federazione confsal-unsa

advertisement
e-mail: [email protected]
sito internet: www.confsal-unsa.it
COMUNICATO N. 61/2008
PROTOCOLLO N. 156 DEL 17 MARZO ‘08
AI SEGRETARI NAZIONALI DEI COORDINAMENTI NAZIONALI
AI SEGRETARI REGIONALI FEDERAZIONE CONFSAL–UNSA
AI SEGRETARI PROVINCIALI FEDERAZIONE CONFSAL–UNSA
Stralcio dal comunicato Confsal n. 52 del 14.03.2008:
CONSIGLIO GENERALE CONFSAL: SOLLECITO
I Consiglieri generali della Confsal sono pregati di rinviare, con la massima urgenza,
la scheda di partecipazione al Consiglio Generale Confsal che si terrà il 2, 3 e 4 aprile
p.v..
CAMBIO DELLA GUARDIA IN CONFINDUSTRIA
Un autentico plebiscito per la Dott.ssa Emma Marcegaglia designata dalla
Giunta di Confindustria al vertice dell’Associazione degli industriali.
Il Segretario Generale della Confsal ha inviato alla Dott.ssa E. Marcegaglia un
telegramma di auguri auspicando, tra l’altro, l’instaurazione di nuove prassi nelle relazioni
sindacali tendenti ad includere la Confsal, espressione di maggior peso nello scenario del
sindacalismo autonomo italiano, come interlocutore da consultare sulle problematiche
riguardanti il lavoro nel nostro Paese.
CONTRATTO DEI VIGILI DEL FUOCO
Si comunica che è stato firmato il nuovo contratto di lavoro dei Vigili del
Fuoco e il Patto per il Soccorso.
Per informazioni in merito si rinvia al sito della Confsal-Vigili del Fuoco:
www.confsalvigilidelfuoco.it.
INFORMATIVA SUGLI ASSEGNI BANCARI
Dal 30 aprile sugli Assegni bancari, postali e circolari rilasciati in forma libera (cioè
senza l’apposizione della clausola di non trasferibilità) dovrà essere applicata l’imposta di
bollo di 1,5 euro e per ogni girata sarà necessario, a pena di nullità,
indicare il Codice
fiscale del nuovo percipiente.
Per evitare l’apposizione del bollo l’assegno dovrà essere intestato al percipiente
con l’indicazione NON TRASFERIBILE.

NOTIZIE DALLE SEGRETERIE REGIONALI
FRIULI VENEZIA GIULIA
Si comunica che il 6 marzo scorso la Segreteria regionale della CONFSAL,
insieme alle altre Parti Sociali, ha stipulato con la Regione Friuli Venezia Giulia,
rappresentata dall'Assessore regionale al Lavoro, alla Formazione, all’Università e alla
Ricerca e dal direttore del Servizio Lavoro, l’intesa istituzionale territoriale prevista
dall’articolo 2, comma 521, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria
2008).
In base all'accordo circa 2000 lavoratori della regione potranno fruire nell'anno in
corso degli ammortizzatori sociali in deroga.
In particolare alcune categorie normalmente non coperte dagli ammortizzatori
stessi potranno fruire del diritto al trattamento di mobilità ed in alcuni casi della CIGS in
deroga. Successivamente, il 10 marzo, la Regione ha sottoscritto a Roma con il Ministero
del Lavoro l'intesa che consentirà lo stanziamento delle risorse necessarie all'attuazione
dell'accordo regionale.

NOTIZIE DALLE SEGRETERIE PROVINCIALI
CATANIA
CONVEGNO:
ETICA DELLA POLITICA, ETICA DELLE RESPONSABILITA’ NELL’ITALIA
DEL TERZO MILLENNIO. LE DONNE SI CONFRONTANO.
La donna come una risorsa fondamentale per lo sviluppo della nostra società
che, nonostante dimostri costantemente di poter assumere ruoli di primo piano nella
nostra società, è ancora lontana dalla piena emancipazione in ambito politico e
sociale.
Questo è stato uno dei principali temi trattati nella tavola rotonda organizzata dalla
Confsal, che si è svolto il 7/3/2008 al “Sicily hotel Le Dune” di Catania dal titolo “ETICA
DELLA POLITICA,ETICA DELLE RESPONSABILITA’ NELL’ITALIA DEL TERZO
MILLENNIO. LE DONNE SI CONFRONTANO”.
In una platea gremita da centinaia di partecipanti, è l’intervento del Segretario
Provinciale Confsal Santo Torrisi (in qualità di moderatore) che, dopo aver dato il
benvenuto ai numerosi ospiti presenti, apre i lavori della conferenza ricordando come la
Confsal sia sempre stata in prima linea nel riconoscimento dei diritti della donna che deve
conciliare il lavoro con la famiglia:” Abbiamo voluto lanciare un’idea assoluta come l’etica,
per questo oggi abbiamo messo a confronto un gruppo di donne nei compartimenti più
svariati. Il riscatto della società parte da loro che sono il pilastro portante della comunità”.
Successivamente prende la parola Maria Teresa Iuppa, del coordinamento donne
Confsal e presidente provinciale C.i.r.s., che ha ricordato, attraverso una breve
introduzione, come la parità di entrambi i sessi in ambito lavorativo sia una condizione
garantita costituzionalmente. Fatte queste precisazioni, il convegno è entrato nel vivo del
problema grazie a conferenzieri di grande prestigio che hanno trattato la legalità in tutti i
suoi ambiti e contesti.
Ha cominciato la Dott.ssa Marisa Scavo, sost. Proc. della Repubblica di Catania, per
l’etica delle responsabilità e legalità: “L’Italia è uno dei paesi europei che dà meno spazio
alle donne in ambito politico. Questa è un’anomalia tutta nostra che ci rende un paese
vecchio: è venuto il momento di dare maggior spazio al “gentil sesso” ed ai giovani.
Sicuramente la donna si è emancipata, ma è ancora indietro rispetto all’uomo”. Subito
dopo, la parola è passata alla Prof.ssa Elita Schillaci, Ord. Di Gest. Econ. delle imprese
Univ. Di Catania nonché traghettatore della politica catanese sino alla venuta del
commissario straordinario, per l’etica della politica e responsabilità nel territorio: “L’etica non
è solo un etichetta. Io avverto una forte asimmetria tra ciò che si dice e quello che si fa,
perché persiste nella nostra società un forte orientamento auto centrato che porta
inevitabilmente ad una processo di distruzione di quanto di buono viene creato. La
responsabilità sociale per l’impresa è un tema tornato di moda ultimamente, è un modello di
crescita a cui l’azienda deve tendere attraverso il rispetto per i lavoro, per i consumatori e
per l’ambiente”.
Terminato questo intervento, la parola è passata all’On. Stefania Fuscagni,
dell’Università di Firenze e consigliere regionale della Toscana, per l’etica politica:” Nel
vedere le differenze tra la condizione femminile del dopoguerra e quella attuale, ho subito
notato che il nostro paese si è fermato. Oggi occorre ridare ai giovani il senso del rischio e
delle responsabilità attraverso opportunità vere”.
Di seguito l’intervento della Dott.ssa Concetta Vaccaro, esperta in politiche attive del
lavoro e resp. per il Mezzogiorno di Idea Agenzia per il lavoro, per l’impresa sociale :” I
giovani devono investire nel proprio futuro. Essi sono il collante da cui deve partire il rilancio
lavorativo di cui il Mezzogiorno che ne ha un disperato bisogno”. Successivamente è stata
la volta di Giuseppa Saccullo, dir. Prov.le patronato Epas-Fna/Conf.S.a.l., per l’impatto
della politica di previdenza sui bisogni delle donne che ha letto gli ultimi dati statistici
dimostrando come molto spesso il cambiamento di una società parte sempre dalla difesa
del proprio posto di lavoro.
Infine, alla Prof.ssa Letizia Giello, Segretario Nazionale Conf.S.a.l., il compito di
estrapolare le conclusioni di un convegno sull’importanza del binomio etica e donna:” Il
nuovo modello di sviluppo nazionale è un nuovo modo di occupare la donna nel mondo del
lavoro. Essa deve conciliare sia l’occupazione che la famiglia: è tempo che le quote rosa
siano messe in grado di affrontare al meglio i due ambiti, attraverso una nuova ripartizione
delle mansioni familiari di “lui” e “lei”. ( Il Segretario Generale: Prof. Marco Paolo Nigi)
Cordialità e saluti
IL SEGRETARIO GENERALE
Renato Plaja
Scarica