www.mantovasalute.mantova.com Da oggi anche On Line sul Sito

annuncio pubblicitario
GIO
G
A
M
AO
I
P
CO
Da oggi anche On Line sul Sito:
www.mantovasalute.mantova.com
Gli effetti
del sole
Foto di Eleonora Fanin
Un’esposizione solare “consapevole”
non può prescindere da alcune nozioni
fondamentali oggigiorno ampiamente
diffuse tramite i media ma la cui ripetizione non è mai inopportuna.
Cercherò di riassumerle in termini
comprensibili. Innanzitutto è importante rispondere ad una domanda:
Quali sono i fattori che influenzano
la quantità e la qualità di raggi solari
che arrivano sulla crosta terrestre e
quindi che colpiscono la nostra cute?
• La fascia d’ozono: l’energia solare
che raggiunge la terra viene “filtrata”
dall’atmosfera soprattutto grazie alla
fascia d’ozono che blocca le radiazioni più nocive (quelle con lunghezza
d’onda inferiore ai 290 nanometri).
• In base all’angolo d’incidenza dei
raggi solari si può affermare che la
quantità dei raggi Uv che raggiunge la
superficie terrestre aumenta con il di-
IN QUESTO NUMERO
• Gli effetti del sole
• I bambini al sole
• I prodotti
• Sole e gravidanza
di protezione solare
• Premio Montana
alla ricderca
minuire della latitudine, quanto più
l’ora è vicina a mezzogiorno e la stagione all’estate.
• Il fenomeno di diffusione atmosferica: lo smog, la nebbia e le nuvole diffondono soprattutto le radiazioni più
nocive (quelle a lunghezza d’onda più
corta); in base a ciò si è calcolato che
circa il 50% dei raggi che colpiscono
la cute sono indiretti.
• Le condizioni atmosferiche: il cielo
nuvoloso ad esempio assorbe raggi infrarossi in gran quantità, lasciando filtrare i raggi UV e annullando la sensazione di calore.
• Le condizioni ambientali: è noto infatti che i raggi vengono riflessi in percentuali variabili a seconda della natura della superficie. In base a ciò si sa
che la neve fresca riflette circa l’85%
dei raggi Uv, un prato verde ne riflette
circa il 3%, la sabbia il 17%. L’acqua
riflette il 5-10% degli UVB a seconda
del fondale.
Altra domanda cruciale è: siamo tutti
uguali davanti al sole?
Tale domanda può risultare offensiva
essendo ovvia la differenza che vi è tra
la pelle dei bianchi e la pelle dei soggetti di razza nera. Meno ovvie sono le
differenze all’interno della razza bianca. Infatti non tutti siamo uguali davanti
al sole. Tutto dipende dal nostro fototipo: è una scala di valori che viene defi-
nito dal colore della pelle e dei capelli,
dalla capacità di abbronzarsi, dall’intensità dell’abbronzatura e dalla predisposizione all’eritema (arrossamento).
In sintesi esso consente di suddividere
la popolazione in base alla carnagione e
alla possibilità di scottarsi e di abbronzarsi. In base a tali parametri si distinguono 6 fototipi (vedi tabella). L’attribuzione da parte del dermatologo del
corretto fototipo consente un’appropriata e consapevole esposizione al sole
e la scelta della fotoprotezione più adatta alle proprie caratteristiche.
Che cos’ è la fotoprotezione?
È l’insieme delle misure che mirano
alla riduzione degli effetti nocivi delle
radiazioni ultraviolette sulla cute. Gli
effetti nocivi possono essere distinti in
precoci, ad esempio l’eritema solare e
la scottatura e tardivi quali l’invecchiamento precoce della pelle o photoaging, i danni alla vista e l’insorgenza di tumori della pelle.
È possibile stilare una serie di regole
pratiche su come ci si deve comportare correttamente per evitare il più
possibile gli effetti nocivi che talvolta
possono risultare drammatici (come
si è già detto)?
Non essendo possibile proporre, se
non a pazienti con malattie scatenabili
e mantenute dal sole, le drastiche mi(segue a pagina 3)
FOTOTIPO
CAPELLI
CARNAGIONE
COMPARSA
DI ERITEMA
ABBRONZATURA
I
rossi
chiara
Sempre +++
no
II
biondi
chiara
Costante ++
lieve
III
castani
chiara
frequente
Abb. chiara
IV
bruni
olivastra
rara
scura
V
neri
olivastra
rarissima
Molto scura
VI
neri
nera
no
nera
Tabella
PARCO ACQUATICO
Info: 335.59.39.957 - 335.76.07.092
Nessuna FATICA per il trasporto
dell’acqua dal supermercato
a casa vostra
Risparmio assicurato
Nessun inquinamento
con distruzione delle ricchezze
naturali
Utilizzare gratuitamente
l’acqua depurata
per lavare i cibi e cucinare
Nessun costo per il trasporto
e quant’altro derivante dall’uso
della vostra vettura
Più tempo libero
a vostra disposizione
Scivoli, idromassaggio, calcetto, beach volley, corsi di nuoto,
fitness in acqua, feste private, bagno notturno su prenotazione
Nessuna plastica
per la raccolta differenziata
Via F.lli Cervi, 70 • Marsiletti di Goito (MN)
Info: 0376.689622 • www.progettosport2000.it
2
I PRODOTTI DI PROTEZIONE SOLARE
L’esposizione alla luce solare comporta notevoli effetti positivi ed attività
benefiche sull’organismo, ma purtroppo bisogna porre molta attenzione alle
conseguenze negative legate ad un
irraggiamento troppo prolungato e non
protetto. L’esposizione ai raggi UV, ad
esempio, è responsabile della comparsa dell’eritema solare, la cui entità viene calcolata tramite il parametro MED
(minima dose eritematogena) ovvero la
quantità minima di UV che scatena l’eritema. Questo parametro è fondamentale per verificare il grado di protezione SPF o FP garantito dai prodotti
cosmetici con filtri solari.Infatti il fattore SPF indica di quante volte il prodotto aumenta il valore della MED dell’individuo, valutando l’eventuale comparsa di eritema. Vi sono varie scale
che definiscono il valore SPF: le più
usate sono quella americana FDA,
quella europea DIN e quella più recentemente voluta dalle industrie cosmetiche europee COLIPA: purtroppo non
corrispondono affatto nella scala numerica. Facciamo alcuni esempi di
comparazione: un fattore di protezione
pari a 6-8 per FDA corrisponde a 3-4
per DIN, un 16-18 FDA a un 9-10
DIN, un 20-26 FDA ad un 10-12 DIN.
Viste queste differenze numeriche,
come comportarsi e come scegliere?
Criteri di scelta di un prodotto solare
devono essere i seguenti:
• presenza di filtri UVA ed UVB;
• assicurare un’efficiente resistenza
alle contaminazioni microbiche;
• contenere principi attivi lenitivi ed
antiradicali;
• buona stabilità protettiva;
La scelta finale dipende dalle esigenze
e dalle caratteristiche dell’utilizzatore:
fototipo, zona e tempi dell’esposizione, tipo di pelle, età, assunzione contemporanea di farmaci (non dimentichiamo, per esempio, che antistaminici
o molti antinfiammatori topici in crema o gel sono fotosensibilizzanti e
vanno evitati nel periodo dell’esposizione solare, e come loro altri farmaci
assunti per via orale). I filtri solari
appartengono a due grandi categorie:
totali fisici selettivi chimici. Esempi di
totali fisici sono il biossido di titanio e
l’ossido di zinco, che offrono un elevato potere coprente,riflettente e disperdente delle radiazioni. Sono composti
inerti,vengono micronizzati e veicolati
in modo da offrire il grado di opacità
ottimale per attenuare le radiazioni
UVA e UVB.
Sono i più adatti per i bambini; l’unico
inconveniente che li rende poco piacevoli è l’effetto bianco che lasciano
sulla pelle. I filtri selettivi chimici sono
a loro volta di diversi tipi:
• derivati del PABA (es. octyldimethylpaba) che filtrano i raggi UVB;
• CINNAMATI (es.octyl methoxycinnamate ) che filtrano gli UVB;
• derivati della BENZILIDENCAN-
SOLE E GRAVIDANZA
Ed ecco che è tornata l’estate, è tempo
di vacanze, di sole, di abbronzatura…
Ma quest’anno c’è un bimbo in arrivo;
che fare allora? rinunciare alle vacanze,
al mare, ai viaggi?
Se la gravidanza è in regolare evoluzione non ci sono controindicazioni ma è
comunque bene fare attenzione e selezionare attentamente mete e comportamenti. La pelle durante la gravidanza è
particolarmente delicata e va quindi
protetta con attenzione.
Durante la gravidanza, in genere a partire dal quarto mese, è possibile la comparsa di “macchie brune” localizzate
principalmente al volto denominate
“cloasma gravidico” che in genere
scompaiono spontaneamente 2-3 mesi
dopo il parto. Con l’incremento dell’attività ormonale in atto durante la gravidanza, aumenta la produzione di melanociti, cellule che contengono la melanina, responsabili dell’abbronzatura.
L’azione dei raggi solari, pur non essen-
FORA che filtrano le radiazioni UVB;
• derivati del DIBENZOILMETANO
che sono efficaci verso le radiazioni
UVA;
• BENZOFENONI che filtrano sia gli
UVA sia gli UVB;
• SALICILATI con buon potere assorbente nell’ambito degli UVB.
Tra questi, i più usati sono il methoxycinnamate ed il dibenzoilmetano usati
insieme per fornire protezione da UVA
e UVB e garantire buona tollerabilità
cutanea. L’efficacia dei solari è legata
anche al tipo di formulazione: in genere emulsione o lipogel,oppure gel o
oleoliti caratterizzati però da fattori di
protezione più bassi. Le emulsioni,
cioè creme o latti, del tipo A/O hanno
maggiore permanenza sulla cute, minore lavabilità, maggiore resistenza
alla colonizzazione batterica. I prodotti sono arricchiti da diversi estratti
vegetali e vitamine,soprattutto la vit.E
acetato con azione antiossidante.Si utilizzano la camomilla, la calendula, la
malva, l’acido glicirretico come lenitivi e disarrossanti; l’aloe,il burro di
karitè, l’allantoina,l’acido ialuronico,
le proteine del grano,il pantenolo, olio
di lino e la noce come idratanti ed
emollienti. Per la conservazione dei
prodotti,va detto che in genere,quando
non viene riportata la scadenza (per
altro non obbligatoria in etichetta) si
considerano stabili per 30 mesi solo se
tenuti lontano dalle alte temperature,
altrimenti è sempre più prudente non
riusare un prodotto rimasto aperto dall’estate precedente. Fermo restando
che è importante evitare l’esposizione
tra le ore 12 e le 16, applicare il solare
circa 30 minuti prima dell’esposizione
e ripetere l’applicazione ogni 2-3 ore,
proteggersi con occhiali e cappelli,bere
spesso per compensare la traspirazione, seguire una dieta ricca di frutta e
verdura e continuare a proteggersi con
opportuni filtri UVA e Uvb anche
quando si è già abbronzati (in particolare gli UVA possono penetrare e creare danni cellulari anche alla pelle
scura). Esistono degli integratori alimentari per lo più a base di betacarotene,licopene e vitamine antiox che possono proteggere e migliorare l’abbronzatura se assunti nel periodo precedente all’esposizione. Dopo l’esposizione
è importante applicare un dopo-sole
con funzione lenitiva e restitutiva:contengono infatti achillea, aloe, calendula, camomilla, jojoba, karitè ed elicriso
come sostanze vegetali. Un capitolo a
parte va dedicato agli autoabbronzanti,
ai prodotti pre-dopo sole ed agli oli per
proteggere i capelli,che certamente il
vostro farmacista di fiducia potrà illustrarvi e consigliarvi per garantirvi un
corretto rapporto con il sole ricco di
benefici e privo di effetti negativi.
do direttamente responsabili della comparsa del cloasma gravidico, aumenta la
produzione di melanina da parte dei
melanociti, rendendo le macchie più
evidenti. L’abbronzatura può rendere
più evidenti anche i segni delle smagliature che si manifestano frequentemente in gravidanza.
È quindi consigliabile esporsi al sole
utilizzando sempre prodotti solari con
fattore ad altissima protezione, specie
in presenza di cloasma gravidico ed
evitando le ore più calde della giornata,
meglio la mattina sino alle undici ed il
pomeriggio dalle 16 in poi; l’uso di un
cappello a larghe tese aiuterà a proteggere il volto. Il sole in gravidanza rappresenta uno dei più importanti fattori
di rischio per lo sviluppo di malattie
venose soprattutto in donne che già presentano una familiarità per questa patologia.
La notevole increzione ormonale, in
gravidanza, provoca la dilatazione dei
vasi venosi associata ad un diminuito
ritorno venoso dovuto all’aumento
volumetrico dell’utero con conseguente
stasi venosa, edema e formazione di
varici, soprattutto a livello degli arti
inferiori.
L’esposizione al sole, specie se per
periodi troppo lunghi e le temperature
troppo elevate, possono peggiorare la
sintomatologia per cui è consigliabile,
oltre ad evitare la spiaggia durante le
ore più calde della giornata, fare lunghe
camminate sul bagnasciuga per favorire la circolazione.
A causa dell’aumentata sudorazione in
estate è bene bere molti liquidi, integrare i sali minerali ed evitare sforzi eccessivi, dedicandosi ad attività e sports più
dolci quali il nuoto, la bicicletta, l’
acqua-gyn.
Dott.ssa Monica Greco
Agifarm Mantova
Dott.ssa OLLAGO ALESSANDRA
spec. in Ostetricia e Ginecologia
Az.Osp. C. Poma di Mantova.
DIMAGRIRE E RASSODARE
SENZA GINNASTICA
OGGI È UN OBIETTIVO POSSIBILE
“SNELLING LINE” da quattordici anni è leader nel dimagrimento, sia per lei che per
lui. Presso “SNELLING LINE” dimagrire senza ginnastica è possibile grazie a MAGIC
LINE, la rivoluzione tecnologica che combatte l’adiposità diffusa e l ocalizzata.
MAGIC LINE “azione dimagramento mirato” permette di ottenere una reale perdita di
peso contabileconstatabile e quantificabile di seduta in seduta.
MAGIC LINE, combinando un controllo effetto-sauna con l’effetto-massaggio, prodotto da piacevoli ed efficaci vibrazioni, permette ai prodotti specifici di agire nel modo ottimale, sfruttando inoltre l’effetto dei raggi di luce infrarossa.
SNELLING PLUS ha invece lo scopo di riprodurre il più possibile l’esercizio fisico,
senza affaticare il corpo.
SNELLING PLUS riattiva la circolazione sanguinea, drena i ristagni liquidi, disintossica l’organismo e tonifica i tessuti.
Quali sono i vantaggi?
Vieni a scoprire come dimagrire eliminando i tuoi chili e centimetri in eccesso velocemente ed in perfetto relax.
Vieni a provare i nostri trattamenti per dimagrire, anche solo nei punti localizzati, ritrovando definitivamente la linea desiderata.
Lasciati sorprendere dai risultati e dalla convenienza dei nostri programmi.
3
(segue da pagina 1)
sure che emergono dai quadri di illustri artisti del passato…
DIECI REGOLE
FONDAMENTALI
PER RENDERE PIÙ INNOCUO
IL SOLE POTREBBERO
ESSERE LE SEGUENTI:
• applicare filtri solari prima di uscire
rinnovandone l’applicazione spesso,
specialmente dopo un bagno;
• forse più importante dell’applicazione dei filtri è l’esposizione graduale :
iniziare con pochi minuti e aumentare
gradualmente;
• evitare l’esposizione tra le ore 12 e le
16 poiché in questa fascia oraria l’irraggiamento solare è al culmine dell’intensità;
• non esporre i bambini durante le ore
più intensamente soleggiate; sembra
che le probabilità di sviluppare tumori
cutanei in età adulta siano correlate
alla quantità di raggi ricevuta a partire
dall’infanzia;
• da ricordare che per esposizione intensa non si intende solo quella in riva
al mare ma pure quelle durante una
lunga passeggiata o un’escursione ciclistica;
• ricordarsi che vi sono fattori che
riducendo la percezione del pericolo
(essenzialmente riducendo la sensazione di calore) aumentano il rischio :
l’altitudine, il cielo nuvoloso (come
già detto), le superfici che riflettono i
raggi, ecc.
• utilizzare cappello e occhiali con
lenti dotate di marchio CE in grado di
filtrare gli UVA e gli UVB;
• proteggere i bambini con indumenti
asciutti poiché quelli bagnati lasciano
passare gli UV;
• è bene asciugarsi accuratamente dopo il bagno perché le goccioline possono agire da specchio rendendo vana
anche la protezione dei prodotti resistenti all’acqua;
• poiché il sole disidrata è opportuno
bere molta acqua e spesso.
Vorrei concludere con un messaggio
positivo e rassicurante onde evitare
che il lettore veda in me un sostenitore della vita “underground”. Il sole è
fondamentale alla vita avendo molti
effetti positivi: grazie ai raggi infrarossi riscalda il nostro corpo, svolge un’azione antirachitica promuovendo la
produzione della vitamina D, ha un
indiscusso effetto antidepressivo, è
utile per la terapia di alcune malattie
della pelle fra cui la psoriasi, la dermatite atopica e la vitiligine, ecc.
Dott. Andrea Zanca
specialista in dermatologia
Az.Osp.C.Poma di Mantova
Claude Monet, Camille Monet e la cugina sulla spiaggia a Trouville, Parigi, museo Marmottan.
I BAMBINI E IL SOLE
Qualche consiglio supplementare a
tutto ciò che è stato già scritto in questo
numero dedicato alla corretta esposizione al sole, perché i bambini, più
sono piccoli, più necessitano di particolare attenzioni.
…È imperativo! mai l’esposizione
diretta al sole! Inoltre, anche se coperti,
i bambini necessitano sempre della
massima protezione perchè i raggi del
sole passano anche attraverso l’ombrellone ed a maggior motivo, attraverso
l’ombrellino della carrozzina. Teniamo
poi presente che il bambino non è esposto ai raggi del sole solamente quando è
in spiaggia, ma anche quando passeggiamo o ce ne stiamo in giardino e
quindi deve essere protetto anche in
questi casi. Nella 2° e 3° infanzia l’esposizione al sole del bambino deve
avvenire molto gradatamente e sempre
comunque dopo averlo adeguatamente
protetto perchè la delicatezza della cute
lo predispone a facili scottature ed
ustioni. Durante e dopo l’esposizione al
sole è bene utilizzare sempre creme
idratanti per evitare secchezza e desquamazione, e più i bambini sono piccoli, più dovranno essere idratati per
evitare perdite idro-saline. Ma l’idratazione deve essere consigliata anche per
bocca, facendo bere al bambino acqua
o spremute di frutta che serviranno
anche a reintegrare le vitamine ed i sali
minerali persi con la sudorazione. A
questo proposito anche l’alimentazione
deve essere corretta e molto varia a partire dalla dieta mediterranea con l’aggiunta di tante verdure e frutta fresca di
stagione. L’allocazione ideale per i
bambini al mare è il più vicino alla riva,
proprio sul bagnasciuga per trarre il
massimo beneficio dalle esalazioni
salso-iodiche. Più si è distanti dalla riva, più i bambini patiranno il caldo
riducendo al minimo i benefici.
Dopo il bagno in mare è sempre necessario fare la doccia per evitare i problemi di eventuali irritazioni causate dal
deposito del sale sulla pelle. Inoltre
occorre sempre asciugare bene i bambini (per evitare che le goccie d’acqua
fungano da specchio aumentando l’effetto dei raggi solari) e ricordarsi di
riproteggerli subito.
Prof. PASTORELLI GIOVANNI
Direttore Unità Operativa di Pediatria
Az Osp. C.Poma di Mantova
Il tuo corpo
è un bene prezioso,
affidalo
a mani esperte
ESTETICA E PROFUMERIA
Viale Virgilio, 98/E, SUZZARA - Tel. 0376.533048
• LABORATORIO OTTICO
• STUDIO OPTOMETRICO
• GABINETTO DI CONTATTOLOGIA
MANTOVA Via Roma, 41 - Tel. 0376.320445
SUZZARA Piazza Garibaldi, 14/B
Tel. 0376 531809
PERCHÉ DOVRESTI USARE I PRODOTTI
SOLARI AUSTRALIAN GOLD?
• Ti abbronzi più rapidamente
• L’abbronzatura è più sicura
• L’abbronzatura dura più a lungo
Il processo abbronzante
• La luce UV stimola la generazione di un processo aminoacido
che un enzima converte in melatonina (melanogenesi).
• La luce UV provoca l’ossidazione della melanina e tu ti
abbronzi!
• Devi preparare la pelle a ricevere la luce UV in modo da proteggerla durante il processo abbronzante e ottenere i migliori
risultati.
• La luce UV si riceve meglio attraverso una pelle sana
• Per ottenere la pelle più sana possibile è necessario che il
corpo riceva elementi sani, all’interno e all’esterno
• Per avere l’abbronzatura migliore devi avvolgere il tuo corpo
con questi elementi salutari in modo che la pelle sia naturalmente sana, in modo che all’interno del tuo corpo si verifichino processi naturali.
Così quando ti abbronzi ottieni il colore più scuro possibile.
Questa è l’idea alla base dei nostri prodotti solari. Avvolgi il tuo
corpo con gli ingredienti migliori per garantire l’equilibrio più
naturale alla tua pelle.
• Si possono migliorare i risultati di una sessione abbronzante
fino al 30-40% in base al tipo e alle condizioni della pelle!
Strada Pedagno, 88 b/d - Corte Sacchetta
46044 GOITO (MN) - Tel. 0376 605357
e-mail: [email protected]
4
Premio Montana alla Ricerca
Con il convegno regionale sulla “Prevenzione delle allergopatie alimentari”
l’Istituto Pietro Albertoni per l’Alimentazione e la Nutrizione (costola della
Associazione Postumia) amplia ulteriormente il quadro delle ricerche e della
informazione su una materia di grande attualità ed in continua evoluzione conoscitiva. Al convegno sarà, altresì, presentato ufficialmente il PREMIO MONTANA ALLA RICERCA: il premio, del valore di 100.000 euro, sarà aggiudicato nel
giugno 2007 ad un ricercatore, operante sul territorio nazionale, che avrà contribuito a sviluppare maggiori conoscenze scientifiche nel campo dell’alimentazione.
La prevenzione delle allergopatie alimentari
mercoledì 5 luglio 2006 – ore 17.00
Villa Ippoliti – via Marconi, 126
Gazoldo degli Ippoliti (Mantova)
INTERVERRANNO
Prof. Claudio Ortolani – Società Italiana di Allergologia “Lettura magistrale”
Dott. Luigi Gobio Casali – Soc. It. di Gastroenterologia e Pat. Pediatrica
“Allergie e intolleranze alimentari in età pediatrica”
Dott. Cesare Bonacina – dott. Nadia Losio – Isti. Zooprofilattico Sper. Lomb.
e dell’Emilia Romagna “Il ruolo del laboratorio nei controlli alimentari”
Dott. Clotilde Chiozza – dott. Sandra Vattini – Serv. di Ig. Alimenti e Nutrizione
ASL di MN “La gestione delle intolleranze e delle allergie alimentari nel servizio di ristorazione collettiva”
Dott. Giorgio Pedrazzi – Montana Alimentari S.p.a. “L’impegno dell’industria
alimentare per la sicurezza degli alimenti” “Presentazione del Premio Montana
alla Ricerca”
Prof. Ettore A. Albertoni – Assessore Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia “Conclusioni”
Moderatori
Dott. Vittorio Carreri – Dott. Nanni Rossi – Ist. Pietro Albertoni per l’Alimentazione e la Nutrizione
Promosso da
Istituto PIETRO ALBERTONI per l’Alimentazione e la Nutrizione
Associazione POSTUMIA – Gazoldo degli Ippoliti
MONTANA ALIMENTARI S.p.a. – Gazoldo degli Ippoliti
Con il patrocinio di
REGIONE LOMBARDIA
Direzione Culture, Identità e Autonomie della Lombardia
ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE
della Lombardia e dell’Emilia Romagna
AZIENDA SANITARIA LOCALE di Mantova
Città di GAZOLDO DEGLI IPPOLITI
Fondazione PIGOZZI – Gazoldo
COPRA Ristorazione-Servizi – Piacenza
Segreteria organizzativa
Città di Gazoldo degli Ippoliti – Associazione Postumia
XV FIERA DELLA POSTUMIA
via Marconi, 126 46040 Gazoldo degli Ippoliti
tel. 0376.657952 – fax 0376.657488 – e.mail: [email protected]
Nanni Rossi
Presidente
dell’Associazione
Diabetici
della Provincia
di Mantova.
PROMEMORIA
EMERGENZA SANITARIA
118
OSPEDALE CARLO POMA
0376/2011
PRONTO SOCCORSO OSP. C.POMA
0376/201.220
CROCE ROSSA ITALIANA
0376/ 262.626
CROCE VERDE
0376/ 366.666
PORTO EMERGENZA
0376/396.000
CROCE MEDICA
0376/557.557
VIRGILIO SOCCORSO
0376/280.737
SOCCORSO AZZURRO
0376/225.523
POLIZIA STRADALE
0376/330.611
POLIZIA DI STATO
113
QUESTURA
0376/2051
CARABINIERI
112
CARABINIERI v.Chiassi
0376/328.888
POLIZIA MUNICIPALE
0376/320.255
VIGILI DEL FUOCO
115
POLIZIA ECOZOOFILA
GUARDIE ZOOFILE
339/317.7183
338/1209509
ENPA Ente Naz.Prot.Animali
335/6462907
ASS.CINOFILA MANTOVANA
0376/223.120
LAV (Lega AntiVivisezione)
0376/380.136
GATTORANDAGIO
[email protected]
.W. W. F.
0376/320.767
VETERINARI ASL
0376/334.512
TEA Pronto Intervento Ambiente
RADIOTAXI
800.169.981
0376/368.844
ORTOPEDIA
Salute & Bellezza
su misura
• Vasto assortimento corsetteria
e calzature fisiologiche
Hotel Ariosto
Viale Valsesia 5 – Pinarella di Cervia
48015 – (RA) – Italy
tel. 0544 987443 - fax 0544 988339
[email protected]
• Esposizione permanente
ausili per disabili
• Vendita e noleggio
attrezzature per riabilitazione
ed elettromedicali
• Analisi computerizzata
del piede in statica e dinamica
• Protesi e tutori
Via Trento, 7 – 46100 Mantova
Tel. 0376 321478
Fax 0376 322588
[email protected]
Periodico indipendente di attualità medico-sanitaria
della Provincia di Mantova
Sede legale
Milly S.a.s. – Via Luigi Einaudi, 33
46047 Porto Mantovano (MN) – Tel. 0376.398204
E-mail: [email protected]
sito: www.mantovasalute.mantova.com
Ufficio e Redazione, Pubblicità
Via Ippolito Nievo, 11
Mantova – Tel. 335.7607092 - 335.5939957
Stampa
Grafiche STEP – Via F. Barbacini, 10/B
43100 Parma – Tel. 0521.771707
Numero 4 – Giugno 2006
Registrazione presso il Tribunale di Mantova n° 9/2004
del 1/10/2004 – sped. in a.p. D.L.353/03 45% art. 2
comma 20/b legge 662/96 Mantova.
Direttore Responsabile
ROBERTO PIOLA
Edizioni
MILLY S.a.s.
Hanno collaborato in questo numero
Andrea Zanca, Monica Greco, Giovanni Pastorelli,
Alessandra Ollago, Donata Ghizzi, Eleonora Fanin
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard