Allegato A-Capitolato Tecnico di Gara

annuncio pubblicitario
POLO INNOVAZIONE CYBER BRAIN
PON Ricerca e Competitività 2007-2013
Progetto Codice PON a3_00210
ALLEGATO A - CAPITOLATO TECNICO
relativo alla Gara a procedura aperta per la fornitura e l’installazione (chiavi in mano) di
1 TAC DUAL ENERGY 128 SLICES , 1 PET/TAC 16 SLICES, 1 RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE
CIG 5232945AD0
INDICE
1. Modalità di Compilazione della scheda…………………………………………………………………………………….pag. 2
2. Requisiti Minimi Condizioni di Fornitura e Garanzia…………………………………………………………………pag. 3
3. Requisiti Minimi caratteristiche tecniche del sistema offerto…………………………………………………..pag. 6
3.1 Sistema TAC 128 Slices Dual Energy……………………………………………………………………………………pag.6
3.2 Sistema PET/TAC almeno 16 slices...…………………………………………………………………………………pag.10
3.3 Sistema a risonanza magnetica 1.5 Tesla...……………………………………………………………………...pag. 14
1
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
1. Modalità di compilazione della scheda
2. La presente scheda va timbrata e firmata in ogni foglio. Il timbro e la firma implicano per la
Ditta concorrente e/o aggiudicataria la completa accettazione di quanto in essa riportato, con il
conseguente obbligo di rispettare le indicazioni inserite;
3. I parametri o le caratteristiche di seguito riportate, vanno intese come ‘Requisito minimo’,
stanno ad indicare l’obbligo al pieno soddisfacimento del vincolo stesso, necessario alla
partecipazione alla gara. L’offerta per la quale si valuti il non reale soddisfacimento anche ad
uno solo dei requisiti minimi indicati, sarà esclusa dalla gara;
4. Qualora la fornitura sia comprensiva di moduli hardware o software, sistemi, componenti
aggiuntivi rispetto quanto di seguito indicato ed inclusi nel prezzo complessivo a cui la fornitura
è offerta, nel rispetto dell’importo a base d’asta indicato, la Ditta concorrente includerà
all’interno della documentazione tecnica una cartellina con sopra indicato ‘DOCUMENTAZIONE
TECNICA AGGIUNTIVA INCLUSA NELLA CONFIGURAZIONE OFFERTA’;
5. Qualora la fornitura possa essere implementata con moduli hardware o software, sistemi,
componenti aggiuntivi rispetto quanto di seguito indicato e non inclusi nel prezzo complessivo
a cui la fornitura è offerta, la Ditta concorrente includerà all’interno della documentazione
tecnica una cartellina con sopra indicato ‘DOCUMENTAZIONE TECNICA SISTEMI OPZIONALI
NON INCLUSI NELL’OFFERTA’;
2
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
2. Requisiti Minimi Condizioni di Fornitura e di Garanzia
1. La Ditta dovrà eseguire a proprie spese la completa installazione delle forniture oggetto del
presente lotto;
2. La Ditta dovrà garantire il transito della fornitura, provvedendo, qualora necessario, a far intervenire
gru o similari;
3. La Ditta dovrà garantire che l’installazione dei sistemi vada a garantire la permanenza di percorsi
adeguati al passaggio degli operatori, dei pazienti e all’utilizzo di altre eventuali necessarie
apparecchiature;
4. La Ditta dovrà provvedere alla predisposizione di tutta la segnaletica e di tutte le segnalazioni
luminose e non, previste dalle normative vigenti in questione di TAC , PET/TAC e RMN;
5. La Ditta dovrà eseguire a sue spese tutti gli interventi di demolizione, dismissione, allontanamento
delle apparecchiature e strutture esistenti (materiale da risulta, meccanico, elettrico, ecc);
6. I sistemi oggetto della presente offerta dovranno essere marcati CE ai sensi della direttiva
93/42/EEC e dovranno essere conformi a tutte le normative tecniche per la diagnostica e la terapia,
e a quanto necessario per il corretto e sicuro utilizzo delle stesse. Qualora poi le apparecchiature
offerte siano composte da più componenti, connessi insieme a formare un sistema elettromedicale,
dovranno essere conformi alle norme CEI 62-51 e successive varianti. La conformità alla Direttiva
93/42/EEC e alle norme CEI 62-51, dovranno essere comprovate mediante la fornitura all’interno
della documentazione tecnica dei relativi certificati;
7. La Ditta in caso di aggiudicazione dovrà presentare progetto esecutivo entro e non oltre 15 giorni
dalla comunicazione dell’avvenuta aggiudicazione. Sulla base di quanto riportato nel progetto
esecutivo, verrà predisposto dai nostri Uffici Competenti il Piano di Sicurezza e Coordinamento, che
verrà prontamente trasmesso all’Aggiudicatario. Sarà onere dell’Aggiudicatario predisporre entro e
non oltre 5 giorni dal ricevimento del PSC, il Piano Operativo di Sicurezza (POS), secondo quanto
meglio stabilito dai D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.. La ditta aggiudicataria dovrà poi provvedere
all’installazione completa dei sistemi oggetto del presente lotto entro e non oltre 15 giorni dalla
data di ultimazione dei lavori, preventivamente comunicata. Il progetto conclusivo potrà essere
modificato in funzione di eventuali successivi accordi tra Committente ed Aggiudicatario. Il
Committente si riserva comunque la facoltà di comunicare all’Aggiudicatario eventuali variazioni
circa il progetto e circa le tempistiche di esecuzione dello stesso;
8. Al momento della consegna e dell’installazione dei sistemi, dovranno essere consegnati i manuali
d’uso e di servizio degli stessi in lingua italiana, in formato cartaceo e digitale;
9. La Ditta si impegna ad eseguire per i sistemi oggetto della presente offerta un opportuno training di
formazione, con specialists opportunamente scelti in funzione delle esigenze degli utilizzatori. Il
training per ciascun sistema dovrà avere durata almeno di 3 settimane. Per tutta la durata della
garanzia, la Ditta si impegna ad eseguire, in funzione delle necessità del Committente, ulteriori
training, con programma e modalità di svolgimento stabilite in accordo con il Committente stesso
senza alcun onere economico aggiuntivo;
10. La garanzia dovrà avere durata almeno pari a 12 mesi dalla data del collaudo dei sistemi;
3
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
11. Il contratto di assistenza dovrà essere del tipo full risk per tutto il periodo di garanzia e di post
garanzia, e dovrà coprire tutti i componenti, anche software, dei sistemi offerti, senza implicare
alcun costo aggiuntivo per chiamata, manodopera e parti di ricambio per un numero illimitato di
interventi di manutenzione correttiva per qualsiasi tipo di danno. Nel contratto dovranno comunque
essere compresi: generatori AT, tubi RX, detettori, sistema di raffreddamento (chiller),re-fill elio,
bobine, armadi di potenza, sistema di centratura, software, hardware e quanto facente pienamente
parte dei sistemi offerti, anche se non esplicitamente riportato nella presente;
12. Per tutta la durata della garanzia full risk, la Ditta aggiudicataria terrà conto dell’aggiornabilità e del
conseguente miglioramento delle prestazioni dei sistemi offerti garantendo gratuitamente
l’aggiornamento software ed eventualmente hardware;
13. La Ditta aggiudicataria si impegna a mantenere il costo della garanzia comprensiva di contratto di
assistenza full risk, per tutti i componenti anche software dei sistemi offerti, per gli anni successivi al
periodo di garanzia offerto, pari massimo al 10% dell’importo a base d’asta, oltre l’IVA di legge, per
almeno 5 anni oltre il periodo di garanzia offerto;
14. La garanzia full risk non implica alcun costo aggiuntivo per chiamata, manodopera e parti di ricambio
per un numero illimitato di interventi di manutenzione correttiva e per qualsiasi causa del
guasto/danno, eccetto il caso di danno doloso dimostrabile;
15. La Ditta dovrà garantire un tempo massimo di intervento in loco dalla chiamata, pari massimo a 8
ore lavorative per tutti i sistemi offerti;
16. La Ditta dovrà garantire il ripristino dell’operatività delle apparecchiature entro al massimo 3 giorni
lavorativi dalla richiesta di intervento;
17. La Ditta dovrà garantire la disponibilità alla ricezione delle segnalazioni almeno nei seguenti giorni
ed orari:
- Lunedì-Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00,
- Sabato e prefestivi dalle ore 09.00 alle ore 14.00;
18. La Ditta dovrà garantire per tutto il periodo di garanzia e di post garanzia offerti un servizio di
teleassistenza, telediagnosi e telecontrollo delle funzionalità dei sistemi offerti h 24;
19. La Ditta dovrà garantire almeno 2 interventi di manutenzione programmata per ogni anno di validità
della garanzia per tutti i sistemi offerti. Sono altresì comprese nel contratto tutte le periodiche
verifiche di sicurezza elettriche generali e particolari previste dalle norme CEI, nonché tutti i controlli
di qualità;
20. Per tutto il periodo di garanzia e di post garanzia offerti la Ditta dovrà garantire che gli interventi di
manutenzione correttiva, preventiva, calibrazione e controlli di qualità saranno eseguiti da
personale riconosciuto ed autorizzato da casa madre;
21. La Ditta dovrà garantire la disponibilità del servizio di manutenzione e delle parti di ricambio dei
sistemi, su richiesta del Committente, a decorrere dalla data di consegna dei sistemi almeno pari a
10 anni;
22. La Ditta dovrà garantire a seguito di ogni intervento di manutenzione programmata e/o correttiva la
redazione di un report nel quale si certifichi la funzionalità e la sicurezza dei sistemi.
4
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
L’offerta risponde a tutti i requisiti minimi sopra elencati? (Requisito minimo: sì)
Sì
5
No
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
3. Requisiti Minimi caratteristiche tecniche del sistema offerto
3.1 SISTEMA TAC 128 SLICES DUAL ENERGY
1. Il sistema offerto dovrà essere comprensivo di quanto necessario (anche se non esplicitamente
riportato nel presente capitolato) al completo svolgimento di indagini diagnostiche di imaging
prevalentemente in campo neurologico, cardiologico e dei vari distretti corporei consentendo esami
di elevata qualità ;
Caratterische del Gantry e del lettino Porta Paziente
2. Il tavolo porta paziente dovrà essere in materiale radiotrasparente, così come gli accessori per il suo
posizionamento, e dovrà garantire un’elevata portata;
3. Dovrà essere garantito il controllo sia in modalità manuale che motorizzata del tavolo porta paziente
tramite la consolle di comando;
4. Dovrà essere presente un sistema di movimentazione del letto a lato dello stesso;
5. Dovrà essere comprensivo di tutti gli accessori per il posizionamento del paziente per qualsiasi
tipologia di esame;
6. Il diametro del tunnel non dovrà essere inferiore a 70 cm;
7. Dovrà essere caratterizzato da un’escursione longitudinale radiotrasparente almeno pari a 160 cm e
ampia escursione verticale;
Caratteristiche del Tubo Radiogeno
8. Il sistema dovrà consentire la rotazione solidale del complesso tubo-rilevatori;
9. Dovrà essere garantita una potenza utile almeno pari a 100 KW;
10.La tensione del tubo radiogeno dovrà essere caratterizzata da un valore inferiore minore uguale di 80
KV e un valore superiore maggiore o uguale a 140 KV;
11.La corrente di filamento dovrà avere un valore inferiore minore uguale di 40 mA e un valore
superiore maggiore o uguale ad almeno 800 mA;
12.Elevata Capacità termica del tubo radiogeno;
13.Elevata Capacità di dissipazione del tubo radiogeno;
14.Dovrà essere caratterizzato da doppia macchia focale;
Caratteristiche Sistema di Scansione e di Acquisizione
15.Il sistema offerto dovrà essere di tipo Dual Energy;
16.Dovrà garantire l’acquisizione di almeno 128 slices per singola rotazione di 360° sia in modalità Single
Energy che Dual Energy;
17. Lo spessore del singolo strato acquisito non dovrà essere superiore a 0.65 mm;
18. Tempo minimo di scansione non superiore a 0,4 sec;
19. Le dimensioni delle matrici di ricostruzione dovranno essere almeno pari a 512x512;
6
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
Consolle Principale o di comando
20.Dovrà essere caratterizzata da doppio monitor LCD a colori di dimensioni almeno pari a 18 pollici,
dotata di tastiera alfanumerica, mouse;
21. Dovrà consentire la programmazione di un intero esame con possibilità di selezione automatica da
elenco predefinito di protocolli di scansione e con possibilità di interventi correttivi da parte
dell’operatore durante l’esecuzione dell’indagine;
22.Dovrà essere garantita la possibilità di registrazione di protocolli personalizzati;
23.Dovrà essere possibile selezionare dati del tubo oltre le tecniche preprogrammate;
24.Dovrà essere di elevate prestazioni ed elevata velocità e dovrà garantire un elevato livello di
multitasking che gestisca simultaneamente: scansione, ricostruzione, visualizzazione , trasferimento
automatico a workstation di postelaborazione ed al sistema di archiviazione, nonché al PACS;
25.Dovrà essere presente un sistema di archiviazione delle immagini su CD/DVD R/W;
26. Dovrà essere caratterizzato da architettura CPU di ultima generazione;
27.Dovrà essere caratterizzato da elevate capacità del disco rigido;
28.Dovrà essere caratterizzato da memoria RAM di elevate capacità ed espandibile;
29.Dovrà essere garantita l’integrazione completa con il sistema RIS/PACS presente nella struttura di
destinazione;
30.Dovrà essere corredato di interfaccia standard full DICOM 3 completa di tutti i protocolli
send/retrive, query/retrive, store, worklist, print etc…;
31. Dovrà garantire un elevata velocità di trasmissione delle immagini alla work station indipendente;
Consolle di Post-elaborazione
32. Dovrà essere caratterizzata da doppio monitor LCD a colori di dimensioni almeno pari
dotata di tastiera alfanumerica, mouse;
33. Dovrà essere completamente indipendente e dedicata al post processing;
34. Dovrà consentire ricostruzioni 3 D;
35.Dovrà essere presente un sistema di archiviazione delle immagini su CD/DVD R/W;
36. Dovrà essere caratterizzato da architettura CPU di ultima generazione;
37.Dovrà essere caratterizzato da elevate capacità del disco rigido;
38.Dovrà essere caratterizzato da memoria RAM di elevate capacità ed espandibile;
39.Dovrà essere garantita l’integrazione completa con il sistema RIS/PACS presente nella
destinazione;
40.Dovrà essere corredato di interfaccia standard full DICOM 3 completa di tutti
send/retrive, query/retrive, store, worklist, print etc…;
41.Possibilità di visualizzare , manipolare, riprodurre, archiviare ed elaborare immagini
PET/TAC, Vascolari, RX, ecografiche;
7
a 18 pollici,
struttura di
i protocolli
TAC, RMN,
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
Sistemi e Software di Gestione
42.Dovranno essere garantite modalità di acquisizione 3D;
43.Dovranno essere garantite le seguenti modalità di acquisizione volumetrica: single helical scan,
shuttle helical scan, multiple helican scan, helical and axial scan;
44.Software per lo studio vascolare con ricostruzione multiplanar volume reformation (MPVR) e
maximum intensity projection (MIP);
45. Software per ricostruzioni multiplanar volume reformation (MPVR), maximal intensity projection
(MIP), minimum intensity projection (MiniP) e ray summation (Raysum);
46. Software scout view e review;
47. Sistemi di riduzione della dose al paziente;
48. Sistemi di riduzione degli artefatti;
49. Sistema per la massimizzazione del signal to noise ratio (SNR);
50. Software per calibrazione e controllo del sistema;
51. Possibilità di ricostruzioni multiplanari, di superficie e di volume in tempo reale;
52. Modalità di acquisizione cardio;
53. Software di sincronizzazione con il mdc;
54. Indicatori di computed tomography dose index (CTDI), dose lenght product (DLP);
55. Endoscopia virtuale;
56. Possibilità di esportazione da DICOM in PDF HTML e JPEG /MPEG/AVI;
57. Possibilità di comunicazione in remoto delle immagini ricostruite dalla TAC in tempo reale;
58. Software di ricostruzione 3D;
59. Software di analisi e misurazione 3D dei vasi;
60. Software per la rimozione automatica delle strutture ossee;
61. Software per l’analisi dei volumi dei noduli polmonari;
62. Software per l’analisi del comportamento del mdc per analisi di perfusione per tutti i distretti
corporei;
63. Software per l'analisi delle calcificazioni alle coronarie;
64. Software di ricostruzione delle coronarie;
65. Software di elaborazione e postelaborazione cardiaco e vascolare;
66. Software di Angio TAC;
67. Software per lo studio funzionale del distretto cardiaco;
68. Software di valutazione per stent e aneurismi;
69.Software per la gestione delle acquisizioni in regime di doppia energia ed elaborazione con mappe di
riferimento acqua iodio;
Elementi Complementari
70. Un Iniettore automatico di MdC a due vie per gestire contemporaneamente MdC e soluzione
fisiologica. L’iniettore incluso nell’offerta dovrà essere adeguato a gestire tutti i protocolli eseguibili
con il sistema offerto;
71. 1 bancone consolle;
72. 1 bancone per la workstation di elaborazione;
8 Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
73. Fantocci per la calibrazione ed il controllo di qualità dell’apparecchiatura fornita, ai sensi della
normativa vigente;
74. Impianto interfono a due vie per la comunicazione tra operatore e paziente;
75. Sistema di sorveglianza paziente mediante TVCC con telecamere poste anteriormente e
posteriormente al gantry e visualizzabili su apposito monitor (che dovrà essere incluso nella
fornitura) in sala comandi.
9
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
3.2 SISTEMA PET/TAC ALMENO 16 SLICES
1. Il sistema PET/TAC offerto dovrà essere comprensivo di quanto necessario (anche se non
esplicitamente riportato nel presente capitolato) al completo svolgimento di indagini diagnostiche di
imaging molecolare prevalentemente in campo oncologico, neurologico e cardiologico, consentendo
esami di elevata qualità con qualsiasi isotopo e con basse dosi di somministrazione;
Caratteristiche del Gantry e del Lettino Porta Paziente
2. Dovrà essere caratterizzato da gantry con tunnel d’esame con diametro di almeno 70 cm;
3. Il tavolo dovrà essere corredato di qualsiasi eventuale accessorio per il posizionamento del paziente e
dovrà garantire un’elevata portata;
4. Dovrà essere garantito il controllo sia in modalità manuale che motorizzata del tavolo porta paziente
tramite la consolle di comando;
5. Dovrà essere presente un sistema di movimentazione del letto a lato dello stesso;
6. Dovrà essere comprensivo di tutti gli accessori per il posizionamento del paziente per qualsiasi
tipologia di esame;
7. Dovrà essere munito di sistema laser integrato di allineamento del paziente;
Caratteristiche del Sistema PET
8. Il sistema dovrà essere costituito da un anello di rilevazione completo e chiuso;
9. Il Detettore PET dovrà essere composto da un elevato volume totale di cristalli di scintillazione;
10. La tipologia di fotomoltiplicatori (PMT) dovrà essere di ultima generazione in numero adeguato alla
quantità dei cristalli componenti il detettore;
11. La sensibilità del sistema PET secondo le vigenti normative NEMA, dovrà essere almeno pari a 5
cps/KBq al centro del field of view (FOV);
12. Il diametro dell’anello di detezione dovrà essere di dimensioni ridotte al fine di migliorare l’uniformità
di sensibilità e risoluzione di contrasto;
13. Dovrà consentire un FOV trans assiale effettivo PET/TAC almeno pari a 60 cm;
Caratteristiche del Sistema TAC
14. Il sistema dovrà garantire acquisizioni TAC a spirale multistrato con almeno 16 strati con detettori allo
stato solido consentendo acquisizioni sia in modalità assiale che volumetrica;
15. Il sistema TAC dovrà essere dotato di sistema ad anodo rotante a macchie focali multiple;
16. Dovrà essere garantita una potenza utile del generatore almeno pari a 50 KW;
17. La corrente di filamento dovrà avere un valore massimo almeno pari a 250 mA;
18. La tensione del tubo radiogeno dovrà avere un valore massimo almeno pari a 130 KV;
19. Elevata capacità termica del tubo radiogeno;
20. Elevata capacità di dissipazione del tubo radiogeno;
10
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
Consolle Principale o di comando
21. Dovrà essere indipendente e separata dalla workstation di elaborazione. La consolle dovrà essere
unica per tutte le operazioni di comando e di acquisizione del sistema PET/TAC;
22. Dovrà essere caratterizzata da doppio monitor LCD a colori di dimensioni almeno pari a 18 pollici,
dotata di tastiera alfanumerica, mouse;
23. Dovrà consentire la programmazione di un intero esame con possibilità di selezione automatica da
elenco predefinito di protocolli di scansione e con possibilità interventi correttivi da parte
dell’operatore durante l’esecuzione dell’indagine;
24. Dovrà essere garantita la possibilità di registrazione di protocolli personalizzati;
25. Dovrà permettere la ricostruzione, la riformattazione , la visualizzazione, l’archiviazione e il
trasferimento, la stampa delle immagini PET/TAC e TAC con un’unica interfaccia Software;
26. Consentire il controllo delle funzioni di visualizzazione, archiviazione, fusione delle immagini PET/TAC,
TAC;
27. Consentire la visualizzazione 3 D PET/TAC durante l’acquisizione di ogni singolo lettino con qualità
diagnostica;
28. Essere dotata di ricostruttore di immagini PET che garantisca la ricostruzione delle immagini in
acquisizione per singolo lettino in un tempo al massimo pari ad un (1) minuto;
29. Consentire la visualizzazione del rateo conteggio e dei conteggi acquisiti, con indicazione dell’ ora e
del tempo stimato per la fine dell’esame;
30. Dovrà essere consentita la visualizzazione della dose al paziente (TAC) in funzione dei protocolli
utilizzati;
31. Dovrà essere di elevate prestazioni ed elevata velocità e dovrà garantire un elevato livello di
multitasking che gestisca simultaneamente: scansione, ricostruzione, visualizzazione, trasferimento
automatico a workstation di postelaborazione ed al sistema di archiviazione, nonché al PACS ;
32. Dovrà essere presente un sistema di archiviazione delle immagini su CD/DVD R/W;
33. Dovrà essere caratterizzato da architettura CPU di ultima generazione;
34. Dovrà essere caratterizzato da elevate capacità del disco rigido;
35. Dovrà essere caratterizzato da memoria RAM di elevate capacità ed espandibile;
36. Dovrà essere garantita l’integrazione completa con il sistema RIS/PACS presente nella struttura di
destinazione;
37. Dovrà essere corredato di interfaccia standard full DICOM 3 completa di tutti i protocolli send/retrive,
query/retrive, store, worklist, print etc…;
38. Dovrà garantire un elevata velocità di trasmissione delle immagini alla work station indipendente;
Consolle di Post-elaborazione
39. Dovrà essere caratterizzata da doppio monitor LCD a colori di dimensioni almeno pari a 18 pollici ,
dotata di tastiera alfanumerica, mouse;
40. Dovrà essere completamente indipendente e dedicata al post processing;
41. Dovrà consentire ricostruzioni 3 D;
42. Dovrà essere presente un sistema di archiviazione delle immagini su CD/DVD R/W;
43. Dovrà essere caratterizzato da architettura CPU di ultima generazione;
11 Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
44. Dovrà essere caratterizzato da elevate capacità del disco rigido;
45. Dovrà essere caratterizzato da memoria RAM di elevate capacità ed espandibile;
46. Dovrà essere garantita l’integrazione completa con il sistema RIS/PACS presente nella struttura di
destinazione;
47. Dovrà essere corredato di interfaccia standard full DICOM 3 completa di tutti i protocolli send/retrive,
query/retrive, store, worklist, print etc…;
48. Possibilità di visualizzare , manipolare, riprodurre, archiviare ed elaborare immagini TAC, RMN, PET,
Vascolari, RX, ecografiche;
Sistemi e Software di Gestione
49. Dovrà consentire l’elaborazione di tutte le metodiche PET/TAC oggetto della presente offerta, con
software dedicati per applicazioni oncologiche, neurologiche e cardiologiche di tipo sia qualitativo che
quantitativo;
50. Il sistema dovrà garantire modalità di acquisizione 3D;
51. Possibilità di acquisizione TAC con mezzo di contrasto (mdc;
52. Garantire la gestione di tutte le operazioni di acquisizione e ricostruzione del sistema integrato
PET/TAC;
53. Permettere acquisizioni statiche e whole body;
54. Essere dotato di software di gestione automatizzata dei controlli di qualità PET e TAC giornalieri
periodici;
55. Essere dotata di protocolli predefiniti ed automatici di acquisizione whole body;
56. Essere dotata di protocolli di acquisizione combinati PET e TAC o solo TAC;
57. Consentire capacità di misura diretta del tempo morto del sistema PET;
58. Consentire la stima in tempo reale degli eventi casuali PET;
59. Consentire la visualizzazione in tempo reale dei conteggi PET veri e casuali;
60. Disporre di Metodi di ricostruzione PET Filtered Back Projection ;
61. Disporre di algoritmi di Ricostruzione PET iterativa 3 D;
62. Disporre di Software clinico di ricostruzione e visualizzazione multi planare PET, TAC e PET/TAC ;
63. Disporre di Software clinico completo per la valutazione qualitativa delle immagini PET, PET/TAC e
TAC ;
64. Consentire il calcolo del SUV sia su consolle di comando che su workstation di refertazione;
65. Disporre di Software per la riduzione della dose al paziente;
66. Disporre di Software per la riduzione degli artefatti;
67. Dovranno essere presenti modelli matematici di correzione ( per es. scatter, tempo morto, TOF
qualora previsto dalla tecnologia offerta…);
68. Consentire la possibilità di selezionare tempi di acquisizione diversi per ogni lettino PET all’interno di
un protocollo Whole Body;
69. Essere dotata di pacchetto software per la valutazione qualitativa e quantitativa delle immagini PET ,
TAC e PET/TAC con impiego di protocolli PERCIST (positron emission respons criteria in solid tumors) o
similari;
70. Essere dotata di software per il volume rendering e per l’elaborazione e fusione PET e PET/TAC ;
12
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
71. Consentire la definizione di ROI circolari, irregolari, rettangolari ed ellittiche da cui poter estrarre
parametri di interesse (per esempio conteggi etc…);
72. Essere dotata di software clinico di ricostruzione multiplanare PET, TAC e PET/TAC;
73. Essere dotata di software di rendering volumetrico 3D per immagini PET e PET/TAC;
74. Essere dotata di software per analisi delle indagini TAC diagnostiche con e senza mdc;
Elementi Complementari
75. 1 bancone consolle;
76. 1 bancone per la workstation di elaborazione;
77. Fantocci per l’esecuzione delle procedure di calibrazione del sistema e dei controlli di qualità secondo
gli standards NEMA;
78. Sorgenti sigillate per l’esecuzione delle procedure di calibrazione del sistema e dei controlli di qualità
secondo gli standards NEMA;
79. Impianto interfono a due vie per la comunicazione tra operatore e paziente;
80. Sistema di sorveglianza paziente mediante TVCC con telecamere poste anteriormente e
posteriormente al gantry e visualizzabili su monitor (che dovrà essere incluso nella fornitura) in sala
comandi.
13
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
3.3 SISTEMA A RISONANZA MAGNETICA 1.5 TESLA
1. Il sistema offerto dovrà essere comprensivo di quanto necessario (anche se non esplicitamente
riportato nel presente capitolato) al completo svolgimento di indagini diagnostiche di imaging
prevalentemente in campo neurologico, cardiologico e dei vari distretti corporei consentendo esami di
elevata qualità;
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
Magnete
Tomografo del tipo “full body”;
Intensità del campo magnetico 1,5 Tesla;
Magnete di tipo superconduttivo;
Elevata omogeneità del campo magnetico;
Stabilità del campo magnetico statico non superiore a 0,1 ppm/h;
Sistema di compensazione automatica della omogeneità;
Autoschermatura del magnete di tipo attiva;
Raffreddamento solo con elio e con ridotti consumi del criogeno;
Gantry con ampie e profonde svasature e con diametro minimo non inferiore a 70 cm;
Tunnel di lunghezza ridotta;
Campo di vista massimo non inferiore a 45 cm lungo i tre assi;
Soluzioni atte a ridurre il disagio del paziente;
Linea del campo magnetico a 5 Gauss interna alla sala esami ed alla sala tecnica;
Il Sistema dovrà essere comprensivo di tutti gli accessori necessari al posizionamento del paziente per
qualunque tipologia di esame;
16.
17.
18.
19.
Lettino portapaziente
Lettino motorizzato ad elevata capacità di carico durante l’intero movimento e alta ergonomia;
Ampia escursione longitudinale e verticale;
Sistemi di centratura paziente;
Posizionamenti automatici;
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
Gradienti
Gradienti ad intensità massima non inferiore a 40 mT/m su singolo asse al massimo slew rate;
Slew rate massimo non inferiore a 150 T/m/s su singolo asse alla massima intensità di gradiente;
Impiego della massima intensità su FOV più ampi possibile;
Elevata linearità su FOV grande;
Sistema di schermatura gradienti di tipo attivo;
Duty Cycle 100%;
Sistemi per la riduzione del rumore acustico dei gradienti;
14
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
27.
28.
29.
30.
Catena di Radiofrequenza
Catena di radiofrequenza di tipo digitale a fibra ottica;
Amplificatore RF ad elevata potenza con elevata banda di ricezione per singolo canale;
Almeno 32 canali indipendenti in ricezione;
Sistemi per il controllo e la gestione del SAR;
Bobine
31. Bobine corpo integrata nel sistema in quadratura;
32. Bobina testa almeno in quadratura ;
33. Bobina testa/collo in phased array (anche per applicazioni neuro vascolari) ad almeno 16 canali
indipendenti;
34. Bobina colonna integrata nel tavolo porta pazienti in phased array ad almeno 16 canali;
35. Bobina body in phased array ad almeno 16 canali indipendenti in grado di garantire un’ampia copertura
nella direzione testa-piedi;
36. Bobina per applicazioni cardio RM in phased array ad elevato numero di canali indipendenti;
37. Bobine per grandi articolazioni (spalla ,anca,ginocchio) in phased array;
38. Bobina dedicata per mammella phased array , ad almeno 7 canali, con possibilità di implementazione
per biopsie;
39. Bobina per distretti osteo-articolari distali ed arti phased array;
40. Bobine per studi di Angio periferica phased array;
41. Bobine flessibili phased array;
42. Bobina endocavitaria per lo studio della prostata, con software spettro prostata incluso;
43.
44.
45.
46.
47.
48.
49.
50.
51.
52.
53.
54.
55.
56.
Acquisizione dati, sequenze,tecniche e software
Sequenze Spin Echo tradizionale, modificata (flip angle variabile, etc.) in 2D multislice e 3D;
FAST/TURBO Spin Echo o similari;
Sequenze Inversion Recovery in 2D multislice e 3D;
Sequenze Short TI Inversion Recovery (STIR);
Sequenze Gradient Echo in 2D multislice e 3D;
Possibilità di angolazione e doppia angolazione sia in 2D che in 3D;
Acquisizione in matrice 1024 x 1024 non interpolata;
Acquisizioni ultrarapide;
Acquisizioni con mezzo di contrasto;
Sequenze doppio contrasto;
Tecniche steady state free Precession in 2D e 3D, anche dedicate allo studio dell’orecchio interno ,
della colonna e del cuore;
Tecnica Eco Planar Imaging (EPI) sia single shot che multi shot, con possibilità di tecniche per imaging
della diffusione e perfusione;
Tecniche per studi di perfusione;
Tecniche per l’acquisizione, la visualizzazione e l‘elaborazione di studi pesati in diffusione, con
generazione automatica delle mappe “Apparent Diffusion Coefficient” (ADC) ;
15
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
57.
58.
59.
60.
61.
62.
63.
64.
65.
66.
67.
68.
69.
70.
71.
72.
73.
74.
Tecnica per la soppressione del grasso, anche in modalità FAST/TURBO o similari;
Sequenze Fluid Attenuated Inversion Recovery (FLAIR) o similari;
Tecnica di Magnetization Transfer Contrast;
Sequenze per colangiografia (anche in apnea respiratoria), Pielo RM, Mielo RM;
Sequenze dedicate allo studio dinamico del fegato con tecniche di Imaging Parallelo;
Tecnica total Body con movimento automatizzato del lettino a copertura completa testa-piedi;
Tecniche di diffusione total body abbinate a soppressione di tessuti e fluidi per imaging simil PET;
Tecniche di acquisizione parallela per la riduzione del tempo di acquisizione ;
Tecniche avanzate di separazione acqua-grasso tipo DIXON o similari;
Tecniche di mapping parametrico avanzato delle cartilagini;
Tecniche di acquisizione e visualizzazione di tipo “cine”;
Tecnica del bolus tracking;
Tecniche per imaging della mammella;
Tecniche per acquisizioni dinamiche, 3D e di spettroscopia sulla mammella;
Tecniche per spettroscopia della prostata;
Sincronizzazione cardiaca, periferica e respiratoria, con relativa sensoristica;
Tecniche per la correzione degli artefatti da movimento;
Software di post elaborazione per:
-Maximal Intensity Projection (MIP);
-Multiplanar reformatting (MPR);
-Shaded Surface Display (SSD);
-Volume rendering;
-Studi dinamici (sottrazione automatica, curve enhancement, segmentazione e calcolo delle
volumetri, etc.);
75. Software per fusione di immagini provenienti da diverse modalità (RM-TAC -PET);
76.
77.
78.
79.
80.
81.
82.
83.
84.
85.
86.
87.
Neuro RM
Tecniche 3D di ultima generazione a voxel isotropico per studi della colonna e dell’encefalo;
Sequenze T1 pesate ad alta esaltazione della differenza materia bianca-materia grigia in 2D e/o 3D;
Sequenze con pesatura T1,T2, T2 FLAIR, sub millimetriche 2D e/o 3D;
Tecniche di acquisizione per studi di diffusione e relativo software per l’elaborazione delle mappe ADC;
Tecniche di diffusione (DWI) multi B value;
Tecnica di acquisizione per studi di perfusione cerebrale con e senza mdc con tecniche Spin Labeling, e
relativo software per l’elaborazione delle mappe perfusionali;
Tecniche avanzate di separazione acqua-grasso, in fase e fuori fase;
Tecniche a suscettività magnetica per studio dei micro sanguinamenti;
Tecniche dedicate alla correzione degli artefatti da movimento;
Tecniche per Trattografia;
Tensore diffusione (DTI), a più direzioni;
Tecniche per studi funzionali BOLD effect;
16
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
88. Spettroscopia dell’idrogeno Single e Multi-voxel per Encefalo. Ambiente di quantificazione dei dati
spettroscopici in post processing;
89. Dovranno essere presenti, sulla consolle di post elaborazione, software dedicati per Neuro avanzato;
Angio RM
90. Metodo di acquisizione Tempo di Volo in 2D e 3D;
91. Metodo di acquisizione contrasto di fase in 2D e 3D;
92. Sequenze multislab in Tempo di Volo;
93. Tecnica TONE o equivalente;
94. Acquisizioni angiografiche sia in Tempo di Volo che in Contrasto di Fase con sincronizzazione cardiaca;
95. Acquisizioni angiografiche,anche dinamiche ed in apnea, con mezzo di contrasto;
96. Software per studi angiografici automatizzati con e/o senza mezzo di contrasto e con possibilità di
visualizzare in tempo reale l’andamento del bolo;
97. Tecnica per angiografia periferica con movimento sincronizzato del lettino porta paziente;
98. Tecniche per acquisizione angio RM ad alta risoluzione temporale con tecniche di imaging parallelo;
99. Tecniche avanzate per acquisizioni/visualizzazione angio RM senza mdc con imaging parallelo, per
distretti neuro vascolari, renali e angio periferici;
100. Tecniche di quantificazione del flusso in post processing;
101. Angio RM avanzato con manipolazione dello spazio K;
102. Dovranno essere presenti, sulla consolle di post elaborazione, software dedicati per angio RM
avanzati;
Cardio RM
103. Sequenze cardio RM per studio della funzionalità miocardica (incluso studio della funzionalità
valvolare);
104. Sequenze in “cine” per il calcolo della frazione di eiezione;
105. Sequenze RM per la caratterizzazione del tessuto miocardico;
106. Sequenze per lo studio della viabilità, massa e fibrosi tramite tecniche di delay enhancement 2D/3D;
107. Sequenze per lo studio di difetti ischemici;
108. Sequenze a sangue nero per studio di edema su base FAST/TURBO spin echo in T2 o similari;
109. Studio del deposito di ferro (T2*);
110. Sequenze per studi cardiaci morfologici;
111. Studio 3D dell’imaging coronarico;
112. Tecniche per lo studio quantitativo del flusso;
113. Tecniche per lo studio quantitativo di valvole e shunts su base PHASE CONTRAST o similare;
114. Software di perfusione cardio;
115. Dovranno essere presenti, sulla consolle di post elaborazione, software dedicati per cardio avanzato
con misurazioni quantitative;
17
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
Consolle principale
116. Il sistema deve essere di elevate prestazioni ed elevata velocità, multitasking, con potenzialità tali da
consentire l’esecuzione delle tecniche più avanzati quali TOF, Phase Contrast, flow quantification,
imaging funzionale ed EPI (sia single shot che multi shot), nonché l’effettuazione di esami di
angiografia RM 2D e 3D con tecniche TOF e Phase Contrast;
117. Il sistema deve consentire la programmazione e memorizzazione delle acquisizioni standard e
particolari, un’ampia possibilità di scelta dei parametri di acquisizione e la relativa modifica
(TE,TR,TI,NEX,FOV, matrice, spessore di strato, etc.);
118. Possibilità di registrazione di protocolli personalizzati;
119. Elevato livello di multitasking per eseguire contemporaneamente scansione, ricostruzione,
visualizzazione, elaborazione, analisi, archiviazione e trasferimento in rete al PACS e a tutte le
periferiche;
120. Massima ergonomia e facilità d’uso;
121. Tastiera alfanumerica;
122. Mouse;
123. Sistema di archiviazione a lungo termine delle immagini su CD/DVD R/W o equivalente;
124. Architettura della CPU di ultima generazione;
125. Ampia velocità di ricostruzione per matrice non inferiore a 256*256;
126. Elevata capacità del disco rigido;
127. Memoria RAM di elevate capacità ed espandibile;
128. Interfaccia tramite tasti programmati per la routine;
129. Utilizzo immediato di protocolli predefiniti;
130. Monitor a colori di tipo LCD ad elevata risoluzione;
131. Dimensioni del monitor non inferiori a 18 pollici ;
132. Visualizzazione in matrice non inferiore a 1024*1024;
133. Integrazione completa con il sistema RIS-PACS presente nella struttura di destinazione;
134. Standard full DICOM 3 ed elevate funzionalità (send/receive, query/retraive, Basic print, Dicom print,
worklist, Store, etc.);
Seconda consolle di post elaborazione
135. La seconda consolle indipendente dovrà essere armonizzata dal punto di vista grafico con quella
principale e dovrà essere dotata di propria CPU, hardware adeguato anche per ulteriore archivio delle
immagini e consentire masterizzazione su CD/DVD;
136. Integrazione completa con il sistema RIS-PACS presente nella struttura di destinazione;
137. Standard full DICOM 3 ed elevate funzionalità (send/receive, query/retraive, Basic print, Dicom print,
worklist, Store, etc.);
138. Monitor a colori di tipo LCD ad elevata risoluzione;
139. Tastiera alfanumerica;
140. Mouse;
141. Dimensioni del monitor non inferiori a 18 pollici Medical Grade;
142. Sistema di archiviazione a lungo termine delle immagini su CD/DVD R/W o equivalente;
18
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
143. Possibilità di visualizzare , manipolare, riprodurre, archiviare ed elaborare immagini TAC, RMN, PET,
Vascolari, RX, ecografiche;
144. Ampia dotazione di pacchetti software per l’elaborazione di acquisizioni dinamiche ed imaging
funzionale e per studi dedicati 3D,angiografici, diffusione neuro e cardio;
Elementi complementari all’apparecchiatura inclusi nell’offerta
145. Impianto interfono a due vie per la comunicazione tra operatore e paziente;
146. Un Iniettore automatico di MdC a doppia testa dedicato, del tipo “magnetic free”, per gestire
contemporaneamente MdC e soluzione fisiologica. L’iniettore incluso nell’offerta dovrà essere
adeguato a gestire tutti i protocolli eseguibili con il sistema offerto. L’iniettore dovrà avere una
consolle di controllo e programmazione remota, dotata di tastiera a membrana o touch screen, e
display per la visualizzazione continua di tutti i parametri e le funzioni dell’iniettore (flussi, volumi,
pressioni, durata dell’iniezione, allarmi, etc.). L’apparecchiatura dovrà consentire l’utilizzo di siringhe
con capacità di almeno 25 ml e dovrà consentire la programmazione del tempo di ritardo della
scansione o dell’iniezione;
147. 1 bancone consolle;
148. 1 bancone per la workstation di elaborazione;
149. Fantocci per il controllo di qualità dell’apparecchiatura fornita. I fantocci devono essere tali da
consentire la misura di:
Omogeneità/SNR;
Risoluzione spaziale;
Spessore di strato;
Linearità/distorsione spaziale;
Ghost;
150. 1 barella amagnetica, regolabile in altezza e con ruote piroettanti;
151. 1 carrozzina amagnetica;
152. 1 rilevatore di oggetti ferromagnetici portatili;
153. Arredi conformi alle normative vigenti ed in materiale amagnetico per la conservazione e custodia
delle bobine, da installarsi nella sala magnete;
154. Sistema di sorveglianza paziente mediante TVCC RM compatibili con telecamere poste anteriormente
e posteriormente al gantry e visualizzabili su monitor (che dovrà essere incluso nella fornitura) in sala
comandi;
Progettazione e realizzazione di impianti speciali
155. La progettazione e realizzazione di impianti speciali a corredo del tomografo RMN deve essere
conforme alla normativa vigente, alle norme tecniche di riferimento ed alle linee guida ISPESL. Nella
fattispecie sono riportate alcune caratteristiche di tali impianti oggetto della fornitura:
-Impianto di rivelazione ossigeno a doppia soglia: Il rilevatore, sito all’interno del controsoffitto, deve
poter rilevare in continuo il livello di ossigeno presente all’interno della sala magnete. Quando
quest’ultimo scende al di sotto del 19% deve segnalarlo al circuito di espulsione rapida al quale deve
essere asservito per un intervento tempestivo. Il sensore ossigeno deve essere conforme alle
19
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
indicazioni della norma CEI EN 50104 in relazione ai suoi requisiti di funzionamento. Analogamente la
taratura di questo dispositivo dovrà essere effettuata come descritto in tale norma per tutto il periodo
della garanzia ed eventuali successivi contratti di assistenza del tipo full risk.
- Impianto di spegnimento del magnete: deve essere previsto un impianto di spegnimento del
magnete di emergenza, nel caso si verifichino incidenti o situazioni di pericolo, oppure in caso di
quench pilotato qualora si verifichino situazioni che richiedono lo spegnimento del campo magnetico.
Lo spegnimento deve avvenire per mezzo di dispositivo opportunamente predisposti, visibili e ben
segnalati utilizzando un pulsante a fungo, sia in sala esami che in sala comandi.
- Impianto di canalizzazione dei gas criogeni: deve permettere l’evacuazione rapida del criogeno
dovuto a normale evaporazione o ad eventi eccezionali quali il quench. Sarà onere della ditta garantire
la Certificazione di Conformità del tubo del quench ai sensi del DM 37/2008.
L’offerta risponde a tutti i requisiti minimi sopra elencati? (Requisito minimo: sì)
Sì
20
No
Data: __/__/____ Firma Legale Rappresentante e Timbro: _______________________________
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard