Geografia fisica

annuncio pubblicitario
Geografia fisica
Medio Oriente e Nord Africa costituiscono una fascia di territorio lunga circa 6000 Km, che va dal
Marocco all’Afghanistan, comprende 20 stati ed è abitata da oltre 450 milioni di persone, prevalentemente
arabi (oltre 300 milioni), ma anche indoeuropei (gli iraniani: 70 milioni) e turchi (73 milioni).
Anche se appartengono due continenti diversi, vengono trattati assieme, perché hanno alcuni elementi
comuni di carattere geografico, storico, economico.
Entrambi territori sono presenti dei deserti, della religione islamica e del petrolio.
Il deserto più grande del mondo e grande quasi quanto l’Europa, che occupa quasi tutto il territorio del Nord
Africa, si chiama Sahara; altri deserti molto vasti sono presenti anche in Arabia e Iran.
I confini del Sahara sono costituiti dall'oceano Atlantico a ovest, dai monti dell'Atlante e dal mar
Mediterraneo a nord, dal Mar Rosso a est, dal Sahel a sud; questi confini, tuttavia, non sono chiaramente
definiti e si sono modificati nel corso di millenni a causa dei mutamenti climatici e degli interventi umani. Il
Sahara, in tempi antichi, almeno sino a 3000-4000 anni fa, aveva un clima diverso, più umido, e un
territorio adatto alla pastorizia e all'agricoltura (già 8000 anni fa vi si coltivava il miglio); poi, con l'aumento
graduale dell'aridità e del processo di desertificazione, le popolazioni che lo abitavano si sono spostate verso
il Sahel e si sono raccolte nelle oasi, dove erano possibili le pratiche agricole.
Il clima è uniformemente arido: in molte zone le precipitazioni annue non superano i 100 mm e in alcune non
piove affatto per decenni. L'escursione termica è considerevole: si va da temperature al di sotto dello zero
durante la notte e alle quote elevate fino a oltre 54 °C durante il giorno, specialmente nelle aree occidentali e
centrali. L'idrografia superficiale è rappresentata da fiumi fossili, i cosiddetti uadi, letti fluviali asciutti che
diventano corsi d'acqua in occasione delle piogge.
Nel deserto Sahara non è totalmente privo di vegetazione, nelle oasi crescono palme di datteri alla cui
ombra si coltivano ortaggi, cereali e alberi da frutto e più normalmente nelle depressioni, dove si accumulano
le acque piovane, rappresentata da piante arbustive e spinose. Accanto alle oasi originarie, sorte là dove vi
era una presenza d'acqua, vi sono oasi più recenti, artificiali, create mediante l'estrazione dell'acqua da falde
anche molto profonde.
Il territorio del Nord Africa comprende tre grandi regioni naturali: la prima è il Maghreb, la fascia costiera
mediterranea, in prevalenza montuosa, che si estende dalla Libia al Marocco; la seconda è il Sahara, il
deserto che si estende dall’Atlantico al Mar Rosso; la terza è la valle del Nilo, che interrompe il deserto del
Sahara ad est.
Fanno parte del Nord Africa Settentrionale alcuni stati di grandi dimensioni: si tratta del Marocco che si
affaccia sull’Atlantico, dell’Algeria, della Tunisia, della Libia, bagnati dal mar Mediterraneo, e dell’Egitto,
che è bagnato a est dal Mar Rosso. Questa vasta regione è orlata a nord-ovest dalla catena dell’Atlante, dove
emerge l’Alto Atlante e il Monte Toubkal (4167 m).
Ai margini del Sahara scorrono alcuni grandi fiumi, che hanno regime tropicale, con forti piene estive in
corrispondenza del periodo delle piogge. Il Nilo, il fiume più lungo dell’Africa e della Terra (6671 Km),
dopo aver ricevuto in territorio sudanese le acque degli affluenti Nilo Azzurro e Atbara, attraversa il
territorio egiziano prima incassato in una stretta valle, poi in un’ampia pianura fino al vasto delta che si apre
sul Mediterraneo.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

creare flashcard