ci04 risonanza13022012 - Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle

annuncio pubblicitario
Regione Piemonte
ASO S. Croce e Carle – Cuneo
S.C. RADIODIAGNOSTICA
RESPONSABILE OPERATIVO
Dr. Gozzoli Luigi
Stesura
NOTA INFORMATIVA E
CONSENSO INFORMATO
RISONANZA MAGNETICA
DSC Radiologia Dr. Grosso Maurizio
RSSD Neuroradiologia Dr. Gozzoli Luigi
Validazione e Approvazione
Data di emissione:
13/02/2012
revisione n° 2
pagina 1 di 4
CPSE TSRM REQ
Bonada Egle Mercedes
Emissione
MODRX04
La tecnica RM è in uso da oltre 15 anni per lo studio di parti del corpo umano. Non utilizza raggi X, né altre radiazioni ionizzanti,
né sostanze radioattive. Impiega campi magnetici di alta intensità (grosse calamite) e onde a radiofrequenza (simili alle onde
radiotelevisive).
Le informazioni richieste servono a garantire che l’esame di Risonanza Magnetica si svolga in condizioni di regolarità e di
sicurezza.
QUESTIONARIO E ANAMNESI
Prima dell’esame il paziente verrà sottoposto ad anamnesi, allo scopo di:
• Valutare eventuali controindicazioni all’esame
• Definire la corretta esecuzione dell’esame
• Informare il paziente su: modalità di svolgimento dell’esame; strumenti adoperati; benefici diagnostici conseguibili;
eventuali svantaggi derivanti dalla mancata indagine; possibili rischi.
Il questionario – compilato da paziente e medico richiedente e controllato dal medico che effettuerà l’esame – serve ad accertare la
presenza di eventuali controindicazioni o particolari condizioni del paziente. Il questionario va firmato da paziente, medico
richiedente e medico esaminatore.
Il paziente deve firmare anche un modulo di consenso informato allo svolgimento dell’esame. In caso di pazienti minorenni, un
equivalente modulo di assenso all’esame RM sarà firmato da entrambi i genitori o un tutore.
PREPARAZIONE ALL’ESAME
Prima dell’esame occorre togliere eventuali:
• Lenti a contatto, apparecchi per udito, protesi dentarie mobili, cinti sanitari, busti, parrucche;
• Fermagli per capelli, mollette, occhiali, gioielli, orecchini, piercing, orologi, carte di credito e ogni scheda magnetica,
monete, chiavi, e ogni oggetto metallico in genere;
• Ogni indumento dotato di ganci, automatici, bottoni metallici, cerniere lampo, ferretti, punti metallici (come quelli applicati
in tintoria);
• Accuratamente ogni cosmetico dal volto;
• Se possibile, tatuaggi contenenti pigmenti metallici (possono provocare irritazione della pelle)
MEZZO DI CONTRASTO
Spesso l’esame richiede l’iniezione in vena di un mezzo di contrasto, ovvero una sostanza che rende più evidenti alcune parti del
corpo ai campi magnetici (sostanza paramagnetica)
Controindicazioni e precauzioni d’uso
(situazioni nelle quali il MdC non deve essere somministrato o somministrato con particolare cautela):
• Gravidanza;
• Allattamento: anche se non esistono informazioni del tutto certe sembra che il mezzo di contrasto venga eliminato nel latte e
pertanto è consigliabile sospendere l'allattamento per almeno 24 ore dopo l'esame;
• Allergie (rinite, orticaria, allergia alimentare, allergia ai metalli, asma allergico, ipersensibilità ai mezzi di contrasto
paramagnetici): deve essere effettuata apposita terapia prima dell'esame;
• Gravi disfunzioni renali;
Si raccomanda vivamente di informare il personale dell' eventuale esistenza di una delle situazioni sopraelencate.
Effetti collaterali e reazioni avverse
Il mezzo di contrasto può raramente provocare alcune reazioni avverse che vengono classificate come lievi (nausea, vomito,
prurito), moderate (vomito profuso, orticaria diffusa, edema facciale, broncospasmo) e sono in genere risolte con semplici
provvedimenti terapeutici. Rarissimamente, si possono verificare reazioni severe (shock ipotensivo, edema polmonare, arresto
cardio-respiratorio) che in casi eccezionali possono provocare il decesso.
DESCRIZIONE DELL’ESAME
• Il paziente viene disteso su un lettino simile al tavolo di un apparecchio radiografico.
• Attorno alla parte del corpo da esaminare viene posta una bobina, in pratica un’antenna che riceve/trasmette le
radiofrequenze.
• Il paziente viene poi introdotto in un largo cilindro, all’interno del quale è presente il campo magnetico.
• Una volta posizionato in paziente sul lettino e connesso alla macchina, l’operatore esce e chiude la porta. La chiusura della
porta non è finalizzata al contenimento di radiazione all’interno della sala stessa, poiché le radiazioni a radiofrequenza (RF)
Regione Piemonte
ASO S. Croce e Carle – Cuneo
S.C. RADIODIAGNOSTICA
RESPONSABILE OPERATIVO
Dr. Gozzoli Luigi
Stesura
NOTA INFORMATIVA E
CONSENSO INFORMATO
RISONANZA MAGNETICA
DSC Radiologia Dr. Grosso Maurizio
RSSD Neuroradiologia Dr. Gozzoli Luigi
Validazione e Approvazione
Data di emissione:
13/02/2012
revisione n° 2
pagina 2 di 4
CPSE TSRM REQ
Bonada Egle Mercedes
Emissione
MODRX04
emesse dalla macchina non sono dannose per il personale esterno alla sala. La chiusura è finalizzata all’isolamento della
sala dal rumore elettromagnetico esterno, causato da sorgenti RF esterne alla macchina (es. telefoni cellulari, apparecchi
elettronici, ecc.) che possono peggiorare l’intensità del segnale rivelato dalla macchina e quindi compromettere la qualità
dell’esame.
• Ha inizio l’esame che può durare dai 20 ai 45 minuti, talvolta più a lungo. Durante l’esame si sente un rumore ritmico
connesso al normale funzionamento dell’apparecchio. Il volume di tale rumore può risultare alto e fastidioso, al paziente
può venir fornita una protezione auricolare (tappi per orecchie).
• Durante l’esame il paziente deve restare immobile e tranquillo. Il personale sorveglia il paziente durante tutto l’esame
attraverso un vetro e può comunicare con il paziente (parlare ed ascoltare) mediante un sistema interfonico. Il paziente non
dovrebbe parlare durante l’esame a meno che non sia necessario oppure gli venga espressamente richiesto, poiché parlando
si creano movimenti che potrebbero compromettere l’esame; a questo scopo al paziente viene consegnato un campanello per
chiamare l’operatore, se ne avverte la necessità.
RISCHI E CONTROINDICAZIONI
Tutti gli studi svolti finora indicano che l’esame RM non produce effetti nocivi sul corpo umano.
Nei seguenti casi l’esame è pericoloso e NON può essere eseguito:
• Se si è portatori di pace-maker cardiaco;
• Se si è portatori di clips metalliche, punti di sutura metallici o dispositivi metallici introdotti per interventi chirurgici alla
testa, al midollo, alla spina dorsale, al cuore, alle arterie o alle vene, salvo il caso di materiali sicuramente amagnetici;
In altri casi l’esame può comportare dei rischi. E’ necessario che il paziente avverta il medico se:
• E’ in gravidanza nei primi 3 mesi di gestazione;
• E’ affetto da claustrofobia, epilessia, anemia grave, malattia psichiatrica;
• Ha lavorato come tornitore, saldatore, carrozziere, addetto alla lavorazionedi vernici metallizzate;
• Ha avuto incidenti di caccia o da esplosione;
• Ha subito interventi chirurgici alla testa, al cuore o ai grossi vasi;
• Ha subito interventi ortopedici con impianto di protesi metalliche, chiodi, viti, fili metallici;
• E’ portatore di neurostimolatori, pompe di infusione per farmaci, protesi acustiche, protesi oculari, protesi dentarie mobili;
• E’ portatrice di spirale o altro dispositivo intra-uterino;
• Non può escludere con certezza uno stato di gravidanza.
EFFETTI COLLATERALI
L’esame non provoca dolore tuttavia si possono sperimentare i seguenti effetti:
• Il riscaldamento di alcune parti del corpo, soprattutto nella zona intorno alla quale è posizionata la bobina a radiofrequenza
e/o i cavi di connessione della bobina alla macchina. Tale riscaldamento può essere diffuso lungo tutta la zona coperta da
bobina e/o cavi, ma anche localizzato in particolari punti. Il fenomeno è normale, tuttavia, se il paziente avverte un
riscaldamento eccessivo, in qualunque zona del corpo, deve subito informare l’operatore.
• La contrazione involontaria o la sensazione di pulsazione in alcuni muscoli a livello di cosce, fianco, schiena, braccia, petto,
coste, dita, naso, tempia, sommità del capo. Tali effetti sono causati dal fatto che il campo magnetico variabile generato
dalla macchina durante l’esame può stimolare le cellule nervose del paziente e quindi provocare contrazioni muscolari. Il
fenomeno va sotto il nome di stimolazione nervosa periferica (SNP). Si sottolinea che la SNP generata dai campi magnetici
della macchina è insufficiente per causare significative contrazioni muscolari e molto inferiore per stimolazioni che possono
influenzare il muscolo cardiaco. Tuttavia si raccomanda al paziente di avvertire l’operatore in caso di eccessivi disagi.
Regione Piemonte
NOTA INFORMATIVA E
CONSENSO INFORMATO
RISONANZA MAGNETICA
ASO S. Croce e Carle – Cuneo
S.C. RADIODIAGNOSTICA
RESPONSABILE OPERATIVO
Dr. Gozzoli Luigi
Stesura
Data di emissione:
13/02/2012
revisione n° 2
pagina 3 di 4
DSC Radiologia Dr. Grosso Maurizio
RSSD Neuroradiologia Dr. Gozzoli Luigi
Validazione e Approvazione
CPSE TSRM REQ
Bonada Egle Mercedes
Emissione
MODRX04
E’ indispensabile leggere attentamente, compilare e firmare il seguente modulo di consenso
all’esecuzione all’esame da parte del paziente (oppure assenso all’esecuzione dell’esame in caso di
paziente minorenne). Per eventuali chiarimenti consultare il medico esaminatore.
CONSENSO
Io sottoscritto____________________________________________________
Nato a
il ______________________________
Dichiaro di:
•
•
•
•
aver letto attentamente questo modulo;
aver ricevuto dal medico esaminatore le informazioni e i chiarimenti richiesti;
acconsentire all’esecuzione dell’esame RM con eventuale impiego di sostanze paramagnetiche (mezzo di contrasto);
acconsentire all’eventuale trasferimento delle immagini acquisite e dei dati clinico/anamnestici correlati per via telematica
con sistema crittografato e nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della privacy.
data_____________________ firma_____________________________
ASSENSO (per esami ai minori)
Io/noi sottoscritto/i____________________________________________________
Nato/i a__________________________________________ il______________________________
Genitore/i/tutore di__________________________________________
Dichiaro di:
• aver letto attentamente questo modulo;
• aver ricevuto dal medico esaminatore le informazioni e i chiarimenti richiesti;
• acconsentire all’esecuzione dell’esame RM con eventuale impiego di sostanze paramagnetiche (mezzo di contrasto)
data_____________________ firma_____________________________
Alla persona che eventualmente accompagna o assiste il paziente durante l’esame si chiede di dichiarare che:
• non è portatore di pace-maker cardiaco o di protesi metalliche o elettriche di alcun genere
• non è portatore di schegge o altri materiali ferromagnetici presenti in seguito ad incidente o intervento chirurgico
• di non essere nel primo trimestre di gravidanza.
Il/la sottoscritto/a __________________________________________ dichiara quanto sopra richiestomi.
data ________________
Firma dell’accompagnatore _____________________
Il medico Radiologo/Neuroradiologo è a disposizione per qualsiasi chiarimento. Tel: 0171/641081
Regione Piemonte
NOTA INFORMATIVA E
CONSENSO INFORMATO
RISONANZA MAGNETICA
ASO S. Croce e Carle – Cuneo
S.C. RADIODIAGNOSTICA
RESPONSABILE OPERATIVO
Dr. Gozzoli Luigi
Stesura
DSC Radiologia Dr. Grosso Maurizio
RSSD Neuroradiologia Dr. Gozzoli Luigi
Validazione e Approvazione
Data di emissione:
13/02/2012
revisione n° 2
pagina 4 di 4
CPSE TSRM REQ
Bonada Egle Mercedes
Emissione
MODRX04
QUESTIONARIO OBBLIGATORIO PER L’ESECUZIONE DI ESAMI R.M.∗
∗ (D.M.2/8/91)
Cognome _________________________ Nome ______________________Data di nascita_______________Peso Kg______
Il paziente è affetto da:
• claustrofobia
• Obesità marcata
• Anemia falciforme
• Cardiopatia grave
Il paziente è Portatore di:
• pacemaker cardiaco
• Altri tipi di cateteri cardiaci
• Protesi cardio-vascolari
• Valvole cardiache
• Pompe per infusione di farmaci
• Neurostimolatori, elettrodi endocerebrali o sottodurali
• Clips endocraniche, endo-orbitarie, endovascolari
• Sonde di derivazione ventricolare o spinale
• Distrattori della colonna vertebrale
• Protesi auricolari
• Protesi oculari
• Protesi ortopediche
• Protesi dentarie fisse o mobili
• Corpi intrauterini
• Altre protesi o corpi metallici (punti, chiodi, fili, ecc)
• Schegge o corpi metallici dovuti a traumi, colpi d’arma da fuoco, esplosioni
Il paziente è stato sottoposto a interventi chirurgici
• In sede:
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, del tipo (*)
Se si, tipo e zona del corpo (*)
Se si, tipo e zona del corpo (*)
Se si, del tipo (*)
Testa. Note:
Collo. Note:
Torace. Note:
Addome. Note:
Estremità. Note:
Altro. Note:
Data ultima mestruazione
Note:
Note:
Note:
Note:
È in stato di gravidanza
È stato vittima di traumi stradali/incidenti
È stato vittima di incidenti di caccia
È stato vittima di esplosioni
Lavora o ha lavorato come fabbro, tornitore, saldatore, carrozziere,
addetto alla lavorazione di vernici metallizzate
È allergico ai metalli
Note:
Ha mai avuto precedenti reazioni allergiche ai mezzi di contrasto
Note:
(*) indicare le specifiche del dispositivo o allegare la dichiarazione dello specialista che ha eseguito l’impianto
Data________________
Si
Si
Si
Si
No
No
No
No
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
Si
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
Si No
Si No
Si No
firma e timbro del medico richiedente (solo per pazienti interni)__________________________
Firma del paziente__________________________
CONVALIDA DEL MEDICO RESPONSABILE DELL’ESECUZIONE DELL’ESAME
Data_______________________
firma______________________________
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

Present simple

2 Carte lambertigiorgia

Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

creare flashcard