2010 - Istituto Comprensivo Bellusco Mezzago

annuncio pubblicitario
Istituto Comprensivo
Bellusco- Mezzago
Scuola dell'Infanzia di Bellusco e Mezzago
a.s. 2009/2010
Shakespeare: English and Theatre
Parole in scena, teatro e
apprendimento della lingua inglese
Perché fare teatro a scuola?
In una società in cui i mezzi di comunicazione propongono linguaggi nuovi e
stereotipi, a volte poveri, consumabili, che non sempre hanno riferimenti con
il reale se non quello della rapidità della comunicazione, una attività di teatro
a scuola che coinvolge la sfera socio-affettiva e cognitiva, è uno strumento
che contribuisce ad una evoluzione positiva della personalità dei ragazzi.
Ma, vediamo nel dettaglio, perché fare teatro a scuola?
 Per raggiungere una migliore collaborazione e socializzazione
 Per ottenere una positiva evoluzione dei comportamenti
 Per acquisire sicurezza in se stessi
 Per valorizzare peculiarità individuali
 Per accettare le differenze e i limiti
 Per meglio attuare l’integrazione di ragazzi provenienti da altre culture
 Per meglio integrare nella realtà della classe gli alunni portatori di
handicap
 Per collaborare per il superamento delle difficoltà in relazione a un
obiettivo comune al gruppo
 Per sviluppare la capacità di percezione, di ascolto di sé e degli altri, di
attenzione, concentrazione, memorizzazione.

Per promuovere l’apprendimento della lingua straniera in un contesto
ludico attraverso la scoperta e la sperimentazione degli usi espressivi e
creativi delle varie forme di linguaggio.
Perché il teatro per l’insegnamento della lingua inglese?
L’attività teatrale costituisce una straordinaria risorsa nel processo di
apprendimento della lingua inglese, in quanto promuove e stimola la capacità
creativa dei bambini, favorisce la cooperazione, la tolleranza, il rispetto
reciproco, consolida l’autostima e la sicurezza in sé e facilita la risoluzione di
attività di problem-solving. Il bambino ha la possibilità di acquisire la
competenza comunicativa nella lingua straniera in una atmosfera rilassata e
motivante basato su un approccio umanistico affettivo e multisensoriale che
prevede la lettura di favole, filastrocche, poesie, attività fisiche, giochi di
ruolo, costruzione ed uso dei materiali.
Il gioco e la ripetizione di parole, frasi ed espressioni portano ad una ulteriore
scoperta del ritmo e rinforzano l’apprendimento dei nuovi vocaboli presentati
in un contesto e stimolano un approccio concreto con la lingua.
Un processo tutt'altro che semplice e lineare, che implica corpo, mente,
parola, gesto, emozione, sensorialità, affettività e rispecchia la complessità
della lingua, dinamico e cangiante impasto di suoni, vocaboli, forme,
sfumature.
E’ importante ricordare che:
fare teatro non significa esibirsi ,
né sostenere un esame, significa
imparare a conoscere meglio se
stessi e gli altri, imparare ad
instaurare positivi rapporti
interpersonali, scoprire
l’importanza e l’efficacia del
gesto, del tono di voce,
dell’espressione mimica.
Fare teatro necessita del
contributo di tutti.
TITOLO DEL PROGETTO
“TUTTO ATTORNO AD ALCUNE
FILASTROCCHE...”
Insegnante responsabile: Daniela Colombo
(educatrice alla teatralità, specializzata in lingua inglese con esame finale presso l'Università Cattolica di Milano e
valutazione di 55/60, vincitrice di borsa di studio nel luglio del 2008 c/o il Norwich Institute for Language Education di
Norwich, vincitrice borsa di studio Comenius c/o l'Emerald Institute di Dublino nell'agosto/settembre 2009)
DESTINATARI: alunni della Scuola dell'infanzia di Bellusco e Mezzago (età 5
anni)
OBIETTIVI FORMATIVI
1. Sviluppare la capacità di ascolto, di attenzione, di concentrazione, di
memorizzazione
2. Stimolare la capacità di combinare varie forme espressive
3. Favorire l’acquisizione dei contenuti attraverso forme di linguaggio non
verbale
4. Attivare le funzioni fantastico – creative
5. Potenziare le capacità comunicative, individuali e di gruppo
6. Arricchire il bagaglio lessicale
7. Affinare il senso estetico
OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO



Riconoscere e riprodurre suoni e ritmi della L2
Percepire il ritmo e l’intonazione come elementi comunicativi per esprimere
le emozioni
Ampliare l’ambito lessicale relativo a saluti, numeri, animali, professioni,
abbigliamento, cibo.
CONTENUTI
AREA DEL LINGUAGGIO NON VERBALE




CONTROLLO RESPIRAZIONE
CONTROLLO POSIZIONE (STOP E MOVIMENTO)
SVILUPPO LATERALITA’
COORDINAZIONE (CAMMINATE, POSTURA, GENERAZIONE DI SUONI)
AREA LINGUAGGIO VERBALE
 CONTROLLO VOCE (TONO, VOLUME, FONAZIONE)
AREA MANIPOLAZIONE MATERIALI
 CONOSCENZA DI MATERIALI E OGGETTI “POVERI”
 COSTRUZIONE DI UN “TESORO” DA UTILIZZARE SCENICAMENTE
 COSTRUZIONE DEGLI OGGETTI E DEGLI STRUMENTI DA UTILIZZARE
NELLA RAPPRESENTAZIONE
(tutti gli eventuali oggetti presenti in scena saranno costruiti con materiale
riciclato)
AREA DELLA MUSICALITA’
 MOVIMENTO E MUSICA (percorso dal movimento improvvisato alla
costruzione dell’atto scenico su musica dal vivo)
 CREAZIONE DI AMBIENTI SONORI PER LA RAPPRESENTAZIONE
METODOLOGIA
 INCONTRI CONTINUATIVI (2 ore la settimana in ogni scuola, dal mese di
gennaio, per cinque incontri, per un totale di 30 ore. Seguirà calendario
dettagliato)
 CI POTRA' ESSERE LA RAPPRESENTAZIONE DEL PROGETTO CREATIVO
FINALE DA PRESENTARE AI GENITORI
RISORSE ED ORGANIZZAZIONE
DURATA: 30 ore
SPAZI:
Per realizzare il nostro percorso laboratoriale è necessario uno spazio che
risponda a determinate caratteristiche di:
 dimensioni
 privacy
 arredo
 attrezzature.
OPERATORE: Daniela Colombo
MATERIALI:
 Materiali di recupero
 Materiale di facile consumo (carta da pacco, pennarelli, …)
 Palloncini
 Foulard
RISORSE FINANZIARE: Pagamento dell'insegnante Daniela Colombo per
un totale di 30 ore
VERIFICA
 OSSERVAZIONI INDIVIDUALI IN ITINERE
 ESERCIZI TRAINING (VEDI PUNTI ESPLICITATI NELLE DIVERSE AREE)
 POSSIBILE REALIZZAZIONE DI UN PRODOTTO CREATIVO FINALE
DI TUTTA L’ATTIVITA’, CON L'AIUTO DELLE INSEGNANTI DI SEZIONE, SI
TERRA’ UN DIARIO DI BORDO SU CUI VERRANNO APPUNTATI DI VOLTA IN
VOLTA GLI ESERCIZI SPECIFICI, LE SITUAZIONI PARTICOLARI, LE
DINAMICHE RELAZIONALI CHE SI ANDRANNO CREANDO.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

creare flashcard