Questionario Epidemiologico

advertisement
Centro Di Ossigenoterapia Iperbarica MPM
Via Tranquillo Cremona 8 - 40137 Bologna
I barotraumi dell’orecchio interno:
Questionario anamnestico per indagine epidemiologica
Gentile Subacqueo,
il barotrauma dell’orecchio interno è la meno conosciuta fra le possibili
conseguenze della ritardata compensazione dell’orecchio medio durante
un’immersione subacquea, sia in apnea che con autorespiratori.
L’insorgenza di un barotrauma dell’orecchio interno comporta alterazioni
anatomo-funzionali della coclea e/o del labirinto posteriore accompagnate
dalla comparsa di sintomi specifici, detti vestibolo-cocleari.
I sintomi vestibolo-cocleari che possono interessare i subacquei sono:
 Ipoacusia Neurosensoriale (Riduzione dell’udito)
 Acufene (Percezione di un fastidioso rumore di fondo, non giustificato
dalla presenza di alcuna sorgente sonora)
 Vertigine Alternobarica (Sensazione di vertigine conseguente a
variazioni di profondità)
I sintomi vestibolo-cocleari possono andare incontro a risoluzione spontanea,
così come possono cronicizzare, persistendo a tempo indeterminato.
Sappi sin d’ora che il più importante fattore prognostico favorevole per la
sintomatologia vestibolo-cocleare conseguente ad un barotrauma
dell’orecchio interno è la precocità della diagnosi e dell’inizio della
opportuna terapia!
Dai dati in nostro possesso è ragionevole supporre che l’incidenza dei
barotraumi dell’orecchio interno sia alquanto sottostimata rispetto alla
realtà, a causa della mancanza di un loro adeguato inquadramento clinico.
Ciò significa che, ancora oggi, l’incidente da barotrauma dell’orecchio
interno ha poche probabilità di essere riconosciuto, se non con grave ritardo
rispetto ai tempi ottimali per intraprendere un percorso terapeutico
adeguato ed efficace.
Abbiamo realizzato due importanti progetti rivolti a favorire la diffusione, fra
i subacquei, di informazioni corrette riguardo ai barotraumi dell’orecchio
interno ed a raccogliere dati, preziosi, per un più preciso inquadramento
clinico ed epidemiologico del suddetto fenomeno.
 Pubblicazione del libro
“L’orecchio in immersione”
unico testo, destinato
ai subacquei, che affronti in maniera compiuta le molteplici problematiche
dell’apparato uditivo nel corso dell’immersione, sia in apnea che con
autorespiratori.
(Casa Editrice La Mandragora, www.editrcelamandragora.it)
 Realizzazione del
Questionario Anamnestico Per Indagine Epidemiologica
che ti è stato inviato.
Ha creduto nel nostro lavoro
FIPSAS Comitato regionale dell’Emilia Romagna
che ha offerto al Dott. Ferruccio Di Donato lo spazio per una comunicazione
rivolta a tutti gli Istruttori, riuniti a Bologna, per il primo corso di
aggiornamento didattico.
Partecipa anche Tu alla nostra iniziativa!
Pochi minuti del tuo tempo, dedicati alla attenta compilazione del
questionario che segue daranno un importante contributo al nostro lavoro,
rivolto a rendere l’immersione subacquea sempre più sicura e divertente.
Ferruccio Di Donato
Dott.
Regole per la compilazione
ATTENZIONE!!! La lettura della “regole per la compilazione” richiede pochi minuti.
Leggile attentamente ed attieniti scrupolosamente alle istruzioni.
La mancanza, anche di pochi dati, può rendere inutilizzabile il questionario!
Il questionario è diviso in 5 sezioni. Le sez. 1, 2, 3 vengono riportate di seguito, su questo stesso
documento word; Tutti devono compilarle.
Le sez. 4 e 5 si trovano sull’altro documento word, che hai ricevuto in allegato alla e-mail. Le sez.
4 e 5 devono essere compilate solo se si risponde in modo affermativo ad almeno una delle
domande della sez. 3.
La sez. 1 richiede i tuoi dati anagrafici ed il tuo curriculum subacqueo. Per il trattamento dei dati
anagrafici è necessario il consenso, in conformità a quanto stabilito dalla legge sulla privacy.
Qualora tu intenda autorizzare il trattamento dei tuoi dati, CLICCA la finestra relativa al consenso
che chiude la parte anagrafica della sez. 1.
Qualora tu non intenda autorizzare il trattamento dei tuoi dati, NON CLICCARE nella finestra relativa
al consenso che chiude la parte anagrafica della sez. 1.
NOTA BENE: le voci NOME COGNOME E DATA DI NASCITA devono in ogni caso essere compilate,
eventualmente utilizzando dati di fantasia, per consentire la corretta archiviazione del questionario.
Le sez. 2 e 3 richiedono informazioni generiche circa le tecniche di compensazione utilizzate e
l’eventuale insorgenza di sintomi compatibili con il barotrauma dell’orecchio interno. La
compilazione si effettua ciccando nella zona colorata sotto alla domanda, quindi scegliendo una
risposta.
Nota Bene:
Ad ogni domanda è possibile rispondere fornendo una sola risposta.
Sezione 1: Dati personali
Anagrafica
Nome
Cognome
Luogo di nascita
Indirizzo
Comune
Telefono
e-mail
Data di nascita
Provincia
Fax
Cellulare
Autorizzo il trattamento dei dati personali.
Firma
Curriculum subacqueo
Brevetto posseduto
N° immersioni/anno
N° immersioni totale
AUTORESPIRATORI
AUTORESPIRATORI
APNEA
APNEA
Sezione 2: La compensazione
1. La compensazione dell’orecchio medio ti risulta difficoltosa?
2. Quali manovre di compensazione usi preferenzialmente?
se altro, cosa:
3. Esegui manovre di compensazione volontaria in risalita?
se altro, cosa:
Sezione 3: Anamnesi generale
Ti è mai accaduto di:
1. Accusare vertigini durante una immersione?
2. Accusare vertigini dopo una immersione?
3. Accusare una riduzione dell’udito dopo una immersione?
4. Avvertire un fischio o un ronzio dopo una immersione?

La risposta affermativa ad 1 o più domande della sez. 3
comporta il passaggio alle sez. successive.
 Le sezioni 4, 5, sono denominate “Rapporto Incidente” in quanto raccolgono dati
relativi ad un possibile Barotrauma dell’Orecchio Interno.
 È indispensabile ripetere la compilazione delle voci NOME, COGNOME e DATA DI
NASCITA per consentire la corretta archiviazione dei dati.
 Nel caso che la sintomatologia sia insorta in immersione con vertigine, per poi
proseguire dopo l’emersione con qual si voglia dei sintomi vestibolo-cocleari è
necessario compilare, per il medesimo incidente, la sez. 4 e la sez. 5 .
 Nel caso di sintomi comparsi e risolti nel corso della immersione compila solo la sez. 4;
viceversa per la sintomatologia comparsa dopo l’immersione compila solo la sez. 5.
 Ogni incidente descritto alle sez. 4 e 5 deve essere contrassegnato da un numero
progressivo (N°incidente) e dalla data.
 Poiché lo stesso evento può richiedere la compilazione di più sezioni occorre
identificarlo utilizzando lo stesso numero progressivo (N° incidente) e la stessa data.
 Se non ricordi la data con precisione indica solo l’anno e, se possibile, il mese in cui si è
verificato l’evento.
"Diritti di diffusione e pubblicazione, traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e adattamento, totale o parziale
con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i paesi"
Scarica