S Salut e mu ulticon nfort I.P.M M.

annuncio pubblicitario
Salut
S
e mu
ulticon
nfort I.P.M
M.
Assicura
A
azione invalidit
i
tà perm
manente da malattia
Il presente Fascicolo informativ
vo contene
ente:
 Nota In
nformativa
a e Glossariio
 Condiz
zioni Generrali di Assic
curazione
 Informativa tratta
amento da
ati persona
ali
deve
d
essere consegnato al Conttraente pri ma della so
ottoscrizio
one della po
olizza di as
ssicurazion
ne
Prima
P
della sottosc
crizione leggere atttentame
ente la No
ota Inform
mativa
N a t i o n a l e S u i s s e S. p. A.
Società
S
apparrtenente al Grruppo Nationale Suisse
HOME INSURANCE
In base a quanto disciplinato dal Provvedimento IVASS n.7/2013, dal 1° novembre 2013 il Contraente ha facoltà di
ottenere, mediante processo di “auto registrazione”, le credenziali di accesso ad apposita area riservata, tramite
la quale gli è possibile consultare una serie di informazioni relative alle sue polizze, accedendo dalla home page
del sito internet della Società all’indirizzo www.nationalesuisse.it, “area clienti” e seguendo le istruzioni ivi riportate.
Nota Informativa
NOTA INFORMATIVA
Sommario
A. INFORMAZIONI SULL’IMPRESA DI ASSICURAZIONE
1. Informazioni generali
2. Informazioni sulla situazione patrimoniale della Società (dati al 30 aprile 2014)
B. INFORMAZIONI SUL CONTRATTO
3. Durata e rinnovo del contratto
4. Coperture assicurative offerte – Limitazioni ed esclusioni
5. Periodi di carenza contrattuali
6. Dichiarazioni dell’Assicurato in ordine alle circostanze del rischio – Questionario sanitario
7. Aggravamento e diminuzione del rischio e variazioni nella professione
8. Premi
9. Diritto di recesso
10. Prescrizione dei diritti derivanti dal contratto
11. Legge applicabile al contratto
12. Regime fiscale
13. Informazioni in corso di contratto
C. INFORMAZIONI SULLE PROCEDURE LIQUIDATIVE E SUI RECLAMI
14. Sinistri – liquidazione dell’indennizzo
15. Reclami
16. Arbitrato
17. Mediazione per la conciliazione delle controversie
GLOSSARIO
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 2 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
Nota Informativa
La presente Nota informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall’IVASS, ma il suo contenuto non è soggetto alla preventiva approvazione dell’IVASS.
Il Contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione
della polizza.
A. INFORMAZIONI SULL’IMPRESA DI ASSICURAZIONE
1.
Informazioni generali
Denominazione sociale e forma giuridica
L'impresa di assicurazione – denominata nel seguito “Società” – è Nationale Suisse S.p.A., società uninominale appartenente al Gruppo Nationale Suisse, iscritto all’albo dei gruppi assicurativi con il numero 013, e
direttamente controllata dalla compagnia di assicurazioni Nationale Suisse SA con sede a Basilea (Svizzera).
Sede legale
La Sede legale e la Direzione Generale sono in via XXV Aprile, 2 – 20097 San Donato Milanese (MI) – Italia.
Recapito telefonico, sito internet e indirizzo di posta elettronica
tel. 02 516031, www.nationalesuisse.it, [email protected]
Autorizzazione all'esercizio delle assicurazioni
La Società è stata autorizzata all'esercizio delle assicurazioni con Decreto Ministeriale del 6 ottobre 1972,
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 274 del 20 ottobre 1972 ed iscritta all’albo delle imprese di assicurazione con il numero 1.00038.
2.
Informazioni sulla situazione patrimoniale della Società (dati al 30 aprile 2014)
Patrimonio netto
L’ammontare del patrimonio netto della Società è pari a 19,5 milioni di euro, di cui 12,0 milioni di euro
relativi al capitale sociale e 7,5 milioni di euro relativi al totale delle riserve patrimoniali.
Indice di solvibilità
L’indice di solvibilità, che rappresenta il rapporto tra l’ammontare del margine di solvibilità disponibile e
l’ammontare del margine di solvibilità richiesto dalla normativa vigente (quest’ultimo calcolato in funzione dei premi incassati o dell’onere dei sinistri), è pari a 1,71.
Si precisa che il margine di solvibilità disponibile è rappresentato dal patrimonio netto della Società al
netto degli elementi immateriali, libero da qualsiasi impegno prevedibile, e comprende:
a) il capitale sociale versato;
b) le riserve legali e le riserve statutarie e facoltative, non destinate a copertura di specifici impegni;
c) gli utili dell'esercizio e degli esercizi precedenti portati a nuovo, al netto dei dividendi da pagare;
d) le perdite dell'esercizio e degli esercizi precedenti portate a nuovo.
Si rinvia al sito internet della Società per la consultazione di eventuali aggiornamenti del Fascicolo Informativo non derivanti da innovazioni della normativa contrattuale.
B. INFORMAZIONI SUL CONTRATTO
3. Durata e rinnovo del contratto
La polizza non prevede tacito rinnovo e pertanto la garanzia cesserà alla scadenza pattuita senza applicazione del periodo di tolleranza di 15 giorni previsto dall’art.1901, 2° comma, del Codice Civile.
4. Coperture assicurative offerte – Limitazioni ed esclusioni
In caso di malattia che abbia per conseguenza una invalidità permanente, la Società s’impegna a corrispondere all’Assicurato un indennizzo calcolato in base all’apposita tabella prevista dalle Condizioni Generali di Assicurazione.
L’indennizzo viene liquidato previa deduzione della franchigia prevista dal contratto, espressa in percentuale del grado di invalidità accertato.
AVVERTENZA
Sono esclusi dalla copertura assicurativa le malattie e le conseguenze di eventi elencati nelle Condizioni
Generali di Assicurazione all’articolo “Rischi esclusi”.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 3 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
L’assicurazione non è concedibile a chi abbia un’età superiore a quella massima di permanenza e pertanto la scadenza della polizza è fissata alla scadenza annuale successiva al compimento di tale età.
AVVERTENZA
Il limite massimo di età assicurabile è 60 anni.
5. Periodi di carenza contrattuali
L'assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza se il premio è stato pagato; altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. Se il Contraente non paga i premi successivi, l'assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del 15° giorno successivo a quello della scadenza e riprende vigore
dalle ore 24 del giorno del pagamento. Fermo quanto sopra, l’assicurazione, anche dopo il pagamento
del premio, non è sempre efficace fin da subito.
AVVERTENZA
La garanzia della presente polizza decorre dopo il 90° giorno successivo a quello di effetto dell’assicurazione. Per le malattie neoplastiche detto termine si intende elevato a 180 giorni.
Per un quadro completo della decorrenza della garanzia e dei termini di aspettativa si rimanda al relativo
articolo delle Condizioni Generali di Assicurazione.
6. Dichiarazioni dell’Assicurato in ordine alle circostanze del rischio – Questionario sanitario
È assolutamente necessario che all’atto della stipulazione del contratto l’Assicurando fornisca risposte
precise e veritiere alle domande circa il proprio stato di salute nonché sui suoi precedenti assicurativi.
AVVERTENZA
Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente e/o dell’Assicurato relative a circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio da parte della Società possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione dell’assicurazione così come espressamente
indicato all’articolo “Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio” delle Condizioni di Assicurazione.
Particolare rilevanza assumono inoltre le condizioni di inassicurabilità dell’Assicurato, che si esplicano
nella presenza di sieropositività al virus H.I.V., alcolismo o tossicodipendenza, indipendentemente dalla
concreta valutazione dello stato di salute dell’Assicurato stesso.
Il manifestarsi nell’Assicurato di una o più di tali affezioni o malattie nel corso dell’assicurazione costituisce per la Società aggravamento di rischio per il quale essa non avrebbe consentito l’assicurazione ai
sensi dell’art. 1898 del Codice Civile, applicandosi in tal caso la disciplina ivi prevista.
Per i dettagli si rimanda all’articolo “Persone non assicurabili” delle Condizioni Generali di Assicurazione.
Per la stipulazione delle polizze è obbligatoria la preventiva compilazione del Questionario Sanitario per
ogni singolo assicurato. Il Questionario diviene parte integrante della polizza.
AVVERTENZA
È fondamentale rispondere in maniera precisa e veritiera alle domande previste dal Questionario Sanitario, in quanto da ciò dipende la validità della polizza, ai sensi degli artt.1892 e 1893 del Codice Civile.
Ricordiamo inoltre che, firmando il questionario, l’assicurato si assume la responsabilità di quanto vi è
dichiarato, anche se le risposte vengono scritte da terzi, ai sensi dell’articolo 1894 del Codice Civile.
7. Aggravamento e diminuzione del rischio e variazioni nella professione
Salvo quanto indicato al precedente punto 6 - Dichiarazioni dell’Assicurato in ordine alle circostanze del
rischio con riferimento alle persone non assicurabili e a quanto precisato con riferimento alle infermità
mentali all’articolo “Aggravamento del rischio” delle Condizioni Generali di Assicurazione, secondo quanto
previsto dal predetto articolo il Contraente e/o l’Assicurato non sono tenuti a comunicare eventuali aggravamenti del rischio o variazioni nella professione esercitata.
8. Premi
L’assicurazione è il contratto con il quale la Società, verso pagamento di un premio, si obbliga a indennizzare l’Assicurato, entro i limiti convenuti, per i danni a esso prodotti da un sinistro. Il premio, consistente in una somma di denaro, è l’oggetto della prestazione del Contraente e costituisce il corrispettivo
della prestazione, al verificarsi del sinistro, della Società.
Nel caso in cui la polizza sia collocata a mezzo di fattispecie contrattuali qualificabili come contratti di appalto pubblico di servizi in base al “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” (D.Lgs. n. 163/2006), la Società, al fine di non incorrere
nella nullità dei contratti stessi, assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della
Legge n. 136/2010 e successive modifiche, impegnandosi ad effettuare ogni transazione inerente il contratto di appalto attraverso conto corrente dedicato.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 4 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
Si segnala che in caso di pagamento del premio oltre 90 giorni dalla scadenza, decorrono nuovamente i
termini di aspettativa descritti al precedente punto 5 – Periodi di carenza contrattuali.
Periodicità di pagamento del premio
Il premio, salvo il caso di contratti di durata inferiore a dodici mesi, è determinato per periodi di assicurazione di un anno ed è dovuto per intero, anche se ne sia stato concesso il frazionamento. Il pagamento
del premio viene effettuato all’atto della conclusione del contratto e per tutta la sua durata ad ogni ricorrenza annuale della data di decorrenza.
Modalità di versamento del premio
Il pagamento del premio annuo avviene presso gli uffici della Società ovvero presso l’Intermediario a cui
è assegnata la polizza; i mezzi di pagamento del premio accettati dalla Società, ai sensi della vigente
normativa antiriciclaggio D.Lgs. n° 231 del 21 novembre 2007 sono:
 bonifico bancario sul conto corrente intestato all’Intermediario;
 assegno non trasferibile intestato all’Intermediario;
 bollettino postale sul conto corrente intestato all’Intermediario;
 contanti, fino ad un massimo di 750 euro annui per polizza.
È escluso il pagamento del premio con modalità diverse da quelle sopra riportate.
Frazionamento del premio
In alternativa al pagamento del premio con periodicità annuale, il Contraente può scegliere una periodicità di pagamento semestrale; in tal caso, il pagamento del premio, gravato dall’addizionale di frazionamento del 3%, viene effettuato rispettivamente ad ogni ricorrenza semestrale della data di decorrenza.
9. Diritto di recesso
Poiché la durata dei contratti non può superare un anno (più eventuale rateo), secondo il disposto del
primo comma dell’articolo 1899 del Codice Civile non è riconosciuta al Contraente la facoltà di recedere
dall’assicurazione.
Non è altresì previsto il recesso in caso di sinistro.
10. Prescrizione dei diritti derivanti dal contratto
Ai sensi dell'articolo 2952 del Codice civile il diritto al pagamento delle rate di premio si prescrive in un
anno dalle singole scadenze. Gli altri diritti derivanti dal contratto di assicurazione si prescrivono in due
anni dal giorno in cui si è verificato il fatto su cui si fonda il diritto.
11. Legge applicabile al contratto
La legislazione applicabile al contratto è quella italiana; le Parti hanno comunque la facoltà, prima della
conclusione del contratto stesso, di scegliere una legislazione diversa.
La Società propone di scegliere la legislazione italiana.
Resta comunque ferma l'applicazione di norme imperative del diritto italiano.
12. Regime fiscale
Imposta sui premi
I premi pagati per le assicurazioni aventi ad oggetto i rischi di danni alla persona sono soggetti a imposta
nella misura del 2,50%.
Detraibilità fiscale dei premi
Sui premi pagati per le assicurazioni aventi ad oggetto i rischi di danni alla persona , intendendosi per tali
le assicurazioni aventi ad oggetto esclusivo i rischi di morte, di invalidità permanente (in misura non inferiore al 5%), viene riconosciuta annualmente una detrazione d'imposta sul reddito delle persone fisiche
dichiarato dal Contraente alle condizioni e nei limiti del tetto di detraibilità fissati dalla legge.
Tale detrazione fiscale spetta al soggetto che sopporta l'onere economico del pagamento del premio, la
detrazione spetta sempreché l'Assicurato – se persona diversa dal Contraente – sia fiscalmente a carico
del Contraente stesso.
Ai fini della detrazione d'imposta devono essere considerati, oltre ai premi pagati per le assicurazioni sopra indicate, anche eventuali premi pagati dal Contraente per le assicurazioni sulla vita o contro gli infortuni stipulate anteriormente al 1 gennaio 2001 (che conservano il diritto alla detrazione d'imposta). In virtù
della detrazione d'imposta, il costo effettivo dell’assicurazione risulta inferiore ai premi pagati.
Tassazione delle prestazioni
Le somme liquidate non soggette ad alcuna imposizione fiscale.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 5 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
13. Informazioni in corso di contratto
Variazioni della Nota Informativa
La Società si impegna a pubblicare sul proprio sito internet, all’indirizzo www.nationalesuisse.it, le eventuali variazioni delle informazioni contenute nella Nota Informativa non derivanti da innovazioni normative intervenute anche per effetto di modifiche successive alla conclusione del contratto.
Riscontro a richieste di informazioni
La Società fornisce riscontro per iscritto alle richieste di informazioni relative al rapporto assicurativo presentate dal Contraente o dagli aventi diritto ed inviate a:
 Nationale Suisse S.p.A. – Via XXV Aprile, 2 – 20097 San Donato Milanese – Fax 02 51 46 34;
 [email protected];
 [email protected], qualora la richiesta avvenga tramite casella di posta
elettronica certificata.
C. INFORMAZIONI SULLE PROCEDURE LIQUIDATIVE E SUI RECLAMI
14. Sinistri – liquidazione dell’indennizzo
È onere dell’Assicurato procedere alla denuncia del sinistro con la massima prontezza, indicando con
precisione tutti gli elementi necessari per la definizione del sinistro e allegando alla denuncia il certificato medico (che deve contenere tutti gli elementi utili per la quantificazione dei danni) fermo restando che
il decorso della malattia deve essere documentato da ulteriori certificati medici: una denuncia di sinistro
eseguita in modo chiaro e soprattutto completo consente di ridurre notevolmente i tempi di liquidazione
e limita le possibilità di contestazione.
AVVERTENZA
Premesso che l’insorgenza del sinistro coincide con il manifestarsi della malattia (anche se le conseguenze poste in garanzia si dovessero verificare in tempi successivi), il Contraente e/o l’Assicurato deve
dare avviso del sinistro all’Intermediario cui è assegnata la polizza o alla Società nei tempi e con le modalità previste nelle “Norme in caso di sinistro” delle Condizioni Generali di Assicurazione all’articolo “Denuncia del sinistro - obblighi dell’Assicurato e del Contraente”.
L’onere delle spese per l’accertamento del sinistro sono a carico dell’Assicurato.
La Società si riserva di sottoporre l’Assicurato a visita medica ogniqualvolta sia ritenuta necessaria per
valutare la sussistenza dei requisiti in ordine all’indennizzabilità del sinistro ed alla sua quantificazione,
secondo quanto disciplinato dal combinato disposto degli articoli “Criteri d’indennizzabilità” e “Liquidazione dell’indennizzo” delle norme suindicate.
La gestione dei sinistri e la liquidazione degli indennizzi è in carico alla Società.
15. Reclami
Qualora le Parti scelgano di applicare al contratto la legislazione italiana, eventuali reclami riguardanti il
rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto alla Società al seguente
indirizzo:
Nationale Suisse S.p.A. – Servizio Qualità
Via XXV Aprile, 2 – 20097 San Donato Milanese
Fax 02 514634; e-mail [email protected]
Qualora l’esponente non si ritenga soddisfatto dall’esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel
termine massimo di 45 giorni, potrà rivolgersi a IVASS - Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni - corredando l’esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Società al seguente indirizzo:
IVASS
Via del Quirinale, 21 – 00187 ROMA
I reclami indirizzati all’IVASS devono contenere:
- nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico;
- individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
- breve descrizione del motivo della lamentela;
- copia del reclamo eventualmente presentato alla Società e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa;
- ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.
In relazione alle controversie inerenti la quantificazione delle prestazioni e l’attribuzione della responsabilità si ricorda che permane la competenza esclusiva dell’Autorità Giudiziaria, oltre alla facoltà di ricorrere a sistemi conciliativi, ove esistenti.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 6 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
Nel caso in cui la legislazione scelta dalle Parti sia diversa da quella italiana, gli eventuali reclami in merito
al contratto dovranno essere rivolti al sistema (estero) competente del Paese la cui legislazione è stata
scelta, chiedendo l’attivazione della procedura FIN-NET, oppure presentando direttamente il reclamo
all’IVASS. Si precisa che il sistema (estero) competente cui rivolgere i reclami è individuabile accedendo
al sito internet: http://ec.europa.eu/internal_market/finservices-retail/finnet/index_en.htm.
16. Arbitrato
In caso di disaccordo sull’indennizzabilità del danno e sull’eventuale misura dello stesso è possibile evitare una controversia processuale ricorrendo al cosiddetto arbitrato: la soluzione delle divergenze di natura medica viene demandata ad un collegio di tre medici nominati uno per parte e il terzo di comune accordo, ferma restando la possibilità di adire all’Autorità giudiziaria ordinaria qualora una Parte decida di
impugnare l’esito della procedura arbitrale per dolo o errore manifesto.
Si ricorda che il luogo di svolgimento dell’arbitrato è la città sede dell’Istituto di medicina legale più vicina al domicilio dell’Assicurato.
AVVERTENZA
In relazione a eventuali controversie tra le Parti inerenti l’operatività delle prestazioni previste nel contratto permane in ogni caso la facoltà per il Contraente e/o l’Assicurato di rivolgersi all’Autorità giudiziaria.
17. Mediazione per la conciliazione delle controversie
In base all'art. 60 della legge di delegazione 18 giugno 2009, n. 69 e ai successivi orientamenti interpretativi (sentenza della Corte Costituzionale del 6 dicembre 2012, n. 272) in materia di “mediazione finalizzata
alla conciliazione delle controversie civili e commerciali”, è prevista la facoltà di esperire il procedimento
di mediazione per la risoluzione di controversie civili, anche in materia di contratti assicurativi, ferma restando la possibilità di adire all’Autorità giudiziaria per l’instaurazione della causa civile.
In concreto, per tentare la risoluzione stragiudiziale della controversia l’esponente potrà rivolgersi ad un
Organismo di mediazione imparziale iscritto nell’apposito registro presso il Ministero della Giustizia. Nel
caso in cui il Contraente o l’Assicurato intendano avvalersi di tale procedimento, dovranno far pervenire
la richiesta di mediazione, depositata presso uno di tali organismi, alla Sede legale della Società.
***
Nationale Suisse S.p.A. è responsabile della veridicità e della completezza delle notizie e dei dati
contenuti nella presente Nota informativa.
Michelangelo Avello
Amministratore Delegato
Nationale Suisse S.p.A.
Documento redatto nel mese di maggio 2014, data dell’ultimo aggiornamento delle informazioni ivi
contenute.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 7 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
NOTA INFORMATIVA
GLOSSARIO
Qui di seguito sono riportati i principali termini utilizzati nella documentazione precontrattuale e contrattuale presente nel Fascicolo Informativo con il significato loro attribuito dalla Società. Gli stessi termini
sono evidenziati in carattere corsivo nel testo delle Condizioni Generali di Assicurazione.
Il glossario è suddiviso nelle seguenti parti:
1. definizioni generali
2. definizioni relative all’assicurazione Malattia
Definizioni generali
 “Anno” (annuo, annuale): periodo di tempo la cui durata è pari a 365 giorni (366 in caso di anno solare bisestile);
 “Assicurato”: la persona il cui interesse è protetto dall'assicurazione;
 “Assicurazione” il contratto mediante il quale la Società, dietro pagamento da parte del Contraente
del premio pattuito, si obbliga a mantenere indenne l’Assicurato, entro i limiti convenuti, del danno a
lui causato da un sinistro;
 “Contraente”: il soggetto che stipula l'assicurazione;
 “Polizza”: il documento che prova l'assicurazione;
 “Premio”: la somma dovuta dal Contraente alla Società per l’assicurazione;
 “Rischio”: la possibilità che si verifichi il sinistro;
 “Società”: l'impresa assicuratrice, ovvero Nationale Suisse S.p.A.
Definizioni relative all’assicurazione Malattia
 “Difetto fisico”: l’alterazione organica acquisita evidente o clinicamente diagnosticata;
 “Indennizzo”: la somma dovuta dalla Società all’Assicurato in caso di sinistro;
 “Infortunio”: l'evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna, che abbia per conseguenza diretta
ed esclusiva lesioni fisiche oggettivamente constatabili;
 “Invalidità Permanente”: la perdita definitiva, a seguito di malattia, in misura totale o parziale, della
capacità dell’Assicurato allo svolgimento di un qualsiasi lavoro, indipendentemente dalla sua professione;
 “Malattia”: ogni obiettivabile alterazione evolutiva dello stato di salute non conseguente a infortunio;
 “Malattie coesistenti”: le malattie o le Invalidità Permanenti presenti nell’Assicurato che non determinano alcuna influenza peggiorativa sulla malattia denunciata e sulla Invalidità Permanente da essa
causata in quanto interessano sistemi organo funzionali diversi;
 “Malattie concorrenti”: le malattie o le Invalidità Permanenti presenti nell’Assicurato che determinano un’influenza peggiorativa sulla malattia denunciata e sulla Invalidità Permanente da essa causata in quanto interessano uno stesso sistema organo funzionale;
 “Malformazione”: la patologia clinicamente diagnosticata di origine congenita;
 “Questionario sanitario”: il documento che descrive lo stato di salute dell’Assicurato e che forma
parte integrante della polizza;
 “Sinistro”: il verificarsi di una malattia dalla quale possa derivare una invalidità permanente indennizzabile a termini di polizza;
 “Stato patologico”: ogni alterazione dello stato di salute conseguente ad infortunio o malattia.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 8 di 8
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/5014
Condizioni Generali di Assicurazione
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
La polizza è costituita da:

le Condizioni Generali e Particolari di Assicurazione contenute nel presente fascicolo (mod.A1130);

la Scheda di Polizza (mod.A1131), riportante i dati amministrativi e tecnici della polizza e le persone
assicurate;

l’Allegato (mod. A1136), valido per l’eventuale indicazione di persone assicurate non riportate sulla
Scheda di Polizza;

l’Allegato (mod. A106), valido per l’eventuale indicazione di condizioni particolari;

il Questionario sanitario (mod. A913) la cui compilazione è necessaria ed indispensabile per la descrizione dello stato di salute.
Al fine di dar loro risalto, sono evidenziate in grigio, per effetto di quanto disposto dal secondo comma
dell’art.166 del Codice delle Assicurazioni (decreto legislativo 7/9/2005 n.209), quelle Condizioni di Assicurazione che indicano decadenze, nullità o limitazioni delle garanzie ovvero oneri a carico del Contraente
o dell’Assicurato.
Per comodità di consultazione si riporta in sintesi il contenuto del presente documento:
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE:




Norme che regolano l'assicurazione in generale.......................................................................... pag. 3
Norme che regolano l'assicurazione Invalidità Permanente
- Oggetto e delimitazione dell’assicurazione............................................................................. pag. 4
- Effetti dell’assicurazione.......................................................................................................... pag. 4
Norme che regolano i sinistri........................................................................................................ pag. 5
Condizioni Particolari ............................................................................................................ pag. 6
ALLEGATO “Tabella parametri per la valutazione dell’Invalidità Permanente” .................................. pag. 7
Testo conforme a quello depositato presso il Notaio Cesare Bignami di Milano in data 24 novembre 2012, con
atto n. 113546 del suo repertorio (raccolta n. 35992).
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 2 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
Condizioni Generali di Assicurazione
NORME CHE REGOLANO L'ASSICURAZIONE IN GENERALE
Art.1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio
Le dichiarazioni inesatte o le reticenze dell'Assicurato o del Contraente relative a circostanze che influiscono
sulla valutazione del rischio, possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo nonché
la stessa cessazione dell'assicurazione ai sensi degli artt.1892, 1893 e 1894 del Codice Civile.
Art.2 - Altre assicurazioni
L'Assicurato o il Contraente deve comunicare per iscritto alla Società l'esistenza e la successiva stipulazione
di altre assicurazioni, da chiunque stipulate, per il medesimo rischio.
La Società, in caso di dolosa omissione di tale comunicazione, non è tenuta a corrispondere l’indennizzo.
In caso di sinistro l’Assicurato od il Contraente deve darne avviso a tutti gli assicuratori, indicando a ciascuno il nome degli altri, ai sensi dell’art.1910 del Codice Civile.
Art.3 - Pagamento del premio
L'assicurazione ha effetto dalle ore 24.00 del giorno indicato in polizza se il premio o la prima rata di premio
sono stati pagati; altrimenti ha effetto dalle ore 24.00 del giorno del pagamento.
I premi devono essere pagati all'Agenzia alla quale è assegnata la polizza oppure alla Società.
Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l'assicurazione resta sospesa dalle ore
24.00 del 15° (quindicesimo) giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24.00 del giorno
del pagamento, ferme le successive scadenze, ai sensi dell'art.1901 del Codice Civile.
Fermo restando quanto sopra previsto, la garanzia decorre secondo i termini disposti dall’art.14 (Decorrenza
della garanzia - Termini di aspettativa) delle Condizioni Generali di Assicurazione.
In caso di pagamento del premio oltre 90 (novanta) giorni dalla scadenza, decorrono nuovamente i termini di
aspettativa previsti dall’art.14 (Decorrenza della garanzia - Termini di aspettativa) delle Condizioni Generali di
Assicurazione.
Il premio è sempre determinato per periodi di assicurazione di un anno, salvo il caso di durata inferiore, ed è
dovuto per intero anche se ne sia stato concesso il frazionamento in due rate.
Art.4 - Modifiche dell'assicurazione
Le eventuali modifiche dell'assicurazione devono essere provate dalle Parti per iscritto.
Art.6 - Aggravamento del rischio
Non trova applicazione, relativamente all’evoluzione dello stato di salute dell’Assicurato nel corso della assicurazione, quanto disposto dall’art.1898 del Codice Civile in materia di aggravamento del rischio, salvo
quanto previsto dall’art.12 (Persone non assicurabili) delle Condizioni Generali di Assicurazione e quanto indicato al comma successivo.
L’insorgenza nel corso dell’assicurazione di sindromi organiche cerebrali, disturbi schizofrenici, disturbi paranoici, forme maniaco depressive ed epilessie costituisce aggravamento del rischio che il Contraente e/o
l'Assicurato deve comunicare alla Società. Gli aggravamenti di rischio non noti o non accettati dalla Società
possono comportare infatti la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo nonché la stessa cessazione
dell'assicurazione ai sensi dell'art. 1898 del Codice Civile.
Art.6 - Oneri fiscali dell’assicurazione
Sono a carico del Contraente, secondo le norme di legge, gli oneri fiscali relativi all’assicurazione.
Art.7 - Assicurazione per conto altrui
Se la polizza è stipulata per conto altrui, gli obblighi derivanti dalla polizza stessa devono essere adempiuti
dal Contraente, salvo quelli che per loro natura non possono essere adempiuti che dall’Assicurato, così come disposto dall’art.1891 del Codice Civile.
Art.8 - Foro competente
Foro competente è esclusivamente quello del luogo di residenza o di domicilio dell’Assicurato.
Art.9 - Rinvio alle norme di legge
L’assicurazione è regolata dalla legge italiana. Per tutto quanto non è regolato dalla polizza, valgono le norme di legge.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 3 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
NORME CHE REGOLANO L'ASSICURAZIONE INVALIDITÀ PERMANENTE
OGGETTO E DELIMITAZIONE DELL’ASSICURAZIONE
Art.10 - Rischio assicurato
L’assicurazione vale per il caso di Invalidità Permanente, di grado pari o superiore al 25% (venticinque procento) della totale, conseguente a malattia, quest’ultima manifestatasi successivamente alla data di effetto
dell’assicurazione, fermo quanto previsto dall’art.14 (Decorrenza della garanzia – Termini di aspettativa), ma
non oltre la sua data di scadenza.
Art.11 - Rischi esclusi
L’assicurazione non è operante per le conseguenze di:
a) malformazioni, difetti fisici, nonché malattie e stati patologici che abbiano richiesto accertamenti strumentali, diagnosticati o curati anteriormente alla stipulazione della polizza e sottaciuti alla Società dal
Contraente e/o dall’Assicurato con dolo o colpa grave all’atto della stipulazione della polizza;
b) malattie mentali e dei disturbi psichici in genere, ivi compresi i comportamenti nevrotici;
c) intossicazioni causate da abuso di alcool o psicofarmaci, nonché dall’uso di stupefacenti o allucinogeni;
d) trattamenti estetici, cure dimagranti e dietetiche;
e) trasformazioni, dirette od indirette, o assestamenti energetici dell'atomo, naturali o provocati, ed accelerazioni di particelle atomiche (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici,
raggi X, etc.);
f) reati dolosi commessi dall’Assicurato od atti contro la sua persona da lui volontariamente compiuti o
consentiti;
g) malattie da contaminazione batteriologica o chimica dovute a guerre od insurrezioni;
h) malattie professionali.
Per le maggiori somme e le diverse prestazioni conseguenti a variazioni intervenute nel corso dell’assicurazione, la disposizione di cui alla lettera a) si applicherà con riguardo alla data della variazione, anziché a quella
di stipulazione della polizza.
Art.12 - Persone non assicurabili
La Società presta l’assicurazione su dichiarazione del Contraente che l’Assicurato non è affetto da sieropositività HIV, alcolismo o tossicodipendenza.
Premesso che la Società, qualora al momento della stipulazione della polizza fosse stata a conoscenza che
l’Assicurato era affetto da sieropositività HIV, alcolismo o tossicodipendenza non avrebbe acconsentito a
prestare l’assicurazione, resta inteso che, al manifestarsi di tali condizioni nel corso della polizza, l’assicurazione stessa cessa contestualmente, indipendentemente dalla concreta valutazione dello stato di salute dell’Assicurato, a norma dell’art.1898 del Codice Civile, senza obbligo della Società di corrispondere l’indennizzo.
In caso di cessazione dell’assicurazione in corso, la Società mette a disposizione del Contraente, entro 45
(quarantacinque) giorni dalla cessazione stessa, la parte di premio, al netto dell’imposta, già pagata e relativa al tempo che intercorre tra il momento della cessazione della polizza ed il termine del periodo di assicurazione per il quale è stato corrisposto il premio stesso.
EFFETTI DELL’ASSICURAZIONE
Art.13 - Premio - Scadenza della polizza
Il premio è determinato in base all’età dell’Assicurato al momento della stipulazione della polizza.
L’assicurazione scade alle ore 24.00 del giorno indicato in polizza e non prevede il tacito rinnovo.
Art.14 - Decorrenza della garanzia - Termini di aspettativa
La garanzia vale per le Invalidità Permanenti conseguenti a malattie manifestatesi dopo il 90° (novantesimo)
giorno successivo al momento in cui, ai sensi dell’art.3 (Pagamento del premio) delle Condizioni Generali di
Assicurazione, ha effetto l’assicurazione. Per le malattie neoplastiche il termine di cui sopra s’intende elevato
a 180 (centottanta) giorni.
Qualora la polizza sia stata emessa in sostituzione, senza soluzione di continuità, di altra polizza riguardante
lo stesso Assicurato, il termine di aspettativa di cui sopra opera:

dal giorno in cui aveva avuto effetto la polizza sostituita, per le prestazioni e le somme da quest’ultima
previste;

dal giorno in cui ha effetto la presente polizza, limitatamente alle maggiori somme ed alle diverse prestazioni da essa previste. Tale disposizione vale anche nel caso di variazioni contrattuali intervenute nel
corso dell’assicurazione.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 4 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
NORME CHE REGOLANO I SINISTRI
Art.15 - Denuncia del sinistro e obblighi dell’Assicurato o del Contraente
In caso di sinistro, l'Assicurato o il Contraente deve darne avviso scritto all'Agenzia alla quale è assegnata la
polizza oppure alla Società entro 3 (tre) giorni da quando, secondo parere medico, ci sia motivo di ritenere
che la malattia per le sue caratteristiche e presumibili conseguenze possa interessare la garanzia prestata,ai
sensi dell'art.1913 del Codice Civile.
L'inadempimento di tale obbligo può comportare la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo, ai sensi
dell'art.1915 del Codice Civile.
La denuncia del sinistro deve essere corredata da certificazione medica che contenga la diagnosi.
L’Assicurato deve consentire alla Società le indagini e gli accertamenti necessari, produrre copia della cartella clinica completa e fornire la documentazione sanitaria utile per la liquidazione del sinistro, a tal fine
sciogliendo qualsiasi medico dal segreto professionale. La Società si riserva la facoltà di richiedere ulteriore
documentazione sanitaria nel caso di reticenze da parte dell’Assicurato.
Art.16 - Criteri di indennizzabilità
La Società corrisponde l’indennizzo per le conseguenze dirette causate dalla singola malattia denunciata.
Qualora la malattia colpisca un Assicurato già affetto da altre patologie, è ritenuto non indennizzabile il
maggior pregiudizio derivante da malattie coesistenti.
Nel corso dell’assicurazione le Invalidità Permanenti da malattia già accertate non potranno essere oggetto
di ulteriore valutazione sia in caso di loro aggravamento, sia in caso in cui rappresentino malattie concorrenti.
Nel caso quindi la malattia colpisca un Assicurato la cui Invalidità Permanente sia già stata accertata per una
precedente malattia, la valutazione dell’ulteriore Invalidità Permanente andrà effettuata in modo autonomo,
senza tenere conto del maggior pregiudizio arrecato dalla preesistente condizione menomativa.
Art.17 - Liquidazione dell’indennizzo
La percentuale di Invalidità Permanente viene accertata in un periodo compreso fra gli 8 (otto) ed i 16 (sedici) mesi dalla data di denuncia della malattia secondo i parametri esposti nella “Tabella parametri per la valutazione dell’Invalidità Permanente” di cui all’Allegato di polizza. In tale tabella vengono specificati per ogni
sistema organo-funzionale:
 i criteri di valutazione;
 le condizioni che determinano una percentuale di invalidità permanente inferiore al 25% (venticinque
procento);
 le condizioni che determinano una percentuale di invalidità permanente superiore al 74% (settantaquattro procento).
Nei casi di Invalidità Permanente non specificati nella citata tabella, la percentuale di invalidità è accertata in
riferimento ai parametri ed ai criteri di valutazione ivi indicati, tenendo conto della diminuita capacità generica lavorativa, indipendentemente dalla professione dell’Assicurato.
La Società liquida l’indennizzo calcolato sulla somma assicurata secondo lo schema seguente, fermo restando che nessun indennizzo spetta all’Assicurato quando l’Invalidità Permanente accertata sia di grado inferiore al 25% (venticinque procento):
fasce
I
II
III
IV
V
VI
VII
per percentuali di Invalidità Permanente accertata
inferiore al 25%
dal 25% al 34%
dal 35% al 44%
dal 45% al 54%
dal 55% al 64%
dal 65% al 74%
superiore al 74%
indennizzo da liquidare
0
10%
25%
40%
60%
70%
100%
Il diritto all’indennizzo è di carattere personale e non è quindi trasferibile agli eredi. Tuttavia se l’Assicurato
muore dopo che l’indennizzo sia stato liquidato o comunque offerto in misura determinata, la Società paga
agli eredi dell’Assicurato in parti uguali l’importo liquidato od offerto.
Art.18 – Controversie - Arbitrato irrituale
In caso di controversie di natura medica sull’indennizzabilità del sinistro nonché sul grado di Invalidità Permanente,le Parti possono conferire, per iscritto, mandato di decidere se ed in quale misura sia dovuto
l’indennizzo, a norma e nei limiti delle condizioni di polizza, ad un Collegio di tre medici, nominati uno per
parte ed il terzo di comune accordo o, in caso contrario, dal Presidente del Consiglio dell'Ordine dei medici
avente sede nel luogo ove deve riunirsi il Collegio dei medici.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 5 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
Il Collegio medico risiede nel comune, sede di Istituto di medicina legale, più vicino al luogo di residenza
dell'Assicurato.
Ciascuna delle Parti sostiene le proprie spese e remunera il medico da essa designato, contribuendo per la
metà delle spese e competenze per il terzo medico.
Le decisioni del Collegio medico sono prese a maggioranza di voti, con dispensa da ogni formalità di legge, e
sono vincolanti per le Parti, le quali rinunciano fin d'ora a qualsiasi impugnativa salvo i casi di violenza, dolo,
errore o violazione dei patti contrattuali.
I risultati delle operazioni arbitrali devono essere raccolti in apposito verbale, da redigersi in doppio esemplare, uno per ognuna delle Parti. Le decisioni del Collegio medico sono vincolanti per le Parti anche se uno
dei medici rifiuti di firmare il relativo verbale; tale rifiuto deve essere attestato dagli altri arbitri nel verbale
stesso.
CONDIZIONI PARTICOLARI
(valide esclusivamente se richiamate sul mod. A1136)
A) Maggiorazione franchigia
A parziale deroga degli artt.10 e 17 delle Condizioni Generali di Assicurazione, l’assicurazione vale per il caso di Invalidità Permanente di grado pari o superiore al 45% (quarantacinque procento) della totale. La Società liquida l’indennizzo calcolato sulla somma assicurata secondo lo schema seguente, fermo restando che
nessun indennizzo spetta all’Assicurato quando l’Invalidità Permanente accertata sia di grado inferiore al
45% (quarantacinque procento):
fasce
per percentuali di Invalidità Permanente accertata
indennizzo da liquidare
I
inferiore al 45%
0
II
dal 45% al 54%
40%
III
dal 55% al 64 %
60%
IV
dal 65% al 74%
70%
V
superiore al 74%
100%
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 6 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
ALLEGATO
Tabella parametri per la valutazione dell’Invalidità Permanente
1) Sistema nervoso centrale
I postumi delle malattie che colpiscono il cervello, il cervelletto ed il midollo spinale quali ad esempio le
encefaliti, le meningiti, la sclerosi a placche, il Parkinson, l’epilessia, l’ictus cerebrale, i tumori, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:
 disturbi del linguaggio;
 disturbi delle funzioni cerebrali complesse integrate, realizzanti la sindrome cerebrale organica;
 disturbi della coscienza;
 disturbi neurologici episodici (in particolare: sincopi, convulsioni e crisi epilettiche);
 disturbi della statica e della deambulazione;
 disturbi neurologici vescicali, rettali, sessuali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%:
I postumi della malattia non comportano nessuna delle seguenti condizioni:
 il soggetto comprende l’eloquio ma non può produrre un linguaggio appropriato;
 il soggetto presenta alterazioni delle funzioni cerebrali integrate complesse tanto da necessitare di
un controllo o supervisione per incombenze particolari;
 disordini neurologici che comportano una moderata alterazione cronica dello stato di coscienza;
 disturbi episodici (sincopi, crisi epilettiche, convulsioni) tali da interferire moderatamente sulle attività quotidiane;
 il soggetto può mantenere la stazione eretta, ma cammina con difficoltà su superfici pianeggianti;
 presenza di attività vescicale e rettale riflessa, con marcata riduzione del controllo volontario.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%:
I postumi della malattia comportano almeno una delle seguenti condizioni:
 il soggetto non può comprendere o produrre un linguaggio comprensibile con impossibilità completa
a comunicare;
 il soggetto non può prendere cura di sé stesso nella maggior parte delle situazioni giornaliere;
 disordini neurologici cronici che comportano uno stato stuporoso persistente;
 episodi sincopali e/o epilettici e/o convulsivi frequenti, non controllabili dalla terapia e tali da limitare
 grandemente le attività della vita di ogni giorno;
 il soggetto può mantenere la stazione eretta, ma è assolutamente incapace di deambulare;
 alterazione della motilità degli arti inferiori con scomparsa dei riflessi e del controllo degli sfinteri vescicale e rettale e perdita della funzione sessuale.
2) Apparato cardiovascolare
I postumi delle malattie che colpiscano il cuore, le arterie e le vene quali ad esempio l’angina pectoris,
l’infarto, le pericarditi, le cardiomiopatie, gli aneurismi, le trombosi, le tromboflebiti, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:
 classificazione dell’insufficienza cardiaca proposta dalla New York Hearth (NYHA):
CLASSE 1 – l’attività fisica abituale non provoca affaticamento né palpitazioni;
CLASSE 2 – l’attività fisica abituale provoca affaticamento, palpitazioni, dispnea o dolore anginoso;
CLASSE 3 – a riposo i pazienti non hanno questo tipo di disturbi, ma già una attività fisica inferiore a
quella abituale provoca affaticamento, palpitazioni, dispnea o dolore anginoso;
CLASSE 4 – i sintomi della cardiopatia congestizia sono presenti anche a riposo. Ciascun tipo di attività
fisica aggrava i disturbi;
 pressione arteriosa;
 efficacia della terapia medica chirurgica;
 criteri clinici generali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%
I postumi della malattia non comportano nessuna delle seguenti condizioni:
 soggetto in classe funzionale NYHA 2 non controllabile da adeguata terapia;
 soggetto in classe funzionale NYHA 2 correggibile terapeuticamente ma con dilatazione o ipertrofia
 cardiaca o moderata valvulopatia;
 soggetto in classe funzionale NYHA 2 correggibile terapeuticamente, ma con ostruzione fissa o dinamica,non inferiore al 50%, di una sola arteria coronarica;
 soggetto in classe funzionale NYHA 2 correggibile terapeuticamente ma in presenza di angioplastica
o di by-pass coronarico;
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 7 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE

soggetto in classe funzionale NYHA 2 correggibile terapeuticamente ma in presenza di segni miocardiopatia dilatativa, ipertrofica o restrittiva;
 soggetto in classe funzionale NYHA 2 correggibile terapeuticamente ma con pressione diastolica superiore a 95 mmHg nonostante la terapia antiipertensiva e con ipertrofia ventricolare sinistra senza
segni di scompenso;
 soggetto con persistenti aritmie non correggibili terapeuticamente ma che riesce comunque a condurre una vita attiva.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
I postumi della malattia comportano almeno una delle seguenti condizioni:
 soggetto in classe funzionale NYHA 4 non correggibile da terapia medica o chirurgica;
 soggetto in classe funzionale NYHA 3 non controllabile terapeuticamente e con ostruzione del 50%
di almeno un ramo coronarico non più correggibile chirurgicamente;
 soggetto in classe funzionale NYHA 3 non controllabile terapeuticamente e con pressione diastolica
superiore a 115 mmHg, nonostante la terapia antiipertensiva e con segni di insufficienza renale o cerebrovasculopatia o ipertrofia ventricolare o retinopatia ipertensiva;
 soggetto in classe funzionale NYHA 3 non controllabile terapeuticamente e con segni di miocardiopatia dilatativa, ipertrofica o restrittiva;
 soggetto in classe funzionale NYHA 3 non controllabile terapeuticamente e con aritmie costanti e
segni di inadeguata gittata cardiaca o con ricorrenti episodi sincopali.
3) Apparato respiratorio
I postumi delle malattie che colpiscano la laringe, i bronchi, i polmoni, la pleura ed il mediastino quali ad
esempio le bronchiti croniche, l’asma bronchiale, l’enfisema polmonare, l’edema polmonare, l’infarto
polmonare, le pleuriti, i tumori, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:
 funzionalità respiratoria calcolata in base ai seguenti parametri spirometrici: FVC, FVC 1, FVC 1/FVC.
Tali parametri debbono essere ottenuti con buona collaborazione del soggetto e, in caso di componente
broncospastica, dopo test di broncodilatazione. I risultati ottenuti vanno poi riferiti ai valori teorici
CECA previsti per un soggetto di pari età e sesso;
 concentrazione di ossigeno nel sangue arterioso (Pa02) riferita al valore teorico previsto per un soggetto di pari età;
 criteri clinici generali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%
I postumi della malattia comportano una alterazione, nella misura prevista, di uno soltanto o di nessuno
dei tre parametri spirometrici indicati:
 FVC inferiore al 70% del valore teorico CECA
 FVC 1 inferiore al 70% del valore teorico CECA
 FVC 1/FVC inferiore al 60% del valore teorico CECA
oppure
 la PaO2 inferiore all’80% del valore teorico.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
I postumi della malattia comportano una alterazione, nella misura prevista, di almeno due dei tre parametri spirometrici indicati:
 FVC inferiore al 50% del valore teorico CECA
 FVC 1 inferiore al 50% del valore teorico CECA
 FVC 1/FVC inferiore al 40% del valore teorico CECA
oppure
 la PaO2 inferiore al 65% del valore teorico.
4) Apparato digerente
I postumi delle malattie che colpiscano l’esofago, lo stomaco, l’intestino, il fegato ed il pancreas quali ad
esempio le esofagiti, le malattie ulcerose, il morbo di Crohn, le epatiti e le pancreatiti acute e croniche, i
tumori, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:
 efficacia del trattamento terapeutico medico e chirurgico;
 postumi anatomici e funzionali accertati con esami radiologici e/o endoscopici e/o laboratoristici;
 variazione del peso corporeo in riferimento a quello teorico;
 criteri clinici generali.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 8 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%
 Esofago, stomaco, intestino tenue e pancreas
I postumi della malattia o del trattamento chirurgico che essa ha comportato sono controllati agevolmente dalla terapia e/o da modeste restrizioni dietetiche e la perdita di peso determinata dalla
malattia non supera il 10% del valore teorico; e nel caso di malattie pancreatiche croniche, non sono
documentati episodi di recidive.
 Colon, sigma e retto
I postumi della malattia o del suo trattamento chirurgico comportano disturbi soggettivi modesti e
saltuarie alterazioni dell’alvo e il trattamento prevede restrizioni alimentari marginali ed una terapia
farmacologica solo sintomatica.
 Fegato
I dati strumentali e laboratoristici indicativi di una epatopatia cronica non si correlano a manifestazioni cliniche di insufficienza epatica e non sono documentati precedenti episodi di ascite o di sanguinamento da varici del tubo digerente o di encefalopatia epatica e i postumi della malattia non
compromettono lo stato di nutrizione.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
 Esofago, stomaco, intestino tenue e pancreas
I postumi della malattia o del trattamento chirurgico che essa ha comportato non sono controllabili
dalla terapia medica né dalla dieta, non sono correggibili da ulteriori interventi chirurgici ed impediscono lo svolgimento della maggior parte delle attività abituali e la perdita di peso determinata dalla
malattia supera il 20% del valore teorico.
 Colon, sigma e retto
I postumi organici della malattia o del suo trattamento chirurgico comportano disturbi severi, una
persistente alterazione dell’alvo e manifestazioni generali quali ad esempio febbre ed anemia cronica
e la perdita di peso determinata dalla malattia supera il 20% del valore teorico.
 Fegato
Sono presenti dati strumentali e laboratoristici indicativi di una epatopatia cronica evolutiva e/o di
importante insufficienza della funzionalità epatica e sono documentati episodi recidivanti e non controllabili da adeguate terapie di ascite o di sanguinamento da varici del tubo digerente o di encefalopatia epatica e lo stato di nutrizione è gravemente compromesso.
5) Apparato urinario
I postumi delle malattie che colpiscano i reni, gli ureteri, la vescica e l’uretra, quali ad esempio le nefriti,
le pielonefriti, la calcolosi renale, l’insufficienza renale, i tumori, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:

determinazione della clearance della creatinina (valori corretti in base alla superficie corporea);
 valori diastolici della pressione arteriosa;
 determinazione quantitativa della proteinuria;
 efficacia del trattamento medico e chirurgico;
 criteri clinici generali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%

Clearance creatinina superiore a 50 ml/min.;
oppure:
 clearance creatinina inferiore a 60 ml/min. con ipertensione lieve (valori diastolici pari o inferiori a
100 mm Hg) senza adeguata terapia;
oppure:
 sindrome nefrosica parzialmente controllata dalla terapia, con valore di proteinuria persistente inferiore a 2,5 gr/die.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
 Clearance creatinina inferiore a 20 ml/min.;
oppure:
 clearance creatinina inferiore a 30 ml/min. con ipertensione grave (valori diastolici superiori a 115
 mm Hg) non controllabili da adeguata terapia;
oppure:
 sindrome nefrosica grave, persistente e non controllabile da adeguata terapia, con valore di proteinuria persistente superiore a 8 gr/die.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 9 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
6) Sistema Endocrino
I postumi della malattia che colpiscano le ghiandole endocrine, quali ad esempio le tiroiditi, i gozzi, il diabete mellito e quello insipido, le malattie delle paratiroidi, delle ghiandole surrenali, dell’ipofisi, i tumori,
ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:
 efficacia del trattamento terapeutico medico e chirurgico;
 postumi anatomici e funzionali accertati con indagini laboratoristiche e strumentali non invasive;
 criteri clinici generali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%
 La malattia è controllata in modo soddisfacente con adeguata terapia
oppure:
 diabete insulino-dipendente controllabile in modo soddisfacente dal trattamento terapeutico e dalla
dieta e non sono accertate lesioni d’organo diabete dipendenti.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
 La malattia non è assolutamente controllabile con adeguata terapia e non è suscettibile di trattamento chirurgico;
oppure:
 la malattia di per sé controllabile con la terapia, ha però determinato lesioni di altri organi di entità
tale da superare, secondo i criteri previsti da questa tabella, una invalidità permanente superiore al
74%.
7) Sistema Ematopoietico e Linfatico
I postumi delle malattie che colpiscano il midollo osseo, la milza e le ghiandole linfatiche, quali ad esempio le anemie, le leucemie, i tumori in genere, ecc., verranno valutati in base ai seguenti criteri di valutazione:

efficacia del trattamento terapeutico medico chirurgico;
 postumi anatomici e funzionali accertati con indagini laboratoristiche e strumentali non invasive;
 criteri clinici generali.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente inferiore al 25%
 Anemia cronica con valori di emoglobinemia non inferiore a gr. 10/100 ml. non necessita di emotrasfusioni
oppure:
 sintomatologia assente o controllabile con adeguata terapia;
oppure:
 leucemia linfatica cronica in 1° stadio;
oppure:
 leucemia mieloide cronica controllabile con adeguata terapia e senza compromissione dello stato
generale.
Condizioni che determinano una Invalidità Permanente superiore al 74%
 Anemia cronica con valori di emoglobinemia inferiori a gr. 10/100 ml., con necessità di emotrasfusioni periodiche (2 - 3 unità ogni 4 - 6 settimane);
oppure:
 presenza di sintomatologia importante non controllabile in alcun modo da adeguata terapia continuativa;
oppure:
 leucemia acuta o riacutizzata non più controllabile da adeguata terapia continuativa.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 10 di 10
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
INFORMATIVA RESA ALL’INTERESSATO PER IL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI
In applicazione della normativa sulla “privacy”, La/Vi informiamo sull’uso dei Suoi/Vostri dati personali e sui Suoi/Vostri diritti
(nota 1):
1. Trattamento dei dati personali per finalità assicurative (nota 2)
Al fine di fornire i servizi e/o i prodotti assicurativi richiesti o in Suo/Vostro favore previsti, la nostra Società deve disporre di
dati personali che La/Vi riguardano – dati raccolti presso di Lei/Voi o presso altri soggetti (nota 3) e/o dati che devono essere
forniti da Lei/Voi o da terzi per obblighi di legge (nota 4) – e deve trattarli, nel quadro delle finalità assicurative, secondo le ordinarie e molteplici attività e modalità operative dell’assicurazione.
Le/Vi chiediamo, di conseguenza, di esprimere il consenso per il trattamento dei Suoi/Vostri dati strettamente necessari per la
fornitura dei suddetti servizi e/o i prodotti assicurativi. Il consenso che richiediamo riguarda anche gli eventuali dati sensibili
(nota 5) strettamente inerenti alla fornitura di servizi e/o prodotti assicurativi citati, il trattamento dei quali, come il trattamento delle altre categorie di dati oggetto di particolare tutela (nota 6), è ammesso, nei limiti in concreto strettamente necessari,
dalle relative autorizzazioni di carattere generale rilasciate dal Garante per la protezione dei dati personali.
Inoltre, esclusivamente per le finalità sopra indicate e sempre limitatamente a quanto di stretta competenza in relazione allo
specifico rapporto intercorrente tra Lei/Voi e la nostra Società, i dati, secondo i casi, possono o debbono essere comunicati ad
altri soggetti appartenenti al settore assicurativo o correlati con funzione meramente organizzativa o aventi natura pubblica
che operano – in Italia o all’estero – come autonomi titolari, soggetti così costituenti la c.d. “catena assicurativa” (nota 7). Il
consenso che richiediamo riguarda, pertanto, oltre alle nostre comunicazioni e trasferimenti, anche gli specifici trattamenti e
le comunicazioni e trasferimenti all’interno della “catena assicurativa” effettuati dai predetti soggetti.
Precisiamo inoltre che senza i Suoi/Vostri dati non potremmo fornire, in tutto o in parte, i servizi e/o i prodotti assicurativi citati.
2. Modalità di uso dei dati personali
I dati sono trattati (nota 8) dalla nostra Società – titolare del trattamento – solo con modalità e procedure, anche informatiche
e telematiche, strettamente necessarie per fornire i servizi e/o prodotti assicurativi richiesti o in Suo/Vostro favore previsti,
ovvero, qualora vi si abbia acconsentito, per ricerche di mercato, indagini statistiche e attività promozionali; sono utilizzate le
medesime modalità e procedure anche quando i dati vengono comunicati – in Italia o all’estero – per i suddetti fini ai soggetti
in precedenza già indicati nella presente informativa, i quali a loro volta sono impegnati a trattarli usando solo modalità e procedure strettamente necessarie per le specifiche finalità indicate nella presente informativa e conformi alla normativa.
Nella nostra Società, i dati sono trattati da tutti i dipendenti e collaboratori nell’ambito delle rispettive funzioni e in conformità
delle istruzioni ricevute, sempre e soltanto per il conseguimento delle specifiche finalità indicate nella presente informativa; lo
stesso avviene presso i soggetti già indicati nella presente informativa a cui i dati vengono comunicati. Per talune attività utilizziamo soggetti di nostra fiducia – operanti anche all’estero – che svolgono per nostro conto compiti di natura tecnica od
organizzativa (nota 9); lo stesso avviene presso i soggetti già indicati nella presente informativa cui i dati vengono comunicati.
Il consenso più volte richiesto comprende ovviamente anche le modalità, procedure, comunicazioni e trasferimenti qui indicati.
3. Diritti dell’interessato
Lei/Voi ha/avete il diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono i Suoi/Vostri dati presso i singoli titolari di trattamento,
cioè presso la nostra Società o presso i soggetti sopra indicati cui li comunichiamo, e come vengono utilizzati; ha/avete inoltre
il diritto di farli aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, di chiederne il blocco e di opporsi al loro trattamento (nota 10).
Per l’esercizio dei Suoi/Vostri diritti nonché per informazioni più dettagliate circa i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i
dati sono comunicati o che ne vengono a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati ci si può rivolgere al nostro Responsabile per il riscontro con gli interessati scrivendogli presso la nostra Sede o inviando una e-mail a [email protected]
(nota 11).
NOTE
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)
Come previsto dall'art.13 del Codice (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196).
La "finalità assicurativa" richiede necessariamente, tenuto conto anche della raccomandazione del Consiglio d'Europa REC(2002), che i dati siano
trattati per: predisposizione e stipulazione di polizze assicurative; raccolta dei premi; liquidazione dei sinistri o pagamento di altre prestazioni; riassicurazione; coassicurazione; prevenzione e individuazione delle frodi assicurative e relative azioni legali; costituzione, esercizio e difesa di diritti
dell'assicuratore; adempimento di altri specifici obblighi di legge o contrattuali; analisi di nuovi mercati assicurativi; gestione e controllo interno; attività statistiche.
Ad esempio: altri soggetti inerenti al rapporto che La/Vi riguardano (contraenti di assicurazioni in cui Lei/Voi risultate assicurato, beneficiario, ecc.;
coobbligati); altri operatori assicurativi (quali agenti, broker di assicurazione, imprese di assicurazione, ecc.); soggetti che, per soddisfare le
Sue/Vostre richieste (quali una copertura assicurativa, la liquidazione di un sinistro, ecc.), forniscono informazioni commerciali; organismi associativi e consortili propri del settore assicurativo (v. nota 7, quarto e quinto trattino); altri soggetti pubblici (v. nota 7, sesto e settimo trattino).
Ad esempio, ai sensi della normativa contro il riciclaggio.
Cioè dati di cui all'art. 4, comma l, lett. d), del Codice, quali dati relativi allo stato di salute, alle opinioni politiche, sindacali, religiose.
Ad esempio: dati relativi a procedimenti giudiziari o indagini.
Secondo il particolare rapporto assicurativo, i dati possono essere comunicati a taluni dei seguenti soggetti:
- assicuratori, coassicuratori (indicati nel contratto) e riassicuratori; agenti, subagenti, mediatori di assicurazione e di riassicurazione, produttori ed
altri canali di acquisizione di contratti di assicurazione; banche, società di gestione del risparmio, sim; legali; periti (indicati nell'invito); autofficine
(indicate nell'invito o scelte dall'interessato); centri di demolizione di autoveicoli;
- società del Gruppo a cui appartiene la nostra Società (controllanti, controllate o collegate, anche indirettamente, ai sensi delle vigenti disposizioni
di legge);
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 1 di 2
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
- società di servizi per il quietanzamento; società di servizi a cui siano affidati la gestione, la liquidazione e il pagamento dei sinistri (indicate nell'invito), tra cui la Struttura Organizzativa di assistenza (indicata nel contratto), la società di consulenza per tutela giudiziaria (indicata nel contratto),
la clinica convenzionata (scelta dall'interessato); società di servizi informatici e telematici o di archiviazione; società di servizi postali (per trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni alla clientela, indicate sul plico postale); società di revisione e di consulenza
(indicata negli atti di bilancio); società d’informazione commerciale per rischi finanziari; società di servizi per il controllo delle frodi; società di recupero crediti (vedi tuttavia anche nota 9);
- ANIA - Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, per la raccolta, elaborazione e reciproco scambio con le stesse imprese, alle quali i
dati possono essere comunicati, di elementi, notizie e dati strumentali all'esercizio dell'attività assicurativa e alla tutela dei diritti dell'industria
assicurativa rispetto alle frodi;
- organismi consortili propri del settore assicurativo - che operano in reciproco scambio con tutte le imprese di assicurazione consorziate, alle
quali i dati possono essere comunicati -, quali (ripartiti secondo i rami assicurativi interessati):
 assicurazioni incendio: Pool Italiano per l'Assicurazione dei Rischi Atomici, per la valutazione dei rischi atomici e/o assunzione e conseguente ripartizione degli stessi in riassicurazione e/o retrocessione tra le imprese assicuratrici consorziate;
 assicurazioni r.c. generale: Pool per l'Assicurazione R.C. Inquinamento, per la valutazione dei rischi da inquinamento e/o assunzione e conseguente ripartizione degli stessi in riassicurazione tra le imprese assicuratrici consorziate;
 assicurazioni r.c. auto e natanti: Consorzio per la Convenzione Indennizzo Diretto - CID, per la gestione della Convenzione per l'indennizzo
diretto, che impegna le imprese assicuratrici aderenti a risarcire, nell'interesse e in nome di ogni altra impresa partecipante, i propri assicurati r.c. auto per sinistri imputabili a soggetti assicurati presso ogni altra impresa aderente, ottenendone successivamente il rimborso da
quest'ultima; Ufficio Centrale Italiano - UCI S.c. a r.l., il quale gestisce e liquida i sinistri provocati in Italia da veicoli immatricolati in Stati esteri
alle condizioni di cui all'art. 6 della legge 24 dicembre 1969, n. 990, come modificato dalla legge 7 agosto 1990, n.242, garantisce le "carte
verdi" emesse dalle imprese assicuratrici socie, garantisce il rimborso dei sinistri causati all'estero da veicoli immatricolati in Italia non assicurati o assicurati presso imprese assicuratrici poste in liquidazione coatta amministrativa;
 assicurazioni trasporti:
o Comitato delle Compagnie di Assicurazioni Marittime in Genova,
o Comitato delle Compagnie di Assicurazioni Marittime in Roma,
o Comitato delle Compagnie di Assicurazioni Marittime in Trieste,
per la gestione e liquidazione di sinistri, avarie e recuperi per conto e nell'interesse delle imprese assicuratrici associate e per compiti strumentali alle suddette attività;
 assicurazioni vita: Consorzio Italiano per l'Assicurazione Vita dei Rischi Tarati - CIRT, per la valutazione dei rischi vita tarati, per l'acquisizione
di dati relativi ad assicurati e assicurandi e il reciproco scambio degli stessi dati con le imprese assicuratrici consorziate, alle quali i dati possono essere comunicati, per finalità strettamente connesse con l'assunzione dei rischi vita tarati nonché per la riassicurazione in forma consortile dei medesimi rischi, per la tutela dei diritti dell'industria assicurativa nel settore delle assicurazioni vita rispetto alle frodi; Pool Italiano per la
Previdenza Assicurativa degli Handicappati, per la valutazione dei rischi vita di soggetti handicappati;
- CONSAP - Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, la quale, in base alle specifiche normative, gestisce lo stralcio del Conto consortile r.c. auto,
il Fondo di garanzia per le vittime della strada, il Fondo di garanzia per le vittime della caccia, gli aspetti amministrativi del Fondo di solidarietà
per le vittime dell'estorsione e altri Consorzi costituiti o da costituire, la riassicurazione dei rischi agricoli, le quote delle cessioni legali delle assicurazioni vita; commissari liquidatori di imprese di assicurazione poste in liquidazione coatta amministrativa (provvedimenti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale), per la gestione degli impegni precedentemente assunti e la liquidazione dei sinistri; IVASS - Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ai sensi del decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 (Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini)
convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135;
- nonché altri soggetti, quali: UIF – Unità di Informazione Finanziaria, ai sensi del decreto legislativo n. 231 del 2007; Casellario Centrale Infortuni, ai
sensi del decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38; Ministero delle infrastrutture - Motorizzazione civile e dei trasporti in concessione, il quale, in
base all'art. 226 cod. strad, gestisce l'Archivio nazionale dei veicoli e l'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida; CONSOB - Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, ai sensi della legge 7 giugno 1974, n.216; COVIP - Commissione di vigilanza sui fondi pensione, ai sensi dell'art.17
del decreto legislativo 21 aprile 1993, n. 124; Ministero del lavoro e della previdenza sociale, ai sensi dell'art. 17 del decreto legislativo 21 aprile
1993, n. 124; Enti gestori di assicurazioni sociali obbligatorie, quali INPS, INPGI, ecc.; Ministero dell'economia e delle finanze - Anagrafe tributaria,
ai sensi dell'art. 7 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605; Consorzi agricoli di difesa dalla grandine e da altri eventi naturali, i quali, in base alle leggi
sui rischi agricoli, possono operare come delegatarii delle imprese assicuratrici consorziate per l'assicurazione dei danni prodotti dalla grandine
e dal gelo (il consorzio cui aderisce l'assicurato); Magistratura; Forze dell'ordine (Polizia di Stato; Arma dei Carabinieri; Guardia di Finanza; Corpo
Nazionale dei Vigili del Fuoco; Polizia Municipale); altri soggetti o banche dati nei confronti dei quali la comunicazione dei dati è obbligatoria.
L'elenco completo e aggiornato dei soggetti di cui ai trattini precedenti è disponibile gratuitamente chiedendolo al Servizio indicato in informativa.
8) Il trattamento può comportare le seguenti operazioni previste dall'art.4, comma 1, lett. a), del Codice: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione, distruzione di dati; è invece esclusa l'operazione di diffusione di dati.
9) Questi soggetti sono società o persone fisiche nostre dirette collaboratrici e svolgono le funzioni di responsabili del nostro trattamento dei dati. Nel
caso invece che operino in autonomia come distinti "titolari" di trattamento rientrano, come detto, nella c.d. "catena assicurativa" con funzione organizzativa (v. nota 7, terzo trattino).
10) Tali diritti sono previsti e disciplinati dagli articoli 7-10 del Codice. La cancellazione e il blocco riguardano i dati trattati in violazione di legge. Per
l'integrazione occorre vantare un interesse. L'opposizione può essere sempre esercitata nei riguardi del materiale commerciale pubblicitario, della
vendita diretta o delle ricerche di mercato; negli altri casi l'opposizione presuppone un motivo legittimo.
11) L'elenco completo e aggiornato dei soggetti ai quali i dati sono comunicati e quello dei responsabili del trattamento, nonché l'elenco delle categorie dei soggetti che vengono a conoscenza dei dati in qualità di incaricati del trattamento, sono disponibili gratuitamente richiedendoli per iscritto
al Responsabile per il riscontro con gli interessati presso la nostra Sede o inviando una e-mail a [email protected] L'elenco completo e
aggiornato dei responsabili del trattamento è conoscibile in modo agevole anche nel sito internet www.nationalesuisse.it.
Fascicolo Informativo Salute multiconfort I.P.M.
pag. 2 di 2
Mod. A1130 - Ediz. 09/2013 – agg.05/2014
Sede Lega
ale e Direzione
Generale iin Italia
Via XXV A
Aprile, 2
20097 San
n Donato Milanese (MI)
(
Tel. 02 51
1 60 31
Fax 02 51
1 46 34
[email protected]
Mod. A11130 - Ediz. 09/2013 ---
www.nationalesuisse.it
Nationale
e Suisse S.p.A.
società uninominale soggettta all’attività di direz
zione e coordiname
ento
da parte della Compagnia d’’Assicurazioni Nazio
onale Svizzera SA
Capitale soc. 12.000.000 eurro i.v.
R.E.A. di Milano n° 585006- A
Albo Imprese n° 1.0
00038
Albo Gruppi Assicurativi n° 0013
Partita IV
VA e Codice Fiscale n° 01851070159
Imp. aut. all'esercizio assic. con D.M. 6-10-72 (G
G.U. 20-10-72 n° 274
4)
Compagn
nia con sistema di m
management certific
cato
Scarica