Dipart. Di Fisica

advertisement
PROGRAMMA DEL II CORSO DI LABORATORIO DI FISICA PER IL PROGETTO SET
A cura dei proff. A. Garuccio – Picciarelli – Dip. Di Fisica - Università di Bari
• MISURE DI TEMPO
• MODULO SULLE FORZE I PARTE
Data
Argomento
Unità 1 : Come si può misurare il
tempo? Orologi analogici e digitali.
Misure di tempi di caduta. Misure di
tempo in fenomeni ripetitivi.
Unità 2 : Studio sperimentale di un
moto rettilineo uniforme. Moto di
sferette i un detersivo
Unità 3 : Studio sperimentale della
cinematica del moto di un moto vario.
Unità 4 : Studio sperimentale di un
moto bidimensionale
Unità 5 : Il ruolo dei modelli nella
interprtazione della realtà fisica.
Diagrammi di Gowini nelle attività di
laboratorio
Unità 6 : Misure indirette di tempi di
reazione. Confronto fra le medie di
misure ripetute. Un esempio di
sperimentazione controllata.
Unità 7 : Il consetto di forza. Forze
con contatto e a distanza. Esempi di
forze.Taratura di uno strumento per
le misure di forza.
Unità
8
:
Un
esempio
di
proporzionalità inversa : dipendenza
della costante elastica dal numero di
spire della molla
Unità 9 : Studio sperimentale delle
forze agenti su un corpo immerso in
un fluido
Unità 10 : Analisi dei questionari per
la valutazione
Docente
Assistenza
N.B. Il materiale di supporto alle attività sarà disponibile e distribuito ai docenti partecipanti
PRIMA dell'inizio del corso. Per ottimizzare la resa complessiva dell'attività di
aggiornamento è opportuno che i docenti partecipanti, prima di ogni incontro, SIANO A
CONOSCENZA, dopo la lettura del materiale cartaceo di supporto, degli argomenti da
trattare in ogni incontro
PROGRAMMA III CORSO DI LABORATORIO DI FISICA PER IL PROGETTO SET
• FORZE II PARTE
• OTTICA GEOMETRICA
Data
Argomento
Unità 1 :Costruzione grafica delle
componenti di una forza. Relazione
fra i moduli delle forze componenti su
rette orientate perpendicolari fra di
loro. Componenti di una forza in
direzioni generiche
Unità 2 : Studio sperimentale
dell'equilibrio in presenza di più forze
Unità 3 : Studio teorico e sperimentale
dell'equilibrio di un cilindro su un
piano inclinato
Unità 4 : Le leggi della dinamica
Unità 5 : Misura del coefficiente di
attrito statico e dinamico
Unità 6 : Studio di un moto periodico.
Misura indiretta dell'accelerazione di
gravità mediante oscillazioni di un
pendolo.
Unità 7 : Luce e visione. Il concetto di
raggio luminoso. Sorgenti luminose,
maschere opache e schermi.
Unità 8 : Sorgenti luminose estese.
Ombre e penombre. La camera oscura
Unità 9 : La riflessione della luce e le
sue caratteristiche. Immagini virtuali
prodotte da specchi
Unità 10 : La rifrazione della luce.
Misura dell'indice di rifrazione.
Angolo limite
Docente
Assistenza
N.B. Il materiale di supporto alle attività sarà disponibile e distribuito ai docenti partecipanti
PRIMA dell'inizio del corso. Per ottimizzare la resa complessiva dell'attività di
aggiornamento è opportuno che i docenti partecipanti, prima di ogni incontro, SIANO A
CONOSCENZA, dopo la lettura del materiale cartaceo di supporto, degli argomenti da
trattare in ogni incontro
PROGRAMMA IV CORSO DI LABORATORIO DI FISICA PER IL PROGETTO SET
• CIRCUITI ELETTRICI
Data
Argomento
Unità 1 : Generalità sul Tester digitale, suo uso
nelle misure di resistenza. Potenziometri lineari e
multigiri. Colleghiamo resistenze in serie e in
parallelo. Dipendenza della resistenza di una mina
dalla lunghezza.
Unità 2 : La tavoletta multifori ed il suo uso nella
realizzazione di circuiti elettrici. Lampadine in
serie e in parallelo. Il teste digitale come strumento
per misurare correnti (Amperometro) e differenze
di potenziale (Voltmetro).
Unità 3 : Come ottenere tensioni variabili. Studio
delle caratteristiche (V.i) di alcuni dispositivi
resistivi. Resistenze equivalenti di due resistenze in
serie e in parallelo. Studio sperimentale delle
caratteristiche (V,i) di due resistenze collegate in
serie e in parallelo
Unità 4 : Caratteristiche di un voltmetro e di un
Amperometro. : misura delle resistenze interne.
Unità 5 : Conduttori non ohmici : la lampadina,
una soluzione elettrolitica. Studio sperimentale
delle caratteristiche (V,i) di una soluzione salina.
Unità 6 : Condensatori e loro proprietà. Studio
quantitativo della carica e scarica di un
condensatore.
Unità 7 : Condensatore in serie e in parallelo .
Analogia tra i processi di scarica e lo svuotamento
di un recipiente attraverso un tubo capillare
Unità 8 : Lavoro elettrico e potenza elettrica.
Trasformazione di energia elettrica in energia
termica per effetto Joule. Studio sperimentale del
riscaldamento prodotto in acqua
Unità 9 : Studio sperimentale delle caratteristiche
di una pila : resistenza interna. Pile biologiche :
studio sperimentale
Unità 10 : Test di verifica dell'apprendimento
Docente
Assistenza
N.B. Il materiale di supporto alle attività sarà disponibile e distribuito ai docenti partecipanti
PRIMA dell'inizio del corso. Per ottimizzare la resa complessiva dell'attività di
aggiornamento è opportuno che i docenti partecipanti, prima di ogni incontro, SIANO A
CONOSCENZA, dopo la lettura del materiale cartaceo di supporto, degli argomenti da
trattare in ogni incontro
PROGRAMMA DEL V CORSO DI LABORATORIO DI FISICA PER IL PROGETTO SET
MAGNETISMO E FENOMENI ELETTROMAGNETICI
Data
Argomenti
Unità 1 : Comportamento dei magneti.
Interazione magnetica
Con altri materiali
Unità 2 : Concetto di campo magnetico.
Studio del campo magnetico di una barra
magnetica mediante una bussola e
mediante
limatura
di
ferro.
Sovrapposizione degli effetti dovuti a due
campi magnetici
Unità 3 : Interazione fra dipoli magnetici e
campi magnetici. Pendolo di torsione e
pendolo e "pendolo" magnetico. Pendoli
meccanici
accoppiati
e
"pendoli
magnetici"
accoppiati.
Influenza
dell'intensità del campo, della massa e e
della distanza da una sorgente di campo
magnetico
Unità 4 : Studio sperimentale dell'intensità
dei campi magnetici mediante oscillazioni
di un dipolo.
Unità 5 : Fenomeni di magnetizzazione
Unità 6 : Campi magnetici e correnti : filo
percorso da corrente
Unità 7 : Campo magnetico generato da
spire e solenoidi percorsi da corrente
Unità 8 : Studio qualitativo dei fenomeni
d'induzione magnetica
Unità 9 : Applicazione tecnologiche dei
fenomeni d'induzione. Il motore elettrico,
Unità 10 : La dinamo e l'altoparlante
Docente
Assistenza
N.B. Il materiale di supporto alle attività sarà disponibile e distribuito ai docenti partecipanti
PRIMA dell'inizio del corso. Per ottimizzare la resa complessiva dell'attività di
aggiornamento è opportuno che i docenti partecipanti, prima di ogni incontro, SIANO A
CONOSCENZA, dopo la lettura del materiale cartaceo di supporto, degli argomenti da
trattare in ogni incontro.
Scarica