giuseppe germano - Le Connessioni Inattese

annuncio pubblicitario
Le Connessioni Inattese 2010 – L’Uomo, il Tempo, la Natura
Abstract dell’intervento di FABIO GABRIELLI
Filosofo, Preside della Facoltà di Scienze Umane dell’Università L.U. de.S. di Lugano - Svizzera
Prima dell’essenza o della tragicità esistenziale dell’anima. Note di antropologia orfica.
L’impianto dell’orfismo, il suo spirito informatore, è espresso da una dottrina soteriologica,
talora di aspetto escatologico, che si incarna in un’antropologia dualistica (il mito di Dioniso
smembrato dai Titani ed il connesso dualismo antropologico tra corpo e anima, con il primato di
quest’ultima).
Questo ci permette di spiegare come mai l’anima, diversa per natura, sostanza e origine dal
corpo, sia condannata a soffrire in un’opaca e greve corporeità mortale.
In questo contesto, così suona un antico detto pitagorico: “ Donde proviene l’umanità, e donde
divenne così cattiva?” (Ippodamante, ap. Giamblico, Vita Pyth., 82).
Il mito di Dioniso smembrato dai Titani rinvia, nella sua potente valenza simbolica, al dramma
esistenziale dell’anima, che avverte la propria radicale estraneità rispetto al corpo e, di conseguenza,
una vibrante nostalgia per il “Centro”, cioè per il divino cui da sempre sente di appartenere.
Proprio qui si appunta e prende sostanza l’evento tragico dell’anima “gettata” nel corpo, in
questa inautentica esistenza mondana, luogo e “strumento” del suo drammatico esilio.
Particolarmente pregnanti e fecondi, in quest’ottica, appaiono alcuni raffronti con l’antropologia
pascaliana (l’uomo tra “grandezza “ e “miseria”) e l’ontologia heideggeriana (Geworfenheit).
In una delle cosiddette laminette orfiche, proprio a rimarcare la “gettatezza” dell’anima e la sua
nostalgia del divino, si legge: “Vengo dai puri pura, o regina degli inferi,/Eucle ed Eubuleo e voi altri
dèi immoratali,/ poiché io mi vanto di appartenere alla vostra stirpe felice” (Laminetta trovata a Turi, Kern,
fr. 32 c = Colli, 4 A 65).
Naturalmente l’anima orfica abita, per così dire, un teatro esistenziale, popolato di figure
tragiche e di un’animologia non ancora inverata da una fondazione essenziale, cioè da una
strutturazione teoretica dell’anima, come avverrà con la platonica “seconda navigazione” e la
connessa distinzione dei due piani della realtà materiale e immateriale.
ALTANUR Associazione Culturale Interdisciplinare
Segreteria: Via Recanati, 41 - 80046 San Giorgio a Cremano (NA)
Tel. +39 333 44 94 037 • Sede legale: NAPOLI
E-mail: [email protected] • sito web: www.leconnessioniinattese.com
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

Verifica

2 Carte

emilia

2 Carte oauth2_google_f0da50e0-d873-4248-914c-e782ffe4831d

Materie scolastiche

5 Carte oauth2_google_895b90d3-243e-4864-a00b-983aa56e33c4

creare flashcard