questo link - Marketing Automation

annuncio pubblicitario
Premessa
All’interno di questo whitepaper parleremo di Marketing Automation
applicata all’email marketing, a cosa serve e quali sono i suoi vantaggi
rispetto agli strumenti tradizionali. Porteremo anche esempi concreti di
progetti di Marketing Automation realizzati su piattaforma MagNews.
Comunicare alla persona giusta, nel momento giusto con il contenuto che
vorrebbe ricevere è l’obiettivo principale di qualsiasi azienda che voglia
promuovere un prodotto o servizio, dalla piccola alla grande impresa.
Oggi la tecnologia e i software di Marketing Automation consentono
di superare il concetto di persona e di creare profili degli utenti online
molto vicini alla realtà. E’ possibile conoscere le abitudini di acquisto e
le preferenze delle persone e, grazie all’integrazione tra fonti e sistemi, è
possibile inviare messaggi sempre più pertinenti: si è passati quindi dalla
comunicazione massiva a quella one to one.
Con l’automazione è possibile disegnare flussi di comunicazioni
personalizzate con l’obiettivo di acquisire nuovi potenziali clienti,
trasformarli in clienti e, successivamente, se la strategia è corretta, in
clienti fidelizzati. Grazie ai dati di andamento delle campagne forniti dagli
strumenti di Marketing Automation è sempre possibile correggere il tiro.
“It’s a lovely irony that to become more personal,
B2B marketers need to become more automated”
Lori Wizdo, Forrester Researcher
4
Cos’è la Marketing Automation?
La Marketing Automation è una leva per potenziare le strategie di
marketing grazie all’utilizzo di software che automatizzano i processi.
Molti dipartimenti marketing hanno infatti la necessità di automatizzare
attività ripetute come la gestione di campagne email, social media e altre
azioni online. La tecnologia rende tutto questo possibile, liberando il tempo
che si sarebbe speso per fare queste attività manualmente e, soprattutto,
influendo maggiormente sulle decisioni dell’utente lungo il suo ciclo di
vita.
Tramite l’utilizzo di software come MagNews, infatti è possibile
automatizzare l’invio di comunicazioni molto targetizzate in base a
specifici eventi, ricorrenze o ad azioni compiute dagli utenti su un sito o un
ecommerce, che, entrando in questi flussi si autoprofilano. Segmentare,
schedulare e disegnare piani di contatto diventa molto semplice se si
parte da obiettivi chiari e misurabili.
Oltre ad automatizzare le attività, la Marketing Automation aiuta a dare un
forte impulso alle vendite e mette a disposizione una reportistica avanzata
che restituisce una fotografia dell’andamento delle proprie campagne.
Am ong Mark e tin g Au tomation Us e r s :
MARKETING
AUTOMATION
95%
63%
42%
QUALITY LEADS
N OT ICED AN
IN CR EASED AB ILI TY
TO MEAS U R E
SAL ES L EAD
Q UAL IT Y.
NOTIC E D AN
INC REASE D ABIL ITY
TO M EASURE
EF F ECTI VENESS
AND ROI .
IM PROVE D THE I R
PROC E SS FOR
HANDING LEADS
OF F TO S ALES
PE RSONNE L .
ROI MEASUREMENT
COMMUNICATION
WITH SALESPEOPLE
Fonte: https://www.marketingtechblog.com/marketing-automation-evolution/
5
I vantaggi della Marketing Automation
Secondo i risultati del V Osservatorio sul Marketing B2B, realizzato
da Cribis e MagNews in collaborazione con AISM (Associazione Italiana
Sviluppo Marketing), emerge che uno dei vantaggi della Marketing
Automation è il miglioramento del customer engagement, seguito dalla
possibilità di aumentare le opportunità di vendita e, meno importante,
risparmiare tempo per dedicarsi ad altri progetti.
Il futuro sarà la Marketing Automation...
…Per aumentare le opportunità di up-selling e cross-selling
(39%), migliorare il customer engagement (45%),
e risparmiare tempo per dedicarsi ad altri progetti (38%)
La Marketing Automation aiuta a raggiungere importanti obiettivi aziendali
e a migliorare la performance.
Tra i principali obiettivi di una strategia di Marketing Automation:
• Aumentare la Lead generation
• Fare lead nurturing
• Aumentare le vendite
• Aumentare l’engagement del cliente e la fidelizzazione
• Incentivare la produttività (es. upselling e cross-selling)
• Migliorare la misurazione delle performance
• Raccogliere e arricchire le informazioni sul contatto
6
What are the most important goals
of a marketing automation strategy?
61%
Increased lead generation
57%
Improve lead nurturing
47%
Increase sales revenue
36%
Improve customer engagement
29%
Improve marketing productivity
28%
Improve performance measurability
22%
Improve campaign targeting
Marketing Automation Trends Survey, Ascend2 and Reasearch Partners, February 2016
Uno dei grandi vantaggi dell’automation, soprattutto nell’email marketing
è la personalizzazione. Inviare comunicazioni personalizzate porta anche
maggiori revenue (6 volte rispetto alle comunicazioni broadcast, secondo
uno studio di experian).
7
Fonte: http://myemma.com/email-marketing-automation/21-stats
L’automation aiuta anche ad avvicinare il marketing e le vendite: tutte le
informazioni sul contatto, infatti, vengono trasferite sui sistemi aziendali
(es CRM) ed è possibile avviare campagne targetizzate, personalizzando,
ad esempio, il mittente e scatenando dei trigger in base ai comportamenti
dell’utente. Il venditore potrebbe essere automaticamente notificato non
appena un contatto compie un’azione (es. apre una email, scarica un
contenuto, finalizza un acquisto). In base alle informazioni sulle preferenze
del contatto, il marketing potrebbe ad esempio inserire nuovi prodotti a
catalogo o razionalizzare quelli esistenti, fare campagne promozionali, ecc.
8
Come utilizzare la Marketing Automation durante
l’intero percorso del cliente? (customer journey)
Tramite la Marketing Automation è possibile creare dei flussi di
comunicazione altamente personalizzati che accompagnano l’utente
in tutte le fasi del suo customer journey. E’ indispensabile, quindi,
sincronizzare i dati dei diversi ambienti di un’azienda e cercare di avere
quante più informazioni possibili relative al contatto in relazioni al suo
customer journey a 360°. E’ possibile costruire dei messaggi in base
alle preferenze, ai comportamenti in modo da aumentare in modo
esponenziale le opportunità di conversione e soprattutto quelle di
up-selling e cross-selling.
Informazioni
di profilazione
Comportamento
d’acquisto
9
Comportamento
di fronte alle comunicazioni
Must 1:
Profilate! Profilate! Profilate!
Le informazioni sui vostri utenti sono il punto di partenza per costruire
una strategia di Marketing Automation. Ecco perché tutte le attività devono
concentrarsi sull’acquisizione dei dati. Al momento della registrazione al
vostro sito chiedete le informazioni necessarie per una prima profilazione,
senza esagerare per evitare che l’interessato perda interesse. Aumentate le
occasioni di contatto per cercare informazioni sulle preferenze e abitudini.
Tra le informazioni da chiedere:
• I dati anagrafici del contatto (data di nascita, sesso)
• Interessi (es. categorie di prodotto)
• Contenuti preferiti
• Informazioni aggiuntive raccolte tramite survey di profilazione
Una comunicazione sarà tanto più efficace quanto più saremo in grado di
personalizzarne il contenuto.
10
Must 2:
Comportamento d’acquisto
Nella seconda fase del percorso di vita del cliente, bisogna cercare di
raccogliere tutte le informazioni comportamentali derivanti dal customer
journey sullo store online, nel caso di un ecommerce o del proprio sito. Per
esempio:
• Frequenza d’acquisto
• Prodotti acquistati
• Primo ordine
• Ultimo ordine
• Prodotti nel carrello
• Contenuti preferiti
11
Raccogliere questi dati dà la possibilità di comunicare con il contatto
in maniera pertinente e significativa, aumentando di conseguenza
l’engagement e la partecipazione a varie attività dell’azienda per portarlo
all’acquisto, fare attività di cross selling e up selling o campagne di
riattivazione o win back quando l’ex-cliente non acquista da un po’ di
tempo, proponendo magari un incentivo a tornare cliente.
Win back
Loyalty
Retention
Diminuzione
interazione
Ri-acquisto
Acquisto
Riattivazione
Welcome
Re-engagement
Registrazione
12
Must 3:
Comportamento comunicazioni
In questa fase vengono recuperate tutte le informazioni dalle comunicazioni
inviate. In questo caso bisogna avere un software, come MagNews, in grado
di generare un report quanto più dettagliato possibile. Di seguito un
esempio di informazioni reperibili:
• Stato del contatto ed engagement: sapere quali contatti hanno aperto
una determinata comunicazione e quali no, e andando più in profondità
sapere anche chi ha cliccato un contenuto anziché un altro.
• Tagging dei contenuti: utilizzare delle keyword da attribuire ad un
determinato contenuto presente nella comunicazione.
• Web conversion tracking: possibilità di monitorare i contatti che dalla
newsletter atterrano sul vostro e-commerce e capire eventualmente
quali conversioni genera.
In questa fase, l’obiettivo è massimizzare la rilevanza dei contenuti di
interesse del contatto attraverso una comunicazione personalizzata.
13
Marketing Automation: How To
Come accennato, l’automation consente di creare flussi di comunicazione
personalizzati che accompagnano l’utente in tutte le fasi della customer
journey. I flussi possono essere legati ad eventi speciali, quali il compleanno
oppure a momenti come l’iscrizione ad un sito, quando l’utente è
“ingaggiato” ed è sufficiente spronarlo al primo acquisto facendolo sentire
speciale. Le email di compleanno, come suggerisce uno studio di ClickZ,
fanno registrare un 30% in più di aperture rispetto alle DEM tradizionali
e un 60% in più di click. Perché non sfruttarle quindi per dare incentivi
all’utente per farsi un regalo?
Fonte: http://myemma.com/email-marketing-automation/21-stats
Di seguito vi proponiamo alcuni workflow che possono essere applicati in
vari contesti.
14
Welcome serie
L’iscrizione ad un sito è un’occasione per creare un primo legame
con il nuovo iscritto, che va attivato con una prima email di welcome
personalizzata. Queste email hanno un tasso di apertura molto alto.
Fonte: http://myemma.com/email-marketing-automation/21-stats
Sfruttando quest’occasione avrete la possibilità di creare immediatamente
una relazione con il nuovo iscritto dandogli il benvenuto alla community
“esclusiva”, ma è anche un’occasione per presentare i valori della vostra
azienda e cercare di stimolare l’utente al primo acquisto.
15
Come raggiungere questi obiettivi?
• What’s next: proprio nel momento più caldo in cui l’utente ha mostrato
interesse per il vostro brand, suggerite le prossime azioni da compiere.
• Promocode: potete inserire un “regalo” per stimolare l’utente all’acquisto
di prodotti, ad esempio un coupon di sconto o consegna gratuita relativa
al primo acquisto.
• Survey online: utile per qualificare il contatto in base ai suoi interessi.
Avere un database ben profilato è molto utile per poi progettare delle
campagne di email marketing targettizzate e mettere in atto delle
azioni di up-selling e cross-selling mirate.
16
Carrello Abbandonato
Le email di recupero del carrello abbandonato vengono inviate ad utenti
registrati sul vostro ecommerce i quali hanno avviato un processo
d’acquisto, selezionando uno o più prodotti, senza portarlo al termine. In
quest’occasione l’email gioca un ruolo importante, visto come elemento
push, serve a ricordare all’utente che quel prodotto è ancora indispensabile
semplificando la procedura d’acquisto.
Come portare l’utente a compiere l’acquisto?
• Reminder: ricordare all’utente che ci sono prodotti nel carrello e che
possono essere acquistate con pochi clic e senza bisogno di registrarsi.
• Promocode: inviare un piccolo incentivo economico per convincere
l’utente a portare a termine l’acquisto. Ad esempio, uno sconto sul
prodotto o spese di consegna gratuite.
• Social proof: persuadere l’utente attraverso testimonianze e recensioni
di prodotto o esperienze d’acquisto.
Più della metà delle email per il
recupero del carrello sono aperte e più
di un terzo si trasformano in acquisti
(Marketing Land).
17
Compleanno, Anniversari
Questo tipo di comunicazioni vengono normalmente attivate in relazione
a specifici eventi, come il compleanno, anniversari, rinnovi. In queste
occasioni vengono attivate delle comunicazioni one-to-one facendo
sentire l’utente al centro dell’attenzione per aver ricordato la data del
suo compleanno. Naturalmente, è prassi omaggiarlo con un regalo che
può essere un buono sconto, consegna gratuita, prodotti custom. Questa
è anche un’ottima occasione per stimolare l’acquisto di un utente ormai
dormiente e risvegliare il suo interesse.
18
Re-engagement inattivi
Questa tipologia di comunicazione è finalizzata alla riattivazione dei
clienti inattivi, che non visitano il vostro ecommerce da parecchio tempo.
I motivi possono essere molteplici dallo scarso interesse ad un possibile
cambio di offerta o semplicemente sono cambiati gli interessi degli utenti
ed hanno preferito effettuare l’acquisto su altri portali.
La riattivazione di un contatto è molto più semplice dell’acquisizione
di un nuovo utente poiché nel primo caso il contatto ha già comunicato
tutti i suoi dati ed ha espresso un interesse nei vostri confronti, che molto
probabilmente non hanno ancora perso del tutto.
Potete riattivarli magari offrendogli un codice di sconto, un’offerta speciale
per stimolarli all’acquisto facendogli capire quelli che sono i vantaggi dei
vostri prodotti. Per procedere alla progettazione di queste comunicazione
è indispensabile avere a disposizione alcuni dati quali l’ultima volta che
l’utente ha interagito con voi, l’ultimo acquisto e l’ultima visita al sito.
19
Case History Bellissima.com
Tenacta Group è un gruppo industriale italiano conosciuto attraverso i
suoi brand di successo: Imetec, focalizzato sui piccoli elettrodomestici per
la casa e per il benessere della persona, e Bellissima, il brand dedicato al
beauty e alla cura della persona rivolti ad un target femminile. Bellissima
ha sia una presenza online, con un sito di Ecommerce Bellissima.com nato
nel 2015 localizzato in 15 paesi (Europa e Sud America) e offline, con negozi
monomarca nelle principali città italiane.
L’obiettivo dell’azienda è quello di aumentare il numero di clienti e le
vendite del proprio Ecommerce Bellissima con un approccio multicanale,
che oltre a prevedere strumenti come PPC, campagne offline, pubblicità,
prevede anche l’utilizzo di campagne di email marketing personalizzate
lungo il ciclo di vita dell’utente. Si tratta di un progetto pilota che l’azienda
intende replicare anche su gli altri siti di Ecommerce dell’azienda (es.
Imetec) se a un anno di distanza maturerà i risultati attesi.
20
Per raggiungere gli obiettivi di vendita e fidelizzazione, il team di MagNews
ha supportato Bellissima in tutte le fasi del progetto di Email Marketing
Automation, dall’analisi dei dati dell’ecommerce, alla definizione della
strategia, fino all’implementazione dei flussi di comunicazione in base
al ciclo di vita del cliente. Sono stati individuati i principali touchpoint
dell’utente con lo store online con l’obiettivo di costruire flussi di
comunicazioni automatizzate a seconda di eventi speciali, come il
compleanno, dei comportamenti d’acquisto o delle sue preferenze. L’idea
alla base dei flussi è quella di incentivare l’utente a fornire maggiori
informazioni su di se per inviare comunicazioni sempre più pertinenti che
lo convincano a tornare sul sito e ad effettuare la conversione.
Analogalmente ad Imetec Shop Online, anche lo store di Bellissima è
sviluppato su Magento e integrato con la piattaforma MagNews tramite
il connettore che consente di importare su MagNews tutto il catalogo
prodotti, i prodotti acquistati, il carrello abbandonato e la wishlist.
Partendo da questa integrazione, è stato attivato su MagNews il modulo
di Marketing Automation che, grazie all’editor drag & drop, consente di
costruire workflow di comunicazioni articolate in base ad eventi come
la registrazione di un nuovo contatto sul sito, l’acquisto di un prodotto,
l’abbandono di un prodotto nel carrello, ecc.
Partendo da un’analisi del target e del catalogo prodotti, per Bellissima
sono stati implementati 6 flussi di comunicazioni automatiche sulla
piattaforma MagNews con ottime performance, che superano anche quelle
dello store di Imetec.
21
Workflow di Buon Compleanno
Le email di auguri di buon compleanno sono alla base della fidelizzazione
dell’utente, soprattutto per un ecommerce e sono quelle che registrano i
maggiori tassi di apertura e click. L’obiettivo è quello di sfruttare questa
occasione, in cui si è più sensibili all’acquisto, per creare un’occasione
di vendita strutturando però un contact plan che varia in base al
comportamento dell’utente.
Sette giorni prima del compleanno, l’utente registrato al sito Bellissima
riceverà una email automatica con un codice promozionale da utilizzare
sullo store online nei successivi sette giorni e ricevere il regalo per il
compleanno.
Se l’utente avrà acquistato entro la data usando il promocode, verrà
registrata su MagNews una conversione positiva. Nel caso in cui l’interesse
non venga registrato subito con l’apertura dell’email o l’acquisto dopo 7
giorni, l’utente riceverà dei reminder differenziati a seconda della fase del
workflow in cui si trova.
• Riceverà un reminder uguale al primo, se dopo 2 giorni dal primo invio
non risulterà ancora su MagNews l’apertura e avrà altri 5 giorni per
completare l’acquisto
• Se dopo 5 giorni non avrà effettuato l’acquisto, il giorno del compleanno
riceverà una email con un promocode valido altri 7 giorni
22
23
Indipendentemente dall’acquisto o meno, l’utente riceverà una email di
Buon Compleanno da parte di Bellissima.
Risultati: le email di buon compleanno registrano un tasso di apertura del
30%, che è molto buono se confrontato con il tasso medio di apertura delle
DEM nel settore beauty che è pari al 18% (Base dati: Clienti MagNews) e del
22% registrato da Imetec con l’invio di una sola comunicazione. Il fatturato,
grazie all’incentivo proposto, è stato di circa 1.000 € in soli 2 mesi.
24
Workflow Carrello Abbandonato
L’obiettivo di questo workflow, tra i più comuni nell’ecommerce, è quello di
far concludere l’acquisto ai clienti che hanno aggiunto prodotti all’interno
del loro carrello, senza acquistarli. Statisticamente il 68% dei carrelli
viene abbandonato durante il processo di acquisto (Baymard Institute)
Ricordare all’utente che ha prodotti nel carrello e offrire incentivi per
finalizzare l’acquisto, consente di recuperare fino al 57% delle mancate
revenues. Questo tipo di comunicazioni nell’ecommerce sono quelle a
maggior ROI.
Oltre a motivazioni legate alla necessità di registrarsi al sito e alla paura
di effettuare pagamenti online, gli utenti lasciano prodotti nel carrello
perché non sono ancora pronti ad acquistare (16%) o perché ritengono che
debba esserci convenienza rispetto all’acquisto offline (l’8% vuole sconti
e promozioni). E’ su queste motivazioni che si può agire impostando una
campagna di remarketing via email con promozioni dedicate.
Il workflow ideato prevede che, dopo un’ora dall’abbandono del carrello
registrata su Magento, l’utente riceverà una prima email dove viene offerta
assistenza all’acquisto e informazioni sul prodotto con in chiaro tutti i
punti di contatto (email, chat, numero verde), senza proporre sconti.
Se dopo un giorno l’utente non ha comprato, riceverà delle comunicazioni
diverse in base al comportamento registrato sull’email: se avrà aperto la
prima email riceverà un buono acquisto di 5 € con scadenza di un giorno,
altrimenti riceverà lo stesso reminder dei prodotti nel carrello, come
ultimo tentativo prima di chiudere il workflow con esito negativo e tentare
un’altra azione.
25
Questo flusso di comunicazioni ha consentito a Bellissima di recuperare,
nei primi 2 mesi di attività, il 12% dei carrelli abbandonati (rispetto a
Imetec che recupera il 7%) per un fatturato di € 1.500/mese, valori che
presumibilmente aumenteranno nel corso dell’anno.
26
Workflow Welcome registrazione al sito di Ecommerce
Le email di welcome hanno l’obiettivo di creare subito una relazione con
il nuovo iscritto, dargli il benvenuto e presentare i valori del brand, ma
soprattutto trasformarlo nel breve periodo in un cliente, proponendogli un
incentivo all’acquisto. Questo workflow prevede 3 diverse comunicazioni
simili tra loro ma con un incentivo forte a finalizzare il primo acquisto.
• La prima email viene spedita contestualmente alla registrazione al
sito, grazie alla sincronizzazione tra il database di Magento e MagNews.
L’email ha un subject attraente che suggerisce già il contenuto “Gentile
Claudia, ben arrivata! Sai che c’è un regalo per te? “. Il regalo è un buono
sconto del 20% come ringraziamento per l’iscrizione, senza scadenza.
Dopo 7 giorni se viene registrato il “primo ordine” su Magento, si chiude
il workflow perché l’obiettivo iniziale è stato raggiunto.
• Una email con subject diverso viene inviata invece nel caso in cui il
primo messaggio non sia stato aperto. Nel caso in cui questa seconda
email venga aperta dopo un giorno, il workflow rientra nel flusso
precedente, altrimenti si chiude senza inviare altri solleciti.
• Nel caso in cui l’utente abbia aperto una delle due email sopra senza
concludere l’acquisto, riceverà un’ultima email di promemoria da parte
di Bellissima con il promocode, da utilizzare nei successivi 3 giorni.
27
Le email di welcome hanno un ottimo tasso di apertura, perché chi si iscrive
ad un sito si aspetta di ricevere una email contestuale all’azione. Questo tasso
arriva al 64,3% e il click rate al 23,3% con l’invio di una sola comunicazione
nello Shop Imetec, su cui non è impostata una logica di workflow. Il
promocode viene usato dal 3% dei riceventi. Su Bellissima, l’open rate di
queste comunicazioni raggiunge il 70%, ma il dato più interessante rimane
quello delle conversioni, cioè dell’utilizzo del promocode che è del 7%.
28
Workflow Email Survey
L’obiettivo di questo workflow è incentivare i contatti registrati ad
effettuare il primo acquisto senza prevedere uno sconto, già previsto dalla
email di welcome, ma proponendo prodotti in linea con le loro preferenze.
Queste ultime sono intercettate tramite una breve survey.
La flessibilità di MagNews e la sincronizzazione con le informazioni di
Magento, consente di inviare questa comunicazione solo agli utenti che non
hanno effettuato il primo acquisto entro i primi 14 giorni dall’iscrizione.
Dopo due settimane infatti viene inviata una prima email con subject
“Gent. Cliente, aiutaci a renderti Bellissima” con l’invito a compilare un
breve survey per avere alcune importanti informazioni come:
1. Dati del cliente (provincia, data di nascita, cellulare)
2. Categoria di prodotti preferiti (Hair Care, Body Care, Skin Care, Nail Care)
3. Prodotti di bellezza già utilizzati (Piastre, Spazzole, Arricciacapelli, ecc)
4.Marche utilizzate
5. Conoscenza di strumenti di luce pulsata
29
30
Il workflow è molto semplice: prevede un secondo invio solo a chi ha risposto
alla survey, che dopo 7 giorni si vede recapitare un’altra email automatica
con i prodotti consigliati in base alle informazioni fornite.
Queste informazioni sono importantissime per poter sviluppare flussi di
comunicazione sempre più personalizzati.
31
Workflow Reactivation
L’obiettivo di questo workflow, che ha una durata di una settimana, è
quello di riportare all’acquisto i clienti inattivi da tempo ingaggiandoli
nuovamente e proponendo loro incentivi per acquistare.
In questo caso diventa cruciale l’analisi dei dati sugli acquisti, reperibili
da database Magento e sulle email per individuare il profilo degli utenti da
stimolare nuovamente.
La condizione di entrata in questo flusso di comunicazione è un match tra
più variabili:
• l’utente non acquista da 6 mesi ed è inattivo sulle comunicazioni (non
apre, non clicca da 6 mesi)
• oppure non ha acquistato nell’ultimo anno pur essendo attivo sulle
comunicazioni (ha aperto, cliccato nell’ultimo anno)
• oppure è iscritto da 60 giorni ma non ha ancora acquistato
32
La prima email, verificata una delle condizioni sopra è del tipo “Torna, Ci
manchi!” e contiene un promocode da utilizzare nei successivi 7 giorni.
Anche in questo caso viene effettuato un controllo su Magento se il
promocode sia stato utilizzato dopo 4 giorni e, nel caso non lo sia, viene
inviato un recall via email con un subject alternativo nel caso in cui la prima
email sia stata aperta. Se la prima email non è stata aperta viene inviata una
comunicazione con lo stesso subject della prima, perché presumibilmente
non letta dall’utente.
Bellissima stima di raggiungere un open rate per le email che entrano in
questo flusso del 20% (vs. 13% registrato sullo store Imetec) e il 7% di click
rate medio (verso il 2-3% registrato con una sola comunicazione sullo store
Imetec).
33
Workflow Post Acquisto
Questo flusso di comunicazioni ha l’obiettivo di spingere l’utente che ha
appena acquistato per la prima volta a compiere altri acquisti. Il flusso
prevede l’invio di una survey di gradimento 48 ore dopo il primo. Nella
email viene anche promesso un incentivo alla compilazione: un buono
sconto.
In questo caso, Bellissima cerca di raccogliere le opportunità che potrebbero
celarsi dietro ad un cliente acquisito da poco che però deve essere portato
ad effettuare altri acquisti.
Risultati ottenuti
Nei primi 2 mesi di start up del progetto, Bellissima registra un aumento
delle vendite del 20% rispetto ai 2 mesi precedenti, quando non era attiva
alcun tipo di azione strutturata sui contatti dell’ecommerce. I risultati
più interessanti, in termini di engagement e vendite sono dati dal flusso
carrello abbandonato e della welcome series, che sfruttano i momenti più
caldi per il cliente. Oltre a dare un impulso alle vendite, grazie ai workflow
Bellissima sta guadagnando informazioni strategiche importantissime sia
per profilare i clienti che per segmentare l’offerta, in modo che sia sempre
più in linea con l’offerta.
34
About
Diennea è una società specializzata in progetti di digital marketing. Attiva
dal 1996, sviluppa MagNews, software proprietario per la creazione e la
gestione di campagne di direct marketing multicanale (email, SMS, fax).
MagNews è anche un team di consulenti e specialisti a tua disposizione per
progettare e realizzare la tua strategia digitale.
MagNews On-Premise
MagNews è la piattaforma multicanale per inviare, gestire e monitorare
campagne di Digital Direct Marketing.
Oltre alla versione SaaS (software as a service), Magnews è disponibile
anche in modalità On-Premise, per permettere ad aziende come banche e
assicurazioni che preferiscono conservare i dati su proprie macchine, di
dotarsi di una licenza software installabile presso il proprio datacenter.
35
Licenza Creative Commons
Questa licenza ti permette
di riprodurre, distribruire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico,
rappresentare, eseguire recitare quest’opera.
A queste condizioni:
Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell’opera nei modi indicati dall’autore o
da chi ti ha dato l’opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino
te o il modo in cui tu usi l’opera.
€
Non commerciale. Non puoi usare quest’opera per fini commerciali.
Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest’opera, ne usarla per
creane un’altra.
Ulteriori indicazioni:
Per riprodurre in tutto o in parte i dati presentati in questa ricerca è
necessario indicare la fonte dell’opera con la seguente dicitura:
http://www.magnews.it/marketing_automation/
Per ricevere le nostre ricerche in anteprima, iscriviti alla nostra newsletter:
http://www.magnews.it/newsletter/
I nostri numeri
100+500 1,5
MILIARDI
Ci hanno scelto
Diennea Headquarters | Viale Marconi 30/14 | 48018 Faenza (RA) - Italy
Tel. (+39) 0546 066100 | Fax. (+39) 0546 399913
Diennea Milano | Via Donatello 30 | 20131 Milano (MI) - Italy
Tel. (+39) 02 45374600
Diennea Pisa | Via Umberto Forti 6 | 56121 Pisa (PI) - Italy
Diennea Paris | 7 Rue De La Paix | Paris - 75002 - France
Tel. (+33) (0) 174180308
automation.magnews.it
Scarica
Random flashcards
blukids

2 Carte mariolucibello

Generatore elettrica

2 Carte oauth2_google_edd7d53d-941a-49ec-b62d-4587f202c0b5

DOMENICA 8 DICEMBRE

4 Carte oauth2_google_6fa38c4a-fb89-4ae3-8277-fdf97ca6e393

creare flashcard