Scheda tecnica

annuncio pubblicitario
Scheda tecnica
procedura di gara per la fornitura chiavi in mano di un acceleratore lineare
per trattamenti radioterapici per UOC di Radioterapia del PO di Chieti
1.1
Caratteristiche emissive e generali
a) Elettroni: Almeno n° 3 energie: energia minima non superiore ai 6 MeV, energia massima non
inferiore a 12 MeV.
Intensità di dose regolabile in più steps dall’utente (da almeno 100 ad almeno 400
U.M./minuto.
5 applicatori per elettroni di varie dimensioni.
Campo minimo non superiore a 6 x 6 cm2 (DFP 100 cm).
Campo massimo non inferiore a 20 x 20 cm2 (DFP 100 cm).
b) Fotoni:
Almeno N° 1 energia di fotoni: energia minima non superiore ai 6 MV (in ipotesi di
una seconda energia, la stessa per limiti radioprotezionistici non può essere superiore
a 10MV).
Intensità di dose regolabile in più steps dall’utente (da almeno 100 ad almeno 500
U.M./ minuto per energia da 6 MV).
Campo minimo non superiore a 1 x 1 cm2 (DFP 100 cm).
Campo massimo non inferiore a 40 x 40 cm2 (DFP 100 cm).
c) Possibilità di terapia cinetica con fotoni (conformazione mediante MLC durante la rotazione).
d) Possibilità di terapia IMRT statica e dinamica con fotoni.
e) Possibilità di terapia volumetrica ad arco VMAT (IMRT volumetrica mediante movimenti
rotazionali del gantry) dinamica e con modulazione dell’intensità del fascio.
f) Possibilità di terapia IGRT.
g) Effettuazione di trattamenti stereotassici sia Encefalici che Body, accessori di set-up inclusi.
h) Possibilità di terapia cinetica con elettroni.
i) Distanza sorgente - isocentro pari a 100 cm.
l) Isocentro contenuto entro una sfera di raggio 1 mm.
1.2
Sistema di collimazione e schermatura del fascio
a) Collimatori ad asimmetria indipendente in entrambe le direzioni.
b) Precisione dimensione campi: 1 mm.
c) Rotazione del collimatore con elevata escursione.
d) Filtri a cuneo, da 0° a 60°, eventualmente di tipo motorizzato.
e) Collimatore multilamellare (MLC)
- ampiezza del campo misurato sul piano dell’isocentro di almeno 0.5x0.5 cm e non inferiore a
40x40 cm
- ampiezza delle lamelle proiettata all’isocentro sulla parte centrale del campo di almeno 5 mm
- possibilità di utilizzo di tutti gli accessori standard (filtri a cuneo, applicatori, blocchi
schermanti) senza limitazioni
- software e hardware necessario per eseguire tecniche conformazionali, stereotassi, IMRT
statiche e/o dinamiche e tecniche volumetriche ad arco (tipo VMAT)
f) Supporto per schermi da inserire sul fascio.
g) Dispositivo porta-blocchi per campi sagomati.
h) Sistema anticollisione.
1
1.3
Lettino di trattamento
a) Isocentrico motorizzato.
b) Table top in fibra di carbonio.
c) Correzione automatica del paziente in 3D (tre direzioni).
d) Spostamento manuale e motorizzato del piano di appoggio in senso laterale, longitudinale e
verticale .
e) Spostamenti del lettino con controllo manuale e automatico dalla consolle di trattamento
(funzioni IGRT).
f) Escursione laterale (almeno: 20 cm).
g) Escursione longitudinale (almeno 90 cm).
h) Rotazione di tutto il lettino rispetto all'asse verticale passante per l'isocentro ( 90°).
i) basso livello di flessione.
l) Le caratteristiche di mobilità del tavolo devono consentire l'irradiazione a campi contrapposti
anche con DFP superiori a 100 cm.
m) Possibilità di irradiazione a grandi distanze senza interposizione del lettino.
1.4
Sistema per le immagini portali (EPID)
a) Sistema di visualizzazione portale, completo di hardware e software.
b) Detettore allo stato solido con elevata risoluzione spaziale e di contrasto.
c) Braccio robotizzato completamente automatico (eventualmente anche comandabile dalla consolle
di comando).
d) Software di elaborazione e confronto di immagini manuale e automatica.
e) Possibilità di esportare le immagini acquisite verso stazioni di lavoro esterne con protocolli
DICOM (anche eventualmente con possibilità di export automatico del tipo DICOM Push).
1.5
Sistemi per Image Guided Radiotherapy (IGRT)
a) Sistema radiologico tubo-detettore allo stato solido integrato con il gantry dell’acceleratore.
b) Imaging radiografico per il riposizionamento del paziente.
c) Imaging fluoroscopico per l’analisi e la verifica del movimento del target.
d) Imaging Cone-beam CT 3D.
e) Eventuale possibilità di effettuare Cone-beam CT 4D.
f) Riposizionamento automatico del paziente dopo imaging.
g) Possibilità di esportare con protocolli DICOM le immagini acquisite verso il sistema di record
and verify.
h) Set completo di fantocci per controllo di qualità.
1.6
Consolle di Comando e Sistema Informatico e di R&V per la gestione in rete dei
dati anagrafici, clinici e tecnici
a) Consolle di comando a microprocessori con tastiera alfanumerica tale da consentire la
predisposizione automatica dei parametri di trattamento e i controlli di sicurezza
b) Impostazione automatica dei dati di trattamento provenienti dal TPS (attraverso Sistema di R&V)
c) Software per controlli di qualità sul Linac e sul MLC dinamico
d) Il sistema informatico e di R&V dovrà consentire la connessione in rete delle apparecchiature
presenti e di nuova installazione nel reparto di Radioterapia. Nel caso in cui non sia assicurata
2
l’integrazione con il Sistema R&V esistente dovrà essere eseguita la migrazione dei dati dal sistema
esistente (Lantis) a quello di nuova fornitura.
Il Sistema R&V deve comprendere un data base dei dati anagrafici, clinici e di trattamento dei
pazienti con gestione delle immagini. Deve consentire inoltre la gestione delle risorse del servizio
consentendo agli utenti di consultare e visualizzare le attività programmate a livello di paziente,
membro del personale, luogo o settore di attività e generare report statistici. Inoltre si richiede la
possibilità di consentire lo scambio di informazioni con la rete ospedaliera tramite protocollo HL7.
Il sistema dovrà essere costituito da:
un adeguato numero di licenze;
n.1
Server principale installato in Rack ridondato con caratteristiche adeguate e
possibilità di disporre di un archivio a lungo termine DICOM RT su Storage Area Network
(SAN) con dischi in fibra ottica con capacità netta complessiva superiore a 5 TB;
n.2
Client come R&V Linacs;
n.10
Client per studi medici, fisici e tecnici completi di stampante locale;
n.2
Stampanti a colori da rete, con possibilità di stampa in formati A4 ed A3;
n.1
Client per segreteria completo di stampante multifunzione
ed eventualmente con possibilità di associare al piano di cura in formato DICOM RT, un file in
formato pdf contenente tutte le informazioni del piano di cura (Isodosi per ogni fetta, BEV e DRR
per ogni campo, DVH, etc), ed eventuale accesso a tools di planning (image processing,
segmentation e plan evaluation) nonché dei treatment planning stessi, attraverso il sistema
informativo offerto.
1.7 Sistemi di controllo
a) Pulsantiera/e in sala di trattamento per la movimentazione dell'acceleratore e del lettino
b) Telemetro (accuratezza all'isocentro: 1 mm)
c) Circuito televisivo con almeno n° 2 telecamere a colori dotate di zoom e brandeggio (i due
monitor vanno collocati sulla consolle di comando)
d) Monitor alfanumerico per i parametri del paziente al tavolo di comando (a schermo piatto, a
colori e di dimensione non inferiore a 19’’)
e) Due Monitor in sala di trattamento per display dei parametri (a schermo piatto, a colori e di
dimensione non inferiore a 19’’)
f) Interfono doppia via
g) Dispositivo anticollisione sulla testata del Linac e sul sistema per IGRT
h) Sistema di centratura a 3 laser più back pointer
i) Attività semplificata alla consolle dell’acceleratore, con eventuale possibilità di gestione e
integrazione del Linac, del sistema R&V e dei sistemi di Imaging con un unico monitor, unica
tastiera e unico mouse.
Tutti i sistemi di nuova fornitura dovranno garantire piena funzionalità integrandosi completamente
con le informazioni oggi a disposizione del reparto di radioterapia, consentendo il regolare flusso di
lavoro e di immagini in formato DICOM dalle diagnostiche (CT, simulatore, e simulazione virtuale)
e dalle stazioni di elaborazione dei piani di trattamento già installate presso la SC di radioterapia.
Tutte le nuove apparecchiature dovranno essere compatibili con l’impiantistica esistente e, nel caso
3
essa fosse deficitaria, dovranno essere predisposte le integrazioni del caso.
1.8 Sistema per Piani di Trattamento
Si richiede la fornitura/integrazione di un sistema computerizzato per la realizzazione di piani di
trattamento 3D con fasci di radiazioni esterni, con possibilità di tecniche di calcolo mediante
Inverse Planning per trattamenti di IMRT, VMAT e stereotassici con le seguenti caratteristiche:
- software di calcolo 3D per fasci esterni con fotoni ed elettroni, con campi fissi ed arcoterapia;
- algoritmi di calcolo moderni e accurati (eventualmente anche con metodi di calcolo
MonteCarlo);
- ricostruzione immagini DRR ad alta risoluzione;
- ricostruzione, visualizzazione e manipolazione 3D delle strutture anatomiche;
- segmentazione manuale e automatica delle strutture anatomiche;
- sistema di fusione di immagini multimediali (CT, PET, RM);
- visualizzazione BEV;
- calcolo UM;
- calcolo delle distribuzioni di dose 3D;
- rappresentazione e confronto di istogrammi dose-volume;
- eventuale possibilità di valutazione del piano utilizzando indici radiobiologici (TCP-NTCPEUD);
- software per il calcolo di piani con la tecnica di Inverse Planning sia per trattamenti IMRT che
per trattamenti volumetrici con modulazione di intensità su arco singolo o multiplo (VMAT);
- possibilità di ottimizzazione contestuale nei piani IMRT delle fluenze e della segmentazione;
- interfaccia DICOM-3 per l’acquisizione di immagini dalla TC Siemens Emotion presente in
reparto;
- completa integrazione con il sistema Record & Verify in uso ed i TPS esistenti;
- workstation di calcolo ad alte prestazioni con processore da almeno 64 bit e almeno 4 GB di
RAM (in totale almeno 3 postazioni di calcolo comprensivi dei sistemi in uso);
- workstation aggiuntive con modulo di contornazione con modulo di segmentazione automatica
dei contorni basato su librerie personalizzabili (in totale almeno 5 postazioni di contornamento
comprensivi dei sistemi in uso);
- monitor TFT di almeno 20” a colori ad alta risoluzione;
- stampante a colori e plotter;
- sistemi dosimetrici per la verifica di trattamenti IMRT e VMAT 2D e 3D nonché per i controlli
di qualità.
I parametri e le caratteristiche riportate devono fare riferimento alle definizioni dei protocolli
standardizzati AAPM, NACP, ICRU, CEI.
1.9 Fornitura strumentazione necessaria per il controllo della nuova apparecchiatura:
a) n.1 sistema per verifiche IMRT/IMAT/VMAT ( ad es. fantoccio motorizzato con matrice di
rilevatori bidimensionale e software che permetta le verifiche pretrattamento in parola (con
software e licenze);
b) fantoccio per controllo di costanza su unità di fluoroscopia e per cone-beam CT;
c) software per controllo MLC attraverso immagini EPID;
4
d) software per controllo di posizione isocentro e allineamento laser attraverso immagini EPID;
e) rilevatore di intensità luminosa;
f) sistema di camere wireless per controlli di qualità giornalieri (che permetta un controllo rapido
di dose, omogeneità e simmetria, stabilità della energia e angolo di widge);
g) notebook dedicato ai controlli di qualità.
LAVORI e OPERE RADIOPROTEXIMETRCHE
Sono compresi nell’appalto tutti gli oneri per la realizzazione delle opere edilizie ed
impiantistiche necessarie per rendere il nuovo acceleratore perfettamente funzionante.
Le attività a carico del fornitore sono descritte indicativamente e in via non esaustiva come segue:
1) Opere strutturali e proteximetriche di adeguamento del bunker inclusi i sistemi di segnalazione
luminosa 4 colori secondo norma IEC;
2) Ristrutturazione della sala comandi dell’acceleratore;
3) Murature interne se necessarie;
4) Messa a norma dell’Impianto di climatizzazione;
5) Messa a norma dell’Impianto elettrico e di illuminazione, l’impianto dovrà essere corredato di
stabilizzatori di tensione;
6) Messa a norma dell’Impianto rete dati;
7) Messa a norma dell’Impianto di gas-medicali;
8) Eventuali Lavori diversi inclusi Pavimenti – Intonaci – Rivestimenti - Isolamenti –
Impermeabilizzazioni – Controsoffitti ed opere di finitura);
9) Lavori di Umanizzazione del Bunker;
10) Arredi.
Per accettazione integrale ed incondizionata
da pag. 1 a pag. 5
(timbro e firma del legale rappresentante)
________________________________________
5
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard