
comparto, potranno presentare in questa sede
il proprio progetto triennale.
Come seguire l’aggiornamento del programma
del congresso?
Dai primi di febbraio è attivo il sito dell’evento
dermocosm.com. Qui sarà pubblicato il
calendario degli eventi e si potrà trovare il
modulo per la registrazione. Ma questo sito
nasce con lo stesso spirito del congresso, non
tanto per celebrare le cose fatte, ma per essere
un punto di partenza propositivo e
incoraggiante per il futuro prossimo. In
quest’ottica, ci sarà una sezione in cui i
direttori generali e i presidenti delle aziende
che sostengono il congresso presenteranno di
persona il loro progetto per i dermatologi e i
farmacisti.
Inoltre, dermatologi e farmacisti che
parteciperanno alle sessioni congressuali
saranno visibili sul sito fin dal momento della
registrazione. Vogliamo coinvolgere tutti, e
soprattutto i medici che saranno presenti,
riservando qualcosa di più che il semplice
n
nome. IPh
Scarica