L` ASTRONOMIA:

annuncio pubblicitario
L’ ASTRONOMIA:
Comprende la scoperta dei crateri nella luna,il fatto che non sia una sfera perfetta
ed uniforme;le macchie solari,infatti,il sole non è purissime e incorruttibile;la via
lattea,ammasso di innumerevoli stelle;le fasi di Venere,prova inconfutabile del
sistema copernicano. L’astronomia di Galileo non è più soltanto osservazione e
costruzione matematica fatta al solo scopo di prevedere correttamente le
posizioni degli astri erranti, come si era considerata fino ad allora, ma un passo
decisivo verso la conoscenza della struttura e della vera essenza dell’universo.
Quando nel 1609 Galileo apprese dall’amico Paolo Sarpi a Venezia che un ottico
olandese aveva costruito uno strumento ottico che consentiva di vedere
ravvicinati gli oggetti osservati (una conferma di ciò gli venne anche da una
lettera del nobile parigino Jacques Badovère), egli cominciò a lavorare giorno e
notte, applicando le sue conoscenze di ottica della rifrazione, per ottenere la
soluzione migliore realizzabile a tale scopo con un tubo di piombo e due lenti da
collocare alle estremità.
La trovò in soli 5 giorni: «Preparai dapprima un tubo di piombo alle cui estremità
applicai due lenti entrambe piane da una parte, e dall’altra una convessa e una
concava; posto l’occhio dalla parte concava vidi gli oggetti abbastanza grandi e
vicini, tre volte più vicini e nove volte più grandi di come non si vedano ad occhio
nudo. In seguito preparai uno strumento più esatto, che mostrava gli oggetti più di
sessanta volte maggiori. E finalmente non risparmiando fatiche e spese, venni a
tanto da costruirmi uno strumento così eccellente, che gli oggetti visti per il suo
mezzo appaiono ingranditi di quasi mille volte e trenta volte più vicini che visti a
occhio nudo.» (Galileo Galilei: “Sidereus Nuncius”, Padova 1610), come Galileo
scrisse nel primo ampio resoconto delle sue osservazioni astronomiche, il
“Sidereus Nuncius”, o Avviso astronomico, pubblicato il 12 Marzo del 1610, anno
del suo trasferimento da Padova (dove aveva lavorato come titolare della
cattedra universitaria di Matematica dal 1592) a Firenze presso la corte del
granduca Cosimo II de' Medici.
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

economia

2 Carte oauth2_google_89e9ca76-2f16-41bf-8eae-db925cb2be4b

creare flashcard