Nome comune: CERIANTO (Inglese: ) Specie: Cerianthus

annuncio pubblicitario
Nome comune: CERIANTO (Inglese: )
Specie: Cerianthus membranaceus
Ordine: Ceriantari (Ceriantharia)
Classe: Antozoi (Anthozoa)
Philum: Celenterati (Coelenterata)
A cura di Stefania Busatta
CARATTERISTICHE
Questi animali sono degli invertebrati, assolutamente privi, quindi, di una struttura scheletrica
che li sostenga. La semplicità del corpo dei Celenterati è considerata un carattere primitivo ed è
da collegare ad uno dei primi tentativi di organizzare le cellule in modo più complessa (da
monocellulare a pluricellulare).
Il corpo è rappresentato da un semplice sacco, la cui cavità funziona da intestino; vi è un’unica
apertura che permette al cibo di entrare e di uscire. Questa è circondata da centinaia di tentacoli
che direzionano il cibo verso l’apertura boccale. A differenza di quanto avviene nelle altre
Classi, il corpo degli Antozoi è permanentemente ancorato allo strato sottostante (sono cioè
rappresentati esclusivamente da polipi, e non anche dalle meduse).
Il cerianto è alto circa 30 cm.
VITA E ABITUDINI
Il cerianto, ricorda l’attinia, vive nel mare a profondità di 20-40 metri, infitto nella sabbia. Non
forma colonie e vive solitario.
I polipi, appartenenti a questo Ordine, si riproducono per via sessuata. Questa può originare
dall’incontro di cellule provenienti da individui diversi o dallo stesso individuo. In particolare, i
cerianti sono ermafroditi, poiché la riproduzione sessuata avviene mediante l’incontro di cellule
originate dal medesimo soggetto.
Il movimento continuo dei molti tentacoli crea delle correnti che direzionano il cibo (piccoli
animali, crostacei e molluschi) verso l’apertura boccale.
DOVE E’ POSSIBILE INCONTRARE IL CERIANTO
Questi animali sono presenti nei mari tropicali, in acque profonde o di superficie. In particolare,
il Cerianthus membranaceus vive nel Mar Mediterraneo.
CURIOSITA’
Sotto il punto di vista evolutivo questi animali sono estremamente interessanti. Probabilmente
sono una delle espressioni più primitive in relazione alla presenza solo della fase sessile, non
mobile, (polipo) e non anche di quella mobile (medusa); altre caratteristiche (i tentacoli cavi, la
struttura interna del corpo,…) li fanno invece apparire come una forma particolarmente
evoluta.
Scarica
Random flashcards
Present simple

2 Carte lambertigiorgia

CIAO

2 Carte oauth2_google_78a5e90c-1db5-4c66-ac49-80a9ce213cb9

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

emilia

2 Carte oauth2_google_f0da50e0-d873-4248-914c-e782ffe4831d

Materie scolastiche

5 Carte oauth2_google_895b90d3-243e-4864-a00b-983aa56e33c4

creare flashcard