28-31_art_RSA+nuoviFAD:Layout giornale

annuncio pubblicitario
Riabilitazione Oggi
Anno XXVIII n. 10 - Dicembre 2011 - pag. 28
Aperto SENZA
CREDITI ECM a:
OSS, Animatori geriatrici,
Musicoterapisti,
Arteterapeuti,
Assistenti sociali,
Allievi Corsi di Laurea
Professioni sanitarie
SCONTI
AZIENDALI
previsti per RSA
e Case di Riposo.
Contattare
la Segreteria
Organizzativa
Cod. 152 elenco Provider ECM
Corso di Formazione A Distanza (FAD)
di Educazione Continua in Medicina senza tutoraggio
Behavioral and Psychological
Symptoms of Dementia
(BPSD) nel paziente demente
residenziale:
proposte di intervento
Docente
ENZO SANZARO - Dirigente Medico Neurologo
Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa
li
aziona
ECM n
i
Crediti buiti ad ogn ria
attri
anita o:
sione s
profes taria del cors
a
destin
8
NUOV
O
FAD
2
012
SR
STUDI E RICERCHE
IN RIABILITAZIONE
COSA E’ E A COSA SERVE
UN TAPING
Normalizzazione della funzione
muscolare
Attraverso una stimolazione esterna sulla pelle si realizza, a livello spinale e centrale, un’adeguata facilitazione neuromuscolare, che aiuta a
raggiungere un nuovo stato di equilibrio tra i diversi sistemi del corpo,
normalizzando stati patologici del sistema neuromuscolare.
Disegno di Erminio Guzzetti
Miglioramento della microcircolazione
ed attivazione del sistema linfatico
Attraverso la modificazione della
superficie corporea, la formazione
cioè di onde, arrugamenti ed avvallamenti, la circolazione sanguigna risulta stimolata e facilitata, favorendo
inoltre l’entrata del liquido interstiziale nei vasi linfatici (Figure 1 e 2).
I BPSD, ovvero l’insieme dei sintomi psichici e comportamentali presenti in corso di demenza, compaiono sin dalla fase pre-clinica del processo
degenerativo e rappresentano spesso un capitolo ostico e complesso, non
solo per la ricchezza ed eterogeneità del corteo semeiologico, ma soprattutto per la difficoltà legata alla corretta identificazione ed interpretazione
di tali manifestazioni.
La valutazione di tali disturbi, che si stima siano presenti in una percentuale variabile dal 25 all’80% nel corso della malattia, spesso in rapporto
a condizioni cliniche reversibili, con caratteristiche, modalità e tempi di
presentazione differenti nelle diverse forme di demenza e tra i diversi soggetti, rappresenta il presupposto necessario per un adeguato approccio
terapeutico, sia esso di tipo farmacologico che non farmacologico e/o riabilitativo.
Tali disturbi coinvolgono, inoltre, le persone che accudiscono o che si
trovano a contatto con il malato, rendendo spesso necessari provvedimenti atti a tener conto non solo dell’incolumità del paziente stesso, ma
anche di coloro che convivono nel medesimo ambiente.
Le caratteristiche stesse delle manifestazioni tipiche e atipiche delle demenze impongono, pertanto, una visione olistica nella gestione terapeutica, con il coinvolgimento di varie figure professionali in un approccio di tipo multidisciplinare.
Riduzione del dolore attraverso
l’attivazione del sistema analgesico
encogeno
Attraverso lo sfregamento di specifici recettori della pelle ed il rilassamento di recettori di pressione, vengono attivati meccanismi di riduzione
del dolore a livello spinale e sovraspi-
Progetto 2011: l’utilizzo
quotidiano del taping
in una RSA
ANGELO BONVICINI - Direttore Sanitario
SUOR NIVES SBERNA - Caposala
ALESSANDRO PRATI - Fisioterapista
ELENA BOTTELLI - Infermiera Professionale
MARIACARLA USMELLI - Educatrice Professionale
Casa di Riposo “Ente Morale Cenacolo Elisa Baldo”,
Gavardo (BS)
nale per mezzo di un meccanismo di
tipo Gate-Control.
L’applicazione del tape può stimolare la neuroplasticità periferica e
centrale, portando ad una minore
sensibilità del dolore. A limitare il dolore contribuisce anche il miglioramento del drenaggio linfatico e l’attivazione della muscolatura.
A livello articolare
Attraverso l’applicazione del Tape
stimoliamo il sistema propriocettivo:
con determinate tecniche di applicazione, si può raggiungere una correzione funzionale dell’articolazione.
Alcune tecniche offrono un aiuto passivo alle strutture molli articolari. Una
correzione meccanica può essere
mantenuta ferma dal Tape e la riduzione del dolore avviene per mezzo
dell’attivazione della muscolatura e il
miglioramento del drenaggio linfatico attraverso il sistema analgesico
endogeno.
Efficacia sugli organi interni
Attraverso la curvatura della pelle
e della cute, si possono eccitare certi
recettori con i quali raggiungere degli effetti positivi su organi interni
come fegato e polmoni.
PROGRAMMA
Il Progetto 2011 nasce dalla curiosità e dalla voglia di rendere meno empirico e più oggettivo l’utilizzo quotidiano ed i risultati ottenuti, negli anni 2010-2011, del Tape nella RSA Ente
Morale Cenacolo Elisa Baldo.
Purtroppo l’utilizzo del Tape in Italia è di recente nascita, ed utilizzato
soprattuto in ambito sportivo ma, come si vorrebbe dimostrare con questo
Progetto, i campi applicativi del Tape
sono molteplici, soprattuto in una
popolazione anziana, dove è prevalente un quadro di comorbilità patologico.
OBIETTIVI E TEMPISTICA
part
li di
350,
per c
no s
del
500,
COIN
I
verra
la D
prod
terat
IL D
PRO
Il
rilev
il 26
zian
vale
con
gene
re o
diov
Es
me
mag
dolo
freq
ma
cara
l’età
La
temp
dizio
vo e
Visti i molteplici campi di applicazione del Tape (antalgici, correzioni
posturali, linfodrenaggio), si vuole
provare a dimostrare come un corretto utilizzo della metodica possa portare ad una riduzione della somministrazione di antinfiammatori per via
orale, diminuendo così la posologia
farmacologica e riducendo le spese
sostenute dall’Ente per i farmaci.
Lo studio è durato da gennaio ad
ottobre 2011, per trarne le dovute conclusioni a fine anno.
Sono stati coinvolti nel Progetto
tutti gli ospiti, visto che la sintomatologia algica muscoloscheletrica è una
componente quasi costante nella popolazione anziana.
Prevalenza la si è data a quegli
ospiti che di fondo hanno una patologia poliartrosica sintomatica.
OPERATORI COINVOLTI
Figura 1 - La pelle senza Tape (Letteratura medica ed immagini di Siegfried Breitenbach K-Active Europe GmbH).
● INTRODUZIONE
● APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE
● BPSD (PREVALENTEMENTE) DELLE ORE DIURNE
- Apatia, ansia e depressione del tono dell’umore
- Aggressività
- Psicosi
- Disturbi dell’alimentazione
● BPSD (PREVALENTEMENTE) DELLE ORE SERALI
E NOTTURNE
- Sundowning syndrome
- Stati di agitazione
- Disturbi del sonno
● CONCLUSIONI
● BIBLIOGRAFIA
Il fisioterapista è stata la figura
centrale che ha eseguito l’applicazione dei Tape, dietro prescrizione del
Direttore Sanitario o del Consulente
Medico Fisiatra.
In collaborazione col fisioterapista,
il personale di assistenza (IP, ASA,
OSS) ha avuto il compito di segnalare
quando il Tape è pronto per essere
sostituito, visto che la durata dell’applicazione, anche se il Tape è idrorepellente, è soggettiva, dipendendo
molto dalla cute e dalla sudorazione
del soggetto.
VERIFICA
Ogni ospite trattato con Tape da
qualche mese, era evidenziato nella
sua Cartella Riabilitativa personale, in
modo da avere a fine anno un quadro
della situazione rapido da consultare.
Alla fine dei mesi di studio del lavoro, sono state tratte le conclusioni
confrontando tutte le applicazioni
fatte, utilizzando la scala VAS per determinare l’intensità soggettiva del
dolore prima e dopo il Tape (Figura
3), e verificando se eventualmente vi
è stata, da parte dell’ospite, una riduzione dell’assunzione di antinfiammatori per via orale.
INFORMAZIONI GENERALI
● Destinatari con Crediti ECM: Medici neurologi, psichiatri, geriatri, fisiatri, di medicina generale, Fisioterapisti, Terapisti Occupazionali, Logopedisti, Infermieri, Assistenti
sanitari, Psicologi. ● Destinatari SENZA Crediti ECM: OSS, Animatori geriatrici, Musicoterapisti, Arteterapeuti, Assistenti sociali, Allievi Corsi di Laurea Professioni sanitarie precedentemente citate. ● Durata del Corso (numero di ore complessive, ritenuto
necessario per un corretto apprendimento dei contenuti): 8. ● Crediti ECM nazionali
attribuiti ad ogni professione sanitaria destinataria del corso: 8. ● Quota d’iscrizione:
euro 25,00 IVA compresa. ● Quota CARD e Allievi corsi di Laurea: euro 20,00 IVA compresa. Avranno diritto alla quota CARD solo coloro che hanno sottoscritto l’adesione
al “Riabilitazione Oggi CARD Club” per il 2012 entro il 15 gennaio. ● Modalità di iscrizione e pagamento: vedere quanto indicato nel sito www.fadriabilitazione.com. ● Attivazione corso: 25 gennaio 2012. ● Il Corso scade il: 25 gennaio 2013. ● Chiusura
iscrizioni: 10 gennaio 2013. ● Responsabile Scientifico: Dott. Enzo Sanzaro. ● Prerequisiti cognitivi: nessuno. ● Procedure di valutazione e attestazione alla partecipazione: questionario di “valutazione apprendimento contenuti” randomizzato e questionario “qualità percepita”, somministrati a distanza. ● Mezzi tecnologici necessari: Personal computer con collegamento a Internet, casella personale di posta elettronica.
Risoluzione consigliata 1280x800. ● Segreteria Organizzativa: Riabilitazione Oggi Corsi e Convegni - Via Lattanzio 15 - 20137 Milano. Tel. 02.55.10.659/02.550.12.550 dalle 9
alle 13 - Fax 02.54.11.62.27. E-mail: [email protected]
FINALITA’
▼ Se
DESTINATARI
IL DOCENTE
Enzo Sanzaro si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1990, presso l’Università
degli Studi di Catania; nel 1994 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Neurologia presso l’Università degli Studi di Siena. Nel 2003/2004 ha frequentato il Master in “Strumenti per le Demenze: Diagnosi, Valutazione e Trattamento”, alla Fondazione IRCCS Santa Lucia (Roma) - SING - AIP -SIN - Gruppo di Studio sulle Demenze.
Dal 1995 è Dirigente Medico - in ruolo tempo pieno - presso l’Unità Operativa di
Neurologia - Ospedale di Sanremo - ASL 1 Imperiese.
Nel periodo 2001/2002 ha ricoperto l’incarico di Direttore del Nucleo Alzheimer (20
posti letto), attivato presso la Residenza “Le Palme” di Arma di Taggia (IM), poi convenzionato con la ASL 1 Imperiese. Tale nucleo, primo in Regione Liguria in grado di
accogliere pazienti alzheimeriani, disponeva, oltre che del neurologo e del direttore
sanitario, di un’équipe composta da psicologi, animatori geriatrici, fisioterapisti, infermieri professionali.
Negli anni 2008, 2009, 2010, avendo ottenuto un periodo di aspettativa da parte
dell’Azienda di appartenenza (ASL 1 Imperiese), ha assunto l’incarico di Dirigente
Medico - a tempo determinato - presso la U.O. di Neurologia Ospedale di Vittoria ASP di Ragusa.
E’ co-autore del volume Alzheimer (2004), pubblicato dalla Provincia di Imperia ed
Autore del volume Come gestire la Malattia di Alzheimer - Esperienze di gestione residenziale all’interno di un nucleo Alzheimer (2008), pubblicato da C. G. Edizioni Medico Scientifiche di Torino.
Ha presentato numerosi lavori scientifici in congressi nazionali ed internazionali e
pubblicato su riviste accreditate.
Ha partecipato ad attività didattiche in qualità di organizzatore, docente, relatore.
PUNTI SALIENTI DEL PROGETTO 2011
Ria
Figura 2 - La pelle con il Tape applicato: viene migliorata la microcircolazione e
attivato il sistema linfatico. Attraverso la modificazione della superficie della
pelle (onde, arrugamenti) viene stimolata la circolazione a livello capillare. Favorisce l’entrata del liquido interstiziale nei vasi linfatici (Letteratura medica ed
immagini di Siegfried Breitenbach K-Active Europe GmbH).
COSTI
Ad inizio gennaio è stato fatto, da
▼ Continua a pag. 29
Figu
Riabilitazione Oggi
Anno XXVIII n. 10 - Dicembre 2011 - pag. 30
▼ Segue da pag. 29
Aperto SENZA
CREDITI ECM a:
OSS, Animatori geriatrici,
Musicoterapisti,
Arteterapeuti,
Assistenti sociali,
Allievi Corsi di Laurea
Professioni sanitarie
SCONTI
AZIENDALI
previsti per RSA
e Case di Riposo.
Contattare
la Segreteria
Organizzativa
Cod. 152 elenco Provider ECM
Corso di Formazione A Distanza (FAD)
di Educazione Continua in Medicina senza tutoraggio
Come parlare e collaborare
con i malati di Alzheimer
Docente
PIETRO VIGORELLI - Medico e Psicoterapeuta
Fondatore e Presidente del Gruppo Anchise,
Associazione per la ricerca, la formazione e la cura
delle persone anziane basata sulla parola e l’Approccio
Capacitante - Docente al Corso di Laurea
in Terapia Occupazionale - Facoltà di Medicina e Chirurgia
Università degli Studi di Milano
li
aziona
ECM n
i
Crediti buiti ad ogn ria
attri
anita o:
sione s
profes taria del cors
a
destin
8
Una non corretta gestione del dolore acuto nell’anziano, può portare
infine a forme di dolore persistente.
Tenendo presente la situazione
specifica del paziente anziano, la relazione dose-risposta e i possibili effetti collaterali, l’OMS suggerisce un
approccio terapeutico di tipo sequenziale al dolore, partendo da un
farmaco di tipo antinfiammatorio, fino ad arrivare ad analgesici oppiacei
deboli o forti, perché comunque il
paziente ha diritto di essere libero dal
dolore ed è compito del medico e del
personale che lo assiste non solo
provvedere alle cure, ma garantirgli
una dignitosa qualità della vita (Figura 4 e Tabelle 1 - 2).
RESOCONTO PERIODO
GENNAIO/GIUGNO 2011
rapia antinfiammatoria (colonna
gialla) (Figura 6).
Come si evince dal diagrama in seguito riportato, l’87% dei trattamenti
ha avuto esito positivo (fetta azzurra
della torta), mentre solo il 12,8% (fetta bordeaux della torta) esito negativo o non tollerato dai soggetti (Figura 5).
Dal diagrama successivo invece si
constata che dei 34 pazienti trattati
che hanno riscontrato un esito finale
positivo, 24 solo con utilizzo del tape
(colonna azzurra), 10 son stati correlati all’utilizzo di antinfiammatori
(colonna bordeaux) e 2 da ciclo di terapie fisiche, ma comunque sempre
compresi nel conteggio finale nei 10
precedenti, perchè lo stesso sotto te-
P.s.: In allegato al Progetto vengono inserite le schede di valutazione
del personale e di quelle esterne alla
struttura, mentre quelle dei pazienti
ricoverati in struttura vengono conservate nelle cartelle cliniche personali.
Ria
RESOCONTO FINALE DEL PROGETTO
PER L’ANNO 2011
Alla fine dei dieci mesi di trattamento, questi sono i risultati che sono
stati ottenuti e si evince che su un to▼ Continua a pag. 31
Figu
NUOV
O
FAD
2
012
Le persone che oggi si ricoverano in RSA presentano deficit cognitivi in
oltre il 70% dei casi. La difficoltà a capire e a farsi capire è un motivo di
forte disagio sia per i nuovi ospiti che per gli operatori, indipendentemente dalle qualifiche e dalle mansioni di ciascuno: sofferenza, rabbia, disturbi comportamentali e rinuncia all’uso della parola, sono alcune delle reazioni che derivano da questa situazione.
Il corso parte da questo dato di realtà per cercare nuove strategie che
permettano di tener vivo l’uso della parola durante lo svolgimento delle
normali attività assistenziali, nonostante i disturbi di linguaggio e di comprensione. In tal modo si contribuisce a costruire un ambiente in cui gli
ospiti e gli operatori possano vivere, operare e convivere in modo felice,
così come è possibile per ciascuno. Il riferimento culturale del corso è l’Approccio Capacitante, sviluppatosi nell’ambito del Gruppo Anchise a partire dal Conversazionalismo di Giampaolo Lai.
Destinatari: il corso è multiprofessionale ed è rivolto alle Professioni Sanitarie mediche e non mediche, che lavorano nelle RSA e nei CD.
Obiettivi formativi: acquisire consapevolezza del disagio derivante dagli
scambi verbali “infelici”; acquisire consapevolezza della possibilità di trovare vie d’uscita “felici” a situazioni “infelici” che si incontrano nello svolgimento dei propri compiti professionali; conoscere alcune tecniche verbali per tener vivo l’uso della parola nonostante i disturbi di linguaggio.
IL DOCENTE
Pietro Vigorelli, laureato in Medicina e Chirurgia
nel 1973, ha conseguito diverse specializzazioni: in
Malattie dell’Apparato digerente nel 1978, in Psichiatria nel 1982, in Medicina Interna nel 1993.
Dal 1973 al 31 dicembre 1976 medico presso l’Ospedale Maggiore di Milano. Dal 1997 al 2007 Assistente,
Aiuto, Responsabile Unità Operativa di Degenza Riabilitativa. Dal 1973 anche libero professionista come
medico, psicoterapeuta e formatore per tutte le professioni di cura, soprattutto in ambito geriatrico.
Nell’Anno accademico 2006/2007 Professore a contratto presso il corso
di Laurea in Terapia Occupazionale dell’Università degli Studi di Milano.
Autore di numerose pubblicazioni su argomenti di psicogeriatria, psicoterapia, formazione, medicina interna. E’ Docente in corsi di aggiornamento in tema di geriatria.
PROGRAMMA PRELIMINARE
● LE DEMENZE E LA MALATTIA DI ALZHEIMER
- Il linguaggio
- I disturbi di linguaggio
● ANALISI DI UNA CONVERSAZIONE DIFFICILE
- Le criticità
- I motivi narrativi
- Le tecniche che favoriscono l’emergere della parola
- La ricerca di senso
● COME PREPARARSI ALLA CONVERSAZIONE
● COME PARLARE
- La stella polare
- Che cosa evitare
- Come cominciare
- 10 consigli per una conversazione felice
● GLI SCAMBI DI PAROLA DURANTE L’ATTIVITÀ PROFESSIONALE
- L’ambiente capacitante
- La felicità dell’ospite e la felicità dell’operatore
● BIBLIOGRAFIA
INFORMAZIONI GENERALI
● Destinatari con crediti ECM: Medici neurologi, psichiatri, geriatri, ortopedici, fisiatri, di medicina generale, Odontoiatri, Fisioterapisti, Terapisti
Occupazionali, Logopedisti, Terapisti della neuro e psicomotricità, Tecnici
della riabilitazione psichiatrica, Podologi, Tecnici audiometristi, Tecnici audioprotesisti, Tecnici ortopedici, Dietisti, Infermieri, Assistenti sanitari,
Educatori professionali, Psicologi. ● Destinatari SENZA crediti ECM: OSS,
Animatori geriatrici, Musicoterapisti, Arteterapeuti, Assistenti sociali, Allievi Corsi di Laurea Professioni sanitarie precedentemente citate. ● Durata del Corso (numero di ore complessive, ritenuto necessario per un corretto apprendimento dei contenuti): 8. ● Crediti ECM nazionali attribuiti
ad ogni professione sanitaria destinataria del corso: 8. ● Quota d’iscrizione: euro 25,00 IVA compresa. ● Quota CARD e Allievi corsi di Laurea: euro 20,00 IVA compresa. Avranno diritto alla quota CARD solo coloro che
hanno sottoscritto l’adesione al “Riabilitazione Oggi CARD Club” 2012 entro il 15 gennaio. ● Modalità di iscrizione e pagamento: vedere quanto indicato nel sito www.fadriabilitazione.com. ● Attivazione corso: 25 febbraio 2012. ● Il Corso scade il: 25 febbraio 2013. ● Chiusura iscrizioni: 25 gennaio 2013. ● Responsabile Scientifico: Dott. Pietro Vigorelli. ● Prerequisiti
cognitivi: nessuno. ● Procedure di valutazione e attestazione alla partecipazione: questionario di “valutazione apprendimento contenuti” randomizzato e questionario “qualità percepita”, somministrati a distanza. ●
Mezzi tecnologici necessari: Personal computer con collegamento a Internet, casella personale di posta elettronica. Risoluzione consigliata
1280x800. ● Segreteria Organizzativa: Riabilitazione Oggi Corsi e Convegni - Via Lattanzio 15 - 20137 Milano. Tel. 02.55.10.659/02.550.12.550 dalle 9
alle 13 - Fax 02.54.11.62.27. E-mail: [email protected]
Figura 4 - Scheda Monitoraggio Dolore.
RESOCONTI MENSILI (PERCENTUALI ESITI POSITIVI E USO FARMACI)
MESE
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
PZ TRATTATI
9
12
7
16
13
ESITO E %
9/9 esito positivo
11/12 esito positivo
7/7 esito positivo
15/16 esito positivo
11/13 esito positivo
Giugno
15
14/15 esito positivo
Luglio
15
14/15 esito positivo
Agosto
Settembre
Ottobre
6
12
15
5/6 esito positivo
12/12 esito positivo
15/15 esito positivo
USO FARMACI
2/9 hanno usato farmaci antinfiammatori
3/12 hanno usato farmaci antinfiammatori
1/7 ha usato farmaci antinfiammatori
2/16 hanno usato farmaci antinfiammatori
2/13 hanno usato farmaci antinfiammatori
1/13 ciclo di terapia fisica
3/15 hanno usato farmaci antinfiammatori
3/15 ciclo di terapia fisica
2/15 hanno usato farmaci antinfiammatori
2/15 ciclo di terapia fisica
1 esito negativo
2/12 ciclo terapia fisica
1/15 ciclo terapia fisica
N.b.: Il numero della casistica comprende anche dipendenti della struttura ed esterni (nell’ultima tabella viene riportato l’elenco delle ospiti trattate nei vari mesi, le patologie e i punteggi iniziali e finali della VAS).
Tabella 1
Tabe
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

creare flashcard