SOLIDARIETA` E SVILUPPO

annuncio pubblicitario
Un progetto per
Associazione Missionaria
«SOLIDARIETA’ E SVILUPPO»
VIAGGIO DI SOLIDARIETA’ a CAPOVERDE
“Il nuovo dialogo tra i popoli per costruire la pace passa attraverso la solidarietà
nella convinzione che l’umanità è una sola”
Padre Ottavio Fasano
1
CABO VERDE
2
CAPOVERDE IN BREVE
SUPERFICIE
POPOLAZIONE
CAPITALE/CONTINENTE
4.033 kmq
429.474 (2009)
Praia
CONFINI
Situato a circa 500 km dalle coste senegalesi
nell'oceano Atlantico settentrionale, al largo
dell'Africa Occidentale.
POPOLI
Molteplici etnie immigrate dall’Africa e dall’Europa:
popolazione Creola di Capoverde.
ORA LOCALE
GMT= -1
LINGUA
Portoghese
RELIGIONE
90% cattolici. Sono presenti comunità cristiane
protestanti, buddiste e musulmane.
VALUTA
Escudo Capoverdiano
CORRENTE & PRESE
220 V – 50 Hz ; spine tipologia C ed F: europee a 2
poli con lamelle tonde.
3
CAPOVERDE
IN BREVE
PREFISSO TELEFONICO
+238
SIGLA AUTO
CV
INNO NAZIONALE
Cantico de Libertade
CLIMA
Tropicale secco; escursione termica mai oltre i
10 gradi. Nelle isole montuose il clima è più
umido e la stagione delle piogge va da
settembre e ottobre; le isole più turistiche, Sal,
Boa Vista e eMaio sono decisamente più
secche e toca
VACCINAZIONI
Nessuna obbligatoria.
DOC ESPATRIO (ITALIANI)
Passaporto con una validità minima di sei
mesi.
VISTO (ITALIANI)
Necessario.
4
REPUBLICA DE CABO VERDE
Capo Verde (in portoghese: Cabo Verde)
è un arcipelago di dieci isole di origine vulcanica, situato a circa 500 km dalle coste senegalesi nell’Oceano
Atlantico settentrionale, al largo dell’Africa Occidentale.
Il patrimonio naturale di questo arcipelago - costituito da un alternarsi di spiagge bianche incontaminate, deserti e
valli verdissime è stato solo di recente scoperto dagli operatori internazionali che hanno aperto le porte di Capo
Verde al turismo.
Superficie
Con una superficie totale di 4.033 km² Capo Verde è uno dei cinque arcipelaghi atlantici della
cosiddetta MACARONESIA che comprende anche le AZZORRE, MADEIRA le CANARIE e le
SELVAGGE.
Abitanti
Secondo i dati censuari del 2005, solo 3 città di Capo Verde contano più di 10 000 abitanti; si tratta
della capitale Praia che conta 113.364 abitanti, Mindelo circa 70.611 e Santa Maria che ne conta
17.231. Mindelo è la capitale culturale dell'arcipelago.
5
Clima
Il clima a Capo Verde è di tipo tropicale secco, con una temperatura media che oscilla tutto l'anno intorno ai
26 °C; l’escursione termica, tra massime e minime, non supera mai i 10°, mentre in mare la temperatura
dell'acqua oscilla fra i 21° e i 26 °C. Nelle isole montuose come Santiago, Santo Antão, São Nicolau e Fogo
il sole domina quasi tutto l'anno, mentre il breve periodo delle piogge va da fine Agosto a Settembre/
Ottobre. Boa Vista, Sal e Maio, offrono invece un clima nettamente più secco, dovuto ai venti caldi
provenienti dal Sahara.
Lingue
La lingua ufficiale dello Stato è il portoghese, ma più diffuso è il creolo capoverdiano, una lingua creola
derivata dal portoghese. Il francese è insegnato nelle scuole come lingua straniera in quanto Capo Verde è
stato membro dell’Organizzazione Internazionale Francofona.
Popolazione
La popolazione di Capo Verde è una mescolanza di diversissime etnie
immigrate, sia africane che europee, che nei secoli hanno dato vita ad
un'etnia unica e del tutto a sé stante, che non ha eguali in Africa: la
creola di Capo Verde.
6
Religioni
La maggior parte della popolazione si professa cristiana cattolica (circa il 90%).
In molte aree il cristianesimo ha inglobato elementi della religione animista africana. Sono presenti anche
comunità cristiane protestanti, così come buddiste e musulmane, ma decisamente di minore entità.
Politica
L'arcipelago è indipendente dal 1975 e il governo del paese si basa sui principi democratici di una repubblica
parlamentare con sistema di voto maggioritario. Nonostante la grande povertà e la gravosa disoccupazione, il
paese non ha mai conosciuto tensioni sociali o politiche. Le elezioni politiche vengono svolte con regolarità,
democraticamente e senza problemi.
Economia
Circa il 40% della popolazione del paese vive con meno di 2 dollari statunitensi al giorno. L'economia del
Paese è in aumento sin dalla sua indipendenza. E’ recente la progressione economica del Paese che ha
determinato il suo inserimento nei Paesi di Sviluppo Medio. La pesca è una delle risorse principali del paese
e presenta grandi riserve di tonni, aragoste e blu marlin. Altra fonte importante per l'economia è il turismo che
ha determinato un grande aumento del PIL. L'agricoltura non è molto avanzata e si coltivano principalmente
mais, fagioli, caffè, canne da zucchero ed arachidi.
7
8
…MUSICA
La vera anima capoverdiana e la vita stessa di tutti i
capoverdiani è la musica. La loro è una musica particolare e
caratteristica. Le tipiche forme musicali di questa terra
sono: il funanà, la passada, la coladeira; la morna; il batuko;
il colasanjon e il landum. Il funanà un tempo era la musica
dei campi, rustica e liberatoria. Caratteristica dell' isola di
Santiago, viene suonata unicamente con la fisarmonica,
mentre l'accompagnamento ritmico è prodotto dallo sfregare
di un coltello su di una barra metallica.
La Passada, è il ritmo che piace di più ai giovani: si balla
corpo a corpo nelle piccole discoteche aperte fino all'alba.
Uno dei ritmi più famosi di Capo Verde è la coladeira che
molto probabilmente è una fusione tra diversi generi, alcuni
antichi e altri ancora suonati nelle festività, altri moderni di
impronta Europea e sudamericana. La forma musicale più
conosciuta grazie al successo internazionale di Cesarea
Evora, è la morna.
Questo ritmo ha molte affinità con il "fado" portoghese e con
la "modinha" brasiliana. Il Batuko è una danza sensuale,
abitualmente eseguita dalle donne, che porta le ballerine a
simulare l'atto sessuale.
Durante le feste di matrimonio viene invece ballato il
landum.
9
…CUCINA
Il piatto nazionale che non può mancare sulla
tavola di ogni famiglia capoverdiana è la cachupa.
Questa pietanza non richiede una preparazione
elaborata, ma è particolarmente ricco di calorie e
molto nutriente.
Per le grandi occasioni oppure per le persone
affette da gravi malattie viene preparata la canja,
considerata una delle pietanze non solo più
nutrienti ma anche più costose perché a base di
carne.
Per gente di mare come i capoverdiani, il piatto
forte è la zuppa di pesce. Solitamente ciascuno
utilizza i pesci di proprio gusto come la garopa, la
murena, il pesce spada, ecc.. il tutto condito con
banane verdi, manioca, patate americane e zucca.
Altro piatto che viene preparato per le occasioni
particolari è il Molho de Capode. Preparato con
pomodori, patate americane, banane verdi e
manioca lo si serve accompagnato con il riso, come
companatico.
10
L’ arcipelago di Capo Verde è
suddiviso in due raggruppamenti
principali:
ILHAS DO BARLAVENTO
(Sopravento)
Situate al nord e costituito dalle isole
di:
SANTO ANTÃO
SAO VICENTE
SANTA LUZIA (disabitata)
SAO NICOLAU
ILHA DO SAL
BOA VISTA
ILHAS DO SOTAVENTO
(Sottovento)
Situate a su e costituito dalle isole di:
MAIO
SANTIAGO che ospita la capitale
PRAIA FOGO
BRAVA
11
Con noi incontri la vera Capo Verde…
I Cappuccini piemontesi, presenti dal 1947 nell'arcipelago, ora gestiscono 7 missioni nelle quali sono presenti
ben 35 frati capoverdiani. Nell'isola di Fogo, dominata da un vulcano ancora attivo di 2.829 metri, tre anni fa
P. Ottavio Fasano ha dato vita alle Case del Sole, 24 miniappartamenti sorti su 25 mila metri quadrati del
promontorio roccioso Cutelo d'Açucar ai margini della cittadina di São Filipe, terreno donato dal comune
stesso. In una posizione incantevole, vista oceano a strapiombo su di una spiaggia di sabbia vulcanica, le 6
casette suddivise in 8 monolocali e 16 bilocali rappresentano la meta per una vacanza «solidale ed
ecocompatibile», come la definisce padre Ottavio Fasano, responsabile del Segretariato Missioni Estere e
presidente della Onlus Amses (Associazione missionaria solidarietà e sviluppo). Fa la spola dalla provincia di
Cuneo a Capo Verde più volte all'anno per seguire i progetti avviati: scuole e asili, case famiglia, ospedale,
addirittura una vigna su 25 ettari inaugurata nel febbraio scorso proprio a Fogo, che produrrà uva da pasto e
soprattutto 220 mila bottiglie di vino all'anno, con un notevole indotto per la popolazione.
12
PROGRAMMA
DAY 1 - 25 FEBBRAIO
Partenza nel tardo pomeriggio da Milano Malpensa per Praia via
Lisbona con volo di linea Tap
DAY 2 - 26 FEBBRAIO
Arrivo a Praia (durante la notte tra il 25 e il 26 feb) e trasferimento in
hotel
Pensione completa in hotel/ attività facoltative
DAY 3 - 27 FEBRRAIO
Praia – pensione completa in hotel / attività facoltative
DAY 4 - 28 FEBBRAIO
Trasferimento dall’hotel in aeroporto in tempo utile per il volo
interno di linea TCV da Praia a Sao Filipe (Isola di Fogo)
Trasferimento dall’aeroporto al residence
Pensione completa presso ristoranti tipici con trasferimenti in
pulmini locali
13
PROGRAMMA
DAY 5 - 29 FEBBRAIO
Isola di Fogo – pensione completa in ristoranti tipici con
trasferimenti in pulmini locali / attività facoltative
DAY 6 - 1 MARZO
Isola di Fogo – pensione completa in ristoranti tipici con
trasferimenti in pulmini locali /attività facoltative
DAY 7 - 2 MARZO
Isola di Fogo – pensione completa in ristoranti tipici con
trasferimenti in pulmini locali / attività facoltative
DAY 8 - 3 MARZO
Trasferimento dall’hotel all’aeroporto in tempo utile – viaggio aereo
da Sao Filipe (Isola di Fogo) a Praia con volo interno di linea TCV
Pranzo presso a Praia.
Tempo libero a disposizione
Cena a Praia
In tarda serata, trasferimento in bus da hotel / centro città
all’aeroporto di Praia. Rientro con volo di linea Tap per Malpensa
via Lisbona
14
PIANO VOLI
VOLO INTERCONTINENTALE ITALIA-CAPOVERDE
Volo TP 801: 25 FEBBRAIO
Milano Malpensa 19.00. - Lisbona 20.45
Volo TP 213: 25 FEBBRAIO
Lisbona 21.50 Praia 01.00 (26 FEBBRAIO)
VOLO INTERNO PRAIA – SAO FILIPE
Volo VR 4051: 28 FEBBRAIO
Praia 10.45 Sao Filipe 11.15
VOLO INTERNO SAO FILIPE - PRAIA
Volo VR 4501: 3 MARZO
Sao Filipe 11.40 Praia 12.10
VOLO INTERCONTINENTALE CAPOVERDE - ITALIA
Volo TP 214: 4 MARZO
Praia 01.50 Lisbona 06.40
Volo TP 802 : 4 MARZO
Lisbona 7.50 Milano Malpensa 11.30
Operativi volo soggetti a riconferma
15
ISOLA DI SANTIAGO
Appartenente al gruppo delle isole Sottovento, é l'isola
piú grande di tutto l'Arcipelago con una lunghezza
massima di 55 Km da nord-est a sud-est ed una
larghezza di 29 Km. Dato che le sue origine sono
vulcaniche gran parte del suo territorio presenta vari
massicci montuosi ed il loro più alto è Antònia, 1392 m.
Le valli offrono un delizioso paesaggio da cui traspare
un forte contrasto tra la vegetazione e l'amenità delle
temperature delle zone alte e l'aridità di quelle
intermedie. Santiago fu la prima isola ad essere
popolata dopo la scoperta portoghese nel XV secolo.
Santiago é caratterizzata da bei paesaggi, da spiagge
accoglienti e dalla presenza molteplice e viva di un
passato storico.
Di grande interesse è anche l’artigianato dell’isola,
costituito da giare di argilla, cesti e prodotti affini, così
come lavori in guscio di noce di cocco. La città di Praia,
inizialmente chiamata Praia di Santa Maria, é sorta sul
Plateau, ossia una piattaforma basaltica che domina la
baia. Di fronte al lei é situato l'isolotto di Santa Maria,
alle cui spalle si trova la spiaggia Quebra-Canela.
16
ISOLA DI SANTIAGO
17
ISOLA DI SANTIAGO - PRAIA
Praia, la capitale, sorge sul Plateau, piattaforma basaltica che domina la baia.
E' una citta' che offre un certo comfort, meritano una visita il mercato, con i prodotti dell'
artigianato capoverdiano, e, soprattutto, la bellissima spiaggia.
Da Visitare: Il Plateau, ovvero la parte vecchia, molto piacevole da girare a piedi.
Qui e' possibile ammirare la grande piazza Albuquerque ai cui lati sorgono edifici
importanti come la il Municipio, la Igreja Matriz (la chiesa parrocchiale), il Palazzo di
Giustizia, il Palazzo della Cultura, il Banco Comercial Atlantico Sucupira. Il mercato,
molto affollato, con i prodotti dell' artigianato capoverdiano.
Le spiagge di Praia, in particolare le bellissime Quebra-Canela e Prainha, ai piedi del
Plateau. Cidade Velha : si raggiunge, attraverso un sentiero, a partire dalla spiaggia di
Quebra-Canela ed e' possibile ammirare alcune rovine a testimoniare un passato
glorioso, dominate dalla fortezza di S. Felipe, abbastanza ben conservata. Ivi e'
possibile ammirare: Il pelourinho, la colonna a cui venivano legati gli schiavi, Nossa
Senhora do Rosario, chiesa risalente al 1400, e la parallela rua de banana, le rovine del
Convento francescano del 1300. Baia di S.Francisco, e Praia Baixo, entrambe poste a
una quindicina di km. da Praia, sono 2 bellissime spiagge. Tarrafal, fino a pochi anni fa
un semplice villaggio, e' oggi una delle spiagge piu' affollate di Santiago .
18
PRAIA / HOTEL
PRAIAMAR OASIS
ATLANTICO 3*SUP
19
HOTEL
PRAIAMAR OASIS ATLANTICO 3*sup
http://www.oasisatlantico.com
Situato nell’area reasidenziale di Praia, Prainha, accanto alle ambasciate internazionali, è un albergo,
disponde di 1119 camere confortevoli, dotate di asciugacapelli, telefono diretto, tv, minibar, aria
condizionata. Un ristorante eccellente serve cucina tipica locale, cucina internazionale e cucina
Portoghese. Completano l’offerta un bar vista oceano e una piscina. Inoltre Jacuzzi, palestra, sauna,
campo da tennis.
20
IMMAGINI PRAIAMAR
21
PRAIA / ESCURSIONI FACOLTATIVE
CIDADE VELHA –half day
L’escursione comincia con la visita della città
vecchia, prima e storica ccapitale di capoverde.
Visita alla fortezza di Sao Filipe, la cattedrake, la
hiesa di Nossa Senhora do Rosario, il convento di
Sao Francisco. Proseguendo la visita, si potranno
apprezzare gradevoli esempi di architettura
coloniale e il mercato.
TREKKING, RIBEIRA DE AGUADA –
half day
Si comincia dal villaggio di Ribeira da Barca,
si viaggia verso est, proseguendo la strada
sino
al
suo
termine:,
attraversando
coltivazioni di mango e e palme da cocco. Si
vedranno le spettacolari cascate. Al rientro,
passaggi da Ribeira.
ISLAND TOUR – full day
Un tour di una giornata intera per scoprire
l’isola: Sao Domingos, famosa per il suo
artigianato, Sao Jorge dos Orgaos e il
Giardino Botanico; Pico de Antonia, la vetta
più alta dell’isola; visita della città di
Assomada, la seconda dell’isola dopo Praia,
con i suoi colorati mercati. Si prosegue per
Tarrafal e le sue spiagge.
22
23
Il Progetto Santa Cruz, nell’isola di Santiago, si sviluppa
su tre fronti, uniti da quel filo comune che deve stimolare
le giovani mamme sole e senza sostegno verso una loro
autonomìa, così come deve essere da collante fra i
giovani locali.
Il primo step è rappresentato dalla Casa
Manuela Irgher, una casa di accoglienza
delle giovani madri in ristrettezze
economiche. Il proponimento che si è
voluto dare a questa Casa è quello di
aiutare le mamme, sole e con alcuni figli
a carico, ad “inventarsi” un lavoro che
possa assicurare loro il necessario per la
vita dei figli.
La gestione della Casa é affidata a tre ragazze
capoverdiane formate in Italia presso
l’Università di Torino – Scienza dell’Educazione. A questo gruppo di operatori si
affiancano altre due ragazze, anche loro
formate in Italia, con mansioni prettamente
riservate ad un intervento sociale sul “territorio”
e ad una sua più capillare conoscenza.
24
Il secondo step sarà la realizzazione della Casa
Famiglia, un centro che unirà ambulatori di
ginecologia, pediatria e fisioterapia ad uffici
prettamente giuridici atti a salvaguardare i diritti
delle donne e dei bambini, diritti troppo spesso
violati e calpestati.
Altro settore della Casa sarà rappresentato da
un Centro incontri ove saranno promossi corsi
di formazione sanitaria, dibattiti, incontri con la
popolazione, cineforum e discussioni.
Il terzo step vedrà la realizzazione della “Cittadella
della Vita”, un insieme di spazi da dedicare ai giovani
– prettamente di strada – ed agli anziani.
Mentre i giovani avranno spazi da dedicare alla
cultura, agli incontri, all’attività sportiva così gli
anziani avranno i loro spazi e momenti di
condivisione.
25
L’’isola di Fogo è, letteralmente, un vulcano
ancora in attività.
Scoperta il 1° Maggio 1460 fu dapprima
chiamata São Filipe, come l’attuale capoluogo,
e solo in seguito all’eruzione del 1680,
ribattezzata con il nome di Fogo.
Con una superficie di 476 Km2 è la quarta isola
dell’arcipelago come dimensione, e conta una
popolazione di circa 40.000 abitanti.
ISOLA DI FOGO
Attualmente il cono del vulcano si erge in mezzo
ad una caldera di 8 Km. di diametro (Chã Das
Caldeiras), con pareti alte fino a 1.000 mt. ed il
cratere (il Pico), che raggiunge i 2.829 mt. di
altitudine, con un diametro di 500 mt.
Il paesaggio straordinario offerto dalla Caldeira
di Chã, dal suo Pico, dalle lunghe spiagge di
sabbia nera, dalle coltivazioni verdeggianti nella
parte Nord dell’Isola che si contrappongono alle
zone aride del Sud, è un invito ad immergersi
nel silenzio e nella natura possente e
incontaminata di quest’Isola di intrigante
bellezza, abitata da gente cortese, amichevole,
spontanea ed ospitale.
L’Isola di Fogo è la meta ideale per chi desidera
trascorrere
una
vacanza
rilassante
e
rigenerante.
26
ISOLA DI FOGO
27
ISOLA DI FOGO – SAO FILIPE
S.Filipe è la testimonianza del potere dei grandi proprietari, il centro
storico con i suoi caratteristici tratti architettonici, invita ad un
interessante viaggio nel passato dell'isola.
Dopo aver attraversato piazze e piazzette si arriva al Cimitero
Vecchio, esempio di una società schiavista: conosciuto come il
cimitero dei bianchi. Altro posto degno di essere visitato è Cha Das
Caldeiras sede di un magnifico parco naturale con alberi di grandi
dimensioni che contrastano con l'aridità prevalente dell'isola.
A nord di S.Felipe si può ammirare la magnifica spiaggia di sabbia
nera denominata Salinas Di S. Jorge, caratterizzata da grotte e
scogliere di rara bellezza. Tra l'ultima settimana di aprile e il 1°
maggio consigliamo di partecipare a una delle manifestazioni
culturali più belle dell'Arcipelago: la Festa della Bandeira di
S.Felipe. Corse di cavalli, balli, messe e processioni fanno parte
dell'evento.
28
IL SOGGIORNO A SAO FILIPE
RESIDENCE «LE CASE DEL SOLE»
29
RESIDENCE LE CASE DEL SOLE
«Le Case del Sole», un'iniziativa di turismo per dare un
futuro ai giovani dell'arcipelago. Dal complesso, scendendo
una scalinata nella roccia, si arriva ad una delle spiagge più
belle dell’isola, ovviamente ‘nero lava’.
Poichè le forti correnti marine rendono pericoloso il bagno in
oceano, si è ovviato con la costruzione di una piscina nel
cuore del complesso stesso.
“Case ai Poveri” Nel corso degli anni i Cappuccini si sono
prodigati nella costruzione di case vere in sostituzione delle
baracche di latta nelle quali, in mancanza di un tetto vero,
spesso la gente trovava rifugio.
Allo stesso luogo sono state finanziate le costruzioni di
centinaia di Cisterne atte alla raccolta della poca acqua
piovana.
30
RESIDENCE LE CASE DEL SOLE
Il complesso residenziale “Casas do Sol” è un
nuovissimo insediamento turistico inaugurato nel
2007, situato nella zona di São Filipe, a pochi minuti
dal centro della Città - raggiungibile comodamente a
piedi - e dall’aeroporto di Fogo, adagiato sul Cutelo
d’Azucar, uno straordinario promontorio roccioso a
picco sul mare, che si affaccia sulla spiaggia di
sabbia nera più spettacolare dell’Isola, di fronte
all’Isola di Brava.
“Case del Sole” sono costituite da 24 mini
appartamenti (16 bilocali e 8 monolocali) con servizi
igienici privati con doccia, completamente arredati
con angolo cottura attrezzato e costruiti nel tipico
stile architettonico capoverdiano, nel rispetto
dell’ambiente, a contatto con una natura
meravigliosa e con una vista impareggiabile
sull’Oceano.
La struttura offre trattamento di pernottamento e
prima colazione (di tipo continentale, servita nel bar
adiacente la piscina, con vista sul mare), pulizia
giornaliera degli appartamenti, servizio lavanderia.
Il personale delle Case del Sole saprà consigliare
agli ospiti diversi Ristoranti e locali tipici in cui
trascorrere piacevoli serate a contatto con gli
abitanti di São Filipe.
31
L’OSPEDALE: Sorto accanto al Centro Socio
Sanitario “Ospedale San Francesco d’Assisi”, il
complesso turistico residenziale “Case del Sole” è nato
con lo scopo specifico di finanziare, con i proventi
derivanti dal turismo, l’Ospedale stesso e le attività
sociali promosse in Capo Verde. Inaugurato alla fine del
2002 il Centro Ospedaliero S. Francesco è frutto della
solidarietà e del lavoro instancabile dei Frati Cappuccini
del Piemonte - presenti a Capo Verde da oltre 60 anni e degli aiuti dei tanti benefattori italiani sensibili al lavoro
dei Cappuccini . All’interno dell’Ospedale viene
costantemente garantito il servizio di chirurgia (non
presente nell’Isola di Fogo né in quella di Brava) grazie
all’avvicendamento di chirurghi volontari italiani.
Vengono inoltre offerti servizi specialistici di odontoiatria,
oculistica, laboratorio analisi, ginecologia, sempre grazie
al contributo di medici specialisti volontari.
Mi aiuti a crescere ?
I
frati Cappuccini promuovono la persona
attraverso 31 asili allietati da oltre 2000 bambini.
Per questo i “Sostegni a Distanza” che il nostro
Centro Missionario e l’Associazione Missionaria
AMSES propongono sono di grandissimo aiuto.
32
Sempre nell’isola di Fogo, alle pendici del Re dell’isola, il vulcano Pico do Fogo, si è dato vita
alla Vigna di Maria Chaves, una estensione di 23 ettari che si distendono su di un dislivello di
circa 300 metri.
La Vigna, in tempi ordinari, è fonte di lavoro per una ventina di persone, numero che incrementerà notevolmente nel periodo della vendemmia. La Vigna, unitamente alla Cantina di
lavorazione delle uve, diverrà una realtà che legherà sempre più l’ASDE all’attività produttiva
dell’isola. La Cantina stessa sarà lo strumento che accomunerà la nostra produzione di uva a
quella dei numerosi produttori locali, troppi per ottenere soddisfazioni di vendita dei loro prodotti
dalle due piccole Cantine locali.
33
Chi aderisce ad una vacanza di questo tipo ha l'opportunità di recarsi in loco per poter condividere le esperienze
umane e spirituali che nascono dai vari progetti a cui Padre Ottavio Fasano, missionario cappuccino, ha dato
vita per aiutare un popolo nella sua crescita.
Il viaggiatore deve avere la consapevolezza che non è come acquistare una vacanza ordinaria, ma è
contribuire al sostegno dei progetti sociali che l’AMSES e l’ASDE portano avanti insieme ai missionari.
34
ISOLA DI FOGO
ESCURSIONI / FACOLTATIVE
VISITA GUIDATA DI SAO FILIPE (mezza giornata)
Visita alla cittadina capoluogo di Fogo.
Piacevole camminata per le vie tranquille del
paese, a contatto con la simpatica e ospitale
popolazione capoverdiana.
Tra le altre cose è possibile ammirare: la Chiesa
Cattolica – i tanti sobrados – il vivace Mercato
Municipal – la Casa della Memoria (spazio
culturale del paese, piccolo museo e biblioteca).
GIRO DELL’ISOLA / MOSTEIROS
SOCCORRO (giornata intera)
/
N.
S.
DE
Piacevole giro guidato alla scoperta dei panorami
mozzafiato e dei contrasti dell’Isola, passando per la parte
verdeggiante del Nord e arrivando a quella più arida delle
campagne più a Sud.
Sosta alla Salina di São Jorge, splendida spiaggia
rocciosa con faraglioni.
Pranzo a Mosteiros, adagiata sul mare, con le sue
rinomate piantagioni di caffè. Visita al Santuario di Nossa
Sra. de Socorro.
35
ISOLA DI FOGO
ESCURSIONI / FACOLTATIVE
CHÃ DAS CALDEIRAS (una giornata e mezza)
Arrivo a Cha dãs Caldeiras verso sera, dopo un viaggio di circa un’ora
e mezza; breve passeggiata nella Caldera, assaporando l’atmosfera
magica e il silenzio di questo posto incantato.
Cena e pernottamento alla Pousada Pedra Bravo.
La mattina seguente è possibile salire al Pico Pequeno, con una
camminata di 2 ore per salire e 45 minuti circa per discendere. Si può
ammirare lo spettacolo naturale del cratere formatosi con l’ultima
eruzione vulcanica del 1995, con le sue formazioni di zolfo e ferro e le
piccole bocche roventi da cui escono tutt’ora vapori solforosi.
Pranzo alla Pousada Pedra Bravo. Rientro nel pomeriggio.
SALINAS E LA PARTE NORD DELL’ISOLA (giornata intera)
Percorrendo la parte a nord-ovest dell’Isola, costeggiando il
litorale, si arriva a Salinas. Possibilità di fare il bagno nella
splendida e rinomata spiaggia nera, rocciosa, con acque
cristalline e sicure. Pranzo a Salinas. Visita alle piantagioni di
caffè e banane nella Ribeira Filipe, da cui si può ammirare uno
splendido panorama sul mare. Visita al baobab gigante di età
centenaria. Visita alla Chiesa di San Lorenzo. Rientro nel tardo
pomeriggio.
36
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
EURO 1.450,00
LA QUOTA COMPRENDE:
• Volo a/r da Milano Malpensa via Lisbona
• Tutti i trasferimenti dall’aeroporto all’hotel
• 03 notti a Praia in camera doppia in trattamento
di pensione completa in hotel
• Trasferimento con volo interno da Praia a Fogo
• 04 notti a Fogo in monolocali/bilocali a 2 letti in
trattamento di pensione completa presso
ristoranti locali
• Trasferimenti a Fogo presso ristoranti per i pasti
• Assicurazione medico bagaglio
• Visto di ingresso
LA QUOTA NON COMPRENDE:
• Escursioni facoltative
• Extra di carattere personale
• Tutto ciò che non è indicata espressamente ne
«la quota comprende»
Le quote sopra indicate e la disponibilità dei servizi
sono da considerarsi da riconfermare sulla base
del numero di persone partecipanti al viaggio.
37
SUPPLEMENTI / ATTIVITA’ FACOLTATIVE
PRAIA
Supplemento singola: euro 78 (2 notti)
Escursione CIDADE VELHA: euro 24,00
Escursione TREKKING-RIBEIRA DE AGUADA: euro 51,00
Escursione ISLAND TOUR: euro 48,00
FOGO
Escursione
Escursione
Escursione
Escursione
SAO FILIPE: euro 6,00
SAO CHA DAS CALDEIRAS: euro 16,00
CONSELHO DE MOSTEIROS: euro 14,00
SALINAS E NORD ISOLA: euro 14,00
38
39
Proprietà intellettuale
Ventana Group ringrazia per l’opportunità di proporre i ns servizi in merito
all’organizzazione del Vs Incentive.
Le idee, i concetti ed i programmi presentati in questa proposta sono proprietà
intellettuale Ventana Group.
Per l’utilizzo o la riproduzione di queste informazioni in totale od in parte senza
usufruire dei nostri servizi è necessario richiedere la nostra autorizzazione
scritta in ottemperanza al D.L. 68 del 9/4/2003.
Scarica
Random flashcards
geometria

2 Carte oauth2_google_01b16202-3071-4a8d-b161-089bede75cca

CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

creare flashcard