il disagio dell`uomo come cifra dell`uomo moderno

annuncio pubblicitario
IL DISAGIO DELL’UOMO COME CIFRA DELL’UOMO MODERNO.
Si tratta di un percorso pluridisciplinare piuttosto vasto e articolato, ma molto affascinante. Occorre una chiave di
lettura sintetica per poter abbracciare tale complessità. Vi sono diverse opere che possono offrire un’ipotesi
interpretativa unitaria. In primis, suggerirei il libro di don Luigi Giussani, Il senso di Dio e l’uomo moderno, Rizzoli [la
seconda parte è significativamente intitolata La coscienza religiosa dell’uomo moderno]. In seconda battuta, il libro di
H. Sedlmayr, Perdita del centro, offre una chiave di lettura mostrando lo smarrimento (disagio) dell’uomo moderno
attraverso le diverse forme espressive dell’arte figurativa (Futurismo, espressionismo, fauvismo etc.). La breve
antologia che segue dà una sufficiente rappresentazione della prospettiva di Sedmayr. I testi e gli autori citati di seguito
vanno modulati in chiave sintetica per poter affrontare il colloquio d’esame. E’assolutamente consigliabile presentare il
percorso con un supporto audiovisivo (o in Power point).
Antologia di citazioni
«L’arte è, per la storia delle comunità umane, ciò che il sogno di un uomo è per lo psichiatra» (René
Huyghe, 1939). L’arte giunge fino al cuore della vita, ne rivela i misteri ancora sconosciuti.
Nella coscienza dei secoli diciannovesimo e ventesimo scompare l’immagine ideale dell’uomo (N.
Berdjaew).
«Il turbamento è totale. Turbato è il rapporto dell’uomo con Dio. Ciò è soprattutto evidente se si
considerano i nuovi temi nei quali si concentrano le forze che prima erano rivolte verso il tempio, la
chiesa, l’immagine divina. Le nuove divinità sono la natura, l’arte, la macchina,; l’Universo, il
Caos, il Nulla. Turbato è l’uomo con se stesso. Egli si contempla con diffidenza, angoscia e
sgomento. Si sente destinato alla morte» (Hans Sedlmayr, Perdita del centro, Borla, p. 219).
Letteratura italiana: Svevo; Pirandello; Montale.
Filosofia: Nietzsche, Heidegger, Sartre. Una variante ulteriore del percorso contempla gli autori
della Scuola di Francoforte.
Storia: Tutta la violenza di un secoloi.
Scienze sociali: Eugenio Borgna, La malinconiaii. Freud e il disagio della civiltà.
i
M. Flores, Tutta la violenza di un secolo, Feltrinelli. Le violenze sono tutte uguali? Quanti tipi di violenza ci sono?
Ci sono stati violenti e società propense alla violenza? C’è differenza tra guerra e genocidio? Tutte le
violenze si possono giustificare? Sono possibili il perdono e la riconciliazione? Tante domande, tante
risposte: così diceva Bertolt Brecht. Marcello Flores offre a un pubblico vastissimo (che va dal giovane
studente all’educatore, dall’operatore sociale al genitore) la possibilità di avvicinare, senza facili
scorciatoie, una materia difficile e urgente. In molti si sono chiesti, al termine del Ventesimo secolo, se si
sia trattato di un secolo più violento degli altri, di un secolo “barbaro”, del secolo dei “genocidi”. A partire
da questa considerazione, Marcello Flores affronta il tema della violenza nel Novecento sottraendolo tanto
a una mera descrizione cronologica quanto a una modellistica interpretativa di tipo disciplinare. Procede
soprattutto interrogando e interrogandosi. Pone domande che toccano livelli molto diversi della
conoscenza e del sentire. Poiché solo un approccio multidisciplinare (con i contributi della psicologia e
dell’antropologia, del diritto e della sociologia) e attraverso una metodologia di comparazione (tra
violenze di diversa epoca) è possibile costruire – questa è la ferma convinzione dell’autore – un’analisi
della violenza del Novecento. Alcuni interrogativi sono particolarmente cruciali: primo fra tutti quello sul
carattere “politico” o “sociale” della violenza, se essa appartenga prevalentemente a élite e gruppi politici
che la sfruttano, creano, organizzano, indirizzano, o se sia invece connaturata a un certo tipo di società.
ii
E. Borgna, Malinconia, Feltrinelli.
Scarica
Random flashcards
Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

il condizionale

2 Carte oauth2_google_2e587b98-d636-4423-a451-84f012b884f0

creare flashcard