Vola Con Air France

advertisement
Eclissi totale di Luna: il 14 aprile in arrivo la Luna Rossa. Ecco come
osservarla
Creato Mercoledì, 09 Aprile 2014 09:23
Piu' informazioni su:
eclissi di luna
Scritto da Federica Vitale
luna
Vola Con Air France
airfrance.it
E Risparmia Per Il Tuo Prossimo Volo. Tariffe All-Inclusive.
Lo avevamo
accennato. La
notte tra il 14 e il
15 aprile sarà
l'occasione per
assistere ad
un'intensa eclissi
lunare. E quella
di questo mese
avrà una
particolarità.
Accade, infatti,
che la Luna piena
appaia di un
colore rosso
rame durante
un'eclissi totale.
Ecco perché
questo tipo di
fenomeno viene
chiamato Blood
Moon, ovvero Luna Sanguigna o Luna Rossa. Un appellativo che può essere applicato a tutte le eclissi totali lunari.
Tuttavia, il termine Blood Moon sembra avere un
significato speciale per alcuni. Quella del 15 aprile, in
realtà, sarà la prima di una serie di eclissi lunari, nello
specifico una tetrade ossia quattro eclissi distribuite in
un arco di tempo di circa un anno e mezzo, con intervalli
di due mesi l'una dall'altra.
La prima, dunque, avverrà tra il 14 e il 15 aprile (a
seconda del fuso orario). Durante la stessa notte, inoltre,
quella che apparirà come una brillante "stella" vicino alla
Luna piena sarà, in realtà, il pianeta Marte, in quel
momento molto vicino alla Terra. Marte e la Luna, quindi,
si troveranno vicini tra loro proprio durante l'eclissi e nel
corso di tutta la notte.
“Anche quello che si verificherà il 15 aprile è un
allineamento”, afferma Luciano Nicastro, astronomo
all’INAF IASF Bologna e membro del progetto GLORIA,
il quale spiega in un comunicato anche il motivo della
suggestiva colorazione rossastra. “Le eclissi lunari si
verificano infatti quando la Luna si trova a transitare nel
cono d'ombra proiettato dalla Terra. Essendo l'orbita
della Luna inclinata rispetto a quella della Terra attorno
al Sole, è un evento che non accade ogni mese, bensì solo quando i tre corpi celesti si trovano allineati. A differenza
delle eclissi solari, quelle lunari durano parecchie ore e sono visibili ovunque ci sia la Luna piena: dunque da qualsiasi
punto della Terra in cui, al momento dell'eclissi, il nostro satellite si trovi al di sopra dell'orizzonte. Inoltre, anche durante la
fase di totalità, la Luna non scompare alla vista: questo perché l'atmosfera terrestre agisce come una sorta di lente,
flettendo i raggi del Sole. Non sparisce, dunque, ma diventa rossastra, perché l’atmosfera filtra efficacemente le
componenti blu della luce del Sole ma lascia passare quelle rosse, che riflesse dalla superficie della Luna le
conferiscono un caratteristico bagliore ramato”.
L'eclissi dei prossimi giorni, però, non sarà visibile dall'Italia. Quindi, chi vorrà assistervi dovrà attendere che vengano
diffuse immagini e video del fenomeno. Nell'intento di renderci partecipi, gli astronomi del progetto GlORIA si recheranno
nell'antico sito Inca di Saksaywaman, presso la città di Cuzco, in Perù. Una località suggestiva e ricca di storia, per
onorare un popolo che fece delle stelle e del cielo la guida cui guardare per i calcoli astronomici e per motivi religiosi. E
da lì l'evento verrà trasmesso in webcast.
Se in Italia verremo penalizzati, in alcune regioni dell’Europa occidentale si potrà assistere ad un'eclissi penombrale di
Luna. In tale occasione, il nostro satellite entra nel cono d'ombra del nostro pianeta. Ad ogni modo, la fase cruciale avrà
inizio la mattina del 15 aprile, quando in Italia saranno le 09.06 e il satellite ormai tramontato e reso invisibile dall'intensa
luce solare.
0:00 /
Gli spettatori più fortunati saranno quelli del Nord e Sud America, oltre alle isole del Pacifico (come le Hawaii). Altrove nel
mondo, la Nuova Zelanda assisterà all'eclissi totale poco dopo il tramonto; mentre la parte orientale dell'Australia godrà
dell'evento in concomitanza con il crepuscolo del 15 aprile. Un'eclissi lunare parziale, al contrario, sarà quella che
apparirà agli occhi di chi si troverà all'alba nella parte occidentale dell'Africa. E sempre parziale sarà l'eclissi per gli
spettatori del Giappone, della Russia e dell'Indonesia orientale come dell'Australia centrale.
Federica Vitale
Seguici su Facebook, Twitter e Google+
Leggi anche:
- Il cielo notturno di aprile: in arrivo due eclissi di sole e di luna
- L'eclissi di Luna in 8 immagini
Like
0
Tweet
0
0
Potrebbe interessarti anche:
Sacra Sindone: nuove scoperte sulla crocifissione...
Le 5 teorie piu' probabili sull'origine della Luna...
Ladee: la sonda della Nasa si schianterà sulla luna entro ap...
Bambini disabili: arriva Upsee, l'imbracatura per camminare ...
Ossa e denti: in futuro si ripareranno con un gel...
Abbonati GRATIS alle Newsletter di NextMe.it
Nome
Email
Privacy e Termini di Utilizzo
Iscriviti
NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 ­ p.iva 09152791001 ­ ©
Copyright 2009­2012
Scarica