endocrino 20/10/2006 - Digilander

annuncio pubblicitario
ENDOCRINO
Prof.Pontecorvi
10:00
20/10/2006
ore 8:00-
Questi concetti semplici già li conoscete dall' anatomia e dalla fisiologia:gli ormoni
ipotalamici e ipofisari,come funzionano e come viene regolata la loro sintesi dal feed
back negativo.Il feed back negativo è un argomento importante su cui poggia tutta la
endocrinologia.
Parliamo dell'ipofisi e del suo sviluppo embrionale:essa prende origine da due abbozzi
distinti:uno per il lobo anteriore,l'altro per il lobo posteriore.L'abbozzo del lobo
anteriore è rappresentato da un diverticolo ectodermico,originato dalla volta della
cavità orale primitiva.Questo abbozzo,nel portarsi in alto,si peduncolizza e si dispone
al davanti di una evaginazione del pavimento della vescicola diencefalica,l'infundibolo
che darà origine alla neuripofisi (lobo posteriore).L'ipofisi è situata al centro della base
cranica,nella sella turcica dell'osso sfenoide,dove è avvolta dalla dura madre che in
alto chiude la fossa ipofisaria,formando un setto orizzontale,diaframma della
sella,aperto al centro per dar passaggio al peduncolo ipofisario.L'ipofisi è formata da
due lobi:
-il lobo anteriore o adenoipofisi ,a sua volta costituito da: un lobo
anteriore,corrispondente alla maggior parte della massa ghiandolare,una parte
tuberale e una parte intermedia(lobo aintermedio)che forma una lamina separata in
avanti dalla parte distale per mezzo della fessura ipofisaria
-il lobo posteriore o neuroipofisi che è collegato con il pavimento del diencefalo per
mezzo del peduncolo ipofisario dove decorrono le fibre amieliniche,assoni di cellule
nervose situate in particolari nuclei ipotalamici (nucleo sopraottico,che si trova sopra
al tatto ottico, e nucleo paraventricolare).
Per quanto riguarda la vascolarizzazione dell'ipofisi,essa è particolare in quanto si
basa su un sistema portale,grazie al quale le sostanze attive (releasing hormons e
releasing factors) secrete dall'ipotalamo possono raggiungere l'adenoipofisi.
La parte intermedia tra l'ipofisi anteriore e l'ipofisi posteriore viene chiamata pars
intermedia.A volte può essere una cavità virtuale,a volte si possono formare delle cisti
ed essere causa di compressione del lobo anteriore o posteriore.Nella pars intermedia
vi è la più alta concentrazione di cellule deputate alla secrezione di ACTH,cellule che,in
tutta l'ipofisi,sono quantitativamente inferiori rispetto a tutte le altre.
Nuclei ipotalamici:
-nei nuclei sopraottico e paraventricolare si trovano cellule da cui si dipartono lunghi
assoni che raggiungono la neiuroipofisi e rilasciano il loro neurosecreto (vasopressina
o ADH e ossitocina) direttamente in circolo
-gli altri nuclei ipotalamici rilasciano invece il loro neurosecreto(releasing hormons)
nel circolo portale ipotalamo-ipofisario,al fine di regolare la secrezione degli ormoni
dell'ipofisi anteriore.Lecellule neuronali che producono questi releasing hormons sono
anch'esse delle cellule endocrine,neuroni che producono sostanze ad azione ormonale
(neuro-ormoni).
Se facciamo una sezione istologica dell'ipofisi anteriore,distinguiamo,in base alla
colorazione,tre tipi di cellule:
-cromofobe,cellule che si colorano poco,che tendono ad essere biancastre
-eosinofile,che sono affini per l'eosina,colorante acido.In genere esse sono quelle più
abbondanti e secernono GH (ormone della crescita) e prolattina
-basofile,che sono affini per l'ematossilina e che secernono TSH,LH,FSH
Tanto per ricordarvi il circolo portale ipotalamo-ipofisario,esso è così costituito : dal
circolo di Willis si dipartono le arterie ipofisarie superiori,che si capillarizzano nel
peduncolo dando origine a particolari grappoli di capillari.Questi ultimi si aprono in
venule che si portano nel lobo anteriore sboccando nei sinusoidi del lobo anteriore
stesso.E' a livello della rete capillare del peduncolo che si connettono gli assoni di
quei neuroni ipotalamici che producono i releasing hormons.
Andiamo a vedere uno per uno quali sono gli ormoni dell'adenoipofisi:
-Sono sei ormoni prodotti da cinque tipi cellulari altamente specializzati
-sono nella maggior parte peptidi o proteine che possono variare da 39 a 211
aminoacidi
-sulla base della struttura chimica,sono divisi in tre famiglie
Le famiglie sono le seguenti:
1) famiglia degli ormoni glicoproteici:sono proteine che,dopo essere state sintetizzate
a livello dei ribosomi,subiscono delle modificazioni post-traslazionali attraverso le
quali vengono attacati sulla superficie dei residui carboidratici.Essi conferiscono a tali
ormoni sia la potenza biologica e la reattività immunologica.Il contenuto in carboidrati
di questi ormoni può variare da individuo ad individuo e nell'individuo stesso a
seconda delle diverse condizioni di stimolazione.Sulla base di questi carboidrati si ha
la maggiore o minore affinità di questi ormoni per i loro recettori (Es che non c'entra
nienta con l'ipofisi :gonadotropina corionica,glicoproteina simile agli ormoni
ipofisari,prodotta dalla placenta durante i nove mesi della gravidanza,soprattutto
durante il primo trimeste,può avere un contenuto carboidratico maggiore o minore,a
seconda del quale avrà maggiore o minore affinità per il suo recettore e anche per il
recettore del TSH.In alcuni ca si la gonadotropina corionica può dterminare
ipertiroidismo qualora il livello dei residui carboidratici sia tale da mimare l'effetto del
TSH) .
Gli ormoni di questa famiglia sono :
*TSH o tireotropina :
-prodtto da cellule dette tireotrope che sono cellule basofile
-struttura = 200 aa
-bersaglio = tiroide (oggi si è scoperto che esso stimola anche le cellule del tessuto
adiposo)
-azione = stimolazione secrezione ormone tiroideo + proliferazione delle cellule tiroidee
*FSH o ormone follicolostimolante o follicotropina :
-prodotto da cellule dette gonadotrope,basofile
-struttura = 211 aa
-bersaglio = ovaioi e testicoli
-azione = sviluppo follicoli ovarici (quindi impotante per la funzione riproduttiva);
spermatogenesi;
sintesi ormoni steroidei gonadici (estradiolo e testosterone)
*LH o ormone luteinizzante :
-prodotto da cellule dette gonadotrope,basofile
-struttura = 211 aa
-bersaglio = ovaio e testicolo
-azione = ovulazione e sintesi ormoni degli steroidei gonadici (estradiolo e
testosterone).Questo ormone è più importante per la stimolazione della sintesi degli
ormoni gonadici mentre l'FSH lo è per quanto riguarda la funzione riproduttiva
(sviluppo follicoli ovarici e spermatogenesi).Per testare la funzionalità gonadica viene
richiesto l'esame di entrambi gli ormoni (FSH e LH)
2)famiglia degli ormoni sommatomammotropi,comprende due ormoni:
*GH o somatotropina:
-prodotto da cellule dette somatotrope,eosinofile
-struttura = 191 aa,senza residui di carboidrati
-bersaglio = numerosi organi e tessuti
-azione = crescita corporea, effetto su metabolismo glucidico e proteico (ecco perchè
viene anche usato nel doping)
*PROLATTINA
-prodotta da cellule dette lattotrope,eosinofile
-struttura = 198 aa,senza residui carboidratici
-bersaglio = mammella
-azione = secrezione mammaria di latte,in particolare stimola sintesi di proteine del
latte(albumina,lattoalbumina,...).Negli animali inferiori essa agisce come un ormone
ringiovanente
Poichè GH e prolattina sono sectreti da cellule simili,tumori a cellule GH secernenti
possono produrre anche prolattina.Questi tumori sono noti come tumori misti.
Non si sa se questo avvenga perchè il tumore,durante una fase di
sdifferenziazione,anche se benigno,acquisisce la capacità di secernere anche l'altro
ormone,oppure se vi siano cellule eosinofile all'interno dell'ipofsi capaci di produrre
entrambi gli ormoni.
3)famiglia della propiomelanocortina o POMC:si tratta di peptidi che hanno origine
diversa poichè viene prodotta prima una grande molecola di circa 265 aa detta pro
POMP che poi viene degradata in tre peptidi : il frammento N-terminale;l'ACTH,a sua
volta frammentato in CLIP e alpha-MSH,dove quest'ultimo deriva dalla porzione aminoterminale e in grado di stimolare i melanociti);beta-lipoproteine,da cui derivano le betaendorfine e le gamma-lipoproteine.Nel morbo di Addison vi è un difetto nella sintesi di
ormoni corticosurrenalici per cui all'aumento della concentrazione dell'ACTH fa
seguito un aumento dell'alpha-MSH con conseguente iperpigmentazione cutanea.
*ACTH o ormone adrenocorticotropo :
-prodotto da cellule ipofisarie dette corticotrope
-struttura = 39aa
-bersaglio = corticale del surrene
-azione =stimolazione della secrezione di cortisolo e androgeni
Nuclei ipotalamici e loro neurosecreti
Questi nuclei riversano il loro neurosecreto,con i loro assoni,a livello della prima rete
capillare,la quale si apre attraverso venule a livello della seconda rete capillare che
bagna le cellule dell'adenoipofisi che sono così stimolate a secernere i loro
ormoni.Questi releasing hormons sono:
*GHRH (growing hormon releasing hormon)
-prodotto da cellule del nucleo arcuato
-struttura= 44 aa
-bersaglio= cellule somatotrope dell'adenoipofisi
-azione= stimolazione della secrezione di GH
Test utilizzato per misurare il livello di GH sfrutta la stimolazione da GHRH sintetico
introdotto per via endovenosa.Questo test è detto test di stimol.Deficit di GH in seguito
a tale stimolazione si riscontano spesso in soggetti di bassa statura.
*TRH (tireotropic releasing hormon)
-prodotto dalle cellule del nucleo paraventricolare
-struttura= 3 aa
-bersaglio= cellule tireotrope
-azione = stimolazione della secrezione di TSH e prolattina
Ha un'emivita brevissima (circa 3 minuti).Nonostante sia così piccolo,non riesce ad
attraversare la membrana citoplasmatica,per cui richiede un recettore di superficie e
una via di trasduzione
Il test del TRH consiste nel soministrare TRH sintetico per via endovenosa,cui segue la
misurazione,ad intervalli di tempo di circa 15 minuti,dei livelli di TSH e prolattina che
aumentano.
*GnRH (gonadotropic releasing hormon)
-prodotto da cellule dell'area preottica e del nucleo arcuato prevalentemente
-struttura = 10 aa
-bersaglio= cellule gonadotrope
-azione= stimolazione della secrezione di LH ed FSH
*CRH (corticotropic releasing hormon)
-prodotto da cellule del nucleo paraventricolare
-struttura= 41 aa
-bersaglio= cellule corticotrope
-azione= stimolazione della secrezione di POMC che poi viene degradato per dare
ACTH,beta-lipoproteine
*GHIH (somatostatina)
-prodotto dalle cellule dell'ipotalamo anteriore
-struttura = 14 aa
-bersaglio=
-azione= effetto inibitorio sulla secrezione di GH e,in misura minore,di TSH
La somatostatina viene usata nella terapia dei tumori GH secernenti (condizione nota
con il termine di acromegalia),perchè la somatostaina blocca la secrezione di GH da
parte dei somatotropi.La somatostatina viene prodotta a partire da un precursore noto
come pre-pro-somatostatina,dal quale derivano la pro-somatostatina e il peptide
segnale,porzione aminoterminale,privo di attività biologica.La pro-somatostatina viene
ulteriormente ridotta a un frmmento di 28 aa noto come somatostatina 28 ed ancora
quest'ultimo viene ridotto a somatostatina 14 biologicamente attiva.
*PIF (prolacting inhibiting factor o dopamina)
-prodotto dalle cellule del nucleo arcuato
-struttura= è una catecolamina,deriva dalla modificazione della tirosina
-bersaglio=cellule lattotrope
-azione=inibizione secrezione prolattina e TSH in minor misura
Se si tagliasse il peduncolo ipofisario,tutti gli ormoni dell'ipofisi diminuirebbero,fatta
eccezione per la prolattina perchè essa è l'unico ormone ipofisario il cui fattore
ipotalamico ha azione inibitoria.Ciò si vede anche nelle patologie,per es a causa di un
tumore dell'aednoipofisi che comprime il peduncolo alterando l'afflusso di releasing
hormons ipotalamici,con il conseguente venir meno dell'inibizione della secrezione
della prolattina e aumento dei suoi livelli nonostante non ci siano cellule tumorali
prolattina-secernenti.Questo fenomeno è detto pseudoiperprolattinemia (termine che
lui usa ma che in realtà non gli piace!!!).
Meccanismo di feedback negativo
Prendiamo come esempio l'estradiolo,ormone secreto dall'ovaio.Esso è cpace di
inibire la secrezione di gonadotropina LH, che a sua volta stimola la sintesi di ormoni
sessuali steroidei e quindi anche l'estradiolo.Situazioni come la menopausa,in cui
diminuisce la produzione di estradiolo, vedono la diminuizione dell'inibizione a livello
adenoipofisario e con conseguente aumento della secrezione di LH ed FSH,quindi c'è
un tentativo di compenso attraverso cui l'LH dice all'ovaio di produrre più
estradiolo.Viceversa,un'iperproduzione di estradiolo comporta una inibizione di LH e
FSH al punto da divenire difficilmente dosabili.C'è continuamente una regolazione
oraria tra ormone prodotto dalle cellule bersaglio e ormone prodotto
dall'adenoipofisi,quindi se l'ormone della ghiandola periferica diminuisce,aumenta il
livello dell'ormone ipofisario e viceversa.Nelle forme subcliniche delle patologoe
endocrine è l'alterazione del livello dell'ormone adenoipofisario a perm ettere di fare
diagnosi,poichè molto spesso i valori dell'ormone prodotto dalla ghiandola periferica
rimangono nel range fisiologico.
Per alcuni ormoni,il circolo a feedback negativo coinvolge anche l'ipotalamo e anzi
molto spesso questo sembra avere più importanza del feedback negativo a carico
dell'adenoipofsi.Questo feedback,detto feedback lungo,fasì che l'ormone,nel nostro
caso l'estradiolo,inibisca direttamente i nuclei ipotalamici secernenti il GnRH con
conseguente riduzione della stimolazione dell'adenoipofisi,diminuizione del rilascio
dell'LH e ridotta stimolazione produzione di estradiolo a livello ovarico.L'LH ha una
secrezione pulsatile,ritmica,sale e scende sale e scende,e prorpio questa pulsatilità è
garantita dalla secrezione ogni 15 minuti circa di GnHRH ipotalamico.I nuclei
ipotalamici garantiscono tale ritmicità poichè sono sotto il controllo della corteccia
cerebrale.La perdita della pulsatilità della secrezione del GnRH,anche se i suoi livelli
sono gli stessi,viene a causare l'insorgenza di cicli anovulatori poichè viene meno la
stimolazione ritmica dell'ovaio.L'i mportanza dei centri cerebrali superiori nel regolare
la pulsatilità della secrezione di GnRH può essere messa in evidenza nel caso di una
ragazza che sia sotto stress,per il quale variando la stimolazione corticale a ivello
ipotalamico si perde la ritmicità di secrezione e in ultma analisi la stimolazione ovarica.
Anche altri ormoni hanno una loro ciclicità,un loro ritmo circadiano.Per esempio,il
GH,il TSH,la prolattina aumentano di notte,soprattutto durante il sonno rem.
Un ciclo esattamente opposto ce l'ha il Cortisolo che diminuisce in fase notturna,in
particolare intorno alla mezzanotte.Questo ritmo viene utilizzato per la diagnosi del
morbo di Cushing.
disfunzioni ipotalamo-ipofisarie
Innanzitutto distinguiamo malattie ipotalamiche e malattie ipofisarie.Queste ulltime
vengono ulteriormente distinte in :
-malattie da ipersecrezione ormonale (tumori ipofisari secernenti)
-malattie da iposecrezione ormonale,a loro volta distinte in:
*defici di ormoni isolati
*panipopituitarismo (difetto di tutti gli ormoni ipofisari,inclusi quelli dell'ipofisi
posteriore,anche se in genere il termine è sininimo di difetto degli ormoni
del'adenoipofisi)
Condizoni di ipo- e iper-secrezione posssono coesistere a causa dell'anatomia della
sella turcica,per cui un tumore GH secernente può portare a iperproduzione di questo
ultimo associato a ridotta secrezione degli altri ormoni adenoipofisari a seguito della
atrofia da compressione che la massa tumorale esercita sulla ghiandola ipofisaria
circostante.
I tumori della ipofisi possonoessere classificati in diversi modi:
-micro adenomi (inferiori ai 10 mm)
-macro adenomi (maggiori di 10 mm),a loro volta distinti in intra o extra sellari
Sia i micro che i macro possono essere invasivi o non invasivi.
Se il micro adenoma si trova perifericamente nell'ambito della ipofisi,può determinare
erosione del pavcimento e delle pareti della sella turcica,cosicchè si venga a creare
una comunicazione con i seni paranasali,con perdita di liquor dal naso stesso.Questo
fenomeno è detto rinoliquorrea.
I macro adenomi oltre a causare atrofia da compressione delle cellule ipofisarie
vicine,sono più spesso associati ad invasione ossea e a compressione dlle struture
poste sopra la sella turcica,in particolar modo il chiasma del nervo
ottico,determinando così atrofia delle fibre mediali del tratto ottico con conseguente
riduzione del campo visivo,condizione questa nota con il terminedi emianopsia
bilaterale.La sintomatologia che consegue a un tumore,anche bnigno,che si espande
nella sella turcica,è rappresentata da:
-cefalea,dovuta a stiramento della dura madre
-difetti del campo visivo (vedi sopra)
-paralisi dei nervi cranici,attraverso l'invasione dei seni cavernosi
-rinoliquorrea
I tumori ipofisari si distinguono ancora in :
-secernenti,il 50% dei quali sono prolattinomi,il 25 % GH secernenti,il 10% ACTH
secernenti,raramente TSH secernenti
-il 25% è rappreentato da tumori non secernenti a cellule cromofobe o a cellule che
durante la sdifferenziazione hanno prso la capacità secernente.Sono tumori che danno
problemi perchè occupano spazio e causano compressione sia locale che sull'ipofisi
circostante con conseguente ipopituitarismo.
Il 10% delle persone che manfestano mal di testa non responsivi ai FANS,all'esame
radiografico presentano microadenomi,il 50% dei quali è prolattina secernenti.
Tra i tumori non ipofisari vanno ricordati:
-craniofaringioma
-meningioma
-gliomi
-tumori metastatici
-ependimomi
Il 98% dei tumori dell'ipofisi sono tumori benigni.
Regolazione endocrina della crescita
-Il processo di accrescimento è influenzato da fattori genetici,nutrizionali(es
malassorbimenti),endocrini(rari),psicologici
-l'ormoneGH è il più importante regolatore della crescita corporea post-nataleNel feto
l'azione del GH è sostituita dall'IGF 2 e ,in minor misura,dall'insulina.
Vediamo nellospecifico il GH:
-struttura = 191 aa
-emivita = 25 minuti
-prodotto dalle cellule acidofile dell'adenoipofisi che rappresentano il 30-50% delle
cellule dell'adenoipofisi stessa
-l'unico gene funzionale per il GH mappa sul braccio lungo del cromosoma 17,nel quale
si riscontrano circa dieci pseudogeni che durante l'evoluzione hanno perso la loro
funzionalità e la capaità secretiva
-principale fattore di trascrizione indotto dal GHRH ipotalamico è il PIT-1 (pituitary
one),in comune con il TSh e la prolattina.Mutazionin a carico di tale fattore sono
associati a ipotiroidismo centrale o ipofisario,ridotta secrezione e rilascio di GH e
prolattina
-il GH deriva da un precursore noto come pre-GH,dal quale originano tre
frammenti:GH,peptide segnale,un altre peptide non funzionante.
Regolazione della secrezione ipofisaria del GH
Il GH agisce prevalentemente a livello epatico dove stimola la sintesi di IGF-1,il quale
agisce su tutti i tessuti legandosi a recettori molto simili a quelli dell'insulinaanzi,in
alcuni casi vi sono recettori ibridi sensibili sia a IGF-1 che all'insulina.I meccanismi di
crescita e prliferazione indotti dal GH sono mediati dall'IGF-1,mentre invece il GH da
solo sembra essere imlicato nella stimolazione metabolica glucidica e proteica.La
regolazione mediante feedback negativo ipofisario-ipotalamico è a carico dell'IGF-1
prodotto dal fegato,il quale,in virtù di tale produzione,diventa una ghiandola endocrina
a tutti gli effetti.Il feedback negativo fa sì che all'aumento di IGF-1 faccia seguito una
diminuizione del GH ipofisario e del GHRH ipotalamico e un aumento del rilascio della
somatostatina ipotalamica.
I fattori che regolano la secrezione di GH sono:
-stress
-sonno
-esercizio fisico (soggetti allenati hanno livelli di base di GH superiori alla norma)
-glicemia
-età (si parla infati di somatopausa nell'anziano,a sottolineare come i valori di GH
diminuiscano progressivamente con l'età)
Relativamente alla glicemia,il GH insieme con TSH,cortisolo,adrenalina e
glucgone,agisce come ormone iperglicemizzante e controregolatre dell'azione
ipoglicemizzante indotta dall'insulina.La glicemia a sua volta agisce con feedback
negativo sul GH,per cui ad un aumento del glucosio ematico fa seguito una
diminuizione di GH.C'è un test che si fa per vedere se il GH misurato alto è alto per
davvero e quindi associato a un quadro di ipersecrezione con conseguente
acromegalia,oppure se è un GH falsamente elevato.Questo test è il test diinibizione che
si fa somministrando glucosio:si fa bere al soggeto una soluzione glucosata contenete
75 grammi di glucosio e si misura il GH a intervalli di 30,50,70 minuti.Per azione del
feedback negativo,l'iperglicemia inibisce il rilascio di GH,quadro questo di falsa
iperproduzione di GH nonriscontrabile in caso di adenocarcinomi GH secernenti non
responsivi al carico di glucosio.
Ci sono delle molecole dette GH secretagoghi prodotte artificialmente,che sono in
grado di stimolare il GH endocrino dopo essere state somministrate per via orale.Sono
dunque capaci diun'azione GH liberatoria in vivo.Esse agiscono tramite recettori
distinti da quelli del GHRH.Tali molecole di natura peptidica e non sono:
-GHRP 6
-GHRP 1
-GHRP 2
-HEXARENIL
Il fatto che tali sostanze non agiscano attraverso recettori GHRH ha portato alla
scoperta di una classe di recettori definiti Orfani,i quali stimolano il rilascio di GH am
non legano il GHRH.Il ligando naturale di questi recettori ipofisari è la grelina,peptide
di 28 aa secreto da cellule enteroendocrine dllo stomaco e del tratto
gastrointestinale.La grelina origina da un precursore detto pre-pro-grelina,da cui
origina la pro-grelina e un peptide segnale,e dalla pro-grelina origina la grelina
biologicamente attiva.La grelina è coinvolta nella regolazione dell'appetito in
antagonismo con la leptina,in particolare la grelina ha attività oressigenica,cioè stimola
l'appetito.Inibitori dell grelina potrebbero avere effetto dimagrante.La leptina è prodotta
dalle cellule adipose soprattutto e agisce inibendo l'appetito.Lo stato di digiuno
inibisce la leptina e stimola la secrezione di grelina da parte dello stomaco.La grelina
attraverso il legame a recettori diversi da quelli del GHRH stimola l'ipofisi a rilasciare
GH,favorendo quindi la crescita.
Vediamo l'IGF-1:
L'IGH essendo una molecola di circa 200 aa necessita di un recettore di
superficie,associato a eondi messaggeri,per la trasduzione del segnale.Questi secondi
messaggeri indurranno la sintesi epatica di IGF-1 il quale si trova in circolo sia in
forma libera che legato a proteine di traporto (sono 6 binding proteinsche altro non
sono che frammenti del recettore dell'IGF-1 che si staccano e vanno in circolo con
questo ultimo.Essi sono la parte extracellulare del recettore.)Ilrecettore dell'IGF è un
peptide che fa parte della famiglia dei recettori dell'insulina che sono recettori dimerici
formati da una subunità alpha e una beta e che utilizzano la cascata fosforilazione di
residui tirosinici per la trasduzione del segnale.,la quale termina con l'induzione della
sintesi di proteine e fattori coinvolti nella crecsita e nella proliferazione cellulare.L'IGF1 è un importante fattore di crescita cellulare anche nell'adulto ed inoltreun importante
fattore di crescita comune a vari tipi di tumori in associazione a fattori tessutospecifici quali : EGF nel tumore del polmone,TSH nei tumori tiroidei,estrogeni nel
tumore della mammella,androgeni nei tumori della prostata.C'è una teoria che dice che
i tumori crescono perchè hanno almeno 2 fattori di crescita che li alimentano,dei quali
uno è in comune e uno è tessuto-specifico.
Vediamo i tessuti bersaglio dell'azionedell'IGF-1:
-osso = proliferazione cartilagini epifisarie
-tessuto connettivo = proliferazione
-visceri = crescita (ipertrofia e iperplasia)
L'azione combinata su tali tessuti bersaglio determina una crecsita armonica del
soggetto.
Fra gli effetti diretti del GH abbiamo quelli sul metabolismo di glucidi e lipidi;sul
tessuto lipidico esplica un'azione lipolitica,per cuièusatocome ormone dimagrante in
associazione con l'azone anabolizzante sul muscolo scheletrico.Tra gli effetti indireti
ricordiamo ancora la stimolazione epaticaperla sintesi di IGF-1,il quale agisce sulla
struttura ossea inducendone la proliferazione.
Ci sono altri fattori ad influenzare la crescita:
-insulina> utilizzando il recettore per l'IGF stimola la sintesi proteica
-TSH>favorisce la crecsita muscolare;induce differenziamento cerebrale;stimola la
secrezione di GH
-Androgeni> hanno azione anabolizzante;sinergia con il GH durante la
crescita;promozione chiusura della piastra epifisaria
-Estrogeni>pomozione della chiusura della piastra ipofisaria
una madre che sviluppa un diabete durante la gravidanza presenta rischio elavato di
macrosomia del feto(peso superiore a 4 kg).
il soggetto ipotiroideo non riconosciuto presenta oltre che una ridotta crescita anche
deficit mentali(cretinismo).la chiusura delle piastre epifisarie è dovuta anche nell'uomo
all'azione degli estrogeni che sono prodotti localmente a livello della piastra per azione
dell'enzima aromatasi che converte il testosterone in estradiolo. questo processo va
sotto il nome di aromatizzazione. deficit degli alpha recettoridegli estrogeni causano
non chiusura delle piastre.in particolare soggetti con omozigosi composta per recettori
mutati presentano infertilità e statura oltre i 2 metri e infine elevati livelli di estradiolo.
Inibitori della aromatasi vengono oggi usta per la terapia del cancro della mammella.
-Glucocorticoidi> inibizione crescita
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

biologia

5 Carte patty28

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard