Cielo di Febbraio 2015

annuncio pubblicitario
Cielo di Febbraio 2015
(La mappa è ottimizzata per il giorno 14 del mese alle h. 22:00)
SOLE
1 febbraio
15 febbraio
28 febbraio
Sorge
7:25
7:08
6:49
LUNA
Tramonta
17:26
17:44
18:00
4 febbraio
12 febbraio
19 febbraio
25 febbraio
Luna Piena
Ultimo Quarto
Luna Nuova
Primo Quarto
00h 09m
04h 50m
00h 47m
18h 14m
(Gli orari indicati sono espressi in Tempo Medio dell’Europa Centrale e sono validi per una località alla
latitudine media italiana)
Crediti: INAF TV e Cielo del mese UAI per il testo, Heavens-Above.com per la mappa del cielo
Costellazioni
Nelle sere di febbraio c’è una coppia di oggetti celesti che possono essere osservati abbastanza agevolmente,
anche solo con l’ausilio di un piccolo binocolo, nel cielo in direzione del sud. Sono due ammassi stellari del
catalogo dell’astronomo Charles Messier: M46 e M47.
Seppure il secondo sia composto da una cinquantina di stelle e dunque uno degli ammassi aperti meno
densamente popolati, è decisamente il più brillante della coppia. Questo perché, anche se M46 è composto
da almeno 500 stelle, dieci volte più di M47, la sua distanza rispetto a noi è molto maggiore, circa 5500 anni
luce contro appena 1600.
Messier 47, che si trova in direzione della costellazione della Poppa, è stato notato per la prima volta nel XVII
secolo dall’astronomo italiano Giovanni Battista Hodierna e successivamente scoperto indipendentemente
dal Charles Messier.
Ma diamo ora una sguardo al cielo notturno di febbraio.
Rimanendo con lo sguardo al sud, troviamo il Cane Maggiore con la scintillante stella Sirio, l’Unicorno, il Cane
Minore con la luminosa Procione, il Cancro e l’Idra.
Verso ovest spicca il Toro con le Pleiadi. In quella direzione si possono ammirare anche Orione, l’Auriga,
Perseo e i Gemelli.
Verso nord ruotano attorno alla Stella Polare il Drago, l’Orsa Maggiore, la Giraffa, Cassiopea e Cefeo.
Verso est il Leone è alto in cielo, mentre più in basso sorgono la Vergine affiancata dalla Chioma di Berenice
e Boote con la sua brillante stella Arturo.
Pianeti
Per quanto riguarda i pianeti, Mercurio torna visibile sul fare del giorno, assai basso sull’orizzonte orientale.
Venere a inizio mese tramonta circa un paio d’ore dopo il Sole e col passare dei giorni questi intervallo
aumenta sensibilmente. Sarà quindi sempre più facile osservarlo verso ovest al crepuscolo.
Ricordiamo che la sera del 21 febbraio il pianeta sarà in congiunzione con Marte, le cui condizioni di
osservabilità sono piuttosto simili.
Dunque il pianeta rosso sarà visibile nelle prime ore della sera, basso sull’orizzonte occidentale.
Giove è ancora in grande evidenza in questo mese. Il 6 è in opposizione al Sole, rimanendo così osservabile
per tutta la notte. Sorge ad est nelle prime ore della sera, culmina a sud intorno alla mezzanotte, per
tramontare ad occidente nelle ore che precedono l’alba.
Saturno sorge nel corso delle ultime ore della notte ed è facilmente osservabile in direzione sud-est prima
dell’alba.
Congiunzioni
Concludiamo, come di consueto, con la Luna che sarà Piena il 4 e Nuova il 19. Luna che a febbraio sarà in
congiunzione con Giove nella notte tra il 3 e il 4 e con Saturno all’alba del 13.
Sempre la Luna, la sera del 20 sarà molto vicina a Venere e Marte, creando uno splendido terzetto celeste.
Da non perdere poi la stretta congiunzione tra i due pianeti, che si verifica la sera del giorno seguente, il 21,
in direzione dell’orizzonte occidentale
Meteore
Nessuno sciame di rilievo in questo mese.
Crediti: INAF TV e Cielo del mese UAI per il testo, Heavens-Above.com per la mappa del cielo
Scarica
Random flashcards
creare flashcard