Il tema stress lavoro correlato nei Piani Regionali - CIIP

annuncio pubblicitario
CONVEGNONAZIONALE
STRESS,MOLESTIELAVORATIVEEORGANIZZAZIONEDEL
LAVORO:
ASPETTIPREVENTIVI,CLINICIENORMATIVO-GIURIDICI.
LESOLUZIONIPOSSIBILI
Milano7giugno2016
LauraBodiniSNOPvice-presidenteCIIP
OMSàSTRESSLC
L'OMSri)eneche,entroil2020,ladepressione
diventerà la causa principale d'inabilità al
lavoro.
Il luogo di lavoro può cos)tuire un ambiente
privilegiato per la prevenzione dei disturbi
psicologicieperlapromozionediunamigliore
salutementale.
(Migliorare la qualità e la produDvità sul luogo di lavoro: strategia
comunitaria2007-2012perlasaluteelasicurezzasulluogodilavoro)
ALCUNECERTEZZESULTEMA
•  Documento CIIP del 2011, materiali nei vari si) delle associazioni e in
www.ospedalesicuro.eu, molte inizia)ve organizzate anche a Centro
CulturadellaPrevenzioneaMilano(21e23oNobre2015,etc)
•  RichiestaCIIPalSenato(tralepropostepresentateil25oNobre2013):il
lancio di un “Piano Nazionale di contrasto al rischio organizza>vo“ per
darneilrilievogiusto(oltreaiPianiedilizia,agricoltura,amianto,REACHCLP,tumoriprofessionalierischiomuscolo-scheletrico)
•  L’organizzazione del lavoro è alla base di mol) “altri” rischi quindi
occorremigliorarnel’analisielacapacitàdiintervento
•  Temadella“CampagnaEuropea2014-2015”
•  Numerosi documen) della Pubblica Amministrazione: FAQ, Linee Guida,
tema del Piano Nazionale Prevenzione 2014-2018, Piani regionali
prevenzione,PianoStressLC,progeMonazionaleCCM..
•  Molte inizia>ve ovunque nelle ASL, Sindacato, Università , Aziende,
Associazioniscien)ficheeprofessionali,etc
•  Moltomaterialesusi>,mass-media(sanità,scuola,tecnostress…
CampagnaEuropea2014-2015
AltrecertezzesultemagiàdeTetantevolte
DiverserevisionidileNeraturahannotrovatounconsistente
aumento del rischio in lavoratori esposV a stress lavorocorrelato di sviluppare: patologie cardiovascolari, disturbi
psicologicicomuni,depressione, disturbimuscolo-scheletrici
del rachide e dell’arto superiore, aumento delle assenze per
malaDa,aumentodiconsumodipsicofarmaci,etc
Diverse ricerche parlano di aumentaV (decine di miliardi di
euro )cosV sociali, sanitari ed economici per malaDe
psicologichecorrelateallavoroeassenzedovuteastressLC
VièunforteriferimentonormaVvosuStressLC
Art28 delDLgs81/2008:Lavalutazionedeveriguardare
tuY rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi
compresi quelli riguardanV gruppi di lavoratori esposV a
rischi parVcolari, tra cui anche quelli collegaV allo stress
lavoro-correlato,quelliriguardanVlelavoratriciinstatodi
gravidanza, nonché quelli connessi alle differenze di
genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli
connessiallaspecificaVpologiacontraTualeaTraversocui
vieneresalaprestazionedilavoro
Purtroppo sono tuY temi poco tenuV in considerazione
nellevalutazionideirischi,nelsostegnoallapartecipazione
diRLSeLavoratorienellaricercadellesoluzioni
StressLC:PianoNazionalePrevenzione2014-2018,
PianiRegionali,PianoStress
IltemaèpresenteneiPianicitaV,ilPianoNazionaleStress
c’èmanonpossiamoesseresoddisfaY
ComesecifosseunadifficoltàdibaseanchenelmondoASL
adaffrontarloconlaconvinzione,numeri“forV“diaYvità
del Piano Edilizia, Agricoltura, REACH e rischio chimico,
Amianto,Tumoriprofessionali,rischioMSK,etc.manumeri
piuTostolimitaVsurischioorganizzaVvo.
Svoltaculturaleancoradebolesianelmondodellavoroche
nel sistema ASL in questo caso per mancanza di inves)mento in
figure sanitarie ( medici del lavoro, assisten) sanitari, psicologi del
lavoro…)
Oltre a CCM occorre dare un segnale più forte di impegno
su evidenziazione dei problemi, diffusione esperienze
posiVve,sostegnoreteRLS
I RISCHI PSICOSOCIALI
ACCORDOQUADROEUROPEOSULLO
STRESSLAVORO
(8/10/2004)
ACCORDOQUADROEUROPEOSULLE
MOLESTIEELAVIOLENZANELLUOGODI
LAVORO(8/11/2007)
RIGUARDANOOGNIAZIENDAEDOGNITIPOLOGIADILAVORATORE
PREVEDONOLASENSIBILIZZAZIONEERESPONSABILIZZAZIONEDELLADIREZIONEAZIENDALE
ORIENTANOALLAAUTOGESTIONEDELLAVALUTAZIONEEDELLESOLUZIONI
ValutazionecolleYva
InterventocolleYvoeindividuale
“dall’organizzazionedellavoro
allapersona”
Valutazioneindividuale
InterventoindividualeecolleYvo
“dallapersona
all’organizzazionedellavoro”
Accordoviolenzemobbing
Nonènazionaleequindivadeclinatoconlediffioltà
delmomentostorico
NondeveessereunAccordoformale
DeveparVredaunaanalisi veriVeradellecondizioni
organizzaVveeperlostressnonèstatocosì
Anchesedalmondodellaimpresevièun’ammissione
del problema (vedi ricerca della Scuola di Direzione
Aziendale di Bocconi in alcuni seTori: trasporV,
sanità….)nonpossiamoesseresoddisfaY
MoltaVtubanzaincamposindacale
IlParadossoItalia(1)
MalgradoinItalianegliulVmiannisisianoverificaV:
•  Peggioramento delle condizioni contraNuali con blocco dei
contraD e del turnover nella pubblica amministrazione ad
iniziaredalseNorecri)codellasanità,
•  Aumento della precarietà nelle varie forme e pesan)
ristruNurazioniaziendali(crisieconomicaeoccupazionale)
•  Modifiche significa)ve degli orari di lavoro e del regime
pensionis)co
•  Difficileges)onedialcunidiriD(assenzepermalaDa, ridoNa
capacitàlavora)va,etc)
•  Aumento degli Indicatori di malessere (aumento consumo
fumo, alcool, psicofarmaci, dipendenza da gioco d’azzardo,
comportamen)aggressivinellasocietà eneiluoghidilavoro,
suicidi…)cheemergonoanchedaida)corren)ges)onalidelle
ASL,ISTAT…..
IlParadossoItalia(2)
• Malgrado queste “premesse”, i primi risulta) delle
indagini e della valutazioni dei rischi su stress LC
(2010-2015)nonrispecchianoirisulta) deglialtripaesi
europei, ma in Italia vi è frequentemente un
anacronis)coetranquillizzante«semaforoverde»
• Anche in seNori cri)ci indica) dal mondo scien)fico e
dall’Europa: sanità, scuola, grande distribuzione,
traspor),sistemafinanziario,etc.
• AncheinsituazionidipesanteristruNurazioneaziendale
Perché?
Qualchecausapossibile(1)
• Mancanza di cultura del benessere da parte di molte
aziende (so0ovalutazionedelproblema,difensivismo,pauradi
contenziosimedico-legali,burocra:smo)
• Limitata adozione dell’Accordo Quadro SLC come
strategia di miglioramento dell’efficienza delle aziende
(art.1 comma 3) e partecipazione dei lavoratori nella ricerca
dellesoluzioni(art.4.comma3)
• Frequente affidamento ad esterni della VdR con scarsa
valorizzazione delle competenze e conoscenze interne
all’impresa,adiniziaredallapartecipazionedituY
• Mancanza di (uso strumenV di) ascolto e scarsa
partecipazioneinformataeformatadilavoratorieRLS
• Mancata valorizzazione e scarso coinvolgimento dei
Qualchecausapossibile(2)
• DibaYto sugli strumenV (oggeYvo/soggeYvo) e non
sullesoluzioni
• Confusione,piùomenointenzionale, trastressestress
allavoro
• Confusionetravalutazionedellostressevalutazionedel
RISCHIOstress
• Nelle VdR da sempre maggiore aTenzione a safety
(aTrezzature, impianV, DPI) rispeTo a security (ruoli,
benessere,organizzazione)
• RistruTurazioni aziendali significaVve non sono prese in
considerazioneconisistemidivalutazioneesistenV
Altrepossibilicause(3)
• UsodiindicatorinonmiraV
• Assenteismoàpresenteismo
• InfortuniàpocomiratoinmolVseToridelterziario
• p atologie professionali à ancora largamente
soTosVmate
• disturbi soggeYvi, aumento consumo farmaci à non
raccolVconsistemaVcità
• Scarsa aYtudine alle soluzioni dei problemi organizzaVvi
individuaV
Eancora(4)
• Mancata o errata analisi per gruppi omogenei,
aspecificità,mancatocoinvolgimentodegliRLS
• MancataaTenzioneaiproblemimanmanorilevaV
e scarsa aYtudine alle soluzioni (ergonomiche,
formaVve,organizzaVve)deiproblemiindividuaV
• PredilezioneperintervenVdiprevenzionerivolVal
singolo ed al sostegno delle sue capacità di far
fronte allo stress, invece che verso aspeY di
progeTazione,organizzazione,gesVonedellavoro
Rischipsicosociali—Ostacoli
PROBLEMI LEGATI AL METODO DI VALUTAZIONE
ITALIANO
Le indicazioni della Commissione ConsulVva sulla valutazione
del rischio Stress LC (2010), fruTo di mediazione poliVca,
avevanodefinitounlivellominimodiaTuazionearVcolatoin
due fasi: una necessaria (oggeYva), l’altra eventuale
(soggeYva).
QuestaindicazionesoTendevaunagerarchia:sullabasedegli
esiV della sola valutazione oggeYva il processo si poteva
fermare senza conferma derivante dall’analisi della
percezionedeilavoratori.
Siamo ancora fermi dopo 5 anni alla verifica di efficacia della
metodologia , vedremo i risultaV di CCM che verranno
presentaVil14luglioaRomaincasaINAIL.
Chefare?
nonperdereun’altraoccasione
CIIPeleassociazioniaderenVsiimpegnanoa:
•  MantenereneltempoilGruppodilavorosullostressLCche
staaTraversandounperiodocriVco
•  Sostenere con iniziaVve la sensibilizzazione alla cultura del
benessere
•  Rivalutareilpercorsosostenendolefigureinternealsistema
diprevenzionediimpresa
•  Raccogliere e diffondere esperienze, strumenV e soluzioni
sulla gesVone dello stress LC in seTori specifici (es. sanità,
trasporV,alberghi,etc…)
•  Riprendere l’ascolto dei soggeY, cominciando dal mondo di
chi lavora e il loro ruolo: medico competente, dirigenV,
lavoratori,RLS,…finoadorapocovalorizzaV
ChefarenelmondoRegionieASL
- Credere di più nei Piani Regionali Prevenzione che danno
indicatori e numeri che impegnano i servizi territoriali in modo
decisivo e non marginale nel sostegno a RLS e bilateralità, che
valorizzanoancheauditcomemodalitàdicontrolloediascolto
-  Dopol’impegnoCCMcheèservitoperuniformarelaformazione
di tanV operatori, definito strumenV di indagine e leTura
condivisi dei risultaV occorre ANDARE AVANTI con “numeri”
decorosimagariconuninvesVmentoinfigureprofessionali?
-  Bilanciandocontrollo/prevenzioneeassistenza/sportello
•  Con un orientamento alle soluzioni dei problemi organizzaVvi
evidenziaVconscambio,messainretedibuonepraVche...
Confrontarsisuanalisiesoluzioni
Alcuni materiali interessanV per comparto prodoY
anche in Italia (oltre che in Europa) ci indicano
percorsi più miraV e virtuosi, ad esempio quelli
prodoYda:
- daEuropasutrasporV,alberghi,sanità(OIRA)
- daFIASOsusanità
- daMIURsuscuola
- daRegionieASLsuPMI,banche,GDO….
ChefarenelmondodegliRLSeancheSindacale
-PuntareesostenerelapartecipazionedeilavoratoriedegliRLS
( formazione, riunione periodica, valutazione, proposta
soluzioni, confronV tra reV di comparto, etc ) tenendo conto di
quantosostenutodalPNPePRP
-  Non delegare alle ASL ma avere il coraggio di segnalare le
situazioniingesVbili
-  Cercare insieme risposte a invecchiamento della popolazione
lavoraVva, alle quesVone di genere, ai bisogni e aspeTaVve
(senzadiriY)digiovanigenerazionispessoconlivellidiscolarità
elevate
•  Orientamento alle soluzioni dei problemi organizzaVvi
evidenziaV con scambio, messa in rete di buone
praVche...anchenellacontraTazioneaziendale
ComeSNOP
Fare vivere nelle ASL/ATS i progeY di partecipazione degli
RLS,diricercadisoluzionibenoltreilprogeToCCMtral’altro
concluso(presentazionedeirisulta:aRomaaLuglio)
• mantenereuncostanteaggiornamentosulsitowww.snop.it
InGrandiTemi-àRischipsicosociali
• valorizzare appieno l’ effeTo molVplicaVvo verso le tante
figure del sistema di prevenzione, della pubblica
amministrazione e delle forze sociali per migliorare
valutazioni e soluzioni, per dare un contributo “nazionale”
miglioreaquestotemaimportante.
• ConVnuareadorganizzareconfronVcomequesto
RibadendocomeCIIPche:
Le associazioni CIIP devono meTere a disposizione le tante
competenze sanitarie, poli-tecniche, epidemiologiche,
ergonomiche,psicologicheeformaVvenelsistemapubblicoe
diimpresaper:
• mantenere un costante aggiornamento nei vari siV
associaVvi e su quelli CIIP www.ospedalesicuro.eu e
www.ciip-consulta.itdeimaterialiedelledocumentazionisu
quesVtemi
• valorizzare appieno l’ effeTo molVplicaVvo verso le tante
figure del sistema di prevenzione, della pubblica
amministrazione e delle forze sociali per migliorare
valutazioni e soluzioni, per dare un contributo migliore a
questotemaimportante.
• ConVnuareadorganizzareeaderireaconfronV
Scarica
Random flashcards
CRANIO

2 Carte oauth2_google_d7270607-b7ab-4128-8f55-c54db3df9ba1

blukids

2 Carte mariolucibello

creare flashcard