File

advertisement
2
(therapéia- da therapon: servire, essere utile)
“ciò che cura……”
intervento mirato
personalizzato
volto a migliorare
la salute
dell’individuo
(pharmacon)
sostanza con
proprietà
terapeutiche
3
RESPONSABILITA’ DEGLI INFERMIERI 1
“… Il campo proprio di attività e di responsabilità
delle professioni sanitarie…..
è determinato dai contenuti dei decreti ministeriali
istituiti dai relativi profili professionali e
dagli ordinamenti didattici
dei rispettivi corsi…….
nonché dagli specifici codici deontologici…….
(Legge 24 febbraio 1999 n.42)
4
RESPONSABILITA’ DEGLI INFERMIERI 2
L’infermiere:
 garantisce la corretta applicazione
delle prescrizioni diagnosticoterapeutiche….
(D.M. 739/14 settembre 1994)
 si assume la responsabilità
dell’esercizio delle abilità cognitive
e tecniche che dimostra…
(codice deontologico)
5
RESPONSABILITA’ DEGLI INFERMIERI 3
 Conoscere i farmaci : effetti (terapeutici e
collaterali), modalità di somministrazione e
conservazione
 Valutare le condizioni cliniche del paziente e la
loro evoluzione
 Monitorare gli effetti dei farmaci rilevando
precocemente eventuali effetti indesiderati
 Informare i pazienti ed educare alla gestione della
terapia
6
RESPONSABILITA’ DEGLI INFERMIERI 4
Prescrizione del medico:
 richiedere chiarimenti se dubbia
 se permangono dubbi su appropriatezza
consultare capo sala /colleghi esperti
 possibilità di rifiutare la somministrazione,
sapendo sostenerne le motivazioni, se pericolo per
la sicurezza del paziente
Diritti dei pazienti
 conoscere tipologia ed effetti dei farmaci che
assume
 ricevere una somministrazione sicura ed
appropriata
 rifiutare i farmaci (il medico deve essere
informato)
7
NORME DI SICUREZZA 1
1.
Giusto paziente
2.
Giusto farmaco
3.
Giusta dose
4.
Giusta via di somministrazione
5.
Giusto orario di somministrazione
6.
Giusta registrazione
8
NORME DI SICUREZZA 2
 Farmaco prodotto in dosaggi diversi
 Scelta del farmaco non corretto (es.: farmaci con
nomi simili, sostituzioni tra farmaci con diversi
nomi commerciali… )
 Prescrizione scorretta, incompleta….
 Farmaci somministrati da persona diversa da chi li
ha preparati
 Trascrizioni errate
 ………
9
NORME DI SICUREZZA 3
 verificare la chiarezza di ogni prescrizione
 rispettare le “ 5 /6 regole con la G”
 verificare se allergie
 non somministrare soluzioni non limpide (occorre
sapere come abitualmente si presenta quel
farmaco)
 non somministrare farmaci prelevati da contenitori
non sigillati, non etichettati o con indicazioni
illeggibili
 verificare scadenze farmaci e loro corretta
conservazione
 verificare capacità del paziente per decidere grado
di autogestione (prevenire “dimenticanze”)
 verificare se problemi di deglutizione e aiutare la
persona per la somministrazione orale
 non somministrare farmaci preparati da altri
 documentare con precisione l’avvenuta o mancata
somministrazione
 comunicare tempestivamente al medico eventuali
errori (per “rimediare” il tempo può essere
prezioso….)
10
FATTORI CHE INFLUENZANO
L’AZIONE DEI FARMACI

età
modificazioni fisiologiche legate all’età (es.:diminuzione
motilità gastrica e intestinale) o alterazioni dovute a
patologie croniche (es.: insufficienza renale, epatica...)

peso/altezza
dosaggio in relazione a parametri antropometrici

sesso
differenza tessuto adiposo e acqua e
liposolubilità/idrosolubilità farmaci

fattori genetici
idiosincrasia: risposta diversa da quella attesa

ora di somministrazione
ad esempio somministrazione a stomaco vuoto

funzionalità organi e apparati
effetti da accumulo per insufficienza renale o epatica
alterata distribuzione ai tessuti per insufficienza
cardiocircolatoria

stato psicologico
specie per farmaci psicoattivi (accettazione, fiducia negli
operatori…)
11
ACCERTAMENTO
Iniziale sul paziente
 storia farmacologia
- farmaci assunti a domicilio ed eventuali problemi
 allergie o altri effetti non desiderati della terapia
 storia clinica: anche per individuare rischi ( tossicità,
difficoltà di assunzione…)
 gravidanza/ allattamento
Prima /durante /dopo la somministrazione
 avere chiarezza sulla terapia “complessiva” del paziente
 verificare relazioni tra terapia e dieta/liquidi (es.: insulina,
diuretici)
 valori esami di laboratorio: da cui dipendono prescrizioni di
farmaci o modificazioni del dosaggio
 accertamento fisico: capacità di deglutizione, massa
muscolare, accessi venosi, motilità gastrointestinale,
parametri vitali, funzionalità organi e apparati per
monitorare efficacia terapia e/o effetti indesiderati
 conoscenze/compliance del paziente alla terapia
12
LA PRESCRIZIONE






nome del paziente ( o cartella clinica personale)
nome del farmaco e dosaggio
quantità
forma farmaceutica
frequenza
via di somministrazione (talvolta implicita)
 in alcuni casi tempo di somministrazione (per 3 gg)
 firma del medico
Lasix 25 mg 1 cp x 2 (per os)
TIPI DI PRESCRIZIONE
 permanente (salvo modifiche)
 “al bisogno” (discrezionalità infermiere)
 “singola” (una tantum)
 d’ urgenza
 telefonica o verbale (in seguito registrata su documentazione)
13
SISTEMI DI DISTRIBUZIONE DEI FARMACI
 Dalla farmacia
agli armadi
al carrello dei farmaci…..
 Dosi individuali giornaliere
(collaborazione farmacista- infermieri)
parziale autosomministrazione
 Autosomministrazione
contenitori individuali
(specie per alcuni farmaci da assumere
immediatamente al bisogno)
Scarica