Antologia breve degli oli spremuti a freddo Gli oli da tavola che si

annuncio pubblicitario
ottobre 2015
Antologia breve degli oli spremuti a freddo
Gli oli da tavola che si producevano un tempo, vergini torchiati a freddo, avevano un grande valore nutrizionale.
Con l'uso di tali oli spremuti a freddo si proteggevano i vasi, mantenendo la loro elasticità e permeabilità, la vescica
biliare ed il sistema renale ed il sangue, che contribuivano a mantenere limpido.
Le proprietà terapeutiche e preventive degli oli vegetali spremuti a freddo sono ormai confermate dai moderni sistemi
di analisi, sempre che dette proprietà non siano alterate da errate forme di estrazione o raffinature eccessive o
inquinanti. Oggi giorno degli oli spremuti a freddo soprattutto se ne apprezzano le proprietà di ausilio nel contrastare
l'eccesso di colesterolo, e perciò i disturbi ad esso collegati, derivanti dalla loro concentrazione di acidi grassi
polinsaturi. Gli oli vegetali a nostra disposizione per la cura della salute e del nostro aspetto fisico sono davvero
numerosi. Ognuno è portatore di caratteristiche benefiche, in base alle quali è possibile effettuare le proprie scelte di
utilizzo, a seconda delle eventuali problematiche da affrontare.
Gli oli vegetali migliori sono di provenienza biologica e sono ricavati dalla spremitura a freddo dei semi delle piante
da cui derivano. La spremitura a freddo permette di mantenere inalterati i loro componenti e le loro proprietà
benefiche. Ecco le interessanti caratteristiche di alcuni oli vegetali da conoscere o da riscoprire (in ordine alfabetico):
Olio di argan
L'olio di argan è ricco di acido linoleico e di vitamina E. Possiede proprietà preventive rispetto all'accumulo di
colesterolo LDL e può risultare utile in caso di artrite reumatoide, per alleviare i dolori. Infine, rigenera la pelle ed i
capelli, rinforza le unghie. Può risultare benefico nel contrastare l'acne e la psoriasi, oltre che come prodotto naturale
antirughe.
Olio di Borragine
Le proprietà antinfiammatorie dell'olio di borragine permettono di impiegarlo per combattere l'artrite reumatoide.
Inoltre, previene la disidratazione della pelle, mantiene in salute i capelli e le unghie. Può risultare benefico in caso di
dermatite atopica, psoriasi ed eczema. Favorisce un ciclo mestruale più regolare ed è solitamente sconsigliato in
gravidanza.
Olio di Canapa
è un alimento dalle straordinarie proprietà nutrizionali, nonché un eccellente supplemento dietetico nella pratica
medica.
Per le sue caratteristiche l'olio di Canapa è utilizzabile alla stregua di un vaccino nutrizionale, ideale per la prevenzione
grazie ai benefici portati al sistema immunitario nonché come valido rimedio antinfiammatorio per la cura di molte
affezioni ad andamento cronico-degenerativo. La proporzione perfetta: Omega6 - Omega3
La qualità più importante di quest'olio è senza dubbio la presenza di acidi grassi essenziali polinsaturi Omega 6 Omega 3 nella proporzione migliore per l'essere umano: nessun altro alimento in natura è infatti in grado di garantire
una proporzione 3:1, rapporto raccomandato dalle ricerche mediche e dalle più avanzate teorie in ambito di
nutrizione. I regimi dietetici occidentali sono sbilanciati anche per quanto riguarda gli acidi grassi insaturi, con
rapporto Omega 6 - Omega 3 mediamente superiore a 10:1.
Questo sbilancio ha impatto sulla salute cardiovascolare, sulle funzioni mentali, su patologie respiratorie e cronicodegenerative e sui processi infiammatori alla base di buona parte delle malattie. Un bilanciamento di tale rapporto,
che può essere ottenuto attraverso un'alimentazione naturale e consapevole, costituisce un'eccellente base di
prevenzione ed è in grado di sostenere un miglioramento di tutte queste patologie. Gli integratori di Omega 3 a base
di olio di pesce sono ottenuti mediante processi di estrazione chimici e possono soffrire dell'inquinamento tipico del
pesce (mercurio, diossina, metalli pesanti) che alla lunga sono molto pericolosi per la salute.
Nell'olio di canapa sono presenti quantità significative di Vitamina E, antiossidante naturale; fitosteroli
e cannabinoidi (specialmente CBD, Cannabidiolo) che secondo le più recenti acquisizioni medico-scientifiche hanno
un'importante funzione di modulazione per quanto riguarda il sistema immunitario e le funzioni cognitive. L'olio di
canapa è anche ricco di fibre, sali minerali, oligoelementi preziosi (calcio, potassio e magnesio) e carboidrati, tutti
elementi che lo rendono ancor più un integratore completo e dal notevole profilo energetico.
A tavola il suo sapore ricorda la nocciola, è molto gradevole e va utilizzato a crudo per preservarne intatte le
straordinarie qualità nutritive e virtù terapeutiche; può quindi accompagnare insalate, cereali, zuppe, pasta ecc.. al
posto o a fianco dell'olio extravergine di oliva.
1/4
Studio Mascellani Via G. Bruno 101 44015 Portomaggiore (Fe) - Italy
tel. +39 3802511530
[email protected]
ottobre 2015
Olio di cartamo
L'olio di cartamo, derivato dai semi dalla pianta del Carthamus tinctorius, conosciuta sia come cartamo che come
zafferanone, è ricco di acidi grassi essenziali. Viene impiegato per contrastare i problemi di colesterolo,
l'arteriosclerosi, l'artrite e le malattie cardiovascolari. Può essere inoltre utilizzato come olio di base nella preparazione
di cosmetici naturali.
Olio di enotera
L'enotera - Oenothera biennis, fam. Onagraceae - è una pianta erbacea bienne alta fino a 150 centimetri.
Originaria dell'America settentrionale, ma oggi cosmopolita, l'enotera predilige i luoghi aridi e sabbiosi. Dai semi di
questa pianta si ricava il famoso olio di enotera, che insieme a quello di borragine rappresenta un'ottima fonte di
acido gamma-linolenico (o GLA, un grasso semiessenziale, prodotto nell'organismo a partire dall'acido linoleico per
opera dell'enzima delta-6-desaturasi, la cui attività diminuisce con l'invecchiamento e durante varie condizioni
patologiche). La composizione acidica media vede una netta prevalenza di acidi grassi polinsaturi della serie ω-6: un
65-80% di acido cis-linoleico, un 2-16% di acido gamma-linolenico, un 8% di acido oleico, un 7% di acido palmitico ed
altri acidi grassi percentualmente inferiori. Grazie alla sua particolare ricchezza in acidi grassi polinsaturi, ed in
particolare di GLA, l'olio di enotera viene proposto come integratore alimentare per il trattamento di svariate
condizioni, tra le quali ricordiamo: sindrome premestruale, dermatite atopica, artrite reumatoide, dolore al
seno associato al ciclo mestruale, sintomi della menopausa, diabete e malattie coronariche. L'acido gamma-linolenico
può infatti sopprimere l'infiammazione inibendo la sintesi di prostaglandine pro-infiamamtorie (PGE2) e leucotrieni,
nonché producendo prostaglandine della serie 1 (PGE1) dotate di attività antiaggregante piastrinica,
cardioprotettiva, antiaterogena, vasodilatatrice ed antiflogistica. L'applicazione maggiormente studiata dell'olio di
enotera riguarda il trattamento della dermatite atopica; esistono a tal proposito risultati discordanti. E' possibile che
l'attività antinfiammatoria dell'olio di enotera venga potenziata da una dieta a basso carico glicemico e ricca di pesce;
al contrario, l'eccesso di zuccheri ed il ridotto apporto di EPA e DHA potrebbero ridimensionare l'azione
antinfiammatoria di questo supplemento alimentare. Per una serie di ragioni biochimiche dovute alla trasformazione
dell'acido gamma linolenico, prima in DGLA (che ha effetti antiflogistici) e poi in arachidonico (che ha effetti proinfiammatori), è stata proposta la contemporanea associazione di EPA e GLA per rallentare la conversione del DGLA
(ottenuto da quest'ultimo) in acido arachidonico. Raccomandata anche l'associazione con vitamina E per controllare la
produzione di radicali liberi.
L'olio di enotera è un potente inibitore della 5-alfa-reduttasi, sia di tipo I che di tipo II, e potrebbe quindi esercitare un
certo effetto benefico nella prevenzione dell'acne, dell'ipertrofia prostatica e della caduta dei capelli.
Considerata la serietà di alcune condizioni per le quali l'olio di enotera trova indicazione, si raccomanda in ogni caso
un preventivo consulto medico.
Olio di girasole
L'olio di semi di girasole è considerato un alimento utile per regolare i livelli di colesterolo e trigliceridi, oltre che nella
prevenzione di problemi cardiovascolari e circolatori. Dal punto di vista cosmetico, può essere impiegato come olio
vegetale di base per la preparazione di trattamenti naturali per la cura della pelle.
Olio di germe di grano
Noto soprattutto come olio di bellezza, l'olio di germe di grano è ricco di vitamina E, che contribuisce a ritardare
l'invecchiamento, oltre che a migliorare l'aspetto della pelle e dei capelli. Può essere impiegato per effettuare degli
impacchi antiforfora. Dal punto di vista della salute, fortifica il cuore, previene le smagliature, riduce la stitichezza e
può risultare utile in caso di affaticamento mentale o di depressione, oltre che quando il ciclo mestruale è irregolare.
Olio di lino
è un olio vegetale ricavato dalla spremitura a freddo dei semi dell’omonima pianta è caratterizzato da un sapore di
noce, leggermente amarognolo. Quando prende un sapore sgradevole (di "pesce") vuol dire che è irrancidito e va
gettato, è molto sensibile al calore, e a temperature troppo elevate si denatura, perdendo la sua efficacia. Il lino
veniva coltivato a Babilonia già 3000 anni prima della venuta di Cristo e, sembra, che addirittura il re Carlo Magno,
affascinato dalle proprietà benefiche dei suoi semi, promulgò una legge che obbligava i sui sudditi a farne regolare
consumo alimentare.
2/4
Studio Mascellani Via G. Bruno 101 44015 Portomaggiore (Fe) - Italy
tel. +39 3802511530
[email protected]
ottobre 2015
Non a caso, i semi di lino, sono considerati da alcuni uno degli alimenti più potenti che esistano al mondo in termini di
benefici per la nostra salute. L'olio di lino viene utilizzato anche nell'alimentazione come integratore per le elevate
qualità nutrizionali: è un sostituto molto più economico dell'olio di merluzzo. L’olio di lino ha anche un uso cosmetico,
in quanto, avendo proprietà emollienti, viene impiegato per la cura della pelle e soprattutto dei capelli ai quali sembra
donare lucentezza e morbidezza particolari.
Olio di lino proprietà e benefici
E' l'olio più ricco in acido linolenico, vitamina E e lecitina, per questo motivo è considerato un potente antiossidante.
Viene tradizionalmente impiegato per migliorare la pelle e i capelli e per eliminare colesterolo e trigliceridi mediante il
suo uso interno come olio per condire o come integratore naturale. Ma questo prezioso olio svolge anche importanti
azioni digestive e intestinali soprattutto preventive verso molte malattie degenerative a carico dell'apparato cardiocircolatorio, muscolo-scheletrico e nervoso. E' un'ottima integrazione nelle diete vegetariane.
Uso alimentare: un'alimentazione ricca di olio di lino apporta un’elevata percentuale di acidi grassi polinsaturi
essenziali (omega 3-6 o vitamina F). L'apporto di questi nutrienti deve necessariamente provenire dall'alimentazione,
dal momento che l'organismo non è in grado di produrli. Gli omega 3-6 sono efficaci nel proteggere l'organismo da
malattie cardiovascolari, alcuni tipi di tumore e da alcune malattie infiammatorie e neurodegenerative. L'attività
antiossidante è potenziata dall'ottimo contenuto in vitamina E (17,5 mg per 100 g). Buona anche la presenza di
lecitina, un insieme di fosfolipidi necessari per il buon funzionamento del sistema nervoso e del cervello. A quest'olio
sono ascritte anche proprietà antinfiammatorie utili in caso di emorroidi e regolatrici sulla funzione intestinale.
Questo alimento può quindi essere utilizzato per condire un pasto leggero a base di verdure e carne bianca, ma senza
superare le dosi di assunzione consigliate. Solo affiancandolo alle fonti lipidiche tradizionali, come l’olio di oliva, è
infatti possibile soddisfare il fabbisogno di tutti gli acidi grassi, compresi quelli saturi, che alle giuste dosi sono
comunque fondamentali per un'ottimale efficienza fisica.
Capelli: l’olio di lino è il rimedio elettivo per la bellezza dei capelli. Viene impiegato per nutrire i capelli spenti, sfibrati e
danneggiati mediante impacchi prima del lavaggio o per lucidarli dopo l’asciugatura ed eliminare l’effetto crespo.
Olio di mais
L'olio di mais risulta particolarmente ricco di vitamina E; le sue proprietà benefiche lo rendono un possibile alleato
naturale nel contrastare le malattie neurologiche, circolatorie o vascolari e la sterilità. Può risultare utile per la cura e
per l'idratazione della pelle.
Olio di noce
L’olio di noce è costituito da una piccola percentuale di grassi saturi (meno del 10%) e una più alta di grassi insaturi e
polinsaturi, circa il 60%, tra cui i preziosi Omega-3 e Omega-6. Contiene proteine, sali minerali tra cui zinco, calcio,
potassio, ferro, e vitamine, in particolare la vitamina C e la vitamina E, ecco perché anche questo olio, sebbene poco
diffuso, è un ottimo alimento per variare la nostra dieta. L’olio di noce ha anche proprietà antibatteriche, antivirali ed
antinfiammatorie e protegge il sistema cardiovascolare. E’ inoltre un buon antiossidante, previene e combatte i
radicali liberi ed è remineralizzante. Contiene l’acido ellagico, un polifenolo con proprietà antiossidanti che svolge
un’azione preventiva – dimostrata da recenti studi – nella proliferazione delle cellule cancerose. Come altri oli vegetali
è da consumare solo crudo, in piccole dosi, anche unito a dell’olio di oliva extravergine, su ricche insalate, pasta, riso,
minestre. E’ importante sapere che l’olio di noci irrancidisce velocemente, per cui, anche se generalmente conservato
in piccole bottiglie di vetro scuro e lontano da fonti di luce e di calore, una volta aperto si consiglia di riporlo in
frigorifero e di consumarlo velocemente, in un tempo inferiore a 2 o 3 mesi.
Olio extravergine d'oliva
L’olio di oliva è il simbolo della dieta mediterranea: l’olio base per la tavola è da scegliere extravergine, biologico e,
naturalmente, spremuto a freddo. Il nostro consiglio è di privilegiare la qualità alla quantità in quanto la legislazione
consente la vendita di oli con la denominazione extravergine che non garantiscono la qualità del prodotto: diffidate
dei prezzi troppo bassi. L’olio di oliva va aggiunto crudo alle pietanze. E’ una fonte di vitamine A, B ed E; grazie alla sua
ricchezza di acido oleico monoinsaturo è un eccellente protettivo del sistema cardiovascolare e regolatore del
colesterolo. L’olio di oliva contrasta il colesterolo in eccesso, contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari,
ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie ed agisce positivamente sulla produzione della bile. Ad esso vengono
attribuiti effetti antitumorali e la capacità di favorire l'assorbimento del calcio Uno studio scientifico del 2010
pubblicato dalla rivista Nutrition and Metabolism ha dimostrato che l’olio d’oliva svolge funzione epatoprotettiva.
3/4
Studio Mascellani Via G. Bruno 101 44015 Portomaggiore (Fe) - Italy
tel. +39 3802511530
[email protected]
ottobre 2015
Olio di Sacha Inchi
Si tratta di un olio vegetale ricavato dalla pianta nota come Inca Inchi, originaria dell'Amazzonia ed utilizzata sin dai
tempi degli Inca. E' ricco di acidi grassi essenziali. E' benefico per mantenere le ossa forti, per regolare i livelli degli
zuccheri nel sangue e la pressione sanguigna, oltre che per ridurre il colesterolo ed i trigliceridi. Migliora la digestione,
rafforza le difese e previene l'infarto. Inoltre, combatte l'esaurimento nervoso e la stanchezza.
Olio di sesamo
L'olio di semi di sesamo può essere impiegato per contrastare il colesterolo alto e per rafforzare il sistema nervoso; le
caratteristiche di questo olio ne permettono particolari impieghi legati alla bellezza ed alla cura del corpo. Può essere
impiegato per il trattamento della pelle screpolata e per un massaggio generale sia del corpo che del cuoio capelluto,
utile a riattivare la circolazione. Viene impiegato ad uso curativo soprattutto dagli esperti di medicina tradizionale
ayurvedica.
Olio di soia
L'olio di soia, da scegliere di origine biologica, possiede la caratteristica di combinarsi al meglio con la vitamina E,
assicurandone la buona assimilazione e digestione. Inoltre, per via della sua ricchezza di omega 3 ed omega 6, è
benefico per il sistema nervoso e per il cuore. Per poter trarre vantaggio dai suoi effetti benefici, l'olio di soia deve
essere utilizzato a crudo in cucina. Non è considerato adatto per la frittura.
Olio di vinaccioli
L'olio di vinaccioli – i piccoli semi contenuti negli acini d'uva – è ricco di antiossidanti e presenta proprietà
anticoagulanti e antinfiammatorie. E' utile per rafforzare il sistema immunitario, per incrementare i livelli di
colesterolo "buono" HDL e per ridurre il colesterolo LDL. Si rivela benefico nel prevenire l'ipertensione, l'obesità e
l'infarto, oltre che nel regolare il livello dei trigliceridi nel sangue. Dal punto di vista della bellezza, può essere
impiegato in sostituzione della crema idratante. E' utile per contrastare acne e cellulite.
Olio di zucca
L'olio di semi di zucca è noto soprattutto per via delle sue proprietà antinfiammatorie. E' considerato utile per
prevenire le infiammazioni della vescica e per incoraggiare il buon funzionamento dei reni. Si consiglia la assunzione
come integratore alimentare naturale in caso di caduta dei capelli e di unghie fragili. E' infine ritenuto efficace per
contrastare la stipsi.
4/4
Studio Mascellani Via G. Bruno 101 44015 Portomaggiore (Fe) - Italy
tel. +39 3802511530
[email protected]
Scarica
Random flashcards
Prova Lavoro

2 Carte nandoperna1

biologia

5 Carte patty28

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

Triangoli

2 Carte oauth2_google_d2543822-c1b0-4efc-972b-1e120768c5d0

creare flashcard